Se sei già registrato           oppure    

Orario: 25/02/2017 03:52:35  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Dissesti IdroGeologici

VISUALIZZA L'ALBUM


Si prospetta un altra alluvione nel Cuneese e Liguria
FinePagina

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 24/11/2016 23:20:49

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/maltempo.JPG

Allerta rossa per il maltempo in Piemonte e Liguria: allagamenti e venti a più di 100 chilometri all’ora, fiumi e torrenti sopra il livello di guardia, il Tanaro esondato nel Cuneese. In Piemonte, in particolare, torna l’incubo alluvione del 5 e 6 novembre 1994, quando le province di Cuneo, Asti e Alessandria furono pesantemente colpite dai danni causati dalle esondazioni dei fiumi Po, Tanaro e di numerosi affluenti, tra cui i torrenti Borbore e Belbo. La situazione è particolarmente critica proprio nella provincia di Cuneo: alcune strade risultano interrotte, le scuole sono chiuse e i volontari sono mobilitati, anche dalle altre province piemontesi, per fronteggiare l’emergenza. Il Governatore Sergio Chiamparino ha già annunciato che chiederà lo stato di calamità: «la situazione - ha detto - è meteorologicamente complessa ed in alcune zone anche più grave di quella che si verificò nel ‘94». «Non risultano persone coinvolte anche grazie all’azione preventiva dei sindaci che hanno fatto scattare tutta una serie di azioni in seguito alla diramazione dell’allerta rossa per quei territori», ha spiegato invece il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio facendo un punto della situazione in una conferenza stampa. Nel primo pomeriggio di giovedì il Po è esondato a Torino, nei pressi dei Murazzi. «Giornata di apprensione» ha scritto su Facebook il premier Matteo Renzi che venerdì sarà a Torino.


La situazione in Piemonte
La situazione più grave è in provincia di Cuneo, in val Tanaro e fino a Mondovì. A causa degli allagamenti molte strade sono state chiuse. A Ormea e Garessio le situazioni più critiche: qui il fiume, che già era stato il responsabile dell‘alluvione del 1994 che provocò decine di morti, è esondato in più punti. A Ormea in particolare tre auto sono finite in una voragine, nessun ferito, ma è stato evacuato il palazzo antistante. Mentre Garessio è divisa in due dopo che il corso d’acqua ha scavalcato il ponte, però nel tardo pomeriggio il livello del fiume è sceso di un metro dopo aver raggiunto a mezzogiorno i 5,19 metri sul livello idrometrico. Problemi a Ceva, dove è esondato il rio Cheironzo e la statale per San Bernardino è stata chiusa a causa di una frana. Chiuse alcune fabbriche, la protezione civile sta invitando le persone a salire ai piani alti delle case: gli sfollati sono un centinaio. A Mondovì si stanno evacuando a scopo precauzionale le scuole. E l’emergenza maltempo tocca anche la città di Cuneo, dove è esteso il massimo livello di allerta della Protezione Civile e la chiusura di tutte le scuole con la sola esclusione degli asili nido e delle Università. Nel primo pomeriggio il Po è esondato a Torino e tra Cardè e Villafranca, possibili allagamenti previsti nella notte di giovedì nella zona da corso Regina Margherita al parco del Valentino. Il fiume - spiega l’Agenzia Interregionale per il fiume Po - supererà la soglia di «criticità elevata» tra Carignano (Torino) e Casale Monferrato (Alessandria), mentre nel tratto compreso tra Valenza e Isola S.Antonio (Alessandria) raggiungerà la «criticità moderata». Allerta anche per il fiume Dora, allertato e pronto per l’evacuazione l’ospedale Amedeo di Savoia nel capoluogo piemontese, chiusi due ponti. Nelle 36 ore la criticità sarà «elevata» su tutto il Po piemontese. Ad Alba lo stabilimento Ferrero rimarrà chiuso a scopo precauzionale dalle 18 di questa sera e per tutta la giornata di venerdì. Lo rende noto l’azienda, che ha annullato le attività previste per il fine settimane in occasione dei 70 anni del gruppo. E sempre in Piemonte, a Nichelino, la polizia municipale è intervenuta per mettere al riparo i clochard che vivono sotto il ponte Artom, a rischio per l’innalzamento del fiume Sangone.


La situazione in Liguria
«Ci sono esondazioni e allagamenti diffusi soprattutto nel Ponente ligure, ma non ci sono elementi di drammaticità né elevata criticità. Nessun fronte è particolarmente preoccupante», ha commentato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti. «Le prossime sei ore sono ancora molto delicate, dopo di che andremo al rallentamento della tensione sulla regione. L’allerta rossa è prolungata fino a venerdì all’ora di pranzo». Alcune torrenti in piena nel Ponente ligure e una decina di famiglie sfollate precauzionalmente nel Savonese sono le prime situazioni critiche causate dalla pioggia in Liguria. Le piogge a tratti intense e a momenti più deboli hanno interessato particolarmente l’entroterra della provincia di Imperia e la Valbormida nel Savonese. Nel pomeriggio sono caduti fino a 50 mm di pioggia in un’ora nell’entroterra di Albenga. Dalle ore 3 sono caduti 190 mm a Calizzano, 177 a Poggiofearza, 166 mm a Pieve di Teco, 163 a Pornassio, 143 a Colle Belenda e 130 a Valzemola.Preoccupano i livelli dei torrenti Argentina nel comune di Montalto Ligure (Imperia) e Arroscia tra l’Imperiese e Savonese che hanno superato la prima soglia di piena ordinaria. Scuole chiuse a Genova, Savona, Sanremo, Imperia e Ventimiglia. Nella Riviera di levante un pescatore di 73 anni di Lavagna, è dato per disperso da mercoledì sera mentre pescava sugli scogli alla Foce dell’Entella. Il presidente della Regione Giovanni Toti ha annunciato che chiederà lo stato di emergenza.
shadow carousel
Maltempo, allarme in Nord Italia: voragine nel cuneese

Scarica allegato

maltempo.JPG ( Numero download: 6 )



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 24/11/2016 23:27:37

L’allarme per il fiume Po
Continua a crescere il livello del Po, tra le province di Cuneo e Torino. Il fiume più lungo d’Italia sta esondando tra Cardè e Villafranca. A Torino l’ondata di piena è attesa nella notte. Nella zona è chiusa la regionale Saluzzo-Pinerolo. Problemi di viabilità anche lungo le provinciale tra Barge e Paesana, in valle Po, per uno smottamento. Il Comune di Villafranca Piemonte, primo comune torinese dell’asta del Po, ha comunicato che, in via precauzionale, verrà chiuso il ponte sul fiume Pellice tra Villafranca Piemonte e Vigone. Nel Piemonte sud-occidentale in provincia di Cuneo precipitazioni record: a Ponte di Nava 240 mm giovedì e oltre 500 mm negli ultimi tre giorni, a Briga Alta 428 mm nei tre giorni.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/th1_4.JPG

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/th2_1.JPG

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/th3.JPG

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/LAPR0849-0029-U4313010083205626FD-U43250252317115xKF-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443.jpg



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 24/11/2016 23:35:56

Come si prospetta la situazione ad Alba.............

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/111.JPG

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/222.JPG



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 24/11/2016 23:43:35

.
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/th_18.JPG

AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE DAI PAESI DELL’ALLUVIONE

ORE 22,28
Sono molti i punti con piene straordinarie dei fiumi sulla mappa aggiornata nella serata da Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) Piemonte. A Farigliano il livello del Tanaro è arrivato a 5.89 metri, contro i 4 della soglia di pericolo. Più a monte, a Lesegno ha superato di quasi 30 centimetri il livello di pericolo: 4.99 metri, contro una soglia di 4,70. Il Bormida, un altro fiume nella «zona rossa» dell’alluvione ha raggiunto i 6.78 a Mombaldone nell’Astigiano, dove il livello di pericolo è fissato a 6.20. Il Bormida confluisce nel Tanaro pochi chilometri a est di Alessandria ed è questo il punto che verrà monitorato con maggiore apprensione domani. Su un’ampia fascia pedemontana del Piemonte sud-occidentale le piogge delle ultime 24 ore hanno raggiunto o superato i 200 mm: così a Garessio, Massello, Bobbio Pellice.


ORE 22,17
A Cortemilia il fiume Bormida è esondato all’altezza dell’ex Vestebene. Gran parte del concentrico è senza luce.

ORE 21,57
A Cortemilia sono stati chiusi tutti i ponti. Saliceto ha di nuovo chiuso la strada che porta a Cengio per allagamenti.

ORE 21,41
Sono una ventina i comuni del Cebano e del Monregalese che segnalano problemi nella distribuzione dell’energia elettrica. Squadre di tecnici dell’Enel sono impegnate nel tentativo di assicurare la luce a tutto il territorio

ORE 21,37
Chiusa la fondovalle a Narzole. L’attenzione è concentrata sul ponte sul Tanaro. Undici pattuglie di carabinieri della compagnia di Bra stanno presidiando il territorio in queste ore. Alcune famiglie di Narzole sono state evacuate per la notte a titolo precauzionale.

ORE 21,07
Scatta anche la gara di solidarietà a favore degli sfollati e delle famiglie in difficoltà. Da Mondovì a Ceva in tanti, su Facebook, hanno dichiarato la loro disponibilità a ospitare i loro concittadini. Anche gli hotel e i ristoranti: è il caso dei Gelsi di Mondovì o le Piemontesine di Igliano. Infine i collegi: come il Casati Baracco di Mondovì

ORE 20,55
Considerato il livello del fiume Tanaro ad Alba, precauzionalmente il Comune ha dato il via poco fa, all’evacuazione dei residenti ai piani bassi dei fabbricati in parte di via Vivaro, località Vivaro e zona Cascina Cristina. Disposta l’evacuazione anche per strada Riondello e parte di corso Bra

ORE 20,52
Con riferimento alla piena in corso di formazione nei tratti montani del bacino del Po piemontese, spiega l’Agenzia interregionale per il fiume Po, si conferma il superamento, nelle prossime 24 ore, della soglia 3 di criticità (criticità elevata: colore rosso) nel tratto tra Carignano e Casale Monferrato, che comprende la città di Torino. Attualmente il Po ha raggiunto il livello 2 di criticità (moderata: colore arancione) agli idrometri di Carignano, Torino Murazzi e San Sebastiano Po. Riguardo al fiume Tanaro, la significativa onda di piena del tratto montano sta transitando verso valle, dove sono previsti raggiungimenti dei colmi sopra la soglia 3 di criticità nella serata odierna a Farigliano, nella notte ad Alba, nella mattina di domani ad Asti e tra la tarda mattinata e le prime ore del pomeriggio ad Alessandria. La situazione, si legge in una nota, «è comunque tenuta sotto costante osservazione sia strumentale che visiva dal personale AIPo, nell’ambito delle operazioni del Servizio di piena h24 già attivato, e dagli operatori del sistema regionale e locale di Protezione civile, in stretto coordinamento».



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 24/11/2016 23:44:53

Domani sarà una giornata decisiva, speriamo di non dover contare troppi danni.
A risentirci.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3813

Stato:



Inviato il: 24/11/2016 23:51:51

Mi dispiace per tutto l'accaduto.
Guardando le previsioni nel lungo periodo e dopo le grandi piogge di questi giorni è in arrivo il grande freddo.... oramai è alle porte!

LINK



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10293

Stato:



Inviato il: 25/11/2016 00:01:56

E' da parecchi anni che si dice che gli alvei dei fiumi vanno puliti, ma siccome certe frange di politicanti ottusi che non capiscono una mazza di torrenti e fiumi e bloccano tutti i lavori sul nascere, il risultato è che di fronte a certe perturbazioni più forti del dovuto ci troviamo con i fiumi che esondano.

Se all'inizio di dicembre ci ritroveremo anche il gelo siamo a posto.................non ci resta che piangere.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum