Se sei già registrato           oppure    

Orario: 20/04/2019 08:27:25  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Discussioni Ambientali

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (4)   1   [2]   3   4    (Ultimo Msg)


Olio, grasso di Palma è sostenibile?
FinePagina

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 20/10/2015 20:55:00

Si chiama legge del profitto a tutti i costi.
Ci può stare lavorare per il profitto, chi non lo farebbe. Nessuno lavora per "la gloria" (non quella di Riccardo Fogli )
C'è da distinguere dal profitto "onesto" da quello "disonesto".
Non fa differenza se si tratta di un giocattolo per un bimbo o se si tratta di merendine o cibo che consumiamo tutti i giorni.
Purtroppo l'egoismo porta a lavorare per il profitto "disonesto" di conseguenza che sia sostenibile o no una determinata filiera di produzione di cibo, non importa chi pagherà il conto dell'insostenibilità di un qualsivoglia tipo di produzione, l'importante è arraffare.

Probabilmente la campagna mediatica partita dalla Francia contro l'olio di palma come ingrediente per la nutella ha sensibilizzato una parte dell'opinione pubblica sulla questione.

Chissà se il produttore o altri produttori si sono adeguati con altri tipi di ingredienti per esempio autoctoni spezzando la filiera.

L'immagine inserita da Biomass ne è l'esempio, qualcosa inizia a muoversi.



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

Rimonta
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:847

Stato:



Inviato il: 20/10/2015 22:21:53

Oil free... Poi però dentro c'è zucchero raffinato chimicamente, sciroppi vari, qualche colorante giusto per gradire, farine ottenute da piantagioni ogm, ecc. Mi spiace, ma nemmeno i biscotti fatti in casa si salvano...😢
Comunque meglio mangiare male che non mangiare.
50 anni fa non si poteva mettere in tavola cibo sano, non si metteva proprio. La libidine era "pocciare" la polenta nella renga, attaccata al filo è assolutamente solo da strisciate, guai mangiarla.

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 20/10/2015 22:24:46

.... e non dimentichiamoci dei conservanti, quelli non mancano mai.



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 20/10/2015 22:29:24

E bravo Rimonta, non so la tua età, ma alla mia ho ancora mangiato polenta e saracca, che sarebbe l'aringa.
Per favore non mi toccate i biscotti e le torte che prepara la moglie, spero vivamente che siano genuine, i prodotti che usiamo (a parte le varie farine) sono fatti da noi, frutta e marmellate sono di ns produzione, se poi ci fregano sulle farine, allora siamo rovinati.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:15926

Stato:



Inviato il: 20/10/2015 22:39:08

bisogna indagare sui grassi aggiunti.
Un mio collega ci ha offerto i minimuffin fatti in casa.
Scherzando gli ho chiesto se erano con olio di palma e lui mi ha risposto
che erano fatti con la sana margarina, leggera e vegetale.

cosaaaaaa??
Non sapeva che la margarina è un grasso idrogenato, chimicamente modificato,
ottenuto da oli vegetali, si, ma grasso saturo con molecole trans. (cancerogena).
Quindi non è facile uscirne..
era meglio il burro o l'olio o la panna.....certo non la margarina.....

LINK



Modificato da Biomass - 20/10/2015, 22:49:01


---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9004

Stato:



Inviato il: 20/10/2015 22:56:20

L'olio di palma ha due caratteristiche fondamentali che piacciono all'industria.

1°) costa poco, quindi + quadagno (magari sono solo 10 cent per pacco di biscotti ma..)

2°) non irrancidisce mai!!!!!! quindi significa che il prodotto è sempre fresco, fragrante anche dopo 1 mese che è sullo scaffale, il burro dopo qualche giorno diventa rancido.

quindi è anche il gusto del consumatore che guida l'industria



---------------
Al peggio non esiste limite

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4320

Stato:



Inviato il: 21/10/2015 00:04:46

Non usano più idrogenare gli oli vegetali, mettono direttamente grassi vegetali ad alta percentuale di saturazione emulsionati con acqua e quale è il grasso vegetale più economico, abbondante e che rimane fresco e stabile nel tempo? Indovinato, palmisti al 20-35%



Modificato da calcola - 21/10/2015, 00:08:40


---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:15926

Stato:



Inviato il: 21/10/2015 00:17:02

se non usano più i grassi idrogenati è anche per merito dell'informazione.

Da quando è noto che trattasi di vera merd@, il grasso idrogenato è stato bandito
anche per scelta del consumatore più attento.
Questo è un caso che danneggia principalmente la salute.
La palma, danneggia anche il pianeta.

Il problema nasce quando al posto dei grassi idrogenati ci mettono altra merd@.
Quindi non è solo "senza grassi idrogenati" che si può/deve cercare....
da evitare è l'accumulo derivato dal massiccio consumo di grassi saturi.



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 21/10/2015 00:31:42

Noi usiamo solo olio d'oliva, ma anche su questo se non te lo fai da te, la mano sul fuoco non la metterei.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4320

Stato:



Inviato il: 21/10/2015 07:09:02

E il burro? Nel grasso animale si accumulano per il fenomeno della biomagnificazione molte delle sostanze tossiche e nocive della catena alimentare... è una battaglia persa.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Rimonta
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:847

Stato:



Inviato il: 21/10/2015 10:40:52

Forse meglio chiudere il post per evitare altri mal di pancia allora, purtroppo ormai quasi tutta la filiera è contaminata.
Magari nello splendido orto di Roero crescono ottime verdure, ma quando la pioggia le irriga purtroppo ecco che si riempiono di mille schifezze derivanti dalle vicine industrie (filtri? Che ridere ).
Comunque ormai l'aspettativa di vita supera gli 80 anni, purtroppo a volte qualche tumore si porta via qualche caro ( ne so qualcosa purtroppo) ma direi che comunque il bilancio resta positivo rispetto a quando si mangiavano cibi sani.

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 21/10/2015 23:03:25

Abbiamo quasi tutto sotto serra, è l'irrigazione avviene via computerin automatico con la fertirrigazione:



Immagine Allegata: cascinarotta.jpg
 
ForumEA/G/cascinarotta.jpg



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

birgipi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1485

Stato:



Inviato il: 30/10/2015 20:13:53

Questo articolo de "Il fatto alimentare" mi sembra interessante.:LINK

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 30/10/2015 20:35:37

Il presidente dell'associazione di AIDEPI tira l'acqua per il suo mulino e difende a spada tratta l'olio di palma per palesi interessi.
Sottolinea che il punto di forza rende i prodotti più duraturi.

Provate ad immaginare i costi a ritirare i prodotti dagli scaffali dei supermercati con una cadenza di 60 gg se fatti con ingredienti tradizionali e confrontarli con i costi di quei prodotti che possono stare almeno il triplo del tempo in bella esposizione che come ingrediente contengono anche solo in percentuale l'olio di palma.



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

birgipi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1485

Stato:



Inviato il: 30/10/2015 20:55:54

Una cosa che non mi quadra in assoluto è al punto 6 dell'articolo:

"Perché a livello scientifico Aidepi presenta i dati di una ricerca finanziata dall’industria e realizzata dell’Istituto Mario Negri di Milano e non considera i pareri dell’Agenzia per la sicurezza alimentare francese (Anses) e del Consiglio superiore della sanità del Belgio che sconsigliano l’uso del palma?"

Se l'Istituto Mario Negri, riconosciuto al top nella ricerca, ha dato l'ok (ammesso che così sia visto che l'articolo non lo dice esplicitamente), e gli altri istituti Francesi e Belga dicono di no vuol dire forse che il "Mario Negri" non sia esente da "bustarelle"?
Boh!!!!
A questo punto non ci si può fidare più di nessuno?

 
 InizioPagina
 

Pagine: (4)   1   [2]   3   4    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum