Se sei già registrato           oppure    

Orario: 17/07/2019 05:22:35  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Cura del verde

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (3)   [1]   2   3    (Ultimo Msg)


Introduzione, Cura del verde
FinePagina

pluto1962

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:2683

Stato:



Inviato il: 10/07/2015 21:30:24

La natura è la parte più piacevole di una casa in campagna o in città. Per questo va curata e tenuta sotto controllo.Attraverso la cura del verde si tenta di dare alla natura che ci circonda un aspetto che più ci aggrada nei limiti del possibile. In questa sezione si parlerà di tappeti erbosi, piante ornamentali,riproduzione,trapianti, prevenzione e cura delle patologie più comuni delle piante. Materiali e strumenti per la costruzione di aree verdi: pietre naturali ed artificiali, cemento, legno, materie plastiche.
Irrigazione in collaborazione con ROERO (idraulica),potature, macchine e attrezzi per la manutenzione.Insomma tutto ciò che riguarda la cura delle nostre aree verdi.Mi auguro che tutti i nostri utenti partecipano attivamente all'evoluzione ed al miglioramento di questa sezione con domande e risposte. Visualizzando l'area di intervento si possono realizzare angoli piacevoli.



Immagine Allegata: IMG_1192f.jpg
 
ForumEA/F/IMG_1192f.jpg



---------------
Il verde che ci circonda va protetto a tutti i costi

 

pluto1962

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:2683

Stato:



Inviato il: 10/07/2015 21:49:58

foto2



Immagine Allegata: IMG_1195f.jpg
 
ForumEA/F/IMG_1195f.jpg



---------------
Il verde che ci circonda va protetto a tutti i costi

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 10/07/2015 21:53:16

Perdonatemi l'appunto: la natura eccessivamente antropizzata non ha molto di naturale. NoI umani banalizziamo gli ecosistemi rendendoli a nostra somiglianza: piantiamo arbusti, seminiamo erbe, piantumiamo alberi provenienti da climi ed habitat diversi che poco hanno a che fare con le condizioni naturali che la natura ha creato in millenni di selezione in quel luogo...
certo dobbiamo pur regolare il verde dove viviamo, ma non credo che dovremmo stravolgerlo radicalmente. In questa prospettiva secondo il mio parere il verde va salvaguardato;



---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 10/07/2015 21:58:15

Il problema è che la natura (salvo rari casi) non è mai ordinata, le piante e arbusti tendono ad invadere ed inglobare tutto, e purtroppo bisogna dare un ordine e sfruttare o nostro vantaggio la bellezza della natura, senza un minimo ordine saremmo come nella giungla, perché è così che la natura si comporta.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

pluto1962

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:2683

Stato:



Inviato il: 10/07/2015 22:33:35

Va salvaguardato si il verde, lodevoli sono le ripuliture dei boschi organizzate.Comunque non capisco come ci arrivi tutto quello che si trova. Ne so qualcosa io che nel taglio dell'erba nei parchi di Roma si trova di tutto plastica, carta, bottiglie e altro, l'inciviltà purtroppo regna, persone che non capiscono che quel verde che hanno va mantenuto e non é una discarica a cielo aperto.



---------------
Il verde che ci circonda va protetto a tutti i costi

 

Leonanton

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:690

Stato:



Inviato il: 10/07/2015 23:19:03

Mi riferisco anche al fatto che è proprio la giungla che sa sfruttare al meglio l'energia radiante del sole, al suo interno sono presenti molteplici relazioni che implementano e regolano i cicli dei nutrienti e quindi l'autofertilitá del suolo.
esempio eclatante è quello in cui l'uomo taglia una foresta a scopo agricolo; dopo qualche anno di ottima produzione il suolo si impoverisce e bisogna fertilizzare. Invece la foresta è e rimane rigogliosa senza nessun intervento umano.
dico solo di regolarla x cercare di salvare capre e cavoli (quasi) preferendo piante autoctone e lasciando fare di più alla natura...



---------------
“Il progressivo sviluppo dell’uomo dipende dalle invenzioni. Esse sono il risultato più importante delle facoltà creative del cervello umano.
Lo scopo ultimo di queste facoltà è il dominio della mente sul mondo materiale, il conseguimento delle possibilità di incanalare le forze della natura così da soddisfare le esigenze umane.”
Nikola Tesla
non dimenticando di rispettare l'equilibrio che la natura ha raggiunto in ere di evoluzione...

 

pluto1962

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:2683

Stato:



Inviato il: 10/07/2015 23:43:31

Il discorso delle piante autoctone sono pienamente d'accordo. Anche perché di piante importate specialmente una stà facendo man bassa di territorio "l’ailanto"LINK importato dalla Cina cresce praticamente dappertutto col suo sistema di radicamento.



---------------
Il verde che ci circonda va protetto a tutti i costi

 

PinoTux

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:3433

Stato:



Inviato il: 11/07/2015 22:31:25

CITAZIONE (pluto1962, 10/07/2015 23:43:31 ) Discussione.php?212891&1#MSG6

Il discorso delle piante autoctone sono pienamente d'accordo. Anche perché di piante importate specialmente una stà facendo man bassa di territorio "l’ailanto"LINK importato dalla Cina cresce praticamente dappertutto col suo sistema di radicamento.

Una brutta bestia, il Carso sopra Monfalcone ne è invaso, a poche centinaia di metri in linea d'aria da dove abito c'è un castelliere, fino a pochi anni fa erano ben visibili le rocce, adesso è tutto coperto dentro e attorno da questo infestante. Tra l'altro il legno non vale nulla, brucia poco e male, e puzza pure! Un "flagello", insomma.



---------------
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
http://iv3gfn.altervista.org/
http://pptea.altervista.org/

 

pluto1962

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:2683

Stato:



Inviato il: 11/07/2015 22:48:40

E' vero l'ailanto anche a Roma sta facendo man bassa a Villa Borghese,alla collina di Monte Mario,Appia Antica é ovunque cresce anche sui marciapiedi, addirittura l'ho visto nelle pareti dei sottoponti tra le stuccature delle soglie in travertino. Perfino sui terrazzi dei box,una cosa incredibile. Se lo si tocca, ti impuzzolisce la parte a contatto e l'odore si leva solo col sapone.



---------------
Il verde che ci circonda va protetto a tutti i costi

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:16054

Stato:



Inviato il: 11/07/2015 23:39:24

l'ailanto è infestante.
Cresce talmente tanto, che non si riuscirebbe a starci dietro.
Io lo andavo a prendere perchè lo potavano raso ogni anno e puntualmente ogni anno, chiamavano l'omino che potava di nuovo.
Centinaia di metri quadri....

comunque si cippa da favola
rami dritti come se fossero canne, se ne cippa a fasci.
Legno "leggero" per la presenza di midollo spugnoso.
A me scaldava la casa



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

pluto1962

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:2683

Stato:



Inviato il: 11/07/2015 23:45:40

Ma la puzza nel toccarlo non la sentivi



---------------
Il verde che ci circonda va protetto a tutti i costi

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 11/07/2015 23:54:10

Eccome se si sente la puzza, ma quello che infastidisce di più è la velocità di crescita, inoltre il normale diserbante gli fa un baffo, bisogna usare quello potente, però attorno si crea tabula rasa.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:16054

Stato:



Inviato il: 12/07/2015 19:23:56

le foglie puzzano molto.
io cippavo rami già potati e abbandonati 6mesi prima.
Niente foglie.
il legno cippato, non ha odore.



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

pluto1962

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:2683

Stato:



Inviato il: 12/07/2015 20:07:07

Perché secchi ormai e quindi la linfa puzzolente non c'é più ma verdi si.



---------------
Il verde che ci circonda va protetto a tutti i costi

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 12/07/2015 22:01:26

Ma come legna non rende nulla, quando è secca pesa pochissimo, sembra vuota, nella stufa brucia come fosse paglia.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 
 InizioPagina
 

Pagine: (3)   [1]   2   3    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum