Se sei già registrato           oppure    

Orario: 15/11/2019 04:06:24  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Motori termici, magnetici, elettrici, etc...

VISUALIZZA L'ALBUM


Motore ad Aria Compressa?
FinePagina

airmotor
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1

Stato:



Inviato il: 01/12/2016 09:57:28

Ciao a tutti.

Mi piacerebbe coinvolgere gli esperti (io non lo sono) per valutare le possibili applicazioni di questo MOTORE AD ARIA COMPRESSA
In particolare, mi chiedo, perchè non pensare anche all'aria compressa come sistema di accumulo fotovoltaico / eolico anche domestico? SCHEMA
Ho parlato piacevolmente (e sono in contatto) con l'inventore, persona amabile, entusiasta e disponibile... valutiamo se interessante portare il motore in Italia?
GRAZIE! Mario
http://www.airmotor.it/home/wp-content/uploads/2016/11/adp-1.gif



Immagine Allegata: motore1.gif
 
ForumEA/N/motore1.gif



Modificato da airmotor - 01/12/2016, 10:02:34
 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 01/12/2016 22:48:03

Interessante il progetto.
C'era anche una casa automobilistica indiana che stava sperimentando un sistema ad aria compressa per autotrazione.
Se non mi sbaglio era la Tata.

Poi anche questo altro progetto, stabilimento da avviare in Sardegna poi fatto morire sul nascere, chissà perchè:
LINK



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3036

Stato:



Inviato il: 02/12/2016 00:02:38

Per capire se ne valga la pena bisognerebbe conoscere il rendimento del sistema ovvero: ho 1 KWh, ci aziono un compressore che carica un serbatoio (occorre simulare una condizione di utilizzo reale), successivamente con l'aria accumulata aziono il motore ad aria del brevetto che aziona un alternatore e misuro quanto ricavo.

La prova va confrontata sostituendo compressore e aria con una batteria.

Solo così si può capire se ne valga davvero la pena...

Elix



---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3547

Stato:



Inviato il: 02/12/2016 12:37:12

Il guaio di un sistema ad aria compressa sono le perdite di energia in fase di compressione.
infatti quando comprimiamo l'aria si genera calore e questo calore che viene dissipato è energia persa.
forse sarebbe meglio comprimere qualcosa d'altro,qualcosa che non generi calore in fase di compressione.
(una molla?) oppure coibentare bene il fluido o gas compresso in modo che il calore non venga dissipato.

 

valter996

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:505

Stato:



Inviato il: 24/10/2017 12:15:42

Ciao a tutti! Perché s'è fermato questo post?! Lo trovo decisamente interessante...non si può...non si deve fa?!!! Ch'è successsss



---------------
Impianto ad isola a 48v,con,6 pannelli peimar da 250w poly, 3 pannelli peimar 260w poly,3 pannelli peimar da 300w mono, 4 batterie 100ah,PIP-4048MS

 

valter996

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:505

Stato:



Inviato il: 24/10/2017 14:34:43

letto questo?LINK



---------------
Impianto ad isola a 48v,con,6 pannelli peimar da 250w poly, 3 pannelli peimar 260w poly,3 pannelli peimar da 300w mono, 4 batterie 100ah,PIP-4048MS

 

Tiberio Simonetti
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:421

Stato:



Inviato il: 29/10/2017 21:02:07

Quel motore ad aria compressa è quello di Angelo Di Pietro con il quale ho avuto modo di parlare un paio di anni fa.
Lui sostiene che la sua invenzione dopo aver effettuato diversi test ha avuto un rendimento del 94 %. Non so se la cosa risponda a verità in quanto il dispositivo è di piccole dimensioni. Però anche con un rendimento intorno allo 0,8 ci costruirei sopra un bell'impianto per la produzione di energia (magari, ma dovrei avere tanta moneta a disposizione).

 

Tiberio Simonetti
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:421

Stato:



Inviato il: 29/10/2017 21:25:05

La riserva dovrebbe essere costituita da aria liquida su serbatoi in acciaio austenitico ( contenitori specifici per gas criogenici).
Il sistema è quello di raffreddare aria depurata oppure azoto in volumi almeno da 2 a 4 volte più grandi del volume del liquido contenuto. Una volta finita l'operazione di liquefazione, i contenitori tornerebbero a temperatura ambiente con pressioni intorno alle 250/ 300 bar.

Per alimentare poi il motore ad aria (motore Di Pietro) sarebbe necessario effettuare una pre espansione isobara (press = cost), mantenendo il fluido a temperatura ordinaria, e poi espandere nel motore effettuando un'adiabatica possibilmente con un recupero di calore ambiente a metà espansione.

I consumi energetici per liquefare 1 kg di azoto vanno intorno alle 3000 kj / kg , per cui rapportando tutto ad euro si arriva a circa
20 cent al kg.

Un'automobile con un kg d'aria liquida dovrebbe percorrere 1000 / 1200 metri, quindi consumerebbe circa 2 euro per 12 km.
Il costo di 2 euro è calcolato considerando energia elettrica a 0,25 cent a
kw /ora , ma con un impianto rinnovabile le cose potrebbero anche essere diverse.



Modificato da Tiberio Simonetti - 31/10/2017, 15:58:51
 

cuneoman

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:109

Stato:



Inviato il: 03/01/2018 02:38:27

Il problema del motore della Eolo era che l'aria compressa in uscita ghiacciava il motore bloccandolo dopo un pò. Se è vero questo èroblema non è mai stato risolto perchè qualunque soluzione abbassava ulteriormente il rendimento.

https://it.wikipedia.org/wiki/Eolo_(auto)

 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum