Se sei già registrato           oppure    

Orario: 12/11/2019 10:11:18  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Vetrina

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (3)   1   [2]   3    (Ultimo Msg)


progetto circuito
FinePagina

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:944

Stato:



Inviato il: 15/03/2019 12:38:58

CITAZIONE (sonico, 15/03/2019 09:30:14 ) Discussione.php?215599&1#MSG14

Ok.
A me farebbe molta voglia sperimentare questo sistema, non è super economico ma con 150/200€ si farebbe un BMS con bilanciamento attivo, diagnostica coi fiocchi e miglioramento del rendimento della batteria (anche se qualche elemento della serie è più rovinato rispetto agli altri).
Il problema è, come sempre, il tempo da dedicarci...



pienamente d'accordo, ma :

il gioco vale la candela?

cioè bilanciare attivamente costa, rispetto al passivo.

Dopo quanti kwh bruciati rientri della maggior spesa?

indicativamente su 8S costa di materiali 200€ (quanto costa di R&D?)
(sono in contatto con un gruppo che sta sviluppando una cosa simile, ma il costo al cliente è maggiore della mera componentistica)

200€ a 20cents al kwh sono = 2000/0.2 = 10000kwh
ora bilanciare 10000kwh in un buon pacco è praticamente impossibile.

(certo è stupido bruciare su resistenza/mosfet l'energia in eccesso, piuttosto sarebbe intelligente usare questa energia per farci altro, ma come sempre più la cosa è complessa più si guasta)

Un oggetto piuttosto semplice che apre / chiude la resistenza quando necessario, è semplice/economico e con poca componentistica (leggi minor tasso di guasto)

Manca solo il bms che "sia collegato" magari anche ai bilanciatori 1S e che intervenga per : temperatura - overvoltaggio - undervoltaggio.


Esiste un progetto DIY pronto e funzionante (stuart pittaway su github)
solo che ho la capacità di saldatura di componentistica non è il mio forte.


Forse ho trovato una cineseria anche per quello. attendo arrivi con il piccione viaggiatore. (24v 30A max di interruzione - ma sempre considerando il mio obiettivo di prelevare max 10A)



Modificato da emuland - 15/03/2019, 12:42:04
 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:944

Stato:



Inviato il: 15/03/2019 12:47:43

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/T/Cattura_5.PNG

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/T/cattura2.PNG

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/T/cattura3.PNG

questi schemi li ho recuperati qui :

http://www.webalice.it/crapellavittorio/electronic/of_volt.htm



Immagine Allegata: Cattura.PNG
 
ForumEA/T/Cattura_6.PNG

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3547

Stato:



Inviato il: 15/03/2019 18:11:29

casualmente anche io in questo momento sto pensando ad un BMS fai da te.
ho appena comperato 10 power bank da 7500mah (in offerta a 10€ ciascuno ) per una delle solite biciclette elettriche.

ciascun power bank contiene 3 celle 18650 in parallelo, mettendo in serie 9 celle abbiamo 36v che è appunto la tensione richiesta dalla bicicletta. Ora resta il problema bms.

ciascun power bank ha un circuitino per la carica e scarica .una micro usb per la ricarica e 2 usb per la scarica.la micro usb per la carica va bene, ma la usb per la scarica dà poca corrente (2A).Quindi penserei di fare così: metto in serie tutte le celle con un filo. per la carica attacco un caricatore a ciascun power bank (sono in vendita ad 1€ ,ciascuno)collego in comune la 220v dei caricatori.I caricatori rimarranno sempre collegati e resteranno dentro la vecchia scatola delle batterie al piombo (le bat. al piombo sono state sloggiate)
all'uscita usb di ciascun power bank collego il fotodiodo di un fotoaccoppiatore in modo che quando un power bank si scarica ,essendo l'uscita di tutti i fotoaccoppiatori in serie, un relè interrompe l'erogazione di corrente di tutta la serie.

si capisce per caso qualcosa?

il bello sarebbe che la stessa cosa si può fare utilizzando invece del circuitino del mio power bank il circuito di ricarica per batterie al litio comunemente in vendita su ebay a prezzo modico.
questi circuiti per ricarica delle litio hanno già impostati i livelli di tensione giusti per il cut-off di scarica e per quello di ricarica.

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3547

Stato:



Inviato il: 15/03/2019 18:32:54

posto la foto dei power bank, uno ancora inscatolato , uno per mostrare quello che c'è dentro .La porta micro usb non si vede bene, ma è al centro sotto e in mezzo alle due porte usb.
le batterie al litio sono da 2500mah ciascuna e sono made in cina.
alla prima scarica (dopo ricarica completa) il power bank da circa 4000mah, alla seconda scarica (dopo ricarica completa) dà 5500mah.
quindi è vero che le batterie da nuove non sono al 100% della loro capacità.
i mah di scarica sono misurati abbastanza precisamente perché quando faccio la misurazione la corrente passa attraverso 2 misuratori in serie,ed essi concordano fra di loro. 1 è un misuratore di mah usb che avevo già usato per misurare le capacità delle pile AA Duracell,l'altro è un circuitino cinese per la misurazione della scarica delle batterie.
(posterò le foto)

da notare che i mah erogati dalle batterie non sono esattamente gli stessi di quelli da me misurati alla porta usb perché c'è di mezzo un piccolo step-up trasformatore di corrente



Immagine Allegata: SDC10013.JPG
 
ForumEA/T/SDC10013.JPG

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3547

Stato:



Inviato il: 15/03/2019 18:44:28

questi i 2 misuratori di mah in serie.
il misuratore usb non richiede alimentazione ,invece il circuitino cinese (si chiama HV-586) è alimentato attraverso usb dall'alimentatorino bianco. il circuitino ha collegate 2 resistenze da 5,1 ohm che determinano la corrente di scarico.



Immagine Allegata: SDC10014.JPG
 
ForumEA/T/SDC10014.JPG

 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:944

Stato:



Inviato il: 15/03/2019 20:17:32

CITAZIONE (inventoreinerba, 15/03/2019 18:11:29 ) Discussione.php?215599&2#MSG17

casualmente anche io in questo momento sto pensando ad un BMS fai da te.
ho appena comperato 10 power bank da 7500mah (in offerta a 10€ ciascuno ) per una delle solite biciclette elettriche.

ciascun power bank contiene 3 celle 18650 in parallelo, mettendo in serie 9 celle abbiamo 36v che è appunto la tensione richiesta dalla bicicletta. Ora resta il problema bms.

ciascun power bank ha un circuitino per la carica e scarica .una micro usb per la ricarica e 2 usb per la scarica.la micro usb per la carica va bene, ma la usb per la scarica dà poca corrente (2A).Quindi penserei di fare così: metto in serie tutte le celle con un filo. per la carica attacco un caricatore a ciascun power bank (sono in vendita ad 1€ ,ciascuno)collego in comune la 220v dei caricatori.I caricatori rimarranno sempre collegati e resteranno dentro la vecchia scatola delle batterie al piombo (le bat. al piombo sono state sloggiate)
all'uscita usb di ciascun power bank collego il fotodiodo di un fotoaccoppiatore in modo che quando un power bank si scarica ,essendo l'uscita di tutti i fotoaccoppiatori in serie, un relè interrompe l'erogazione di corrente di tutta la serie.

si capisce per caso qualcosa?

il bello sarebbe che la stessa cosa si può fare utilizzando invece del circuitino del mio power bank il circuito di ricarica per batterie al litio comunemente in vendita su ebay a prezzo modico.
questi circuiti per ricarica delle litio hanno già impostati i livelli di tensione giusti per il cut-off di scarica e per quello di ricarica.


riguardo al metterle in serie così non sono troppo sicuro....

riguardo alle 9 celle 36v ti sbagli.

per avere un pacco 36v li in ti servono 10celle.

il conto si fa con i volt nominali non di picco.

 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:944

Stato:



Inviato il: 16/03/2019 07:05:39

tornando OT :

il "meno" di ogni pacco va isolato dagli altri?

mi sorge il dubbio che ollegandoli così ogni serie possa cortocircuitati con la successiva

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3547

Stato:



Inviato il: 16/03/2019 16:59:42

collegando il + col - di ogni cella non si cortocircuita niente.
gli alimentatori sulla micro usb sono isolati gli uni dagli altri e anche i fotoaccoppiatori che rivelano la tensione su ogni usb sono isolati.

comunque valuterò anche se comperare un bel bms.

per il numero di celle da utilizzare, siccome in origine la bicicletta aveva 3 batterie al piombo, mi interessa che non vengano superati i 13x3= 39v siccome il regolatore carica le celle a 4,18v, con 9 celle ottengo 37,72v che vanno bene . invece con 10 celle avrei 41,8v che sono troppi. Comunque il numero delle celle è l'ultimo dei miei problemi.

 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:944

Stato:



Inviato il: 16/03/2019 21:49:59

inventore io mi riferisco a quei bilanciatori che wvete proposto come alternativa bal circuiti

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3547

Stato:



Inviato il: 17/03/2019 10:03:08

si può fare un bms utilizzando caricatori tipo questi.
occorrere poi aggiungere un relè per staccare la serie quando una batt litio ha un'uscita bassa.



Immagine Allegata: modulo caricabat.JPG
 
ForumEA/T/modulo caricabat.JPG

 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:944

Stato:



Inviato il: 17/03/2019 12:16:27

inventore si, ma per 300 cariche.
quel coso carica a 4.2v e stacca a 2.7v

oltre a caricare ad 1A

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3547

Stato:



Inviato il: 17/03/2019 12:53:07

quel coso è sicuramente più preciso e meglio progettato di quello che puoi fare tu

 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:944

Stato:



Inviato il: 17/03/2019 13:32:45

quel coso non fa quello che voglio fare io.

ora rileggo quello che ho scritto.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/T/circuito.jpg


ok, secondo me è chiaro cosa voglio fare, se non lo fosse chiedete chiarimenti.

NON è un BMS ma un bilanciatore passivo



Modificato da emuland - 17/03/2019, 14:37:07
 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:944

Stato:



Inviato il: 18/03/2019 07:35:59

se ho capito bene il.circuito dello stacca batterie linkato. ha negativo alimentazione in ingresso e batteria comuni. impedendomi il parallelo di più dispositivi... devo capire se e come isolare

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3194

Stato:



Inviato il: 20/03/2019 11:31:26

Emuland il circuito che ho postato ha un alimentazione separata, penso proprio che anche il negativo non sia in comune con la parte del circuito che rileva la tensione della batteria.



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 
 InizioPagina
 

Pagine: (3)   1   [2]   3    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum