Se sei già registrato           oppure    

Orario: 19/11/2019 22:58:50  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Solare Fotovoltaico

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (3)   1   [2]   3    (Ultimo Msg)


Fotovoltaico mod. PIDOCCHIETTO, Come da titolo un aiuto per ridurre la bolletta...
FinePagina

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:616

Stato:



Inviato il: 13/06/2019 17:35:37

Ma cosa vi siete messi in testa? Mica sono questo...Faccine/Smileys_0157.gif

Ricapitombolando... la mia idea sarebbe questa:

Sole-->Pannelli-->Regolatore-->Accumulatori-->Inverter-->Clima(fresco/caldo)

Il funzionamento dovrebbe avvenire secondo il predetto ciclo.
Ovvero il sole sorge e inonda i miei pannelli con la sua benefica radiazione...
I pannelli si elettrizzano e cominciano a solleticare il PWM che riversa fiumi di impazienti elettroni nelle batterie.
L'inverter che dotato di "low voltage shutdown" si era addormentato la sera prima SPERO si risveglia, inonda il "clima" che altrettanto SPERO si risvegli e (se ho commutato il funzionamento correttamente) d'inverno inondi la casa col suo tepore e d'estate ci regali la freschezza di una mattinata montana.

http://thumbs2.imagebam.com/92/fe/79/9aee321250139994.jpg

Il regolatore mi piacerebbe proprio modello "muletto" funzia e basta! Al massimo sono tollerati pochi led...
REGOLATORE "MULETTO"]

L'inverter (pure lui modello "muletto") dovrebbe svolgere il suo compito senza tante fisime...
POWER INVERTER DA CAMIONISTA

Mi sono rivolto a voi perche' ormai sti benedetti sistemi hanno microprocessori ovunque. Poi non capiscono a che servano i vari "firmware" se alla fine della fiera ci si fanno sempre le stesse cose e poi voglio proprio vedere l'utente comune quando mai si azzarda a fare gli aggiornamenti... Ora sto scrivendo da WIN-XP SP3 perche' il WIN10 e' una disperazione non e' meglio di XP e mi ha tormentato troppo con i suoi aggiornamenti in avvio o in chiusura.
Cerco apparati semplici senza complicazioni cervellotiche che pero' mi fanno guadagnare qualche decimo di redimento.
Ho la sindrome del Vecchio Programmatore! Quando si programmava direttamente in ASSEMBLY. In fin dei conti per lo sbarco sulla Luna usarono un elaboratore basato su una unità di calcolo da 2 MHz di velocità di clock, di 2 Kilowords di memoria RAM e di una trentina abbondante di Kwords di memoria ROM che conteneva dati e programmi.
Speriamo bene...



Modificato da lupocattivo - 13/06/2019, 17:40:47
 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3210

Stato:



Inviato il: 13/06/2019 17:52:06

Allora per prima cosa l inverter per alimentare dei motori 'dovrebbe' essere ad onda sinusoidale pura, perché gli onda quadra non vanno d accordo con i motori e poi la loro potenza deve essere il triplo di quella della utilizzatore nel caso dei motori, perché in fase di accensione hanno bisogno il triplo di potenza (800w di clima e 2400w di Inverter) altrimenti puoi prendere un'inverter lf con trasformatore toroidale e in questo caso 'forse' il doppio ti basta LINK
Riguardo il regolatore se scegli un impianto a 24v va bene un pwm ma se scegli un impianto a 12v meglio un mppt, altrimenti dovresti prendere pannelli a 12v i quali sono più cari di quelli a 24v. Ma a questo punto meglio un Pip 2424 e con un unico prodotto ti levi il pensiero e hai la possibilità di settare tutte le soglie che vuoi e far intervenire enel in caso di bisogno.



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3210

Stato:



Inviato il: 13/06/2019 17:56:57

Ma a questo punto interviene il dimensionamento della impianto, considera che un pannello in estate produce 4 volte la sua potenza di picco (un pannello da 250w in estate produce 1000w) invece in inverno produce il doppio, sole permettendo e ben orientato,quindi fai un po' i calcoli e dimensional bene il tutto, anche se io per alimentare solo il clima preferirei l inverter che ti ho postato prima, senza batterie e che media il bisogno con la rete.



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:616

Stato:



Inviato il: 13/06/2019 19:08:08

CITAZIONE (AlessandroT, 13/06/2019 17:52:06 ) Discussione.php?215705&2#MSG16



...onda sinusoidale pura

...in fase di accensione hanno bisogno il triplo di potenza (800w di clima e 2400w di Inverter)

Riguardo il regolatore se scegli un impianto a 24v...



1° PURE SINE WAWE e' imperativo non si discute e ti diro' che sono pignoletto e non mi accontento mai della descrizione dei siti "vendenti" spesso se vai a ravanare i modelli da poco prezzo scopri che tra le varie scritte pure in cinese da qualche parte scrivono "Sine Wawe modified" e la fregatura sta proprio li!

2° Il mio "frescolin MARIANI" riporta questi dati di targa:

http://thumbs2.imagebam.com/8a/7f/f2/1dd5631250164474.jpg

Gli altri tipi se sono i cari e fedeli "ON/OF" montano un banale asincrono monofase e allora la I-avviamento al crescere delle potenze e' persino minore della I-nominale; vedi tabella sotto.

http://thumbs2.imagebam.com/c7/47/b7/35097e1250164484.jpg

GUARDA A PAGINA 3

Forse gli assorbimenti che mi hai citato sono quelli dei tipi ad inverter . Forse e' anche per questo che li detesto; consumano di piu' ma dicono di consumare meno... Da qualche parte ho letto e se lo ritrovo lo posto che alcune ditte costruttrici, messe alle strette, sono state costrette ad ammettere che si risparmia, solo se la macchina resta accesa dalle 6 alle 8 ore continuative. Non vorrei dire una stupidaggine, quindi verifichero'.

3° Magari anche 48 se potessi... Sono un elettrotecnico, ma con il pallino dell'elettronica, in piu' il mio nipotino ha da poco conseguito la laurea magistrale in elettronica e il primo "saldatore a stagno" glielo regalai io (per la disperazione di mia sorella). Certo che voi pero' con tutte queste sigle da "addetti ai lavori" mi fate fare maratone googlesi per arrivare a capire di che cavolo parlate. Comunque non disdegno leggere ed imparare.

Grazie per le dritte.
PS: ho rispolverato un vecchio UPS un "APC Smart2000"
LINK il mio e' parecchio vecchio, ma l'ho riesumato e fatto funzionare con quattro batterie avviamento da 55 Ah , pero' l'unica modifica che gli ho fatto e' stato dissaldare il "buzzer" dell'allarme. Per il resto e' un "Pure Sine Wave" e mi dispiace non utilizzarlo.



Modificato da lupocattivo - 13/06/2019, 19:13:35
 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7364

Stato:



Inviato il: 13/06/2019 20:23:04

Due pannelli da 250W a Giugno orientati a zero Sud e azimut 55° ti possono dare 500W forse dalle 11 alle 13, orientati ad Est max 400W dalle 9 alle 11, o a Ovest dalle 13 alle 15 e li devi abbassare a 45°
Devi aumentare i pannelli per 800W di clima e se metti tutto il carico sulle batterie 800/24=33A ti servono 300A di batterie



---------------
Inverter PIP4048MS, 15 pannelli 250W, 500A FIAMM 12FIT100

 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:616

Stato:



Inviato il: 13/06/2019 20:55:32

CITAZIONE (Claudio, 13/06/2019 20:23:04 ) Discussione.php?215705&2#MSG19

Due pannelli da 250W a Giugno orientati a zero Sud e azimut 55° ti possono dare 500W forse dalle 11 alle 13, orientati ad Est max 400W dalle 9 alle 11, o a Ovest dalle 13 alle 15 e li devi abbassare a 45°
Devi aumentare i pannelli per 800W di clima e se metti tutto il carico sulle batterie 800/24=33A ti servono 300A di batterie


Pero' devo salire sul tetto e non mi attira indossare imbrago e assicurare il "tiro" di corda per squagliarmi come una candela a meno di non indossare caschetto con lampada frontale e andarci di notte... .

Ottime le info per gli orientamenti, ma avevo gia previsto di fare una pre-installazione sulla parete esposta ad EST ed ho anche dato un'occhiata a ELIOFANIA NELLA MIA ZONA

Ho anche stimato un "ciclo di lavoro" (Duty Cycle) di 50% ON e 50% OFF quindi dei 300 della tua stima, potrei supporre che 150 basterebbero. In pratica ai pannelli verrebbe richiesto il 50% dell'energia necessaria ecco spiegata la scelta di inverter "tamponato" piuttosto che in "presa diretta" dai pannelli.

Diciamo che potrebbe essere un'installazione "pilota" anche per controllare se poi dovro' proprio salire sul tetto. Tieni conto che la copertura e' di un sospetto materiale ondulato e grigetto... Un tipino che prima di farlo "sfarfallare" ci penso 200mila volte. Del resto quando la "bottega" mi costrinse a comperare l'immobile pena lo sfratto feci visita all'ARPAV, ma non ci fu verso di ottenere nulla... Mi dissero: "Basta lasciarlo stare e non succede nulla"Faccine/ranting2.gif.

Pensavo che una volta terminato di pagare il mutuo per l'acquisto potevo fare "tabula rasa" e installare un sistema "integrato" oppure meglio ricoprire il "malefico" sopra e sotto; cosa che in pratica si chiama "sequestro" e che inglobando il pericolo in un "sandwich" inertizzante offre sicurezza totale e nel contempo aggiungo io mi migliorerebbe di parecchio l'isolamento termico e mi permetterebbe in contemporanea di predisporre il sistema di supporto ai pannelli FV.



Modificato da lupocattivo - 13/06/2019, 20:58:33
 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7364

Stato:



Inviato il: 13/06/2019 23:32:34

CITAZIONE (lupocattivo, 13/06/2019 20:55:32 ) Discussione.php?215705&2#MSG20



Ho anche stimato un "ciclo di lavoro" (Duty Cycle) di 50% ON e 50% OFF quindi dei 300 della tua stima, potrei supporre che 150 basterebbero. In pratica ai pannelli verrebbe richiesto il 50% dell'energia necessaria ecco spiegata la scelta di inverter "tamponato" piuttosto che in "presa diretta" dai pannelli.


lupocattivo il consumo in Kwh sarà si il 50% con la storia del ON/OFF se in un'ora sta acceso 30 minuti consuma 400W ma con 150W di pannelli il clima da 800W non si accende, gli altri 650W dove li prendi, dalle batterie no perché non riesci a caricare, o carichi o usi.

Io ti consiglio un PIP della serie GK che media con la rete ciò che manca ai pannelli, ma ti servono almeno 300V dai pannelli e può funzionare anche senza batterie.

LINK

Sito ufficiale MppSolar

LINK

Per raggiungere i 300V con pochi pannelli puoi cercare dei pannelli amorfi che hanno tensioni doppie rispetto ai poli, tipo questi che rendono anche di più, dato l'orientamento non proprio ottimale a Sud.

LINK

Ne metti 5 per totali 250W e quasi 400V di VOC e sei a posto, limiti la spesa e non metti batterie godendoti tutto quello che ti può dare il sole, se ne manca prende dalla rete come adesso.



Modificato da Claudio - 13/06/2019, 23:51:14


---------------
Inverter PIP4048MS, 15 pannelli 250W, 500A FIAMM 12FIT100

 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:954

Stato:



Inviato il: 14/06/2019 06:53:35

so che una volta.rimuoverr l.amianto e mettere pannelli aveva un beneficio fiscale.

 

Riccardo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1854

Stato:



Inviato il: 14/06/2019 08:24:00

3 Pannelli LINK



Modificato da Riccardo - 14/06/2019, 08:27:48


---------------
6 Pannelli Q.CELLS Q.PEAK-G3 270W Mono
3 Pannelli Q.CELLS Q.PEAK-G3 285W Mono
4 Pannelli SHARP NA-E130L 130W Amorfo
5 Pannelli Solar Frontier SF170 CIS
1 Pannello Caihong Technology SL220-20M300
Inverter Axpert Plus Duo 5K
Inverter GTIL1000
Regolatore di carica 2xWRM30
Batterie:1080Ah AGM in 8 banchi
Boiler Ferroli 30l 1500w
Boiler Ariston 80l 1200w

 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7364

Stato:



Inviato il: 14/06/2019 10:11:22

Ottimo 465W a 330V, è già la metà di 800W e gli altri 400W da Enel e hai già un risparmio del 50% senza l'onere delle batterie.



---------------
Inverter PIP4048MS, 15 pannelli 250W, 500A FIAMM 12FIT100

 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:616

Stato:



Inviato il: 14/06/2019 20:38:27

Fatemi capire dove sbaglio o dove la matematica non vale piu'.

DATI DI BASE:

Potenza nominale in (raffreddamento) = 750W (845 transitorio di avviamento)
2 accumulatori (batterie auto) da 12V 55Ah --> 660Wh * 2 = 1320Wh accumulo in carica
Se 85% prelevabile --> consideriamo prelievo massimo in scarica 1122Wh
Tempo di autonomia (1122/750=1,496) prendo per buono 1ora e 30' di autonomia
Potenza pannelli 200W * 2 pannelli = 400W

Il sistema potra' funzionare con due possibili stati di partenza:
1 - Batterie cariche a inizio soleggiamento
2 - Batterie scariche a inizio soleggiamento

Nel 1° caso la sera prima il sistema non puo prevedere il termine soleggiamento per poterlo fermare in maniera tale che il residuo soleggiamento portasse a termine la carica degli accumulatori.
Non possedendo la magica sfera di cristallo escludiamo questa tipologia.

Resta il 2° caso: Si parte con accumulo scarico da ripristinare.
Avvio pannelli (400W) quindi dopo 2 ore (teoriche) di accumulo avremo stoccato 800 Wh
Partenza utenza che in 30' utilizzera' 375Wh (750/2)
Prosegue l'accumulo da pannelli che in 30' sara' 200Wh (400/2)

Bilancio 1^ mezz'ora -375 + 200 = -175 in accumulo avremo 800-175=625Wh residui
Bilancio 2^ mezz'ora -000 + 200 = +200 ora l'accumulo sarà 625+200=825Wh residui

Dopo un'ora di funzionamento avremo globalmente un incremento energetico di 25Wh

Per fare in modo che al termine l'accumulo sia completo sarebbero ovviamente necessarie 20 ore tuttavia la condizione di partenza era con "accumulo = 0" quindi non influisce.
Ovviamente la resa dei pannelli seguira' una curva ascendente/discendente oppure fasi di soleggiamento scarso e qualora intervenisse l'attivazione della protezione da parte dell'Inverter per carica insufficiente delle batterie, il carico sara' disconnesso; tuttavia non e' da escludere la prosecuzione della carica e nel caso fosse raggiunta nuovamente la condizione di accumulo completato potra' esserci un eventuale riavvio del sistema.

Il diagramma di flusso e' parecchio "spannometrico" e l'analisi andrebbe affinata scegliendo "partizioni temporali" inferiori alla mezz'ora, pero' sinceramente non sono in vena di calcoli con derivate e integrali...
Qui sotto metto un diagrammino dove l'ascissa e' il tempo mentre l'ordinata la potenza (W) se ne deduce che le aree corrispondono a potenza per tempo e quindi energia Wh
Le aree in verde rappresentano i prelievi energetici direttamente compensati dagli stoccaggi energetici; le aree in blu rappresentano invece la riserva energetica cui vanno ad attingere le aree rosse.
In pratica le verdi sono visivamente compensate tra input e output, poi resta da verificare che il totale delle rosse sia minore o eguale alle aree blu.


http://thumbs2.imagebam.com/ad/7f/32/0450ea1250946694.jpg

Ovviamente il campo di funzionamento sara' condizionato dalle ore di soleggiamento.
Per incrementare il funzionamento con il minimo del soleggiamento occorrera' aumentare pannelli ed accumulo
Eventuali eccedenze in caso di interruzione del prelievo andranno a vantaggio della ricarica terminale dell'accumulo, che rendera' piu' breve l'attesa per inizio del prelievo
Eccedenze oltre il limite previsto o andranno perse oppure potranno essere indirizzate verso altri prelievi o anche utilizzare un accumulo termico.

Nel caso di studio 400w per 11 ore produrranno 4,4Kw/h
Se vogliamo scaldare a 70° 80 l di acqua, partendo, per ipotesi, da 20°C, serviranno 80x50 = 4000 KCal. che corrispondono a 4,65 Kw/h e i pannelli da 0,4Kw potranno alimentare questo ulteriore accumulo per 11 ore circa.



Modificato da lupocattivo - 14/06/2019, 20:44:42
 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7364

Stato:



Inviato il: 14/06/2019 22:38:33

Il tuo errore è il motivo per il quale, esempio, i miei pannelli orientati a SUD+5°Owest azimut 25° da 3750W se de danno costanti 2800W è grasso che cola, 400W di pannelli non a SUD tira tu le somme, forse 250W per 2 ore.

Provare per credere.



---------------
Inverter PIP4048MS, 15 pannelli 250W, 500A FIAMM 12FIT100

 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7364

Stato:



Inviato il: 14/06/2019 23:01:23

Ti faccio un veloce esempio, questa mattina ho fatto la pulizia periodica ai filtri della VMC e poi ho acceso il clima, i pannelli da 3750W producevano 1500W alle ore 10, il clima più la casa consumava 1250W circa, nelle batteria andavano circa 250W, il mio clima assorbe in freddo 850W.
Ora fai un paragone con il piccolo sistema che vuoi fare tu e vedi se può reggere il tuo clima, non sono i Kwh che devi guardare ma l'assorbimento istantaneo quando è acceso.
La traccia BLU sono i Watt pannelli la Gialla il consumo casa, quella arancione la tensione batterie.
Se avessi avuto solo una stringa invece di 5, da 3 pannelli=750W sarebbe stato 1500/5=300W cosa ci faccio con 300W, o li usi o ricarichi e quando puoi caricare non hai la condizione favorevole di sole e non carichi, quando c'è la condizione per ricaricare ti serve per accendere il clima, alla fin non caricherai mai e i pannelli non riusciranno ad alimentare il clima.



Immagine Allegata: Oggi.jpg
 
ForumEA/U/Oggi_1.jpg



---------------
Inverter PIP4048MS, 15 pannelli 250W, 500A FIAMM 12FIT100

 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7364

Stato:



Inviato il: 14/06/2019 23:12:52

Matematicamente i tuoi calcoli sono esatti, ma non applicabili alla produzione fotovoltaica.
Questa è una giornata tipo con 3750W di pannelli, in base ai tuoi calcoli 3750*11ore avrei dovuto avere 41250W invece solo 12865W per 15 ore perché??



Immagine Allegata: Tipo.jpg
 
ForumEA/U/Tipo.jpg



---------------
Inverter PIP4048MS, 15 pannelli 250W, 500A FIAMM 12FIT100

 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7364

Stato:



Inviato il: 14/06/2019 23:29:46

Per completezza metto anche una settimana intera.



Immagine Allegata: Settimana.jpg
 
ForumEA/U/Settimana_1.jpg



---------------
Inverter PIP4048MS, 15 pannelli 250W, 500A FIAMM 12FIT100

 
 InizioPagina
 

Pagine: (3)   1   [2]   3    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum