Se sei già registrato           oppure    

Orario: 06/12/2019 05:34:33  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Discussioni Ambientali

VISUALIZZA L'ALBUM


Il Controllo della Respirazione nel Sonno
FinePagina

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 29/06/2016 12:50:10

LINK

LINK

Un Saluto ai Componenti di EA, pensando che può interessare, indico certe realtà capite svolgendo una ricerca sulle cause delle malattie, conoscendo le quali le Persone possono salvarsi dall'insorgenza di gravi patologie degenerative.
La corretta respirazione nel sonno è molto importante, infatti, un terzo della nostra esistenza lo trascorriamo nel riposo notturno, quindi sarebbe utile controllare se nel sonno la nostra respirazione è sufficiente oppure dobbiamo attivarci per normalizzare gli eventuali problemi respiratori che possono insorgere quando dormiamo.
Alcune Persone durante il sonno si svegliano improvvisamente a causa delle apnee provocate dal russamento, in questo caso sarebbe necessario controllare la saturimetria, dunque, avendo a disposizione un saturimetro (pulsiossimetro) appena svegli, nella notte, è utile verificare se la ossigenazione nel sangue è normale oppure è minore della ossigenazione che riscontriamo durante il giorno.
Una Sana Ossigenazione dovrebbe corrispondere ad una percentuale del 97-98% che indica una normale saturimetria, se però, svegliandoci improvvisamente, controllando con il saturimetro osserviamo una eventuale desaturazione di ossigeno che vuol dire una minore ossigenazione nel sangue rispetto alla norma, questo deve essere un campanello di allarme che ci indica l'importanza di praticare un regolare esercizio fisico per merito del quale la respirazione notturna ritornerà normale e aumenterà stabilmente la ossigenazione nel sangue, in questo modo non rischieremo le patologie ma riavremo la Salute e il Benessere che abbiamo quando siamo Giovani.
Saluti

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 29/06/2016 22:43:43

In genere chi soffre di apnee notturne si sveglia non ben riposato e durante il giorno tende ad addormentarsi, nel tempo diventa una patologia vera e propria, sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS), si calcola che in Italia ci siano almeno 2 milioni di persone che ne soffrono.
Quando si rinnova la patente tale patologia va dichiarata, in tutti i casi bisogna firmare un autocertificazione, in quanto c'è il rischio di addormentarsi al volante.
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/M/trasferimento.jpg



Modificato da Roero - 29/06/2016, 22:58:58


---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 30/06/2016 06:31:13

LINK

Giusta osservazione Roero, le apnee nel sonno quando si ripetono nel tempo possono causare dei gravi danni alle aree Cerebrali, perché al Cervello è necessario un maggiore apporto di Ossigeno rispetto a tutti gli altri organi del corpo, circa il 20% dell'ossigeno presente nel sangue, a disposizione dell'intero Organismo, lo consuma solo il Cervello, e quindi le apnee nel sonno notturno causando la continuata carenza di ossigeno provocano certi danni degenerativi che si riscontrano nelle malattie neurologiche e oncologiche Cerebrali.
Per questo motivo appena ci accorgiamo di avere dei problemi nella respirazione durante il sonno dobbiamo attivarci per modificare le nostre abitudini, dunque iniziare ad alimentarci correttamente, meno grassi di origine animale, cioè meno latticini e carni, ma più alimenti vegetali, quindi più verdura, frutta, legumi, i quali contengono le sostanze protettive vasoattive, migliorando in questo modo la circolazione del sangue e dell'ossigeno in tutto l'organismo.
Altra positiva abitudine è quella che ci stimola nel praticare un regolare esercizio fisico, non affaticante ma continuato nelle settimane e nei mesi, in questo modo aumenterà stabilmente l'ossigeno nel sangue, beneficiando il Cervello della Sana Ossigenazione per merito della quale eviteremo gli abbiocchi durante la guida dei veicoli, e avremo quella lucidità mentale che ci consente di Vivere in Salute.
Statemi Bene

 

MarKoZaKKa

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1880

Stato:



Inviato il: 04/07/2016 10:00:11

L'apnea notturna non è così banale da diagnosticare, un semplice saturimetro, specie se usato in maniera non corretta, non basta.
Ad esempio un fumatore ha normalmente una saturimetria sul 97%, e se si pone il sensore su di una delle dita ingiallite dal fumo, si misurano valori ancora inferiori.
Poi, come tutti gli strumenti, anche gli apparati medicali domestici dovrebbero essere controllati. se un normale sensore monouso da reparto neonatale costa più di un qualsiasi apparato acquistabile in farmacia o al supermercato, una ragione ci sarà. Un misuratore di pressione arteriosa non invasiva (NIBP), se non ben posizionato o non correttamente usato, può fornire valori anche di 20mmHg inferiori al reale; inoltre questa non è propriamente una misura ma una stima, effettuata da algoritmi che, in alcuni casi, possono anch'essi sbagliare, a seconda della bontà dell'algoritmo, della sensoristica e dell'elettronica. Normalmente l'errore aumenta all'aumentare del ritmo cardiaco
Lo screening della apnea notturna è da qualche anno possibile con un algoritmo che, analizzando il tracciato elettrocardiografico notturno (dal quale si riesce a capire se vi sono apnee osservando il parametro HRV ed altri) calcola l'indice AHI che può essere valutato per successive indagini e terapie. In sintesi, andiamoci piano col fai da te nel campo della salute. Meglio fare vita sana attività fisica ed alimentazione corretta che spendere in elettromedicali.



---------------
Tecnico qualificato in clownerie
Windsurfer a tempo perso
Slalomaro senza speranze

 

Ricercatore1

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:406

Stato:



Inviato il: 04/07/2016 14:46:19

LINK

Certo Marko, la Polisonnografia è l'esame diagnostico più sicuro per indicare l'eventuale e frequente carenza di ossigeno nel sangue (Ipossiemia) che può verificarsi con le apnee del sonno notturno, le quali si riscontrano a causa del russamento, ma solitamente quando la Persona, in seguito al consiglio del Medico, decide di eseguire la Polisonnografia, il danno al Cervello e ad altri Organi del Corpo è già iniziato.
Invece, con poche decine di euro si può acquistare un pulsiossimetro, in modo che, svegliandosi improvvisamente alla notte e controllando la Ossimetria, si può osservare se, la percentuale della Ossimetria è normale oppure minore rispetto a quando siamo svegli.
Infatti, come indichi tu Marko, se da svegli la saturimetria-ossimetria corrisponde al 97% ma svegliandosi improvvisamente e controllando con il pulsiossimetro la saturimetria è scesa al 94-93% o anche meno, vuol dire che nella notte si verificano più o meno frequentemente le rischiose DESATURAZIONI DI OSSIGENO, le quali sappiamo possono causare gravi danni organici.
Nel caso si riscontrino queste desaturazioni allora si che è utile richiedere al proprio Medico la Polisonnografia, in seguito alla quale si attueranno le opportune terapie per merito delle quali si potranno prevenire i danni causati dalla carenza di ossigeno nel flusso Cerebrale e in tutto il Corpo.

 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum