Se sei già registrato           oppure    

Orario: 24/05/2019 15:20:06  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Solare Fotovoltaico

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (115)  < ...  3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   [13]   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23  ...>    (Ultimo Msg)


Impianti fotovoltaici ad isola, Come realizzarli, pro e contro, etc...
FinePagina

peppe0306

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:131

Stato:



Inviato il: 31/10/2008,23:36

ciao bolle e ciao a tutti,confermo delle affermazioni di bolle io ho un impiando a 48volt fatto da 3 stringhe da pannelli da 80 watt se metti in ombra una parte di un pannello gli altri continuano a funzionare, s enon sbaglio con bolle ne avevamo già parlato all'inizio, e anche dei diodi, senza comparli, si trovano di buonissimi negli alimentatori swich e nei vecchi alimentatori dei pc.
Molto interessante invece gli interventi sulle batterie, ma volevo chiedere chi è che utilizza un regolatore di carica a batteria su un impianto a 24 volt o 48?? perche a me ne avanzano 5-6 tutti da una decina di amper = e vorrei provare...ma dei dubbi insorgno, chi l'ha fatto??

 

peppe0306

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:131

Stato:



Inviato il: 2/11/2008,14:08

secondo me per in inserire un regolatore di carica per ognibatteria x pianti piccoli fra cadute di tensione nei vari regolatori fusibli aggiuntivi,e perdite varie...oltre a considerare il costo in piu non so quanto ne vale la pena...
ma è tutto da valutare, oggi monto l'inveter nuovo (se non piove) e se il vento non mi porta via faccine/biggrin.gif

 

peppe0306

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:131

Stato:



Inviato il: 2/11/2008,23:44

OGGI HO MONTATO L'INVERTER A 48 C'ERA UNA VENTOLATA AVEVO PAURA CHE UNA PALA DELL'EOLICO SI STACCASSE..... faccine/ohmy.gif MA VISTO CHE C'èERA ANCORA POSTO NE HO MONTATO UN ALTRO INVERTER A 12 COSI LO FACCIO LAVORATE ALTERNATO, QUANDO NON CI SONO FACCIO DAL LUNEDI AL VENERDI LAVORARE QUELLO PIU PICCOLO A 12 PER I CONSUMI FISSI (FRIGO ALIEMTNATORE ANTENNA) QUANDO CI SONO FACCIO LAVOARE QUELLO A 48 CHE è PIU GRNADE COME BATTERIE E COME PANNELLI....VOLEVO ANCHE IMPLEMENTARE L'IMPIANTO A 48 CHE PER ADESSO è SOLO A PANNELLI CON UN EOLICO A 48 VOLEVO QUALCHE CONSIGLIO....LO POSSO COLLEGARE DIRTTAMENTE ALLE BATTERIE.... E MEGLIO METTERE UN REGOLATORE CON UN CARICO IN CASO BATTERIE CARICHE....LO COLLEGO IN PARALLELO HAI PANNELLI è IL REGOLATORE GESTICHE IL TUTTO... (IL TARON 440 GESTICHE 40 AMPER CONTINUI E SE NON SBAGLIO PER QUALCHE 0,5 SECONDI PICCHI DI 65 AMPER),QUALCUNO HA MAI FATTO NIENTE DEL GENERE....APPENA POSSO METTO LE FOTO DELLE MODIFCHE IMPIANTINO, BOLLE PENSO CHE TE SEI L'UNICO CHE HA UN SISTEMA MISTO SOLARE EOLICO COME IL MIO....

MI FACCIO 2 CONTI DA SOLO SE IL TARON REGGE FINO A 40 AMPER DOVREBBE REGGERLI IN TUTTI GLI INFRESSI (PANNELLI, CARICO, BATTERIE) A ME INTERESSA L'INGRESSO PANNELLI CHE CE NE SONO 960WATT COLLEGATI IN TERORIA 960 WATT : 48 = 20A CALCOLIAMO LA METAà 10A
SE REGGE FINO A 40 AMPER NE RIMANGONO UTILI 30 UN EOLICO DA 1500 WATT A 48 EROGA MASSIMO 31,25 AMPER DOVREMMO ESSERCI PERCHE è DIFFICILE AVERE UN URAGANO INSIEME AL SOLE DI FERRAGOSTO....SE Cè QUALCOSA CHE NON TORNA FATELO PRESENTE PRIMA DI ROMPERE TUTTO faccine/tongue.gif

 

NEXTAGE
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:40

Stato:



Inviato il: 6/11/2008,14:47

CITAZIONE (NonSoloBolleDiAcqua @ 30/10/2008, 18:01)
NEXTAGE benvenuto tra noi

CITAZIONE (NEXTAGE @ 30/10/2008, 15:38)
L'ombreggiamento è un problema spesso trascurato, specialmente da chi si improvvisa installatore di impianti votovoltaici.

Purtroppo quì siamo quasi tutti istallatori improvvisati...ma siamo anche preparati...l'ombreggiamento per chi ha gli impianti ad isola è un problema fortemente limitato...leggi sotto e capirai il perchè!

CITAZIONE (NEXTAGE @ 30/10/2008, 15:38)
Io ho seguito un corso sui pannelli fotovoltaici in cui questo problema è stato sviscerato.I diodi in parallelo ad ogni modulo del pannello servono a fare in modo che se c'e' un modulo ombreggiato o sporco non si trasformi da produttore di energia a carico rispetto agli altri moduli.

Verissimo.

CITAZIONE (NEXTAGE @ 30/10/2008, 15:38)
Stesso discorso vale per ogni stringa di moduli (i moduli messi in serie per alzarne la tensione si definiscono stringhe) che ha un diodo di blocco che deve essere dimensionato opportunamente.

Di fatto per gli impianti ad isola (l'argomento trattato in questo 3d è proprio questo)...non si mettono molti pannelli in serie...e il dimensionamento dipende esclusivamente dalla corrente che lo attraversa...non facciamo la cosa più complicata di quella che realmente è!!!


CITAZIONE (NEXTAGE @ 30/10/2008, 15:38)
Quando una stringa non produce energia perchè ha qualche modulo ombreggiato
...

Sei sicuro sicuro che la stringa (pannelli messi in serie) non produca 'energia' con un modulo in ombra?E se il modulo è coperto per metà?Cosa accade?
Potresti spendere qualche parolina in più su questo aspetto?

Volentieri, su una stringa ad esempio di 5 moduli se uno o due sono ombreggiati
si abbassa la resa ma la stringa produce ancora con 3 moduli ombreggiati la stringa diventa improduttiva.

CITAZIONE (NEXTAGE @ 30/10/2008, 15:38)
il diodo di blocco, in serie alla stringa, fa in modo che questa non si trasformi in un carico per le altre stringhe, il diodo di blocco fa si che la corrente può solo uscire dalla stringa, ma non entrare.

Vero in modo macroscopico...ma non voglio addentrarmi in un percorso molto tortuoso.

CITAZIONE (NEXTAGE @ 30/10/2008, 15:38)
Gli ombreggiamenti locali sono dannosissimi per la produttività in quanto possono mettere fuori uso diverse stringhe contemporaneamente e mandare in malora la produzione di enegia.

Dannosissimi in che senso? Si rompe qualcosa? Stiamo parlando di impianti a 12 o 24 v...se un pannello è in ombra non manda in malora proprio nulla...in questi impianti non esiste il tuo concetto 'stringa'.

Vero, gli ombreggiamenti locali sono dannosi per gli impianti con molti moduli in serie, dannosi dal punto di vista della produttività, non si rompe niente ma i pannelli non producono l'energia prevista e quindi i tempi di recupero dell'investimento diventano lunghissimi.


CITAZIONE (NEXTAGE @ 30/10/2008, 15:38)
Come rimediare ?
Collegando i moduli fra loro in modo che l'ombreggiamento locale renda improduttive delle stringhe intere e non pochi moduli di più stringhe.
Praticamente si devono collegare insieme i moduli che vengono coperti dall'ombra che si sposta in modo che metta fuori uso una stringa soltanto alla volta.

Per gli impianti ad isola a 12V questo problema che sollevi non esiste...pensaci e provare per credere.

Certo se tutti i moduli sono in parallelo fra loro il problema non sussiste , quello ombreggiato non produce ma non impedisce agli altri di produrre. Sul fatto di non mettere i diodi di blocco su ogni elemento ho qualche perplessità.


CITAZIONE (NEXTAGE @ 30/10/2008, 15:38)
CITAZIONE (NonSoloBolleDiAcqua2 @ 28/11/2007, 22:02)
Ti serve un solo diodo per ogni 4 pannelli...se ne hai solo 4 di pannelli puoi evitare di metterlo...se hai 8 pannelli, allora ne occorrono 2.
Mi sono spiegato?
Basta che vai ad un negozio di elettronica e chiedi di un diodo da x Ampere.
X dipende dai pannelli che monti...quanti watt di picco sono?
Se non li trovi ...te li spedisco...ne ho qualcuno in più.
Comunque costano poco...un paio di euro.
Ciao
Bolle

L'amperaggio dei diodi non è sufficiente come dato, la tensione inversa deve essere più alta della tensione che tirano fuori i pannelli a circuito aperto cioè senza carico, altrimenti potrebbero distruggersi.

Distruggersi cosa? Mi ripeto ancora ,la tensione degli impianti ad isola che trattiamo è 12V/24V...non ha nulla a che vedere con gli impianti connessi in rete, dove si arrivano a toccare tensioni di 400/500V (sempre per via che i pannelli sono messi in serie)ed è per questo che i diodi costano anche cari!!!
Ciao
Bolle

Il commento era sempre riferito agli impianti con moduli in serie e voltaggi elevati, se si fanno impianti con scambio di energia in loco e vendita dell'energia eccedente al fornitore locale di solito si usano questi tipi di pannelli e di impianti,
aumentare la tensione vuol dire diminuire la corrente , diminuire la sezione dei cavi e la potenza buttata perchè dissipata sui cavi visto che dipende del quadrato del valore di corrente. W = IxIxR

Ciao

Stefano

 

peppe0306

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:131

Stato:



Inviato il: 6/11/2008,19:57

CITAZIONE (peppe0306 @ 2/11/2008, 23:44)
OGGI HO MONTATO L'INVERTER A 48 C'ERA UNA VENTOLATA AVEVO PAURA CHE UNA PALA DELL'EOLICO SI STACCASSE..... faccine/ohmy.gif MA VISTO CHE C'èERA ANCORA POSTO NE HO MONTATO UN ALTRO INVERTER A 12 COSI LO FACCIO LAVORATE ALTERNATO, QUANDO NON CI SONO FACCIO DAL LUNEDI AL VENERDI LAVORARE QUELLO PIU PICCOLO A 12 PER I CONSUMI FISSI (FRIGO ALIEMTNATORE ANTENNA) QUANDO CI SONO FACCIO LAVOARE QUELLO A 48 CHE è PIU GRNADE COME BATTERIE E COME PANNELLI....VOLEVO ANCHE IMPLEMENTARE L'IMPIANTO A 48 CHE PER ADESSO è SOLO A PANNELLI CON UN EOLICO A 48 VOLEVO QUALCHE CONSIGLIO....LO POSSO COLLEGARE DIRTTAMENTE ALLE BATTERIE.... E MEGLIO METTERE UN REGOLATORE CON UN CARICO IN CASO BATTERIE CARICHE....LO COLLEGO IN PARALLELO HAI PANNELLI è IL REGOLATORE GESTICHE IL TUTTO... (IL TARON 440 GESTICHE 40 AMPER CONTINUI E SE NON SBAGLIO PER QUALCHE 0,5 SECONDI PICCHI DI 65 AMPER),QUALCUNO HA MAI FATTO NIENTE DEL GENERE....APPENA POSSO METTO LE FOTO DELLE MODIFCHE IMPIANTINO, BOLLE PENSO CHE TE SEI L'UNICO CHE HA UN SISTEMA MISTO SOLARE EOLICO COME IL MIO....

MI FACCIO 2 CONTI DA SOLO SE IL TARON REGGE FINO A 40 AMPER DOVREBBE REGGERLI IN TUTTI GLI INFRESSI (PANNELLI, CARICO, BATTERIE) A ME INTERESSA L'INGRESSO PANNELLI CHE CE NE SONO 960WATT COLLEGATI IN TERORIA 960 WATT : 48 = 20A CALCOLIAMO LA METAà 10A
SE REGGE FINO A 40 AMPER NE RIMANGONO UTILI 30 UN EOLICO DA 1500 WATT A 48 EROGA MASSIMO 31,25 AMPER DOVREMMO ESSERCI PERCHE è DIFFICILE AVERE UN URAGANO INSIEME AL SOLE DI FERRAGOSTO....SE Cè QUALCOSA CHE NON TORNA FATELO PRESENTE PRIMA DI ROMPERE TUTTO faccine/tongue.gif

qualcuno ha qualche consiglio??? cosa fare e sopratutto cosa non fare allego una foto del quadro con i 2 inverter

 

peppe0306

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:131

Stato:



Inviato il: 14/11/2008,21:45

bolle se ci sei batti un colpo...

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2068

Stato:



Inviato il: 17/11/2008,17:32

ciao peppe, io penso che ogni fonte debba avre il proprio regolatore di carica......seppur molto di rado una tempesta di vento con il sole puo' capitare specialmente d'estate....

 

peppe0306

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:131

Stato:



Inviato il: 19/11/2008,23:22

CITAZIONE (eneo @ 17/11/2008, 17:32)
ciao peppe, io penso che ogni fonte debba avre il proprio regolatore di carica......seppur molto di rado una tempesta di vento con il sole puo' capitare specialmente d'estate....

Grazie Eneo della risposta, sicuramente hai ragione te, era solo per sapere se era una cosa possibile, visto che avevo trovato un eolico senza regolatore di carica, e intendevo montarlo cosi senza fare modifiche al quadro.....perchè è un continuo (smonta modifica rimonta) per farci entrare tutto... e visto lo spazio... ci va tutto ad incastro.....Poi sembra che succedano tutte a me 2 giorni fa mi sono accorto che 2 pannelli nuovi comprati pochi mesi fa nel lato alto si è formata umidità e dell'acqua tra il vetro e la parte bianca...(che sfortuna) stò cercando do farmeli cambiare..speriamo bene... faccine/ohmy.gif però su una cosa ci sarebbe da parlarne perche 40 amper ...che regge il regolatore continui massimi sui 60...
l'eolico da al massimo 21 ampere rimane 19 utlizzabili 3 strighe da 4 pannelli da 80 watt=80wattx4pannelli=320watt 320watt:48volt=6,66amper 6,66x3stringhe=20 amper questo teoricamente ma non penso di avere mai visto l'amperometro a 20 amper già se arriva a 17-18
mi sembra tanto e poi ci dovrebbe essere un tornato a mezzogiorno d'estate con il celo limpido gia se cè alle 10 o alle 15 ....comunque sono solo ipotesi.....invece pernso che un regolatore di carica come il tarom che comunque è nato per il solare e non per l'eolico non regga a contunui sbalzi di tensione edi corrente quando il vento e forte e a raffiche,anche perche questi regolatori hanno diverse fasi di carica e comandatre da microprocessore,non farebbe distinsione tra giorno e notte....volevo sapere se qualcuno ha fatto mai un esperimento del genere e quali sono stati i risultati...Ma bolle dovè finito.....

 

Feltrino
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 26/11/2008,22:02

Ciao, ne approfitto della vostra discussione per chiedervi un aiuto su come risolvere un problema.
In pratica devo alimentare con un impianto fotovoltaico in isola un carico di circa 10 w nell'arco delle 24 ore, poi' per altre 8 ore sempre all'interno delle 24 ore il carico aumenta a circa 20 w complessivi.
Che tipo di impianto mi consigliate di fare per essere tranquillo di non rimanere senza alimentazioe anche in giornate senza sole??.
Mi piacerebbe poter installare un impianto che mi permetta di avere un buon margine sulla potenza a disposizione.

Vi ringrazio per l'eventuale aiuto.

Ciao Alessandro.

 

peppe0306

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:131

Stato:



Inviato il: 27/11/2008,19:41

CITAZIONE (NonSoloBolleDiAcqua @ 30/8/2008, 11:24)
Allora,
il discorso è un po complicato...cmq i pannelli difficilmente erogano la potenza di picco...e se la erogano la V è molto più alta. La V arriva fino a 30-32 V ed il regolatore carica in corrente...ad esempio il mio più di 60A non fa passare...accade anche che il regolatore entra nello stato di float...e gran parte dell'energia viene 'buttata' perchè le batterie sono cariche...le batterie non vengono mai sovraccaricate...tutto questo lo fa il regolatore.
Spero di averti risposto.
Ciao
Bolle

Bolle come utlizzare l'energia eccedente quando le batterie sono cariche???Nessuno ci ha mai pensato....La Buttiamo.....!!!!!

CITAZIONE (Feltrino @ 26/11/2008, 22:02)
Ciao, ne approfitto della vostra discussione per chiedervi un aiuto su come risolvere un problema.
In pratica devo alimentare con un impianto fotovoltaico in isola un carico di circa 10 w nell'arco delle 24 ore, poi' per altre 8 ore sempre all'interno delle 24 ore il carico aumenta a circa 20 w complessivi.
Che tipo di impianto mi consigliate di fare per essere tranquillo di non rimanere senza alimentazioe anche in giornate senza sole??.
Mi piacerebbe poter installare un impianto che mi permetta di avere un buon margine sulla potenza a disposizione.

Vi ringrazio per l'eventuale aiuto.

Ciao Alessandro.

Devi essere piu preciso dove devi posizionare il pannello quante ore di insolazione Ha? ci sono ombre ? vivi in una zona soleggiata? per essere tranquillo io metterei 2 pannelli da 80 watt e regolatore con carico separato e una batteria da 100-120 amper ma il costo non è troppo basso, ma durerà ...
Se vuoi risparmiare....pannelo da 70 watt e batteria da 45 amper,ma se cè qualche giorno di nuvoloso ...si spenge il tutto. questo è un mio consiglio dovrai aspettare i piu ferrati nel settore....

 

Feltrino
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 27/11/2008,21:51

Ciao peppe0306 ,
allora per quanto riguard al aposizione dell'impianto si trova in montagna a circa 1500 metri, non ho ombra le ore di insolazione da un minimo ad un massimo variano nel periodo estivo dalle 08.00 alle 16.00 nel periodo invernale dalle 10.00 alle 14.00 più o meno.
Ti ringrazio del consiglio, e come hai detto aspetto altri aiuto.


Ciao Alessandro

 

cicio333

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:177

Stato:



Inviato il: 28/11/2008,10:38

già, l energiaz in piu si butta, in vero i regolatori hanno un uscita per usarla...ma è 12volt stabilizzata? e se uno la usa mentre le batterie sono in carica il carico maggiore e preferenziale rimane per le batterie o no ?
grazie

 

peppe0306

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:131

Stato:



Inviato il: 3/12/2008,20:14

CITAZIONE (cicio333 @ 28/11/2008, 10:38)
già, l energiaz in piu si butta, in vero i regolatori hanno un uscita per usarla...ma è 12volt stabilizzata? e se uno la usa mentre le batterie sono in carica il carico maggiore e preferenziale rimane per le batterie o no ?
grazie

Io non ne conosco tanti regolatori che hanno un uscita apposta per l'energia eccedente, ma stò parlando di regolatori che vanno da poci euro fino a 200-250 , forse esisteranno anche ma se costano 300-400 euro non ne vale la pena....se conosci qualche azienda fammi sapere mi interessa....ti ringrazio anticipatamente. faccine/shifty.gif

 

cicio333

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:177

Stato:



Inviato il: 5/12/2008,21:37

ho un conergy 40a
ha addirittura due uscite x uso diretto dell energia in eccedenza e l ho pagato poco meno di 100 euro, non ho ancora fatto l impianto comunque.
cercalo, e poi sappimi dire
ciao

 

peppe0306

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:131

Stato:



Inviato il: 5/12/2008,21:52

CITAZIONE (cicio333 @ 5/12/2008, 21:37)
ho un conergy 40a
ha addirittura due uscite x uso diretto dell energia in eccedenza e l ho pagato poco meno di 100 euro, non ho ancora fatto l impianto comunque.
cercalo, e poi sappimi dire
ciao

Ciao Ciccio.... ti sbagli....anchio ho un regolatore come quello il mio è un paio di anni che è montato...ma ho chiamato la conergy e mi hanno detto che non si può collegare nulla esisteva solo un sistema di raffreddamento che non è piu disponibile nenahce in germania.....
Se ne conosci altri dimmi pure

ma se riesci a fare un interfaccia che fa funzionare il conergy 40 amper...mi farebbe comdo anche a me, qualche mese fa ho provato a fare delle miusure in tensione sui 2 conettori dell'energia eccedente che il regolatore utilizza anche per un interfaccia per il pc... mi sebra che usciva 5-6 volt che pensavo di collegargi una bobina di un relè... ma la tensione non cabiava tra quando le batterie erano scariche o completamente cariche, ci ho collegato anche una lampadina da qualche watt, ma non si accendeva.....ho ho sbagliato qualcosa io o quell'uscita è dedicata solo ad un apparecchiatura che non è piu in commercio...e che comunque reffreddava......a sentire la conergy.....se qualcuno ha qualche idea...è ben accetta



Scarica allegato

SCC10-40-VISION-TD-ITA-0604.pdf
( Numero download: 182 )

 
 InizioPagina
 

Pagine: (115)  < ...  3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   [13]   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum