Se sei già registrato           oppure    

Orario: 20/07/2019 09:31:36  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Motori termici, magnetici, elettrici, etc...

Pagine: (2)   1   [2]    (Ultimo Msg)


motore elettrico 380 ... solo inverter ?
FinePagina

bombo

Avatar
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:25

Stato:



Inviato il: 07/02/2017 14:17:09

Nelle mie modeste conoscenze di elettronica ricordo la "rete di snubber" per compensare l'arco prodotto dai contatti che alimentano carichi induttivi; pero' non ricordo se fosse valida anche per potenze dell'ordine dei motori trifase.

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 08/02/2017 21:49:05


CITAZIONE

circa 900 ore, e a volte attaccato e staccato in loop


Le "sfiammate" sono un segno che gli manca poco per non funzionare più.
Valuta di sostituirlo con uno nuovo.
Anche per motivi di sicurezza, se sfiamma troppo con la polvere di segatura potrebbe accenderti un fuocherello....



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3499

Stato:



Inviato il: 19/02/2017 19:47:05

X nsm: se hai sostituito il quadro elettrico della pellettatrice con
un interruttore trifase mettici almeno 3 fusibili ,
altrimenti quando si guasta l'interruttore Faccine/blowup.gif
e poi ci tocca aprire il litigatoio

 

non sbaglio mai

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2102

Stato:



Inviato il: 11/09/2017 22:15:20

ancora una volta sono dovuto intervenire sull' interuttore della cinese è già il terzo in pochissimo tempo, questa volta è partito un 32A , ora chiedo, potrebbe essere un problema di motore?

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3499

Stato:



Inviato il: 11/09/2017 23:25:18

potresti attaccare un amperometro a lancetta di quelli di una volta in serie ad una fase del motore per vedere quanto consuma la pellettatrice a partire da fermo con il materiale dentro.
probabilmente se la fai partire vuota il picco di corrente all'avvio è molto più basso e l'interruttore non si guasta.

 

Tiberio Simonetti
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:421

Stato:



Inviato il: 12/09/2017 17:14:28

Le sfiammate o sono segno dell'usura dei contatti ed allora questi tendono ad appiccicarsi (peggio ancora se c'è polvere), oppure se l'avviamento del motore attacca direttamente al 380 v. L'avviamento stella-triangolo è necessario proprio per eliminare sfiammate sull'avvio.
Il 220 a stella ha avviamento lento con basso assorbimento di corrente e quindi esente da sfiammate, una volta a règime, si passa al 380 v.

 

non sbaglio mai

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2102

Stato:



Inviato il: 03/01/2018 22:26:18

risolto il problema delle sfiammate, mi si pone ora il dilemma di come collegare il volmetro e l' amperometro al motore, ho eliminato tutti i dispositivi inutili , come pulsanti, teleruttore e termico, praticamente ora c 'e' solo il cavo in entrata e l' interuttore



 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:16054

Stato:



Inviato il: 03/01/2018 22:30:55

quindi vorresti

interruttore-voltmetro e amperometro-motore

giusto?



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

non sbaglio mai

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2102

Stato:



Inviato il: 03/01/2018 22:53:57

Proprio cosi'

 

AlexB
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:12

Stato:



Inviato il: 04/01/2018 13:12:20

consiglio di:
-ripristinare il prima possibile il circuito ( contattore + termica sul motore + fusibili per evitare problemi in caso di sovraccarichi del motore )
- utilizzare come detto precedentemente un inverter oppure , se si vuole limitare la corrente allo spunto , un avviatore


http://www.directindustry.it/fabbricante-industriale/avviatore-progressivo-147933.html


per l'amperometro meglio usare un TA ( trasformatore aperometrico ) + l'apposito strumentino.


Se la macchina parte sotto carico e non vuoi installare un inverter potresti considerare un motovariatore o un motoriduttore ( cala va velocità ma aumenta la coppia all'albero lento )

saluti



Modificato da AlexB - 04/01/2018, 13:19:31
 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3499

Stato:



Inviato il: 04/01/2018 13:22:09

se un motore trifase puoi collegare l'amperometro su una qualsiasi delle tre fasi, perchè la corrente sui tre fili è uguale.

praticamente la corrente di uno dei tre fili ( a caso) deve passare nell'amperometro. l'amperomero deve essere per corrente alternata.

è assolutamente indispensabile che metti una termica oppure almeno tre fusibili per alimentare il motore.

mi sembra di aver capito che tu fai partire la pellettatrice con il materiale da pellettare dentro. Questo comporta una corrente di spunto del motore molto alta che consuma velocemente i contatti elettrici.
Sarebbe meglio, se si può,far partire la pellettatrice a vuoto e solo dopo immettere la segatura.

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3499

Stato:



Inviato il: 04/01/2018 13:27:10

puoi valutare anche l'avviamento a triangolo- stella.
il motore fa l'avviamento con il collegamento a triangolo e ,una volta avviato, passa alla configurazione stella.
è un classico per i grossi motori trifase.
comporta l'uso di alcuni relè ma sarebbe la soluzione più ortodossa.

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3499

Stato:



Inviato il: 04/01/2018 13:45:11

una prova che potresti fare facilmente:
se il motore è attualmente collegato a stella,potresti provare a collegarlo a triangolo. Girerà più lentamente, con maggior forza e con minor consumo.

anche l'avviamento triangolo stella che dicevo prima si può fare se è attualmente collegato a stella. Se adesso è già collegato a triangolo non si può fare.

(spero di non aver detto castronerie perchè non sono elettricista)

 

Tiberio Simonetti
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:421

Stato:



Inviato il: 09/01/2018 20:12:56

CITAZIONE (AlexB, 04/01/2018 13:12:20 ) Discussione.php?213282&2#MSG24

consiglio di:
-ripristinare il prima possibile il circuito ( contattore + termica sul motore + fusibili per evitare problemi in caso di sovraccarichi del motore )
- utilizzare come detto precedentemente un inverter oppure , se si vuole limitare la corrente allo spunto , un avviatore


http://www.directindustry.it/fabbricante-industriale/avviatore-progressivo-147933.html


per l'amperometro meglio usare un TA ( trasformatore aperometrico ) + l'apposito strumentino.


Se la macchina parte sotto carico e non vuoi installare un inverter potresti considerare un motovariatore o un motoriduttore ( cala va velocità ma aumenta la coppia all'albero lento )

saluti


Confermo in pieno.
Per avviatore si intende avviatore stella-triangolo 220-380 V.
Il motovariatore è molto interessante perchè appunto è provvisto di una
manopola manuale per aumentare la velocità dopo l'avviamento. In questo
modo si hanno 2 vantaggi, quello di un aumento della coppia a basso regime
di giri, in modo tale che se anche il motore dovesse partire sotto carico
non rimane bloccato e dopo l'avviamento invece è possibile intervenire sulla
manopola per aumentare il n° di giri del motovariatore ed aumentare così la produzione.

 

Tiberio Simonetti
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:421

Stato:



Inviato il: 12/01/2018 10:16:34

Buongiorno a tutti
Torno ancora a fare alcune riflessioni riguardo ad un impianto per
la produzione di cippato.

Una quarantina di anni fa, quando consegnavo materiale ad alcune aziende del cippato, capitava di parlare con loro sui problemi che
continuamente si presentavano durante la macinatura del grezzo, e principalmente i problemi erano questi:

- Consumi eccessivi di energia elettrica dovuti ai motori in alternata trifase ad alto numero di giri;

- Presenza di corpi estranei nel grezzo ( metalli, pietre, ecc. nonostante ci fossero dei sensori magnetici sul nastro di inserimento);

- Forti rumori dovuti alla velocità dei rotori;

- Rottura dei coltelli e di altre parti meccaniche del cippatore.

Per poter allora eliminare questi problemi, secondo me dovevano essere apportate diverse modifiche.

Per mantenere la stessa produzione oraria serve aumentare la sezione di ingresso del cippatore e diminuire il numero di giri.In questo modo i sensori possono segnalare meglio i corpi estranei e l'operatore ha tempo per estrarli.

Il rallentamento provoca un impatto minore sul materiale, con danni meno evidenti sulle parti metalliche e riduzione drastica dei rumori.

Il rallentamento va programmato (se si vuole)non solo con un motoriduttore o motovariatore ma anche con la sostituzione di un motore in corrente continua. I motori trifase infatti consumano già a vuoto il 70 % della potenza di targa ed in più il controllo del numero di giri è poco soddisfacente. I motori in cc possono avere alte coppie, bassi costi (in proporzione a quelli trifase a basso numero di giri), con possibilità di variare la loro velocità in modo molto lineare con rendimenti sempre sopra al 85 % a qualsiasi velocità.

Nei motori trifase con giri fra i 900 e i 1500 i problemi sono notevoli. L'avviamento sotto carico (che sconsiglio fortemente) comporta il rischio di un riscaldamento del motore con conseguenze disastrose.

L'avviamento stella-triangolo 220-380 con termico sul teleruttore non segnala un eventuale riscaldamento del motore, ma solo un eventuale aumento del passaggio di corrente. Quindi nel caso manchi una fase a causa di un cattivo contatto (per polvere o altro) il termico non scatta. Quando poi le altre due fasi segnalano l'aumento di corrente (perchè devono portare anche quella della fase che non lavora) il motore è già cotto andando in corto circuito nel giro di pochi minuti.

In un motore in cc invece si hanno 2 possibilità :

Partenza a vuoto con motore ad alta coppia e basso regime di giri (60 / 120 giri / min) senza motoriduttore con sensore di temperatura sul motore o controllo di corrente sulla linea.

Partenza a vuoto con motore a bassa coppia ad alto regime di giri con motoriduttore o motovariatore + sensori di temp e corrente. (meglio però la prima ipotesi perchè la coppia dipende solo dal motore che è ben controllabile dall'esterno, mentre con un motoriduttore si rischierebbe la rottura di uno dei due alberi nel caso la coppia fosse molto grande, però è chiaro che se non si vuole spendere molto per un motore ad alta coppia sarà necessario montare un motoriduttore).

La partenza sotto carico può nascondere delle insidie, ad esempio corpi estranei sul macinatore come pietre, metalli ed altro.

Quindi ad ogni spegnimento è necessario che il macinatore giri a vuoto qualche secondo.



Modificato da Tiberio Simonetti - 12/01/2018, 10:35:18
 
 InizioPagina
 

Pagine: (2)   1   [2]    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum