Se sei già registrato           oppure    

Orario: 20/07/2019 10:25:47  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Elettrodomestici

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (12)   [1]   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12    (Ultimo Msg)


Frigorifero da incasso Rex ENN 2853 COW, Possiamo Migliorarne le prestazioni ???
FinePagina

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3036

Stato:



Inviato il: 05/05/2017 13:56:41

Ciao a tutti, vorrei descrivere questa nuova stravagante idea che ho iniziato a realizzare.

Il tutto è partito quando il mio vecchio frigorifero da incasso ha smesso di funzionare.
Per fortuna (o sfortuna) il vecchio frigo non ha smesso di funzionare di colpo ma pian piano, nel giro di 1 anno (forse) ha perso il gas del circuito refrigerante facendo salire sempre più la temperatura del vano frigo.
A dire la verità, per via del lasso temporale molto esteso, non mi sono accorto subito del malfunzionamento, solo nell'ultimo periodo, quando la temperatura del vano frigo aveva ormai raggiunto una media di 15 °C rispetto ai consueti 4 °C, i cibi all'interno dopo 2 giorni cambiavano odore/sapore e la scoperta è stata invevitabile.

Per questioni estetiche/di spazio ho riacquistato un nuovo frigo da incasso, della Rex, il modello ENN 2853 COW che tra promozione, sconto cupon, sconto weekend e sconto elettrodomestici sono riuscito a portare a casa per 540 euro sul sito online di Unieuro contro i circa 930 euro di listino.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/ENN2835COW.png



Sono molto soddisfatto dell'acquisto, queste alcune caratteristiche interessanti:

Classe Energetica: A+;
Illuminazione: A Led;
Vano Frigo: ventilato;
Vano Congelatore: No Frost;
Sistemi di raffredamento: indipendenti per vano frigo e congelatore con controlli temperatura separati;
Allarmi: luminoso e acustico per temperatura/porta aperta;
Ripiani: Cristallo;

Prima di andare avanti vorrei parlare di alcuni aspetti di base.


Come funziona un frigorifero ?
Lo descrivo in maniera molto semplice, un gas se viene compresso si riscalda, se viene fatto espandere si raffredda.

Se avete gonfiato una ruota di una bicicletta con una pompa a mano avrete sicuramente notato come essa si riscalda durante la fase di gonfiaggio, calore prodotto dall'aria che viene compressa.
Viceversa vi sarà sicuramente capitato di osservare le goccioline di acqua di condensa su una bombola utilizzata per cucinare, raffreddatasi per l'espansione del gas contenuto all'interno.

Bene, su questo semplice principio si basa il frigorifero: c'è un piccolo compressore che comprime il gas refrigerante (r600a) nella seprentina posta sul lato posteriore del frigorifero, il gas compresso si riscalda facendo riscaldare tutta la serpentina.
Alla fine di tale serpentina si trova una strozzatura (filo capillare) e dopo la strozzatura si trova (all'interno del frigo/congelatore) un tubo di diametro maggiore dove il gas viene fatto espandere raffreddandosi.
Infine il gas espanso viene riportato al compressore per riniziare il ciclo.
Questa immagine rappresenta quanto descritto:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/Frigorifero.jpg




Vano frigo statico vs ventilato, di cosa si tratta ?
Semplice, solitamente il vano frigo si raffredda in maniera statica, ovvero c'è una parete raffreddata dalla serpentina che, per convenzione, raffredda tutto il vano frigo.
Tale metodo, semplice, silenzioso e a basso consumo ha lo svantaggio di creare squilibri di temperatura tra i vari ripiani, sopratutto se in vetro, poichè il freddo non si distribuisce in maniera uniforme nel vano frigo.
Se ipotizziamo di riporre nel frigorifero un vassoio di cibo a temperatura ambiente vien da se che in quel ripiano la temperatura tenderà a salire.
Un frigo ventilato è dotato (a seconda del sistema utilizzato) di una ventola che movimenta l'aria all'interno del vano frigo uniformando meglio le temperature.
Lo svantaggio è il rumore prodotto dalla ventola, un consumo aggiuntivo, un componente che può guastarsi, un po' di spazio rubato al vano frigo ma... troppi paradisi non si possono avere !!!
Questa una immagine del concetto di ventilazione dei vani:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/Frigoriferoventilato.jpg




Vano Congelatore No Frost: di cosa si tratta ?
Devo ammettere che anche per me è stata una scoperta fare la conoscenza di questa tecnologia...
Nel vano frigo il problema condensa è praticamente inesistente, generalmente quel po' di ghiaccio da condensa che si forma sulla parete posteriore mentre il compressore è in funzione si scongela non appena il compressore si ferma e viene incanalato su una vaschetta posta sopra il compressore per evaporare non appena questo si riscalda quando torna in funzione.
Nel vano congelatore le cose sono più complicate poichè il ghiaccio da condensa non si scongela mai ma si accumula sempre più rendendo indispensabile l'operazione di scongelamento da fare manualmente di tanto in tanto.
Ma allora come mai il vecchio frigo No Frost in 10 anni non l'ho mai scongelato ???
Funziona così: in un vano isolato del congelatore c'è un radiatore (tipo quello della macchina, con alette + distaccate) che si ghiaccia quando il compressore è acceso, accumulando brina.
Poichè tale radiatore è termicamente isolato dal vano congelatore c'è una ventola che fa circolare l'aria raffreddata dal radiatore verso il vano congelatore uniformando la temperatura al suo interno.
Raggiunta la temperatura impostata il compressore si stacca, la ventola si ferma e viene attivata una resistenza da circa 150 W (tipo quella del forno) che scorre tra le alette del radiatore ormai pieno di brina: il calore prodotto da tale resistenza fa scioglere la brina accumulata e l'acqua viene anch'essa incanalata sulla vaschetta posta sopra il compressore.
La resistenza viene tenuta accesa lo stretto tempo necessario alla brina di scioglersi e, visto che il radiatore è termicamente isolato dal vano congelatore, il caldo prodotto non va a inficiare sulla temperatura del vano congelatore (almeno così dovrebbe essere).
Ovviamente tale tecnologia si porta dietro tutta una serie di problemi: più rumore (per la ventola), più consumo (per la resistenza che deve far scongelare la brina in un posto dove ci sono -20 gradi o meno...), componenti soggetti a notevoli sbalzi termici con maggiore possibilità di guasti, probabile temperatura del vano congelatore non costante, più componentistica con maggiore possibilità di guasti...
Tuttavia il rovescio della medaglia è l'avere un congelatore sempre privo di qualsiasi formazione di brina o ghiaccio per anni e anni senza alcun bisogno di noiose fasi di sbrinamento manuale.
Ecco una foto del radiatore del vano congelatore:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/NoFrost.jpg




Sistemi di raffredamento indipendenti con controlli temperatura separati: come funzionano ?
Anche questa è una chicca recente: avere e poter impostare temperature diverse per vano frigo e congelatore.
Fino a qualche anno fa esisteva una sola manopola (generalmente graduata da 1 a 5) che impostava la temperatura all'interno del vano frigo e congelatore.
Infatti il compressore una volta partito raffredda tutti e due gli scomparti senza alcuna possibilità di regolare la quantità di freddo lato frigo/congelatore.
Questo porta a degli scompensi, sopratutto d'estate, quando il frigo viene aperto più di frequente facendo accendere per lunghi periodi il compressore e abbassando la temperatura nel vano congelatore oltre il valore impostato.
Per ovviare a questa problematica in un primo momento si è fatto ricorso a frigoriferi dotati di doppio motore con circuiti refrigeranti separati (maggiore consumo, maggiore complessità, maggior costo), successivamente si è passati a convogliare in maniera controllata parte dell'aria nel vano congelatore verso il frigorifero (problemi di aria troppo secca nel vano frigo, odori da frigo a congelatore e viceversa), attualmente (come nel modello che ho acquistato) il frigorifero è dotato di una elettrovalvola che permette al gas di fluire solo nel vano congelatore o frigo o entrambi.
Con questa soluzione si ottengono i vantaggi del doppio motore a costi contenuti.
Ovviamente è un pezzo in più che può guastarsi ma... come dice Checco Zalone... nel 2017... ci sta !
Questa la piccola elettrovalvola che si occupa di decidere quale vano raffreddare:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/elettrovalvola.jpg




Temperatura vano congelatore, vano frigo: come va impostata ?
Trovandomi coi cibi che si guastavano ho indagato su tale aspetto: qual'è la temperatura giusta ?
In realtà anche su questo aspetto ho fatto nuove scoperte.
Nel vano frigo la temperatura generalmente ideale è quella di 4 °C.
Tale temperatura, tuttavia, non è identica in ogni parte del frigorifero !!! Infatti la temperatura di 4 °C è quella rilevata al centro del vano frigo, nell'incrocio delle 2 diagonali . Nei ripiani inferiori (sopra il cassetto della frutta) la temperatura è generalmente di 2 °C più bassa, nei ripiani superiori è di 2 °C più alta !
Nei cassetti della frutta, proprio per il fatto che sono "chiusi", la temperatura è di circa 4 °C più alta rispetto ai 4 °C impostati proprio per evitare l'effetto "cottura" che il freddo estremo produce su tali alimenti. Inoltre, nei cassetti è preservata l'umidità degli alimenti in essi contenuti che diversamente verrebbe alterata.
Per il vano congelatore valgono le stesse considerazioni tenendo presente che la temperatura ideale è generalmente di - 18 °C.
Le varie ventilazioni del vano congelatore/frigo tendono a ridurre questi sbalzi termici uniformando temperature e umidità.


Radiatore posteriore: quale geometria è migliore ?
Un'aspetto che ho notato nel cambio del frigocongelatore è la geometria della serpentina posta sul retro della macchina.
Nella macchina vecchia era disposta in verticale, ovvero in questo modo:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/SerpentinaVerticale.jpg


In pratica il tubo della serpentina viaggiava in verticale provocando un riscaldamento che andava da destra a sinistra.
Nella nuova macchina, invece, la serpentina è disposta in orizzontale, ovvero in questo modo:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/SerpentinaOrizzontale.jpg


In questo modo la parte più calda della serpentina si trova già verso la parte alta del frigorifero, migliorando, seppur di poco, l'efficienza della macchina.

Ora che abbiamo fatto un corposo accenno delle varie tecnologie passiamo ad analizzare possibili migliorie per un frigo da incasso... ma lo farò al prossimo post, ora devo andare !!!

Ah, quasi dimenticavo la cosa più importante: molte delle cose scritte e che scriverò sono preziose informazioni acquisite dal guru degli elettrodomestici, ovvero il nostro Ecologix !

To be continued...



Modificato da BellaEli - 05/05/2017, 14:12:58


---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3036

Stato:



Inviato il: 05/05/2017 20:05:22

Allora, vediamo di andare avanti con l'avventura...

La prima domanda è: è sicuro che il frigo vecchio si è guastato ? E' possibile ripararlo ? Perchè si è guastato ?

Difficile rispondere senza fare ipotesi, posso solo provare a ragionare per "logica".


Nelle varie analisi per la ricerca del guasto ho potuto constatare che:

1) La temperatura del vano frigo non scendeva mai sotto i 15 °C, anche con compressore acceso H24;

2) Non c'erano segni di deterioramento della tenuta isolante, delle guarnizioni o qualsiasi altro problema che poteva far scappar via il freddo;

3) La parete posteriore del vano frigo era, a tratti, appena fresca (quando nuovo si formavano goccioline di ghiaccio);

4) La serpentina nera sul lato posteriore esterno del frigorifero era praticamente a temperatura ambiente, segno che il compressore non vi comprimeva alcun gas all'interno;

5) Il compressore era acceso praticamente H24 (l'elettronica interna spegneva il compressore per 1 ora ogni 16 ore) ma la temperatura del vano frigo non scendeva;

6) La temperatura del congelatore era fissa a - 18 °C (Cosa strana considerando un funzionamento continuo del compressore);

7) Ogni tanto (tipo 5 minuti ogni 5 ore) la serpentina nera lato posteriore si intiepidiva, il rumore del compressore cambiava (come se comprimesse qualcosa) e la parete interna del vano frigo diventava fredda, per qualche cm2 addirittura si ghiacciava. Tale fenomeno si proponeva casualmente per tempi molto ristretti (massimo 5 minuti);

8) Compressore, serpentina e ogni altro componente del frigorifero era praticamente nuovo e immacolato, pochissime tracce di polvere;

9) Ho provato a svuotare e lasciare il frigorifero staccato e aperto per 3 giorni ma alla riaccensione si presentava la stessa situazione.



Ma allora cosa è successo ?
Una ipotesi probabile è che la maggior parte del gas del circuito refrigerante è fuoriuscito da qualche piccolissimo forellino.
Difficile dire da dove sia uscito e perchè il circuito si sia bucato in qualche punto... magari una semplice saldatura difettosa o magari gli sbalzi termici del No Frost hanno lesionato qualche tubicino...

In teoria potrei provare a ricaricare il gas tuttavia tale operazione ha un costo di circa 150 euro ma se non si conosce il motivo per cui è fuoriuscito ha senso caricarlo ? Ho ritenuto tale strada non praticabile...

C'è un'altra cosa che succede spesso nei frigoriferi: la serpentina posteriore (quella calda per intenderci) è posta in serie ad un tubicino che passa lungo tutto il bordo delle porte, per evitare che i bordi possano ghiacciarsi impedendo l'apertura delle porte. Su tale tubicino si forma condensa per gli sbalzi termici che col tempo tendono a ossidare/bucare il tubicino consentendo al gas di uscire.
Tale tubicino non è visibile a meno di non sezionare il frigorifero poichè è immerso nel materiale isolante del frigo.
Una possibilità è quella di escludere tale parte di circuito bypassandola ma per far ciò occorre, oltre che caricare il gas, aggingere la manodopera per le dovute saldature: insomma si spenderebbero soldi per un frigorifero con le porte che non si aprono e col dubbio che il forellino sia situato altrove !


Tutte queste motivazioni mi hanno indotto ad acquistare un frigorifero nuovo.

To be continued...



Modificato da BellaEli - 05/05/2017, 20:08:43


---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3036

Stato:



Inviato il: 05/05/2017 21:06:22

Un'informazione preziosa acquisita chiacchierando con Ecologix è che i frigoriferi da incasso si guastano molto più facilmente di quelli liberi !

Perchè ?
Probabilmente per 2 fattori principali: lo spessore ridotto degli isolanti e la mancanza di un'adeguata ventilazione per la serpentina posteriore costringono il compressore a rimanere acceso per molte più ore stressando ogni componente della macchina.

Ma allora come fare ???

Qui inizia la mia avventura...

Osserviamo questa immagine:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/frigo_incasso.png



Come potete notare il frigorifero è più piccolo rispetto al mobile di circa 2 cm per la larghezza e 0,8 cm per l'altezza.
Nel mio caso ho un avanzo di circa 4 mm lato destro 2 cm lato sinistro, 1 cm parte superiore, 2,5 cm quella inferiore.

Quindi torno torno al frigorifero c'è una bella intercapedine dove si creano fantastici flussi di aria che prendono il freddo (che inevitabilmente oltrepassa l'isolamento) e lo portano verso il pavimento creando spazio per aria calda proveniente da altre vie...
Bella stro....ta.... occorre rimediare !!!

Premetto che tutte le lavorazioni sono eseguite su un frigorifero nuovo, ancora in garanzia, quindi ogni modifica deve essere rigorosamente reversibile per far si che in caso di problemi posso usufruire della garanzia della macchina.

Intercapedine destra:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/sinistra.jpg



Questa è l'intercapedine destra (vista da dietro): parliamo di uno spessore di appena 4 mm !!!

Occorre fare spesa...

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/isolante.jpg



Tutto EPS (Polistirolo !), 2 pannelli da 4 mm, 2 da 7 mm e 2 da 20 mm.

Mettiamoci all'opera:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/sinistra1.jpg


Ecco il risultato dopo aver inserito 1 pannello da 4 mm (è un solo pannello, il secondo che si vede lato legno è solo una strisciolina di 3 cm messa per fare delle prove).
L'intercapedine non è perfetta poichè le pareti del frigo non sono perfette, le varie operazioni sono abbastanza complicate, occorre calma e pazienza per portare a termine i vari passaggi.
Di seguito un dettaglio per reinserire il blocchetto di legno di bloccaggio del frigo:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/sinistra2.jpg



Ora passiamo alla parte sinistra, 2 cm di intercapedine, prima e dopo:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/destra1.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/destra2.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/destra3.jpg



Parte superiore, 1,2 cm di spessore, prima e dopo:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/Sopra1.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/Sopra2.jpg



Infine ci resta da cercare di chiudere la parte inferiore, altri 2,5 cm circa (non ho fatto foto del lavoro finito):

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/sotto.jpg



Ora nella mia situazione potevo sfruttare un altro vantaggio: la colonna frigo insieme ad altre 2 colonne sono incassate in una nicchia di cartongesso e, per fortuna, la nicchia è più profonda dei mobili di circa 4 cm, quindi il mobile del frigo è distaccato dal muro di circa 4 cm.
Tale distanza mi permette di staccare la serpentina posteriore e di inserire un pannello di XPS da 3 cm, ecco come ho proceduto:

Staffa originale che sostiene la serpentina

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/staffa1.jpg



Staffa smontata e vite rimessa al suo posto

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/staffa2.jpg



Nuovo sostegno per la staffa allontanata di circa 5 cm dal fondo

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/staffa3.jpg



Ok, ora risolto il fissaggio della serpentina mi restava un altro problema da risolvere: l'intercapedine imperfetta, mi lasciava piccoli spazi tra frigo, pannello, legno: come risolvere ?
La soluzione è stata molto semplice ed efficace: nastro di alluminio utilizzato per le coibentazioni, tipo questo:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/nastro.jpg



Così ho iniziato a nastrare ogni fessura, rendendo l'accoppiamento frigo/cassone praticamente stagno !!!

Ecco qualche foto:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/nastro1.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/nastro2.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/nastro2_1.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/nastro4.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/nastro5.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/nastro6.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/nastro7.jpg



Infine illustro un sofisticatissimo metodo di bordatura/consolidamento dei bordi tagliato dei vari pannelli:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/bordi.jpg


http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/bordi1.jpg




Guardando questa foto (del vecchio frigo):

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/Frigo.jpg


si nota l'esiguo spessore del vano frigo di appena 3 cm: nel mio caso ho aumentato tale spessore di circa il 130%, ovvero ho aggiunto 4 cm di isolante su ogni lato !!!


Bene, con le lavorazioni sono arrivato a questo punto, vi aggiornerò man mano che vado avanti con i lavori !!!

Ovviamente l'isolamento è solo la prima parte del lavoro... successivamente dovrò affrontare la ventilazione forzata !!!

To be continued...



Modificato da BellaEli - 05/05/2017, 21:15:49


---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

maxxx1
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:727

Stato:



Inviato il: 05/05/2017 22:00:30

fai bene a pensare ad una ventilazione forzata perche la maggior parte di questi frigo soffre tremendamente il caldo e arrivano a rompersi i motori, isolandolo in quel modo hai sicuramente migliorato l'isolamento termico ma a discapito della circolazione d'aria che avrebbe sicuramente aiutato il frigo a raffreddarsi durante il funzionamento, una volta cè stato un mio cliente con un frigo a incasso seminuovo al quale in un estate particolarmente calda ho dovuto tirarlo fuori dal mobile perche il condensatore (serpentina nera) si infuocava tremendamente e il frigo non rendeva, vabbè quella era una serie di frigo nati male col condensatore sottodimensionato rispetto al frigo, comunque appoggio inpieno la tua idea della circolazione forzata altrimenti se appoggi in mobile alla parete rischi che il ricambio d'aria sia insufficente, coi frigo a libera istallazione questo problema non sussiste perche basta solo scostarli un po' dalla parete

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3499

Stato:



Inviato il: 05/05/2017 23:16:44

La ventilazione forzata potrebbe partire quando la serpentina del frigo raggiunge una certa temperatura oppure quando il compressore è in funzione.
sarebbe interessante fare una misurazione del consumo giornaliero del frigo con ventilazione forzata e senza per vedere in quale modo consuma meno.

 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:6894

Stato:



Inviato il: 05/05/2017 23:55:17

Gran lavorone ma ne vale sicuramente la pena, bravo.
Purtroppo lo spessore dei frigoriferi da incasso è un po' obbligato altrimenti avrebbero pochissimo spazio utile all'interno, vedi il congelatore, dove sono costretti ad aumentare si perde tantissimo spazio, noi dopo due sostituzioni in 30 anni abbiamo deciso per un esterno.



---------------
Inverter PIP4048MS, 15 pannelli 250W, 500A FIAMM 12FIT100

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3036

Stato:



Inviato il: 06/05/2017 04:10:48

CITAZIONE (inventoreinerba, 05/05/2017 23:16:44 ) Discussione.php?214604&1#MSG4

La ventilazione forzata potrebbe partire quando la serpentina del frigo raggiunge una certa temperatura oppure quando il compressore è in funzione.
sarebbe interessante fare una misurazione del consumo giornaliero del frigo con ventilazione forzata e senza per vedere in quale modo consuma meno.

Per la ventola spero di riuscirmi a collegare direttamente sui morsetti del compressore in modo che partano assieme senza complicarmi troppo la vita...

Si, le misurazioni sarebbero molto interessanti, senza coibentazione, con, senza /con ventilazione forzata, ma... ho il frigo smontato da 10 gg e il capo fa storie !

Elix



---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3499

Stato:



Inviato il: 06/05/2017 06:43:10

pensavo anche io di rendere più efficiente il frigorifero e ho pensato alcune cose.
io non ho il capo in casa ma soffro di pigrizia e non ho ancora fatto niente.
se non puoi/vuoi collegarti direttamente ai morsetti del compressore
potresti realizzare un relè amperometrico.
praticamente si toglie l'avvolgimento da un relè con bobina in ac e si
sostituisce con una bobina di filo smaltato in grado di portare 1A (1A è circa la corrente assorbita dal frigo quando è in funzione).con questo filo si fa una bobina delle stesse dimensioni di quella di prima o più grande. il relè così fatto ,posto in serie al frigo, si eccita quando il compressore è in funzione e avvia la fentilazione della serpentina.
Il vantaggio è che puoi lavorare sull'alimentazione del frigo (spina)
senza estrarre il frigo dalla sua sede e il capo non dovrebbe protestare.

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 06/05/2017 21:04:32

Altra miglioria applicabile, se possibile, è sfruttare tutto il vuoto sanitario che c'è tra a serpentina e la parete dove andrà posizionato il cassone del frigo.

Mi spiego meglio, la serpentina messa in verticale avrà la parte inferiore di una temperatura, la parte superiore sarà più calda in quanto messa in verticale una parte del calore che viene da sotto andrà a scaldare la parte superiore.

La parte superiore mettendola leggermente inclinata spostandola all'indietro prenderà aria più fresca.
L'angolo ideale sarebbe di 45° ma gli ingombri sarebbero spropositati.

Da questa discussione un post analogo LINK



Modificato da righetz - 06/05/2017, 21:09:47


---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3036

Stato:



Inviato il: 07/05/2017 01:48:34

E no... Questa cosa proprio non posso farla...

Oggi ho montato un pannello di XPS da circa 55 x 160 x 3 cm sulla parete posteriore dietro il frigo, tra serpentina e schienale: tra questo pannello e il muro ho appena 5 cm, quindi niente inclinazione !

Però ho fatto una cosa figa: ho smontato la ventola del no frost dal vecchio frigorifero: silenziosa, robusta, con un buon flusso d'aria, diametro 10 cm e consuma soli 4 Watt !!! Proprio quello che mi serviva...

In ogni caso, in questi giorni ho tenuto sott'occhio la macchina e:

1) Con la nuova coibentazione, se non aperto, il compressore si attiva per circa 15 minuti ogni minimo 3 ore. Certo, non è un caldo torrido estivo, ma il vecchio si attivava più spesso e di sicuro per molto, molto più tempo;

2) Non appena si apre una delle due porte, dopo qualche minuto parte il compressore: è incredibile quanta aria calda entra ad ogni apertura...

3) La serpentina nera dietro il frigo, anche nella parte alta più calda, non raggiunge i 40 °C.
Anzi, per come stacca presto il compressore la parte bassa non fa in tempo nemmeno a scaldarsi...
Tuttavia la prova va fatta d'estate con temperature interna di 30 ºC e col mobile vicino al muro, non a 50 cm come ora...

Ora viene la parte più complicata: devo fare il foro da 100 mm per la ventilazione forzata: devo attraversare circa 50 cm di cartongesso e altri 60 di tufo... Poi sono direttamente all'esterno dell'abitazione.

Vi terrò aggiornati...



Modificato da BellaEli - 07/05/2017, 02:02:23


---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:16054

Stato:



Inviato il: 07/05/2017 09:30:53

apprezzo il lavorone che hai fatto, ma....

io ero nelle tue stesse condizioni.
Frigo ad incasso del 96

quando l'ho sostituito, ho preso un signor frigone inverter A++

quelli ad incasso, non li considero più.
Al posto dell'incasso ho messo mensole per le bottiglie di vino....



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

Bolle

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:5729

Stato:



Inviato il: 08/05/2017 01:54:46

Non vorrei dir nulla...LINK...non so perchè ma ricordo che qualcuno che all'epoca mi prendeva anche in giro...



---------------
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3036

Stato:



Inviato il: 08/05/2017 14:57:02

Ora che ci penso mi sembra anche a me di ricordare un fantastico utente del forum che ti diede tanti buoni consigli... chissà se li darà anche a me...



---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3499

Stato:



Inviato il: 08/05/2017 15:57:07

se penso che un frigorifero perfettamente isolato consuma 0 (una volta raffreddato il motore non riparte più)
sono daccordo che possiamo fare qualcosa per isolarlo meglio, anche perchè i materiali isolanti non sono costosissimi.

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3036

Stato:



Inviato il: 08/05/2017 18:28:11

In realtà, mentre mi affaticavo a inserire il polistirolo nelle piccole intercapedini mi sono chiesto: chissà se sto facendo una cazzata poichè avrei potuto utilizzare prodotti diversi, tipo lana di roccia et simila che meglio si adattano alle intercapedini irregolari...

Volendo c'è pure l'aerogel ma in quel caso avrei speso quanto un altro frigorifero !

Elix



---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 
 InizioPagina
 

Pagine: (12)   [1]   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum