Se sei già registrato           oppure    

Orario: 31/03/2020 15:51:33  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Agricoltura

Pagine: (3)   1   [2]   3    (Ultimo Msg)


Il rame in agricoltura ed i prodotti rameici penetranti
FinePagina

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 17/12/2014 17:35:47

CITAZIONE (calcola, 16/12/2014 10:48:45 ) Discussione.php?212205&1#MSG6

come quella di avvitare una vite (o più viti) di rame al tronco. Se dopo qualche tempo rimuovi la vite è corrosa, quindi... però non sai mai quanto ne è entrato e se fa male.


hai mai provato a farlo?



---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4348

Stato:



Inviato il: 17/12/2014 17:54:16

Mi è stato riferito ed ho provato, la vite dopo un anno era corrosa, beneficio... nulla.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 17/12/2014 21:40:23

Parlando con un rivenditore ovviamente mi consiglia un primo trattamento con sistemico e poi andare di ossicloruro... io attualmente non saprei se darlo ora o in primavera quando magari il quadro fenologico risulta più a rischio.
Che ne pensi?



---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4348

Stato:



Inviato il: 18/12/2014 08:13:11

Non so consigliarti, non ho piante di ulivo.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 18/12/2014 18:19:03

data la dodina per cercare di eradicare il fungo... ma qui la temperatura media è sempre alta ed il rischio rimane tutto l'inverno che peraltro essendo pure più umido dell'estate è il periodo peggiore insieme alla primavera.
Il negoziante dal canto suo, consiglia un trattamento al mese. Non ci penso proprio!
Ho fatto anche i peschi a legno e poi dopo la fioritura.



---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4348

Stato:



Inviato il: 18/12/2014 19:52:01

Tempo fa per le mele contro la carpocapsa, mi consigliarono un trattamento a settimane alterne Mi sono messo alla ricerca di varietà resistenti, credo che sia l'unica soluzione.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 19/12/2014 10:31:38


CITAZIONE

Le mie piante da frutto le curo con trattamenti preventivi invernali con ossicloruro di rame, e polisolfuro di calcio.

Ho letto del polisolfuro di calcio; è utilizzato anche in olivicoltura.
Potresti dirmi sotto che nome viene venduto il preparato se è possibile e conveniente auto-produrlo?
Ho chiesto al rivenditore di zona, ma non lo tiene in magazzino... vista la poca richiesta.



---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 19/12/2014 10:49:24

Ho trovato questa ricetta in rete per fare lo jin usando il polisolfuro come sbiancante/conservante per legni dei bonsai:


CITAZIONE

Occorrono 1 parte di CaO e due o tre parti di Zolfo e poi la quantità di acqua in base alla concentrazione finale che vuoi realizzare.
Di solito questa soluzione. fungicida si prepara al 30% in peso.
Pertanto a 100 g di calce viva aggiungi 200 g di zolfo e poi 700 g di acqua lentamente.
Le dosi esatte sono 60 g. di calce spenta secca con 88 g. di zolfo.
Per lo zolfo devi utilizzare quello impiegato nelle solfatazioni dei vitigni, ne trovi nei consorzi agrari, non le "calzette", che sono quegli spaghi rivestiti di polvere di zolfo al 90% da bruciare come disinfettante delle botti, non va bene questo!
La calce devi usare il "grassello di calce" cioè quella usata per intonacare che è venduta in buste chiuse con acqua dentro, non va bene il "fior di calce", cioè quella venduta in polvere, si può usare anche la calce viva, ma è pericolosa da maneggiare, te la sconsiglio, e anche meno reperibile ; comunque se hai un cantiere edile li a portata di mano non ti sarà difficile reperire il "grassello".
La calce viva, è molto più basica o alcalina, degli altri tipi di calce, io ho sperimentato tutti e tre i tipi di calce, e il migliore liquido per Jin, si ottiene con la calce a grassello, che si usa come intonaco.
L'altro tipo di calce, e anche detta calce spenta, perché poco reattiva, ho provato a farlo anche con questa, ma dopo pochi mesi il tutto "precipitava" ed era inutilizzabile.
Mi raccomando, la calce viva è ok, ma fa attenzione è pericolosa, è caustica, in particolare fa molta attenzione a gli occhi, quando la metti in acqua, fa attenzione alle bolle, che schizzano calce, perché si ha una reazione fortemente esotermica (spigiona calore), e produce anidride carbonica.
Io ti sconsiglio di usarla, se non ne sei pratico, conosco qualcuno che purtroppo ci ha rimesso anche un occhio, fa attenzione!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Io faccio cosiper 2 litri iniziali) Procurati un bicchiere di plastica d i quelli grandi come misurino, e prendi 3 bicchieri rasi di polvere di zolfo, e versali in una pentola vecchia bella capiente, che terrai da parte per le volte successive.
Dopo di che colma ancora il bicchiere di calce sgocciolata, e versa il tutto con lo zolfo.
Ora servendoti di un mestolo mescola e amalgama il tutto per bene,in modo da ottenere una pasta cremosa, e aggiungi lentamente una piccola quantità di acqua, in modo da far idratare lo zolfo lentamente, come se dovessi preparare una cioccolata, quando tutto lo zolfo sarà ben idratato, aggiungi la restante acqua, e inizia a mescolare, questa preliminare accortezza ti eviterà la formazione di grumi.
FATTO CIÒ VA ALL'APERTO, E METTI TUTTA LA PIGNATTA SUL FUOCO, BELLO FORTE MI RACCOMANDO, E TASSATIVAMENTE ALL'APERTO, LE ESALAZIONI POSSONO ESSERE SE ASPIRATE MOLTO TOSSICHE!
Fai arrivare il tutto ad ebollizione, e fai continuare la stessa per circa una quindicina di minuti, sin che il tutto si sarà ridotto di 1⏺ ...1⏿, dei due litri iniziali, ed avrà assunto un colore fortemente ambrato, nel frattempo puoi fare anche qualche prova di sbiancamento su un po di legno secco a portata di mano.
Spento il fuoco, fai riposare il liquido per 3-4 minuti, giusto il tempo che si sedimenti il saturo, dopo di che imbottiglia il tutto anche caldo cercando di lasciare quanto più saturo possibile sul fondo della pentola, in bottiglie opache, perché la luce fa ossidare il solfato di calcio idrato, facendo precipitare il gesso sul fondo, ed in questo modo il composto è da buttare, ma ciò avviene con il tempo.


che concentrazioni si ottengono?



---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 19/12/2014 11:38:43

leggevo da questo forum che vista la reazione complessa dello zolfo con la calce è difficile determinare le concentrazioni dei prodotti e nel precipitato; cmq sembrerebbe che nel filtrato la soluzione satura sia intorno al 30% in peso...

leggevo che l'uso come fungicida risulta essere fitotossico e caustico a causa del ph molto alto e quindi bisogna usarlo, come tutto, alle dovute concentrazioni.

Aspetto di conoscere la tua esperienza in merito...
ciao



Modificato da Leonanton - 19/12/2014, 11:44:57


---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4348

Stato:



Inviato il: 19/12/2014 15:30:42


CITAZIONE

Ho chiesto al rivenditore di zona, ma non lo tiene in magazzino... vista la poca richiesta.


Non lo vendono perchè ci guadagnano poco, è venduto in pasta liquida in confezione è di 25 kg, troppo, almeno per me. Io lo preparo secondo la ricetta indicata nella pubblicazione allegata, riduco le dosi per prepararne 1/10.

Attenzione a stemperare lentamente la calce viva (CaO) in acqua la dissoluzione è fortemente esotermica e può produrre spruzzi caustici, poi si aggiunge lo zolfo quando la soluzione è ancora calda. Preparare all'aria aperta proteggendosi con guanti e maschera integrale per trattamenti, i vapori non vanno respirati. Non va bene il grassello la soluzione deve essere calda altrimenti lo zolfo non reagisce.

Scarica allegato

fitofarmaci biologici.pdf ( Numero download: 146 )



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4348

Stato:



Inviato il: 19/12/2014 15:43:22

Questa invece è l'etichetta autorizzata, ho visto che lo produce la POLISENIO ed è disponibile in confezioni da 25kg, ma anche da 1Kg (se riesco a trovarne da 1 kg, mi evito di doverlo preparare).

Scarica allegato

909_etichetta1_14032012.pdf ( Numero download: 159 )



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 19/12/2014 18:33:49

scusa calcola,
ma nella ricetta che ho postato prima io, che è molto simile nelle proporzioni alla tua, la pentola viene messa sul fuoco e si porta ad ebollizione proprio per far reagire lo zolfo, no? neanche così tu pensi vada bene il grassello?
E' difficile dalle mie parti trovare calce viva; si trova il grassello e quella in polvere per intonaci...

Una volta preparato e preso il filtrato (perchè nella ricetta postata da me è previsto l'utilizzo solo di quello!!), sul dosaggio come ci si orienta?

non sembrerebbe un fungicida adatto alla fito-patologie dell'olivo.



Modificato da Leonanton - 19/12/2014, 19:05:02


---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4348

Stato:



Inviato il: 20/12/2014 09:41:52

Io lo preparo in base alla ricetta postata, l'ossido di calce lo trovo macinato. Ne metto 1 kg in 10 litri di acqua, agitando con un bastone fino a completa miscelazione, mentre è ancora molto caldo aggiungo 2Kg di zolfo ventilato e continuo a mescolare finchè non si fredda completamente. Lo lascio stare ed il polisolfuro saturo si deposita sul fondo, l'indomani, verso semplicemente il surnatante in un secchio, quello è il prodotto che poi diluisco in base alle dosi indicate per fare i trattamenti.


CITAZIONE

non sembrerebbe un fungicida adatto alla fito-patologie dell'olivo.


Non lo so se è adatto, non ho piante d'ulivo.

CITAZIONE
Ho letto del polisolfuro di calcio; è utilizzato anche in olivicoltura.
Potresti dirmi sotto che nome viene venduto il preparato se è possibile e conveniente auto-produrlo?
Ho chiesto al rivenditore di zona, ma non lo tiene in magazzino... vista la poca richiesta.


Tu hai chiesto ed io ti ho risposto.


PS: un mio amico non separa il surnatante dal corpo di fondo, lo conserva tutto. Al momento dell'uso agita il miscuglio e dopo preleva la quantità necessaria da diluire in base alle dosi necessarie. Io lo separo perchè i granelli otturano l'ugello della lancia per trattamenti.



Modificato da calcola - 20/12/2014, 10:06:05


---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 20/12/2014 14:43:43

Hai ragione io ho chiesto. ..
solo che leggendo ho cercato di capire su quali funghi agisce, e sulla scheda che hai postato ho letto "agisce su alcuni funghi" quindi vorrei approfondire su quali!



---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 21/12/2014 08:54:35

mi ero posto pure io il problema dell'applicazione, sia perchè corrosivo soprattutto per le parti in rame e poi perchè probabilmente abrasivo per ugelli e altre parti. Io uso la pompa elettrica con lancia ad alta pressione (25 atm) e temo eventuali otturazioni e corrosioni.

secondo te se misceli il grassello con lo zolfo, riscaldando la miscela fino all'ebollizione (prodotto ambrato), ottieni lo stesso i granelli o un prodotto più micronizzato?

per quanto riguarda olivo, ci sono in rete pareri discordanti: alcune etichette di polisolfuro commerciali non menzionano l'olivo, altri disciplinari sul biologico lo citano per la lotta all'occhio di pavone, ticchiolatura, acari, altro.

Alcune etichette commerciali affermano che è miscibile con i prodotti rameici, in alcune leggo che bisogna aspettare 20-30 giorni fra i due trattamenti; tutte concordano che non è miscibile con oli minerali.

spero di venirne a capo...



---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 
 InizioPagina
 

Pagine: (3)   1   [2]   3    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum