Se sei già registrato           oppure    

Orario: 24/03/2019 10:01:42  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Discussioni Ambientali

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (6)   1   2   3   [4]   5   6    (Ultimo Msg)


REFERENDUM 17 APRILE 2016 CONTRO LE TRIVELLAZIONI , Referendum Trivellazioni
FinePagina

birgipi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1485

Stato:



Inviato il: 08/04/2016 21:48:07

CITAZIONE (inventoreinerba, 08/04/2016 21:43:08 ) Discussione.php?213568&3#MSG44

questo fatto ,(che oltre le tot miglia possono sfruttarlo altri paesi)
l'ho sentito oggi in un dibattito tv.
e il sostenitore del si non l'ha contraddetto.


Non vuol dire niente, mi sai dire se queste piattaforme sono in acque territoriali o no!

Il sostenitore del si può avere 1000 e più motivi per non rispondere.

Se hai seguito il dibattito non avrai problemi a rispondermi

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3440

Stato:



Inviato il: 08/04/2016 22:10:20

adesso 60 milioni di italiani si devono mettere a studiare per decidere se devono trivellare o no?
io preferirei fare dell'altro.

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4224

Stato:



Inviato il: 08/04/2016 22:13:50

Il referendum parla dei pozzi entro le 12 miglia quindi acque territoriali non a caso ci sono in mezzo le concessioni date dallo stato italiano alle compagnie petrolifere.
Per le acque internazionali ci sono altre regole.


CITAZIONE

Per le royalty ,penso che se da noi sono così basse sarà perché da noi i pozzi non rendono granchè.


Se si prevedono rendimenti bassi applicherai franchigia basse non bassissime e la storia della franchigia puzza anche troppo.
Come citato nell'articolo lincato in precedenza se metti la franchigia da 2000 ton di greggio estratto come tetto di franchigia e tu stai sotto al tetto massimo sta nel tuo interesse di petroliere a non superare la franchigia, ti ritrovi un ulteriore 7% di profitto in più!
Come se non ne facessero a vagonate!
Abbiamo lo stato italiano che a livello finanziario sta alla canna del gas (che spreco ) e si permette pure il lusso di regalarlo al massimo si fa qualche spicciolo.



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3440

Stato:



Inviato il: 08/04/2016 22:31:09

Colpire chi fa profitti con leggi che lo costringano a chiudere l'attività non è una grande strategia per lo sviluppo del paese.
io ricordo ancora quando lo stato si era inventato la tassa sulle
auto 4x4 e la tassa sui camper.
leggi improvvise che cambiano le regole del gioco puniscono chi ha
studiato e lavorato e scoraggiano il progresso , l'iniziativa, e gli investimenti.

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 08/04/2016 22:41:33

Da Monti in poi di tasse assurde ne hanno fatte parecchie, e guarda caso tutte hanno prodotto deficit per lo stato.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4224

Stato:



Inviato il: 09/04/2016 13:57:35


CITAZIONE

Colpire chi fa profitti con leggi che lo costringano a chiudere l'attività non è una grande strategia per lo sviluppo del paese


Non preoccupiamoci per questi, non chiudono di certo i battenti dalla mattina alla sera.

Quando le cose si fanno in due il vantaggio deve essere reciproco.
In questo caso il vantaggio è per una sola controparte.
C'è da tenere presente che i danni causati dalle estrazioni sono tutti esternalizzati sul groppone delle Regioni.
Le spese per le bonifiche chi le paga? La regione con i soldi dei contribuenti giustamente.



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3440

Stato:



Inviato il: 09/04/2016 14:06:15

Ho sentito (spero che sia vero) che le industrie estrattive ,come quelle delle piattaforme petrolifere, a differenza delle altre industrie
hanno l'obbligo di accantonare i capitali che saranno necessari per lo smantellamento dell'impianto ,e il ripristino alle condizioni preesistenti.

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4224

Stato:



Inviato il: 09/04/2016 14:16:54

CITAZIONE (inventoreinerba, 09/04/2016 14:06:15 ) Discussione.php?213568&4#MSG51

Ho sentito (spero che sia vero) che le industrie estrattive ,come quelle delle piattaforme petrolifere, a differenza delle altre industrie
hanno l'obbligo di accantonare i capitali che saranno necessari per lo smantellamento dell'impianto ,e il ripristino alle condizioni preesistenti.


In caso di infiltrazioni su falde acquifere e ci sono sempre, e altre fuoriuscite di minore portata non identificabili nell'immediato, non c'è nessuna informazione a riguardo se le spese per il ripristino della situazione esistente sia a carico da chi gestisce la piattaforma.
Vedi le varie diatribe dei proprietari dei terreni nei pressi delle raffinerie e pozzi estrattivi dell'ENI.
Se poi le compagnie estrattive sono straniere campa cavallo!
Mi può anche andar bene che estraggano il petrolio dal sottosuolo di casa mia ma almeno che a guadagnarci dobbiamo essere entrambi non i miliardi a loro e a me la minima parte delle bricciole.
Le cose facciamole bene!
Chissà quante altre informazioni sono state taciute a riguardo di queste concessioni capestro.



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3440

Stato:



Inviato il: 12/04/2016 22:40:42

questo referendum non mi entusiasma tantissimo ma avrei un'idea per il prossimo referendum.
Siccome ho trovato la sorpresa di un prelievo sul mio conto corrente
non da me autorizzato, vorrei fare un referendum perché questi fatti
non si ripetano continuamente. Credo che questo referendum otterrebbe una buona maggioranza di si.
praticamente il prelievo è stato ottenuto così:
navigo con una sim di una primaria compagnia telefonica, con un'offerta
che non si poteva pagare assolutamente in nessun'altro modo che con una domiciliazione bancaria.(vai a capire perché)
dopo circa 6 mesi di navigazione tranquilla leggo un sms che mi informa
che sto pagando un abbonamento di 0,7€ al giorno per qualcosa che avrei sottoscritto.(non ho sottoscritto nulla).
andando in una concessionaria della compagnia sono riuscito a disdire tutto e ad avere il rimborso perché fortunatamente sono andato entro 60 giorni.
Ora la mia domanda è: perchè questi imbrogli non vengono puniti e fermati?
per questo farei un referendum: volete che vengano fermati gli imbrogli?

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4224

Stato:



Inviato il: 12/04/2016 22:51:17


CITAZIONE

Ora la mia domanda è: perchè questi imbrogli non vengono puniti e fermati?


Perchè sono fatti a norma di legge



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3440

Stato:



Inviato il: 12/04/2016 23:08:29

anche quando qualcuno viene a leggere il numero cliente sul contatore
e poi ti trovi col fornitore cambiato è fatto a norma di legge?
io credo di no
il problema è che queste piccole truffe ,se denunciate, non vengono punite e, sopratutto non vengono fermate.
invece dovrebbero venir fermate.
a meno che non vogliamo vivere in un paese dei burloni.
io per questo vorrei un referendum.

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 12/04/2016 23:37:41

Hai tutte le ragioni del mondo, ma..........siamo in Italia, anche i nostri signori politici non dovrebbero rubare, invece sui vari tg se ne sentono per tutti i gusti, ergo, se il buon esempio viene dall'alto come pretendere che altri più in basso si comportino bene, povero paese bananiero.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4224

Stato:



Inviato il: 13/04/2016 21:45:15

Ascoltate questo podcast di radio3 dal minuto 6:30 al minuto 11:33.
Vengono sollevati dei quesiti proprio sullo smaltimento e monitoraggio degli impianti e piattaforme su pozzi arrivati a fine produzione.....
Questo per farvi ricordare che siamo in Ita(G)lia

Podcast Radio Rai



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3440

Stato:



Inviato il: 14/04/2016 15:56:26

ho ascoltato.
praticamente tenendo basse le estrazioni non solo non pagano le royalty,
ma posticipano il tempo in cui devono smantellare tutto e ripristinare il sito.
così ci ritroviamo con un certo numero di piattaforme mezze morte che funzionano al minimo.
Forse bisogna separare meglio le compagnie dai capitali che queste hanno accantonato per lo smantellamento, e affidare ad un'autorità terza
la decisione su quando smantellare un pozzo che non produce più.
Secondo me comunque bisogna cercare (come dice il detto) di non buttare anche il bambino con l'acqua sporca.
Se queste estrazioni non pagano tante royalty ma consentono all'Italia
di essere presente nell'industria estrattiva e di far lavorare un po di persone senza far troppi danni all'ambiente,per me possono continuare.

 

hamer
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:46

Stato:



Inviato il: 15/04/2016 22:11:17

Scusate, ma nessuno pensa di votare si solo ed esclusivamente perché in tutta questa storia, come al solito, non c'è niente di trasparente? Per me il problema non è Trivellare o meno, ma farlo in maniera pulita dal punto di vista sociale. Es. Le scorie nucleari : hanno cercato di appiopparle a questa o quella regione(ora non ricordo come è andata a finire) mentre negli altri paesi (vedi svezia o Francia) I depositi li pubblicizzano, li presentano ai cittadini, glieli fanno visitare e, dolcis in fundo, il paese o città che li ospitano hanno finanziamenti di vario tipo. Da noi invece gratta gratta c'è sempre la fregatura.

 
 InizioPagina
 

Pagine: (6)   1   2   3   [4]   5   6    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum