Se sei già registrato           oppure    

Orario: 14/12/2019 18:08:39  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Discussioni Ambientali

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (5)   1   2   3   4   [5]    (Ultimo Msg)


Prevenzione e Cura della SLA
FinePagina

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 01/10/2014 15:31:54

Consentimi di dire che non sono ne intelligente ne precipitoso...sono solo un vegente perchè già so come andrà a finire.
Guarda il lato positivo: potrai smentirmi.



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

RAUNARDE
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1135

Stato:



Inviato il: 01/10/2014 16:11:33

il tuo principio di combustione si pone a metà tra spiegazione facile per tutti ovvero il gas si incendia e la reazione chimica dove un vecchietto tedesco disse che nulla si crea nulla si distrugge tutto si trasforma.

allora l'ossigeno (perdonatemi se dico castronerie ma chimica l'ultima volta che l'ho vista era quasi 30anni fa) a contatto con un comburente in un ambiente molto agitato (vedi scintilla o fiamma) scatena una reazione a catena che prosegue fino a che ci sono i due attori principali O2 e gas. la reazione a catena crea scontri tra le molecole abbasanza instabili vedi ossigeno che ha degli elettroni liberi sulla superficie che reagiscono con altre molecole trasformandosi in derivati.
in ogni caso se guardate su internet ci saranno sicuramente pagine e pagine dove spiegano per bene le reazioni e non vedo dove questo tuo paramagnetismo crei questa zona di cuscinetto. ??? boh??? ovunque allora l'ossigeno senza definirlo OSSIGENO PARAMAGNETICO (è ossigeno) potrebbe innescare tali reazioni scatenanti free energy ma non ne vedo da nessuna parte.

 

Gancetto

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:582

Stato:



Inviato il: 01/10/2014 17:14:35

non capisco tutto questo scalpore per l ossigeno paramgnetico
tra l'altro non è il solo atomo o molecola che è paramgnetica
il fatto che sia paramgnetico vuol dire che si comporta come una calamita tutto qui non mi pare che nel corpo umano ci sia un campo magnetico tale da generare un orientazione particolare della molecola

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4346

Stato:



Inviato il: 01/10/2014 17:39:13


CITAZIONE

Va bene così Utente Calcola, da quello che scrivi osservo che hai capito di cosa parlo però non lo accetti, possono comunque essere importanti le tue prossime riflessioni.


Sei completamente fuori strada, se credo di aver esagerato e me ne scuso è solo perchè mi sono reso conto di aver approfittato... ed è di cattivo gusto.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 16/10/2014 13:20:40

LINK

La cura che può far regredire la Sclerosi Laterale Amiotrofica è quella che aumenta la pO2 arteriosa, la quale può aumentare anche con la terapia che utilizza l'ossigeno poliatomico liquido.
Questa terapia infatti, oltre a curare i tumori cura anche le malattie degenerative del Sistema Nervoso Centrale come indica l'articolo che segnalo.
Fra le malattie del S.N.C è compresa la SLA.

LINK

 

lasalute

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7556

Stato:



Inviato il: 16/10/2014 18:08:30

Quindi basta una batteria e una bobina e con il magnetismo prodotto si curano tutte queste malattie?



---------------
L'impianto ha il centro stella spostato illegalmente e quindi soggetto a sanzione amministrativa a basso cosɸ

 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 01/06/2016 16:45:40

LINK

Buongiorno Giovani, per la prima volta ho soddisfazione e vorrei rendervi partecipi nel leggere quella che può essere una fantastica realtà per merito della quale potranno curarsi efficacemente certe gravi patologie, risolvendo anche il problema della Energia (chiedo venia per le ripetizioni) la quale potrà prodursi utilizzando adeguati dispositivi che consentono le Reazioni Elettrochimiche fra l'Idrogeno Ionizzato e l'Ossigeno Paramagnetico.
Invio un nuovo articolo che indica uno Studio per la Cura di una malattia neurodegenerativa, si tratta della SLA, grave patologia neuromuscolare, per la cura della quale, finalmente, gli Specialisti USA in collaborazione con i Ricercatori Italiani hanno pensato ad una Tecnologia di recente Invenzione, parliamo delle Nanotecnologie, in questo modo aumenteranno progressivamente i LIVELLI DI OSSIGENO NEL SANGUE, determinando quelle realtà ancora sconosciute alla Scienza Medica, Fisica, e Chimica, per merito delle quali, in seguito all'aumento stabile dell'Ossigeno nel Sistema Cardiocircolatorio potranno Rigenerarsi progressivamente le Cellule del Cervello e altre Cellule del Corpo deteriorate, ottenendo in questo modo le Cure Risolutive per gravi patologie.
Ancora i Ricercatori-Medici non ne sono consapevoli, ma appena inizieranno le Terapie si osserverà la progressiva regressione della Sclerosi Laterale Amiotrofica e in seguito, quando si sarà capita la VERA funzionalità dell'Ossigeno Paramagnetico nel Sangue, potranno curarsi efficacemente molte altre malattie.
Come scrivo sopra per merito degli Atomi di Ossigeno Paramagnetico e pochi Atomi di Idrogeno potremo avere "molta" Energia pulita a buon mercato.
Mi auguro che interessi anche voi questa Nuova Notizia.
Vi Saluto
Pino

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10295

Stato:



Inviato il: 02/06/2016 00:05:45

Per quel che ne so io, sulla SLA per ora siamo ancora in alto mare.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 02/06/2016 07:11:20

LINK

Siamo agli Inizi di un Nuovo Futuro Roero, un Nuovo Rinascimento anche riguardo all'Energia.
Con le Nanotecnologie presto i Tecnici capiranno l'importanza e la reale funzionalità dell'Ossigeno, il cui Paramagnetismo, attivato dall'Idrogeno Ionizzato, produce e irradia Energia Paramagnetica nel Sangue, nell'Aria, e in tutto il Cosmo.
So di cosa parlo perché ho verificato in me stesso che, quando aumenta la Pressione Parziale di Ossigeno nel sangue (aumento della pO2 arteriosa) che si verifica praticando costantemente l'attività fisica aerobica, oppure con le Nuove Terapie Nanotecnologiche tramite le quali possono iniettarsi nel Sistema Cardiocircolatorio grandi quantità di Ossigeno, otteniamo migliori Condizioni Cerebrali e Fisiche.
Infatti, l'aumento STABILE dei livelli di Ossigeno nel sangue, determina la Crescita di Nuove Cellule (Rigenerazione Cellulare) nel Cervello e in tutti gli Organi del Corpo, ottenendo in questo modo la Prevenzione o eventualmente la Cura Risolutiva per gravi Patologie una delle quali è la SLA.
Siamo Lieti dell'utilizzo di queste Nuove Tecnologie.
Saluto i Lettori e Scrittori di EA

 

Bolle

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:5856

Stato:



Inviato il: 03/06/2016 01:41:03

Per curiosità, ma tu come hai fatto per provare questa cosa su te stesso?



---------------
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 03/06/2016 06:29:40

CITAZIONE (Bolle, 03/06/2016 01:41:03 ) Discussione.php?211981&5#MSG71

Per curiosità, ma tu come hai fatto per provare questa cosa su te stesso?



EMOGASANALISI (pO2, pCO2)

v.n.: pO2 sangue intero arterioso 100 mmHg

sangue intero venoso 35-40 mmHg

pCO2 sangue intero arterioso 35-45 mmHg

sangue intero venoso 38-49 mmHg

pH sierico 7.35-7,45

sangue intero arterioso 7,33-7,43

sangue intero venoso 7.35-7,45

% saturazione in O2 (sangue arterioso) 93-98%

I gas vengono trasportati ai tessuti e dai tessuti dal sangue circolante ed a livello capillare si verifica lo scambio tra sangue e cellule; a livello polmonare si verifica poi lo scambio di gas tra sangue e aria alveolare per diffusione attraverso le pareti alveolari. L'analisi dei gas nel sangue è importante per definire l'insufficienza respiratoria.

pO2

La pressione parziale dell'ossigeno è in rapporto alle capacità di ossigenazione del sangue da parte dei polmoni e di trasporto da parte dell'emoglobina.

La pO2 varia in funzione dell'età del soggetto:

20-29anni 90-l00mmHg

30-39 anni 85-95 mmHg

40-49 anni 81-91 mmHg

50-59 anni 77-87 mmHg

60-69 anni 73-83 mmHg
__________________________________________________

Ciao Bolle, l'idea più importante è stata questa: ho pensato di controllare i livelli dell'Ossigeno Disciolto Paramagnetico (pO2) nel mio Sistema Cardiocircolatorio, e ho quindi richiesto alla mia Dott.ssa di Base un'esame della Ossigenazione del sangue che si chiama Emogasanalisi, lo invio in copia-incolla.
L'esame consiste in una piccola fiala di sangue prelevato dalla arteria radiale del polso, poi si inserisce la fiala in una macchina la quale, dopo aver esaminato il sangue, rilascia un foglietto dove sono scritti i valori della Ossigenazione riscontrati.
Come vedi sopra i valori della pO2, cioè la Pressione Parziale di Ossigeno Disciolto, solitamente decresce in base alla nostra età, quando siamo giovani, a 20 o trenta anni la pO2 arteriosa è molto alta, corrisponde a 90-100 mmHg (millimetri di mercurio) ma poi con il trascorrere degli anni, specialmente se non pratichiamo una sufficiente Attività Fisica Aerobica, i livelli dell'Ossigeno Disciolto Paramagnetico e quindi Generatore di Energia Elettrochimica nel sangue diminuiscono più o meno consistentemente, infatti, a 60-70 anni ben che vada la Pressione Parziale di Ossigeno Disciolto precipita a circa 73-83 mmHg.
Proprio per questo motivo, non avendo una buona condizione fisica, cioè non stavo bene, e, controllando i livelli della mia pO2 ho osservato che erano diminuiti rispetto alla norma, corrispondevano a 76,6 mmHg, mentre invece dovevano essere, in base alla mia età, almeno 80 mmHg.
Era il 2010, ho allora deciso di svolgere un costante esercizio fisico aerobico, e così tutti i giorni, abitando vicino al mare a Senigallia, cammino sulla spiaggia per un minimo di 4 Km.
Lo scorso anno 2015 rifacendo l'Emogasanalisi mi sono accorto che la pO2 arteriosa è aumentata molto, ora corrisponde a 88,6 mmHg, in questo anni di costante attività fisica aerobica i livelli dell'Ossigeno Disciolto nel mio Sistema Cardiocircolatorio sono aumentati di 12 millimetri di mercurio, e ora posso dire sinceramente che ho una buona condizione fisica, biologicamente sono "ringiovanito", ho una attività organica come quando avevo trenta-quaranta anni.
Perché il mio sistema organico è migliorato?
E' abbastanza semplice, aumentando i livelli dell'Ossigeno Disciolto nel sangue si è incrementata l'Energia Elettrochimica generata dal Paramagnetismo dell'Ossigeno irradiato in tutta la circolazione sanguigna, producendo una MAGGIORE ATTIVITA' BIOELETTRICA DELLE CELLULE DEL CERVELLO E DEL CORPO, attivando un'automatismo il quale determina la Rigenerazione Cellulare, consentendo in questo modo la Migliore Condizione Fisica.
Vedi Bolle? Per questo motivo insisto scrivendo nei Forum, perché ho riscontrato in me stesso la VERA funzionalità dell'Ossigeno Disciolto il cui Paramagnetismo innescato dall'Idrogeno Ionizzato anch'esso presente in minima quantità nel sangue, produce Energia Vitale e Rigenerativa per tutti i nostri Organi.



Modificato da Ricercatore1 - 03/06/2016, 06:35:04
 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 20/12/2017 07:26:27

DOPO UNA RICERCA SVOLTA PER CAPIRE LE CAUSE DELLE MALATTIE NEURODEGENERATIVE POSSO INDICARE CHE, LA CAUSA PRINCIPALE DELLA MALATTIA NEUROMUSCOLARE SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA E' LA FREQUENTE CARENZA DI OSSIGENO DISCIOLTO PARAMAGNETICO NEL FLUSSO CEREBRALE E GENERALE (diminuzione della pO2 arteriosa) CHE SI VERIFICA PRATICANDO LE ATTIVITA' OCCUPAZIONALI DI LAVORO O SPORTIVE AFFATICANTI E CONTINUATE, SVOLGENDO LE QUALI, A CAUSA DEI CONTINUI E ABITUALI SFORZI FISICO-MOTORI SI RISCONTRA IN ALCUNE PERSONE LA RIDUZIONE DEGLI ATTI RESPIRATORI CAUSANDO RIPETUTE DESATURAZIONI DI OSSIGENO NEL SANGUE LE QUALI SUGGERISCONO LA RISCHIOSA DIMINUZIONE DELLA PRESSIONE PARZIALE DI OSSIGENO LIBERO-DISCIOLTO I CUI LIVELLI SONO INDICATI DALLA pO2 ARTERIOSA.

GLI ISTITUTI SCIENTIFICI DI RICERCA NON HANNO ANCORA STUDIATO UNA REALTA' CHE RIGUARDA LA FISIOLOGIA MEDICA: L'OSSIGENO E' PRESENTE NEL SANGUE IN DUE FORME, VI E' L'OSSIGENO CHE SI LEGA CHIMICAMENTE ALL'EMOGLOBINA FORMANDO OSSIEMOGLOBINA, NECESSARIA PER LA OSSIGENAZIONE CELLULARE, E, L'OSSIEMOGLOBINA, E' PRESENTE NEL SANGUE IN GRANDE QUANTITA', CIRCA IL 97-98% DEL TOTALE DELLA OSSIGENAZIONE SANGUIGNA, QUINDI, VISTA LA QUANTITA' UN'EVENTUALE CARENZA TRANSITORIA DI OSSIEMOGLOBINA NON CAUSA DANNI ALLE CELLULE.

NEL SANGUE PERO' CE' ANCHE L'OSSIGENO DISCIOLTO, PRESENTE IN MINIMA QUANTITA', CIRCA 1-2% DEL TOTALE DELLA OSSIGENAZIONE, E, QUESTA FORMA DI OSSIGENO HA UNA CARATTERISTICA ESTREMAMENTE IMPORTANTE PERCHE' E' PARAMAGNETICO, E IL PARAMAGNETISMO DELL'O2 E' INDISPENSABILE PER IRRADIARE NEL SANGUE L'ENERGIA ELETTROCHIMICA TRAMITE LA QUALE, INSIEME ALL'ATTIVITA' ELETTROLITICA, L'IDROGENO IONIZZATO, E LE MEMBRANE CELLULARI POLARIZZATE, POSSONO GENERARSI I POTENZIALI D'AZIONE (impulsi nervosi elettrochimici) I QUALI DETERMINANO TUTTE LE ATTIVITA' CEREBRALI, CARDIACHE, E MUSCOLARI, COMPRESA L'ATTIVAZIONE DEI MUSCOLI LISCI VENOSI.

POSSIAMO CAPIRE CHE, VISTA LA MINIMA QUANTITA', L'EVENTUALE E ABBASTANZA FREQUENTE CARENZA DI OSSIGENO DISCIOLTO PARAMAGNETICO CHE PUO' VERIFICARSI PRATICANDO LE ATTIVITA' DI LAVORO O SPORTIVE AFFATICANTI ANAEROBICHE E PROLUNGATE, CAUSA LA DISATTIVAZIONE DELLE MEMBRANE CELLULARI E IL CONSEGUENTE DETERIORAMENTO SOPRATTUTTO DEI MOTONEURONI DELLA CORTECCIA CEREBRALE E ALTRE CELLULE DEL CERVELLO, CAUSANDO LA NEURODEGENERAZIONE PROGRESSIVA CHE SI RISCONTRA NELLA MALATTIA NEUROMUSCOLARE SLA.

LE RICERCHE EPIDEMIOLOGICHE HANNO RISCONTRATO CERTI LAVORI AFFATICANTI E CONTINUATI E SPORT INTENSI I QUALI POSSONO DEFINIRSI ATTIVITA' ANAEROBICHE PROLUNGATE, PRATICANDO LE QUALI LA SLA SI RISCONTRA PIU' FREQUENTEMENTE, ALCUNE DI ESSE SONO: Agricoltori, Selvicoltori, Scaricatori di Porto, Saldatori, Lavoratori delle pelli, E IN GENERE OPERAI OCCUPATI IN LAVORI AFFATICANTI.

LA SLA SI RISCONTRA ANCHE IN ATTIVITA' SPORTIVE ALCUNE SONO: lo Sport del Calcio, Football, Baseball, Maratoneti, Arbitri, e anche Giocolieri, Stuntman, Ballerini, Esercizi di Palestra Anaerobici, Sollevatori di Pesi, ANCHE QUESTE SONO ATTIVITA' SPORTIVE ANAEROBICHE PROLUNGATE PRATICANDO LE QUALI, A CAUSA DEI FREQUENTI SFORZI ATTUATI TRATTENENDO IL RESPIRO, POSSONO VERIFICARSI FREQUENTI DESATURAZIONI DI OSSIGENO E CONSEGUENTE CARENZA TRANSITORIA O CONTINUATA DI OSSIGENO DISCIOLTO PARAMAGNETICO NEL SANGUE.

ALCUNE PERSONE PUR AMMALATE DELLA SLA NON HANNO MAI PRATICATO DEI LAVORI FATICOSI E NON HANNO MAI SVOLTO INTENSE ATTIVITA' SPORTIVE, IN QUESTI CASI LA MALATTIA NEUROMUSCOLARE E' STATA TRASMESSA GENETICAMENTE DAI CONSANGUINEI I QUALI HANNO SVOLTO LORO LE ATTIVITA' OCCUPAZIONALI ANAEROBICHE PROLUNGATE, CAUSANDOSI LA FREQUENTE CARENZA DI OSSIGENO DISCIOLTO PARAMAGNETICO NEL SANGUE, PROVOCANDO LE ALTERAZIONI DEI PROPRI GENI, TRASMETTENDO IN SEGUITO I GENI ALTERATI AI CONSANGUINEI DISCENDENTI NEI QUALI E' INSORTA IN QUESTO MODO LA SLA.

POSSIAMO CAPIRE CHE, QUANDO SI PRATICANO CERTE ATTIVITA' DI LAVORO O SPORTIVE AFFATICANTI E CONTINUATE, E' NECESSARIO AZIONARE TUTTI I MUSCOLI DELLA RESPIRAZIONE, SI EVITERA' LA RIDUZIONE DEGLI ATTI RESPIRATORI E NON SI VERIFICHERANNO LE RISCHIOSE DESATURAZIONI DI OSSIGENO DISCIOLTO PARAMAGNETICO, CONTINUERA' IN QUESTO MODO AD IRRADIARSI NEL SANGUE QUELLA SUFFICIENTE ENERGIA ELETTROCHIMICA DOVUTA AL PARAMAGNETISMO DELL'OSSIGENO PER MERITO DELLA QUALE POTRA' GENERARSI UNA SANA ATTIVITA' BIOELETTRICA CEREBRALE, CARDIACA, E MUSCOLARE, IMMUNIZZANDOSI COSI' DALLA SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA.
E' INOLTRE IMPORTANTE VERIFICARE CHE, LA SLA PUO' ESSERE TRASMESSA GENETICAMENTE SENZA MANIFESTARNE I SINTOMI, PERCHE' LA MALATTIA NEUROMUSCOLARE PUO' BLOCCARE LA SUA PROGRESSIONE ANCHE ASSUMENDO REGOLARMENTE DELLE SOSTANZE CHE AUMENTANO STABILMENTE LA CIRCOLAZIONE CEREBRALE E GENERALE, INCREMENTANDO LA OSSIGENAZIONE AL CERVELLO, OTTENENDO UNA MIGLIORE ATTIVITA' BIOELETTRICA CEREBRALE BLOCCANDOSI COSI' LA PROGRESSIONE DELLA SLA.

APPARE VEROSIMILE CHE, LA CURA RISOLUTIVA PER I PAZIENTI AFFETTI DALLA SLA E' QUELLA CHE AUMENTA I LIVELLI DELLA PRESSIONE PARZIALE DI OSSIGENO, UTILIZZANDO SOPRATTUTTO, APPENA SARANNO DISPONIBILI, LE NUOVE BIOMOLECOLE DI OSSIGENO (RNS60) PER MERITO DELLE QUALI, INFUSE IN ENDOVENA NELLA GIUSTA QUANTITA' (due o tre infusioni a settimana) AUMENTERANNO STABILMENTE I LIVELLI DELLA PRESSIONE PARZIALE DI OSSIGENO DISCIOLTO PARAMAGNETICO, DETERMINANDO LA EFFICACE NEUROPROTETTIVITA' DOVUTA ALL'INCREMENTO STABILE DELL'ENERGIA ELETTROCHIMICA GENERATA DAL PARAMAGNETISMO DELL'OSSIGENO IRRADIATO NEL FLUSSO CEREBRALE E GENERALE, CONSENTENDO UN'AUTOMATISMO NEUROFISIOLOGICO CHE PRODUCE LA RIGENERAZIONE NEURALE, OTTENENDO QUINDI, INSIEME ALLA COSTANTE FISIOTERAPIA RIABILITATIVA, LA CRESCITA DI NUOVI MOTONEURONI E ALTRE CELLULE DEL CERVELLO, VERIFICANDOSI IN QUESTO MODO LA RIATTIVAZIONE DEI MUSCOLI PRECEDENTEMENTE ATROFIZZATI DALLA NEURODEGENERAZIONE, BENEFICIANDO IL PAZIENTE DELLA REGRESSIONE PROGRESSIVA FINO ALLA GUARIGIONE DALLA SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA.






Buongiorno, questa è la mia ricerca completa che ho svolto per capire le cause della SLA, l'ho indicata al Convegno sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica il quale è stato attuato a Ravenna sabato scorso 16/12, i Medici Neurologi presenti al Convegno hanno risposto che controlleranno attentamente quanto da me scritto.

Sono certo che nel Nuovo Anno le cause e le cure risolutive della SLA e altre Malattie Degenerative saranno molto più chiare.

Saluti

 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 08/04/2018 10:45:54

19 ottobre 2017

Iniziata in Italia la sperimentazione della biomolecola RNS60 per la Sla

E’ iniziata in Italia la sperimentazione della biomolecola RNS60 nella Sla.

La SLA è una malattia neurodegenerativa progressiva ad eziologia sconosciuta e incurabile che colpisce i motoneuroni sino a condurre a morte il paziente per insufficienza respiratoria 3-5 anni dopo l’esordio dei primi sintomi.

La ricerca ha individuato negli ultimi anni alcuni meccanismi patogenetici che contribuiscono alla morte dei motoneuroni e tra questi particolare attenzione è rivolta alla reazione infiammatoria che coinvolge le cellule gliali.

La ricerca di nuove molecole che possano contrastare questo meccanismo patogenetico rappresenta uno dei principali filoni su cui dirigere la sperimentazione clinica.
L’RNS60 è una nuova biomolecola che per la sua struttura altamente innovativa è in grado di portare ossigeno alle cellule nervose ed esercita una potente azione antiinfiammatoria. Studi sui modelli animali della malattia hanno dimostrato un rallentamento della progressione dei sintomi e un prolungamento della sopravvivenza. Un trial di fase 1 su pazienti SLA, in conclusione a Boston in questi mesi, ha sottolineato come RNS60 sia un prodotto che non ha portato ad eventi avversi seri nei pazienti trattati.
La sperimentazione prevede la somministrazione, in doppio cieco controllato con placebo, della biomolecola RNS60 in almeno 142 pazienti con SLA.

La funzione di “Centro di Coordinamento” dello studio è svolta da un gruppo di lavoro facente capo al Centro Esperto SLA di Novara ed all’Istituto Farmacologico Mario Negri di Milano.

Si tratta di uno studio “multicentrico” sperimentale che coinvolge, oltre al Centro SLA di Novara definito “Centro Capofila”, altri 19 Centri Esperti SLA ubicati in tutta Italia e il Centro SLA dell’Università di Harvard a Boston. Il progetto ha un grosso co-finanziamento da parte dall’ALSA (la principale Associazione Americana di malattia) e da un co-finanziamento italiano da parte della Fondazione Banco
Popolare di Novara, dalla Associazione GET-OUT Onlus e dalla Associazione URSLA-Novara.

La durata complessiva del progetto è fissata in 36 mesi.
Il reclutamento e il trattamento dei primi 8 pazienti è iniziato a Novara nel maggio 2017 mentre nel contempo sono state avviate le procedure di autorizzazione dei comitati etici da parte degli altri centri clinici e le convenzione tra l’AOU Maggiore della Carità e le altre Aziende Ospedaliere coinvolte.
Allo stato attuale 18 centri hanno avuto parere positivo dal corrispondente comitato etico, 1 ha avuto parere negativo e 1 è ancora in valutazione e dei 18 centri approvati 11 hanno già stipulato la convenzione con l’AOU Maggiore della Carità.

In 5 Centri (Novara, Milano, Modena, Siena, Pavia) è iniziato il reclutamento dei pazienti.

Attualmente abbiamo 19 pazienti reclutati ed entro dicembre arriveremo a 35 pazienti arruolati.

I pazienti trattati al momento non hanno manifestato effetti collaterali gravi ed hanno ben tollerato il trattamento.

Fonte: DRSSA LETIZIA MAZZINI – Neurologa responsabile del Centro Sclerosi laterale amiotrofica (Sla) dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara

_______________________________________________________


Buondì, fra alcuni mesi terminerà la sperimentazione che utilizza le Nuove Biomolecole di Ossigeno (RNS60) per la Cura della malattia Sclerosi Laterale Amiotrofica, a quel punto i Ricercatori di Medicina e i Medici finalmente si accorgeranno che, aumentando l'Ossigeno nel sangue non si ottiene solo una potente azione antinfiammatoria, ma l'Aumento Stabile della pO2 arteriosa consentirà la Cura Risolutiva per molte malattie degenerative una delle quali è la SLA.

In seguito all'efficacia di cura osservata per merito dell'Ossigeno e dell'Idrogeno nel sangue, sarà inevitabile Studiare il VERO meccanismo di azione dell'Ossigeno Disciolto Paramagnetico, per merito del quale si ottiene un'EFFETTO RIGENERATIVO, si otterrà in questo modo la RIGENERAZIONE CELLULARE, grazie alla quale le malattie regrediscono.

Poi qualcuno dirà: ma l'Ossigeno Paramagnetico c'è anche nell'Aria, e allora?
Allora si capirà che l'Energia si Genera tramite l'Idrogeno Ionizzato Elettromagnetico il quale produce Reazioni Fisiche con l'Ossigeno Paramagnetico, quella stessa Energia che abbiamo nel Sangue, nell'Aria, e in tutto il Cosmo.
Questo è un Salto Evolutivo, la Vera Free Energy è a portata di mano.

Statemi bene



Modificato da Ricercatore1 - 08/04/2018, 10:54:47
 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 14/07/2018 12:01:47

LINK

Ci siamo quasi ragazzi, per merito anche del Prof. Giovanni Barco di Pisa, entro questo anno le Scienze capiranno l'importanza e la Vera Funzionalità dell'Ossigeno Paramagnetico Generatore di Energia Rigenerativa nel Sangue.

Subito dopo si capirà anche come si ottiene la FREE ENERGY, utilizzando l'Idrogeno Elettromagnetico, il quale attiva le Reazioni Fisiche con il Paramagnetismo dell'Ossigeno, GENERANDO IN QUESTO MODO ENERGIA PULITA E ILLIMITATA.

C'è anche altro, ma facciamo un passo alla volta.
Saluti

 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 09/04/2019 08:31:13

Buongiorno, con il consenso indico con più precisione le seguenti realtà NON ANCORA CONSIDERATE DAI RICERCATORI DI MEDICINA E DAI MEDICI.
In precedenti messaggi l'ho già indicato, ma vista l'importanza, lo scrivo nuovamente, poi giudicate voi.

Allora facciamo l'esempio di alcune attività sportive fra le più conosciute praticando le quali si riscontra più frequentemente la SLA

1) LO SPORT DEL CALCIO, questa è un'attività sportiva, la quale, correndo, può essere AEROBICA (respirazione adeguata) ma anche ANAEROBICA, per meglio dire: nella corsa, sia per il controllo del pallone di gioco e anche per la continuità del correre la respirazione del giocatore può essere transitoriamente insufficiente, frequentemente il calciatore compie gli scatti nella corsa con frequenti e brevi apnee, causandosi in questo modo la Carenza di Ossigeno Disciolto al Cervello (Ipossiemia Cerebrale) la quale ripetuta negli anni di gioco provoca il deterioramento dei Motoneuroni del Sistema Nervoso Centrale causando la neurodegenerazione progressiva che si riscontra nella Sclerosi Laterale Amiotrofica.

2) Soprattutto negli Stati Uniti d'America c'è LO SPORT DEL FOOTBALL, anche in questo sport si riscontrano molti giocatori ammalati della SLA, e la causa è la stessa indicata sopra per i Giocatori di Calcio, cioè, lo sportivo corre frequentemente in APNEA, soggettivamente i giocatori nella corsa trattengono abitualmente il respiro, causandosi la Ipossiemia Cerebrale la quale ripetuta nel tempo provoca la SLA.

3) SOLLEVAMENTO PESI. Avete mai provato a sollevare un oggetto abbastanza pesante? Fateci caso, sollevando il peso la respirazione come risulta?
Se la Persona non è consapevole del rischio che insorge nel trattenere il respiro, alcuni sollevatori dei pesi COMPIONO LO SFORZO IN APNEA, in questo modo insorge più o meno frequentemente la pericolosa IPOSSIEMIA CEREBRALE, la quale come ho scritto sopra causa il deterioramento dei Motoneuroni del Sistema Nervoso Centrale, provocando la progressiva atrofia muscolare che si riscontra nella SLA.
Si riscontrano poi alcune altre Attività di Lavoro o Sportive intense e affaticanti svolgendo le quali la SLA si riscontra frequentemente.

ED ORA INDICO UN CLAMOROSO SBAGLIO DEI MEDICI.

Come ho scritto, la Sclerosi Laterale Amiotrofica è causata dalle Attività ANAEROBICHE Prolungate, cioè ho fatto l'esempio di quelle attività sportive faticose descritte sopra, praticando le quali la Respirazione può essere insufficiente causando la Ipossiemia Cerebrale e conseguentemente la SLA.

A questo riguardo alcuni Medici Neurologi rispondono: ma allora perché nello sport del Ciclismo il quale è uno sport altrettanto Faticoso e Anaerobico nessun Ciclista risulta ammalato di SLA?

Sono rimasto davvero sorpreso, ho fatto notare ai Medici Neurologi che il CICLISMO E' UNO SPORT AEROBICO, è uno sport faticoso, ma la Persona seduto sulla Bici può Respirare Regolarmente, eventualmente solo i velocisti in dirittura del traguardo possono trattenere per pochi secondi il respiro, ma durante tutta la corsa, seppur faticosa, la Respirazione è Sufficiente, per questo motivo (meno male) non si riscontrano Ciclisti ammalati di SLA.

Ho riferito tutto ciò che ho scritto ai Ricercatori-Medici dell'Istituto Scientifico Mario Negri di Milano, i quali hanno mostrato interesse per la mia ricerca, hanno detto che controlleranno se, come suggerisco, la Sclerosi Laterale Amiotrofica si riscontra veramente nelle Attività Occupazionali di Lavoro o Sportive ANAEROBICHE, praticando le quali, a causa dei frequenti sforzi fisici la Respirazione è transitoriamente insufficiente, provocando in questo modo la Ipossiemia Cerebrale la quale indica la Carenza di Ossigeno al Cervello, causando negli anni di Sport o di Lavoro il deterioramento dei Motoneuroni della Corteccia Cerebrale e conseguentemente la SLA.
Per questo motivo è davvero importante che, quando si compiono abitualmente gli sforzi fisici prolungati nel tempo è veramente necessario CONTINUARE A RESPIRARE REGOLARMENTE, proteggendosi così dalla insorgenza della SLA.
Buona Giornata

LINK

 
 InizioPagina
 

Pagine: (5)   1   2   3   4   [5]    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum