Se sei già registrato           oppure    

Orario: 21/03/2019 12:47:36  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Applicazioni E Realizzazioni Pratiche

VISUALIZZA L'ALBUM


Saldatrice a graffette per plastica
FinePagina

fly1971

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:492

Stato:



Inviato il: 14/10/2017 10:44:44

Un giorno mentre guardavo dei progetti di puntatrici fatte con il trasformatore di un micronde mi esce questa apparecchiatura

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/-staples-welding-machine-plastic-repair-kit-plastic-welder.jpg

Cerco più informazioni ed è una saldatrice che utilizza delle graffette che scaldandole esse penetrino nei pezzi di plastica da riparare o ripristinare dove si è rotto, la cosa mi interessava visto che in più occasioni mi sono ritrovato a riparare pezzi di plastica , con colle e rinforzi, il prezzo non è eccessivo diciamo che si trova sui 130-150€ ma l’inconveniente sono i ricambi delle graffette che te li fanno pagare , allora ho deciso di trovare un modo per costruirmela e utilizzare come graffette del filo di ferro o qualcosa di simile di facile reperibilitàe basso costo.
Da video dimostrativi si capiva che la saldatrice scalda la graffette con i 2 puntali, quindi c’è una corrente attraverso i puntali, sicuramente usa uno swicthing visto che c’è un regolatore di potenza , ma fare uno alimentatore swicthing è difficile da progettare allora ho pensato di usare lo stesso funzionamento di un saldatore elettrico istantaneo, in pratica all’interno c’è un trasformatore con il secondario fatto da un filamento spesso di rame che va ai puntali che scalda la punta.
Sulla filosofia costruirselo con il materiale a disposizione...... avevo un trasformatore di una 40w con gli avvolgimenti separati, quindi perfetto per il mio caso il passaggio successivo era dimensionare l’avvolgimento secondario a seconda delle resistenza delle graffette che volevo utilizzare e trovare un modo per poter regolare la potenza su un trasformatore cosa al quando complicata perché è un carico di tipo induttivo e non resistivo , quindi non potevo usare un semplice dimer o regolatori per motori a spazzole e qui ho chiesto aiuto al gruppo di Grix e uno del gruppo aveva costruito uno regolatore per saldatori istantaneo , perfetto per il mio caso, il circuito parzializza l’accensione del trasformatore quando è in fase con l’onda leggendo lo zero di fase, e si può regolare la % con un potenziometro.
Ci ho fatto qualche modifica per mia comodità con l’aiuto dell‘autore del progetto , ad esempio aggiungendo un secondo alimentatore che mi alimenta il circuito di controllo. E un led sul puntale in modo da avere una spia luminosa che il trasformatore di potenza funzioni regolarmente.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170504_180726.jpg
Nella foto si vede il trasformatore di potenza pilotato dal circuito di controllo e regolazione , il trasformatore piccolo che mi alimenta il circuito di controllo e il raddrizatore-condensatore per il led.

In pratica accendo l'apparecchiatura, il trasformatore di potenza viene alimentato solo quando premo il pulsante sul manico.
Il passo successivo è stato la scelta del materiale per fare le graffette e dimensionare il numero di avvolgimenti da fare al secondario per avere corrente suffciente a scadarlo , la scelta delle graffette è ricaduta su punte da puntatrici, erano perfette , sono in acciaio , diametro di circa 0,8 mm un pacchetto da 1000pz ,costano poco e si possono poter sagomare a proprio piacimento a questo punto ho fatto delle prove sul numero degli avvolgimenti e il filo da usare, ovviamente questo fattore è in funzione delle caratteristiche del trasformatore , cmq alla fine sul secondario , serve una tensione di circa 1V, ho usato un cavo da 2,5 mmq per questioni di spazio e numero di avvolgimenti.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170504_175438.jpg
Nella foto si vede l’avvolgimento secondario fatto con il filo spesso , il filo bianco e blu è l’avvolgimento che mi alimenta il led, in modo che lui si accende solo quando il trasformatore è alimentato.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20171014_005443.jpg
Le graffette, quelle centrali alcune sagomate per superfici piane, ma le posso sagomare a seconde delle mie esigenze , quelle di sx mi servono alla fine per lisciare le sbavature, prossima modifica sarà costruire una specie innesto su i puntali che non mi faccia gioco con la graffetta di finitura.
Per migliorare il lavoro ho adottato una soluzione nel punto di piegatura dove si spezza l’estremità delle graffette ineccesso le incido con la tronchesina, in modo che una volta annegata la graffetta la sua estremità la posso spezzare facilmente.

Il passo successivo era costruirsi il puntale per le graffette e li ho usato due bulloni in ottone , forati in cima con punte da un 1mm , fatti i fori per inserire le graffette in modo lineare , ortogonale o a 45° a seconda della posizione di lavoro, volevo fare i fori del diametro giusto per le graffette ma forare con punte di quel diametro è molto difficile e tendono a spezzarsi, cmq ho intenzione di fare delle prove su dei nuovi puntali con punte da 0,9mm. Anche qui fatto con materiale di recupero o oggetti di facile reperibilità, tra i puntali ho messo un led come spia che si accende quando il trasformatore di potenza è alimentato, in piu c’è il pulsante che mi alimenta il circuito di potenza , il coperchio del manico è fatto con un tubo di impianti elettrici, modificato a caldo in un listello di legno, anche di questo ne voglio fare un upgrade e farlo con la mia stampante 3D
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170504_174736.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170507_105828.jpg

Questo è il lavoro finale , con il potenziometro per regolare la potenza.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170506_112905.jpg

Il funzionamento : sagomo le graffette a seconda del punto da saldare , inserisco nei puntali premo il pulsante e aspetto che la graffetta si scalda e penetra , aspetto pochi secondi e poi sfilo dai puntali e spezzo le estremità esterne e dopo passo con una graffetta per lisciare le sbavature.
Un altro trucchetto che uso durante la riparazione e quello di mettere una goccia di colla ciano tra le due parti in modo da far combaciare perfetatmente la zona lesionata.

Questi sono stati i primi test , diciamo il battesimo di “fuoco”…..
Un anello di uno snodo di una scopa elettrica
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170427_110916.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170427_114127.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170427_120527.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170427_121954.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170427_122426.jpg

Un ripiano di un frigo
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170506_113051.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170506_115758.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170507_111014.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170507_111034.jpg

Un pezzo dell’oscillatore di un ventilatore .
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20170628_212902.jpg

In alcune foto si vede quella traccia di nero dove inserisco la graffetta, quel nero è dovuto al collante che tiene insieme le graffette, appena si scalda la graffetta brucia i residui di colla, ma basta strisciare la graffetta vicino ad un panno e quel nero va via.
La saldatrice mi funziona bene con plastica ABS o qualcosa simile , con plastica simile al nylon serve più tempo a far annegare le graffette verificato con un pezzo di uan vaschetta diuno scaico di bagno, l’unico neo è che devo aspettare una 10 ina di secondi per scaldare bene la graffetta per farla annegare nella plastica , questo è dovuto al mio trasformatore non perché 40w siano pochi , ma semplicemente qualche altro avvolgimento in più mi faceva scaldare la graffetta in modo più veloce, ma purtroppo nella bobina del secondario non potevo inserire ulteriore avvolgimento , ma al momento avevo questo trasformatore in futuro magari faremo un upgrade del trasformatore .
Nei prossimi giorni farò delle prove su un paraurti di una auto, ha subito un tamponamento e vediamo se si ripristina evitando di comprarlo nuovo.
Spero che il mio articolo vi sia piaciuto.



Modificato da fly1971 - 14/10/2017, 11:04:28
 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3440

Stato:



Inviato il: 14/10/2017 16:15:11

piaciuto.
originale e mai visto.
complimenti per la cura nella realizzazione dei particolari.

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4223

Stato:



Inviato il: 17/10/2017 21:11:40

Grande fly1971, bellissima realizzazione.

Una riparazione molto simile l'ho fatta anch'io molti anni fa.
Il sistema da me utilizzato era molto più grezzo.
Dopo una caduta in motocicletta, oltre alle varie ammaccature alle mie povere ossa, ho rotto il blocco accensione sul cruscotto.
Il supporto era in plastica e per ripararlo mi è venuto in mente proprio il sistema dei punti che mi hanno messo in pronto soccorso.

Ho utilizzato del filo di ferro scaldato sul fornello a gas e lentamente ho "ricucito" la parte danneggiata..... dopo quasi 25 anni la motocicletta gira ancora con il pezzo attaccato con quel sistema.

Se all'epoca avessi avuto una macchinetta come la tua mi sarei risparmiato parecchi "gocce di sudore"



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

fly1971

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:492

Stato:



Inviato il: 18/10/2017 19:34:28

grazie Righetz
oggi altro intervento, pezzo di una macchina da cucire risaldato , si era rotto su un lato tra foro e asola di serraggio, pezzo difficile da reperire , nei prossimi giorni avrò conferma se il pezzo regge
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/20171018_191518.jpg

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4223

Stato:



Inviato il: 18/10/2017 21:08:17


CITAZIONE

nei prossimi giorni avrò conferma se il pezzo regge


Se non deve reggere sollecitazioni gravose non dovrebbe aver problemi. Sembra fatto di nylon.

Con la stampante 3d ne realizzi quanti ne vuoi



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:15879

Stato:



Inviato il: 18/10/2017 23:07:47

ottimo lavoro, fly



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

fly1971

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:492

Stato:



Inviato il: 19/10/2017 16:10:51

La signora... è pronta da un sacco di tempo devo fare solo le ultime regolazioni e sul fine corsa nella posizione di Z=0 e fare un fine-corsa con regolazione a vite.
Purtroppo tra impegni e idee chemi girano sempre in testa non riesco a ritagliarmi un po di tempo per i settaggi finali.
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/S/stampante-3D.jpg

 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum