Se sei già registrato           oppure    

Orario: 19/10/2019 08:59:23  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Accumulatori

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (27)   [1]   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20  ...>    (Ultimo Msg)


Accumulatore PLANTAGO, Batteria plantè di Agolui
FinePagina

agolui
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:232

Stato:



Inviato il: 30/01/2016 07:52:40

Iniziamo i test tecnici per realizzare e analizzare le batterie plante!

Cominciamo da un piccolo prototipo composto da tre piastre di piombo liscio spessore 2mm dalle dimensioni cm 9x8 di cui due negative e una positiva, le piastre saranno imbustate, la soluzione sara composta acqua distillata e acido solforico al 27%.


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/H/IMG_0273_2.jpg

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/H/IMG_0274_1.jpg

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/H/IMG_0272_1.jpg


I video realizzati con Bolle:le operazioni di taratura, con il Software LINK



Iniziano i cicli basati sulla tensione minima e massima!






Modificato da agolui - 30/01/2016, 07:58:26


---------------
Tra il dire e il fare c'è di mezzo il l'oceano

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3036

Stato:



Inviato il: 30/01/2016 08:03:41

Allora ? Come procede ? A quanti cicli stiamo ? A quanti mAh ? Che tempi ?

Dicci, dicci, dicci...



---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

Bolle

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:5790

Stato:



Inviato il: 30/01/2016 14:50:41

Il SW effettua dei cicli di carica scarica in modo automatico...le fasi sono:
1.Carica la batteria fino alla tensione massima VMax
2.Soprassato il valore della VMax, evviene i blocco della fase di carica e dopo un secondo inizia la scarica (interna o esterna ) fino al valore VMin
3.Attende 1 secondo e ricomincia da capo!


Il SW potrebbe essere facilmente modificato...ditemi voi quale altre varianti effettuare! Inoltre si potrebbe realizzare una connessione e visualizzare i dati in tempo reale...idee? suggerimenti?

Cmq il SW effettua dei log e siamo in grado di capire come varia la capacità in base ai cicli ed inoltre possiamo vedere il grafico di una singola carica e scarica...insomma dovremmo avere molte informazioni che ci permettono di vedere anche le caratteristiche relative al rendimento...ignoto fino a questo momento!


Attendiamo un riassunto da parte di Agoli...mentre per i grafici attendiamo i dati che verranno tutti condivisi!

Un saluto
Bolle



---------------
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 30/01/2016 15:08:54

Era ora che effettuassi il trasloco (Bolle) ieri sera volevo farlo io.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

agolui
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:232

Stato:



Inviato il: 30/01/2016 21:29:01

Un saluto a tutti

la formazione continua,Foto della giornata di ieri

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/H/IMG_0276_2.jpg

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/H/IMG_0277.jpg



Modificato da Bolle - 30/01/2016, 22:12:29


---------------
Tra il dire e il fare c'è di mezzo il l'oceano

 

agolui
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:232

Stato:



Inviato il: 30/01/2016 21:34:05

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/H/IMG_0288.jpg

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/H/IMG_0281.jpg



Modificato da Bolle - 30/01/2016, 22:35:20


---------------
Tra il dire e il fare c'è di mezzo il l'oceano

 

agolui
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:232

Stato:



Inviato il: 30/01/2016 21:57:13

Foto di oggi
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/H/IMG_0297.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/H/IMG_0302.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/H/IMG_0294.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/H/IMG_0295.jpg
Faccio il riassunto di questi due giorni,i cicli sono stati circa 2000, compresi quelli iniziali la cui durata era di qualche secondo.
Ieri un ciclo durava circa 20 minuti con un carico esterno di scarica di 33 ohm con vmax 2.6V e vmin 1.5V

Oggi sono passato ad un carico di 5.5 ohm , com vmax 2.7V e vin 1.0 V ggi, in 5 ore sono stati effettuati 18 cicli.

Quanto prima Bolle recupera il log e farà grafici e calcolerà la vartiazione della capacità.
Cmq considerando un valore di 3 mA/cm2 la capacità ipotizzata della batteria in questione dovrebbe essere di 500mAh e ieri sono arrivato fino al 4% di tale capacità, oggi non ho preso i valori precisi ma ipotizzando che la scarica sia durata 5 minuti dovrei essere arrivato al 15% di capacità, anche se non ho preso i valori in modo preciso.
Nel grafico se è acceso il primo pulsante tondo la batteria è in carica, seè verde il terzo pulsante tondo la batteria è in scarica.
Un saluto



Modificato da agolui - 30/01/2016, 23:23:43


---------------
Tra il dire e il fare c'è di mezzo il l'oceano

 

Bolle

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:5790

Stato:



Inviato il: 31/01/2016 09:22:39

La prossima settimana dovremmo cercare di connettere tutto in rete in modo da far vedere, anche da remoto la situazione. Cmq dai log dovrei riuscire ad estrarre e fare un grafico accurato sulla variazione della capacità in base ai cicli e poi fare dei grafici sulla carica/scarica.
Se qualcuno ha qualche consiglio , suggerimento albi!



---------------
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

PinoTux

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:3443

Stato:



Inviato il: 31/01/2016 11:57:03

Ricordo che durante l'installazione dei nuovi banchi di batterie di tipo stazionario, la formazione finale veniva effettuata a 2,8 volt per elemento, e questo per molte ore, ricordo ancora il ribollire della soluzione acida, sembrava come l'acqua pronta per gettarci la pasta...

Dirò una cosa ovvia, la tensione che si legge sopratutto all'inizio, può venire falsata dalla resistenza interna fra gli elementi, quindi è da tener conto di questo.



---------------
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
http://iv3gfn.altervista.org/
http://pptea.altervista.org/

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9147

Stato:



Inviato il: 31/01/2016 12:52:13

m... Pino Tux non sbaglia mai..

Il ciclo di per sè non approfondisce tanto la zona attiva mentre la sovracarica con lo sviluppo di ossigeno al + ossida il piombo in profondità

La solfatazione dovrebbe fare lo stesso ma è una procedura più rischiosa bisogna vedere se si riconverte tutto e quanti cicli sono necessari

Claudio ha fatto l'esperimento ma non ha risposto a queste importanti domande.


Io ipotizzerei cicli in cui si sovraccarica moderatamente e alla fine della scarica o dopo qualche ciclo si lascia in corto a solfatare per un certo tempo ad es 1h

es

carica +sovraccarica

scarica + solfatazione

carica



carica


ripetere




Se si vede che il gioco non porta a vantaggi si modifica o si abbandona



---------------
Al peggio non esiste limite

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9147

Stato:



Inviato il: 31/01/2016 13:20:53

oppure più razionalmente la sovraccarica approfondisce solo il +

dopo un certo numero di sovraccariche si invertono le polarità e si approfondisce l'altra piastra



---------------
Al peggio non esiste limite

 

lucky
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1632

Stato:



Inviato il: 31/01/2016 13:24:44

ma invertendo la polarità non ce il rischio che la matteria attiva appena formata si stacchi?

 

agolui
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:232

Stato:



Inviato il: 31/01/2016 17:48:32

Un saluto a tutti

I cicli di carica nell'arco di 24 ore si sono ridotti a 72, oggi ho cambiato le impostazioni di carica max e min portandole a 2,8 e 1,6, la fioritura degli ossidi sembra buona.
Ho fatto un test di scarica cambiando la resistenza da 5,5 Ohm a 33 Ohm
la durata è stata di 65 minuti
Ho cambiato la resistenza perchè con quella da 5,5 è troppo intensa forse da 33 è troppo lenta. L'ideale sarebbe .............?

Le cariche a polarità invertità sono necessarie? qualche volta e me è successo che si è formato solfato sulla positiva ( quel bianco che con i cicli normali si stacca inquinando l'elettrolità depositandosi poi sul fondo)

Un saluto Agolui



Modificato da agolui - 31/01/2016, 17:55:05


---------------
Tra il dire e il fare c'è di mezzo il l'oceano

 

Bolle

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:5790

Stato:



Inviato il: 31/01/2016 18:11:47

CITAZIONE (qqcreafis, 31/01/2016 12:52:13 ) Discussione.php?213424&1#MSG10

Pino Tux non sbaglia mai..

hai ragione...ed io ne so qualcosa!




CITAZIONE
33 Ohm la durata è stata di 65 minuti

Facendo i conti della serva:sei quasi al 20% di capacità della batteria...cmq stai oltre il 15%!

CITAZIONE

dopo un certo numero di sovraccariche si invertono le polarità e si approfondisce l'altra piastra

L'HW non è in grado di invertire la polarità...questa operazione deve essere effettuata a manetta santa...

CITAZIONE

Io ipotizzerei cicli ....

Ok, lunedì arriverà la nuova versione con queste opzioni...advanced!
Anzi direi quasi di mettere molti campi per permettere la massima flessibilità...mi fai un minino di analisi sw in modo che non interpreti in modo errato quello che hai scritto?




Modificato da Bolle - 31/01/2016, 20:02:17


---------------
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9147

Stato:



Inviato il: 31/01/2016 20:23:11

la solfatazione va fatta con cautela occorre evitare che i cristalli si stacchino ma lo stesso vale con l'ossidazione...

due protocolli possibili da valutare

senza inversione


carica e sovraccarica ad un valore da stabilire mantenuta per un certo tempo(10min-60min)

carica e scarica normale per qualche ciclo (2-3)

scarica profonda e solfatazione per un certo tempo(10min-60min)

carica e scarica normale per qualche ciclo (2-3)


con inversione


carica e sovraccarica per un certo tempo (10min-60min)

scarica profonda con solfatazione per un certo tempo (10min-60min)

inversione e sovraccarica per un certo tempo (10min-60min)

scarica profonda con solfatazione per un certo tempo (10min-60min)


Bisogna valutare non solo la velocità di formazione ma anche l'aderenza dei materiali

il secondo metodo è più aggressivo il primo è sicuramente più blando e i cicli normali dovrebbero servire per recuperare eventuali danneggiamenti.

bisogna valutare con cura se la solfatazione è utile



Modificato da qqcreafis - 31/01/2016, 20:32:51


---------------
Al peggio non esiste limite

 
 InizioPagina
 

Pagine: (27)   [1]   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum