Se sei già registrato           oppure    

Orario: 20/11/2019 15:56:45  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Impianti riscaldamento, canne fumarie ed altro


Impianto di riscaldamento elettrico con termosifoni, Riscaldare una casa con la corrente elettrica
FinePagina

The Battery

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:336

Stato:



Inviato il: 02/07/2018 23:34:38

Salve a tutti!
Premetto che ancora non devo organizzare niente, ma vorrei raccogliere idee

Avendo un casa di 30-35 anni fa e volendo sostituire la caldaia a gpl (o metano) con qualcosa di elettrico ma continuando ad utilizzare i termosifoni, secondo voi che possibilità ci sono?
Considerando di avere sul tetto dei pannelli fotovoltaici secondo voi c'è qualcosa di più conveniente di pellet/legna/gpl/metano? Lo so che molti di voi risponderebbero: "PDC aria-aria" , ma se si volesse scaldare una casa su due piani di 120-150mq per piano (totale 250-300mq) e volendo usare i termosifoni (quindi non impianto a pavimento) ci sono alternative convenienti che sfuttano l'energia elettrica? (es: caldaia elettrica, PDC aria-acqua...)


PS: SE RITENETE CHE QUESTO POST SI TROVI IN UNA SEZIONE SBAGLIATA SPOSTATELO IN QUELLA SECONDO VOI PIU' APPROPRIATA



---------------
Impianto fotovoltaico 4kwp
Impianto solare termico da 5mq + boiler 300 litri
Climatizzatori PDC: trial split

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3211

Stato:



Inviato il: 03/07/2018 06:59:38

Ciao the battery per prima cosa per riscaldare discretamente casa tua avrai una caldaia da 28 kw, quindi se la volessi riscaldare con un boiler con una resistenza dovresti avere a disposizione 28kwh di energia elettrica quindi inimmaginabile, la pdc aria acqua potrebbe essere un alternativa ma dovresti sostituire i termosifoni con dei fan coil ma dovresti avere una giusta sezione dei tubi che devono essere superiori a quelli dei termosifoni (esempio se sono di rame dovrebbero essere da 14 ma solitamente nei termosifoni sono da 12).



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3211

Stato:



Inviato il: 03/07/2018 07:30:44

Dovresti avere dei tubi di sezione maggiore perché la pdc non ha un elevato deltaT quindi per avere una buona efficienza riscalda l acqua per esempio di 20 30 gradi quindi acqua in ingresso 15 gradi uscita 40 gradi allora naturalmente per scambiare più calorie possibili ha di bisogno una grande portata di acqua. Comunque hai una casa enorme capisco che per riscaldarla ci vuole un patrimonio ma i pannelli che hai sono pochini potresti riscaldare un paio di stanza con dei condizionatori, ma aspetta vediamo gli altri che ne pensano.



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 

gruppo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:892

Stato:



Inviato il: 12/11/2018 17:03:38

ciao certo che è possibile dovresti prima però verificare se ti sono sufficenti 50°C medi dei termosifoni per avere sufficentemente caldo.
misuri la temperatura del termosifone in alto e in basso sommi le due temperature e dividi per 2
esempio:
se tu hai 65°C in ingresso e 35°C sul ritorno la tua temperatura media
è 65+35=100 diviso 2 = 50.
ecco con la PDC dovrai permettere un flusso tale da avere solo 5°C di delta tra andata e ritorno solo con un delta prossimo a 5°C potrai ottenere dei cop decenti a quelle temperature.
la spesa si avvicinerà a quella del pellet.
l'impianto pdc più bassa è la temperatura più è performante il COP quindi dovrà stare acceso24 ore in climatica. cioè ci sarà una sonda esterna che rileva la temperatura e regolerà la temperatura mandata in base a questo.
orientativamente con una buona gestione dovresti riuscire a raggiungere un cop stagionale intorno al 3, se le temperature sono sotto 0 o prossime allo zero anche nei periodi più miti dell'inverno (insomma se stai al polo nord) il COP indicato prima diventa 2 stagionale ed in questo caso senza impianto fotovoltaico spenderesti di più del pellet ma meno del gpl.
l'ideale sarebbe installare un impianto fotovoltaico in SSP allora anche un cop di 2 diventerebbe vantaggioso in quanto l'energia in più invece che 16 centesimi al kWh verrebbe pagata non più di 8 con conguaglio SSP
questa è un analisi a palmi quindi per dei contegi corretti ci vorrebbero molti più dati esempio oltre il grado di coibentazione della casa anche i gradi giorno della posizione geografica



Modificato da gruppo - 12/11/2018, 17:08:11
 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:16439

Stato:



Inviato il: 12/11/2018 23:13:04

tutto è possibile

io scaldo casa di 100m2 con 1kg/h di cippatino (4,5kw/kg)

radiatori maggiorati e acqua caldaia a 55º

se metti i radiatori a bassa temperatura, fatti per PDC , non credo avrai problemi se sei coibentato



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

RAUNARDE
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1128

Stato:



Inviato il: 24/01/2019 10:39:08

dipende tutto dalla coibentazione della casa, se è anni 70/80 non hai coibentazione.
Se hai fatto il cappotto allora con un geotermico potresti farcela, ma devi cambiare caloriferi come suggerisce Biomass, se hai quelli in ghisa, non riesci a fare nulla.

La cosa migliore è far venire un termotecnico e far fare un preventivo.
Per il geotermico, dipende anche se hai falde a poca profondità o meno.
Poi dovresti anche dire dove abiti, se in sicilia zona mare o se in valdaosta a 1500slm, cambia completamente il fabbisogno energetico

 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum