Se sei già registrato           oppure    

Orario: 29/10/2020 17:35:42  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Impianti riscaldamento, canne fumarie ed altro


Problema sbalzi della temperatura acqua
FinePagina

Dany81
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:6

Stato:



Inviato il: 16/10/2020 23:27:58

Ciao a tutti,
vorrei cambiare caldaia principalmente perché quando uso la doccia l’acqua erogata non mantiene più di 30 secondi la temperatura ideale da me selezionata con il miscelatore (torna subito ad essere fredda). Inoltre, anche se nella caldaia, seleziono la temperatura ad 1, l’acqua esce bollente.
Un tecnico mi ha detto che risolvo il problema installando una nuova caldaia.
Un altro tecnico invece mi scrive: “mi sento di sconsigliare la proposta della caldaia rapida a causa degli evidenti problemi di scarsa portata sull'acqua fredda a causa dell'assenza di autoclave. La caldaia che c'è oggi infatti non regola la fiamma a causa della poca acqua che entra in caldaia, questo ha sicuramente intasato lo scambiatore sanitario. Per migliorare la situazione si potrebbe sostituire lo scambiatore sanitario e parzializzare l'ingresso del gas per ridurre la fiamma ed evitare che l'acqua scotti anche al minimo.
Temo, purtroppo, che anche con una caldaia nuova istantanea ci ritroveremmo lo stesso problema dopo qualche anno”.
Chi ha ragione ? Ha senso quello che ha scritto il secondo tecnico ?
Infine, è legale scaricare la condensa con una pompa sul tetto condominiale ?

Grazie mille.

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4055

Stato:



Inviato il: 17/10/2020 00:19:01

Probabilmente che con una caldaia con accumulo non dovresti avere problemi causati dalla pressione bassa dell impianto,l unico punto dolente di queste caldaie oltre il prezzo è il consumo, che naturalmente c è per mantenere sempre caldi quei 4 5 6 lt di acqua, riguardo la condensa sul tetto,potrebbe corrodere sia le tegole che la grondaia se è di metallo,meglio nello sfiato della colonna di scarico.



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 

Dany81
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:6

Stato:



Inviato il: 17/10/2020 08:17:26

Infatti ho in mente di installare la caldaia themafast 4 condensing della Herman. Ha un micro serbatoio di 3 litri con una resistenza che consuma al massimo appena 35 watt.
Giusto per le piccole richiesta di acqua calda (barba, bidè, etc etc). Ovviamente penso che se davvero la causa degli sbalzi di temperatura sia dovuta alla poca pressione dell’acqua in ingresso alla caldaia, forse anche con questa nuova caldaia non risolverò il problema della instabilità delle temperatura dell’acqua quando faccio la doccia.
Sarebbe assurdo spendere tanti soldi per poi non risolvere il problema.
Per questo volevo chiedere se quello che ha detto il tecnico potrebbe essere vero oppure se mi sta “imbrogliando” per vendere una caldaia con il boiler.
Io sono al terzo piano di un condominio, dai lavelli l’acqua non mi sembra che esca debole, direi normale.

 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1654

Stato:



Inviato il: 17/10/2020 10:11:18

CITAZIONE (Dany81, 17/10/2020 08:17:26 ) Discussione.php?216268&1#MSG2


...Sarebbe assurdo spendere tanti soldi per poi non risolvere il problema...


Parole sante!

Per capire bene il problema occorre fare un pochino di ripasso di Fisica!
Per prima cosa occorre tenere presente che la variazione di superfice segue una Legge Quadratica, mentre la variazione di volume una Legge Cubica... Vedere l'illustrazione dove 1 volune aumenta di 8 volte mentre la superfice passa da 6 (facce) a 24 (facce) e quindi di 4 volte.
Con questa premessa e' comprensibile a tutti che un serbatoio piu' PICCOLO e' e piu' DISPERDE IL CALORE!!!.

Seconda considerazione: se il serbatoio e' PICCOLO lo si svuota in un lampo e cosi' si ottiene l'effetto prima calda e poco dopo fredda!!!

Per i tempi di riscaldamento metto dei calcoletti semplici semplici da cui si ricavano i tempi di riscaldamento offerti dalle varie potenze impiegate.

Sapendo che la potenza minima dei Boiler Elettrici e' da 1200W se si hanno problemi con il contatore si possono sempre usare un paio di "Furbate"

1° Se l'acqua serve principalmente alla mattina, si mette un Timer che accende l'apparecchio solo di sera cosi' non ci sono altri carichi.

2° Si puo' usare qualsiasi REGOLATORE anche cinesaccio tipo i DIMMER delle lampade alogene, a patto pero' di usare un Boiler vecchio stile SENZA ACCROCCHI ELETTRONICI!!! Soltanto resistenza e termostato!!!

NOTA: se lo installi in Bagno, magari un modello a pavimento, il calore (poco) che disperdera' sara' tutto a vantaggio del riscaldamento del locale!!!

Ricordarsi che piu' e' grande il Boiler piu' tempo ci vuole perche' vada in temperatura (65°C obbligatori per non allevare microorganismi pericolosi), pero' in cambio si raffreddera' anche meno velocemente. Un litro freddo tra 79 caldi gli fa un baffo!

CALCOLI:
Uso per persona 30l per due persone= 60l
T° entrata 15°C T° boiler 65°C
differenza di temperatura 65-15=50
Per riscaldare acqua usare queste formulette:

Litri x Gradi x 1,163 = wattora : watt (potenza) = ore

SCALDABAGNO da 60 litri 1200W
60*50*1,163=3489 si riscalda in circa 3 ore
3489/1200=2,9

SCALDABAGNO da 80 litri 1200W
80*50*1,163=4652 si riscalda in circa 4 ore
4652/1200=3,87

SCALDABAGNO da 3 litri 35W si riscalda in circa 7 ore
3*50*1,63=244,5/35=6,98 ore

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/U/Volume-vs-Superfice2.jpg



Modificato da lupocattivo - 17/10/2020, 10:39:21
 

Dany81
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:6

Stato:



Inviato il: 17/10/2020 15:25:14

[/quote]
Seconda considerazione: se il serbatoio e' PICCOLO lo si svuota in un lampo e cosi' si ottiene l'effetto prima calda e poco dopo fredda!!!
[/quote]

Non lo so ... nel sito della caldaia viene riportato:“All’esterno del serbatoio è presente una piccola resistenza (max 35 W) atta a mantenere l’acqua sempre alla temperatura impostata senza richiedere dispendiose ed inefficienti accensioni del bruciatore. All’atto del prelievo, l’erogazione dell'acqua calda è immediata, grazie alla riserva subito disponibile. Se il prelievo è minimo, il bruciatore non si accende e la temperatura all’interno del microaccumulo viene ripristinata dalla resistenza elettrica. Se invece viene rilevato un prelievo maggiore di 1,7 litri/min, la caldaia si accende e, attraverso lo scambiatore sanitario istantaneo, passa in produzione continua modulando secondo le richieste dell’utenza. Al termine del prelievo il microaccumulo è già alla temperatura impostata, pronto per la successiva richiesta”.

Se ho compreso bene il testo, penso e spero che non ci sia l’effetto caldo e freddo ne tantomeno l’attesa di 7 ore per riavere il micro accumulo a disposizione.

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4055

Stato:



Inviato il: 17/10/2020 19:23:37


CITAZIONE

Io sono al terzo piano di un condominio, dai lavelli l’acqua non mi sembra che esca debole, direi normale.

Scusa ma se l acqua non esce debole e la pressione è più i meno costante dove è il problema?nel primo post dicevi che l acqua che entra nella caldaia entra debole,perché dici questo? Potrebbe essere semplice il sensore di flusso che non va.



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1654

Stato:



Inviato il: 17/10/2020 19:30:49

CITAZIONE (Dany81, 17/10/2020 15:25:14 ) Discussione.php?216268&1#MSG4


...Se ho compreso bene il testo, penso e spero che non ci sia l’effetto caldo e freddo...



In effetti, quei 35W dovrebbero funzionare da "Isolante Termico" , ovvero in teoria dovrebbero mantenere la temperatura fissa entro un certo intervallo. Non so che tipo di termostato faccia funzionare la resistenza, perche' se e' uno classico normalmente ha un intervallo operativo di 10°C.
Per i rubinetti con una pressione di 10 metri di colonna d'acqua erogano circa 0,3 litri al secondo quindi 3 litri in 10 secondi; ovviamente a manetta per cui se non se ne preleva troppa la caldaia ha il tempo di avviarsi e riscaldare lo scambiatore.

In buona sostanza occorre che tutta una serie di meccanismi si attivi di concerto e anche essere parchi nel prelievo...

Nel mio caso 2 bagni e boiler in quello sopra. Sono 4 metri di tubo dal Boiler a quello sotto e prima che arrivi l'acqua calda devo far scorrere circa 3/4 di litro, poi prima che la temperatura del boiler si abbatta fino ai 37°C diciamo senza tanti calcoli che ne dovrei prelevare almeno una quarantina di litri prima che si raffreddi troppo.
Ho tutti rubinetti termostatici, e sto attento anche a non sprecare troppa acqua, la prima fredda la raccolgo e poi la utilizzo per la Tazza WC per le funzioni "leggere"...
Valuta anche tu quanto tubo deve percorrere l'acqua dalla Caldaia al Rubinetto, e ricorda che oltre ad essere acqua persa, il tubo e' freddino al mattino e non saprei dire dopo quanto tempo esce alla temperatura desiderata...

Se ti rileggi l'altro post, con le formulette proposte ti fai un'idea di come funzionara' nel tuo caso.

Poi vedi tu se vuoi spendere per una SuperMegaCaldaia... Io funziono Tutto-Elettrico (e mi trovo benissimo anche sotto il profilo economico), pero' ho visto che gli Amici Fuochisti di solito integrano l'impuanto con un aggeggio che si chiama Puffer. Non e' altro che uno scambiatore multiplo con funzione di Volano Termico e la taglia piu' frequente e' sui 300 litri.
Detto questo, non credo che una caldaietta sia pure al top tecnologico possa dare le stesse soddisfazioni...

A proposito dicevo, che ho tutti rubinetti con miscelatore termostatico, quindi a qualsiasi portata un filino d'acqua o una cascata rivitalizzantem la temperatura resta abbastanza costante e non si sta sempre a smanettare col miscelatore...

 

lasalute

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7665

Stato:



Inviato il: 18/10/2020 07:12:14

Avere un boiler o un puffer con produzione di acs è la cosa migliore per avere stabilità di temperatura dell'acqua nel rubinetto. Il vantaggio del puffer è che puoi collegare più generatori siano essi caldaie a gas o biomassa o pannelli solari.



---------------
L'impianto ha il centro stella spostato illegalmente e quindi soggetto a sanzione amministrativa a basso cosɸ

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:17493

Stato:



Inviato il: 18/10/2020 07:34:13

CITAZIONE (Dany81, 17/10/2020 08:17:26 ) Discussione.php?216268&1#MSG2

Infatti ho in mente di installare la caldaia themafast 4 condensing della Herman. Ha un micro serbatoio di 3 litri con una resistenza che consuma al massimo appena 35 watt.
Giusto per le piccole richiesta di acqua calda (barba, bidè, etc etc). Ovviamente penso che se davvero la causa degli sbalzi di temperatura sia dovuta alla poca pressione dell’acqua in ingresso alla caldaia, forse anche con questa nuova caldaia non risolverò il problema della instabilità delle temperatura dell’acqua quando faccio la doccia.
Sarebbe assurdo spendere tanti soldi per poi non risolvere il problema.
Per questo volevo chiedere se quello che ha detto il tecnico potrebbe essere vero oppure se mi sta “imbrogliando” per vendere una caldaia con il boiler.
Io sono al terzo piano di un condominio, dai lavelli l’acqua non mi sembra che esca debole, direi normale.


Il problema della temperatura, lo faceva anche da nuova?
Non è che il flussostato è malfunzionante?

quando aprirai il rubinetto per barba e bidet, la caldaia che andrai a comprare si accenderà sempre. I 35 e di resistenza ha la funzione solo di mantenimento.

Sono scettico su queste funzioni
Resistenze e termostati sono destinati a funzionare male con il tempo.

Poi va verificato il pressostato dell'autoclave.
Se la pressione è incostante, anche il flussostato della caldaia non funziona bene.

Se avevi caldaia a gas e vuoi caldaia a gas...bene se è a condensazione
Se la acs la fai a gas, allora la userai tutto l'anno
Prenderei dunque una caldaia a gas con boiler integrato.
(Non istantanea senza boiler)



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

Dany81
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:6

Stato:



Inviato il: 18/10/2020 16:03:31

Dunque, ringrazio molto per le vostre risposte e per i preziosi suggerimenti, però penso sia importante che voi sappiate la mia situazione: sono proprietario dal 2016 di un appuntamento posto al terzo e ultimo piano di una palazzina degli anni 50/60 (80 mq ed un solo bagno).
La caldaia attuale è la immergas Eolo mini 24kw installata nel solaio nel 2007 dal vecchio proprietario ... vorrei cambiarla perché:
- non durerà ancora molto dato che ha già 13 anni e prima che mi lasci a piedi la vorrei cambiare adesso finché c’è il 50% di ecobonus da detrarre;
- per risparmiare qualcosina sulle bollette del gas;
- con la nuova caldaia spero di risolvere il problema della instabilità dell’acqua calda uso doccia.
In questo condominio anche il mio vicino (del terzo piano) ha il mio stesso problema e anche quello del secondo piano (quest’ultimo solo in estate).
Cosa importante, tra una decina di anni (spero anche meno), vorrei comprare una nuova abitazione.
Premesso questo, non vorrei spendere troppo nell’acquisto di una pompa di calore oppure in una super caldaia con boiler dato che questa, come già detto, non sarà la casa della mia vita.
Aggiustare quella che ho adesso, non mi pare una buona idea dato che ha già 13 anni e in passato ho già dovuto cambiare qualcosa.
Io sono parecchio ignorante in materia ed è per questo motivo che scrivo su questo forum per cercare suggerimenti.
Dico che ho poca pressione perché nella caldaia (senza riscaldamento acceso) segna 0,9 / 1,0 ... se apro al massimo la rotella sotto la caldaia, non va oltre lo 1,1.
Nel rubinetto in bagno aperto al massimo, l’acqua fredda impiega 15 secondi per riempire una caraffa da 1 litro ... in cucina 13 secondi.
Il problema dell’instabilità della temperatura acqua calda dalla doccia penso di averla sempre avuta ma in questo ultimo periodo penso sia peggiorato e non se se dipende dalla poca pressione dell’acqua oppure dalla caldaia difettosa oppure da entrambe le cose.
Cosa fareste nei miei panni ?
Una domanda da ignorantone, ma se con la nuova caldaia montassi una piccola pompa tipo quella della Matic Jolly, potrei risolvere il problema della poca pressione ?

Grazie a tutti.

 

lasalute

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:7665

Stato:



Inviato il: 18/10/2020 18:40:21

Prenderei una caldaia (quella che vuoi) e affiancherei un boiler ad una serpentina. Alla fine sono 300-400 euro in più.



---------------
L'impianto ha il centro stella spostato illegalmente e quindi soggetto a sanzione amministrativa a basso cosɸ

 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1654

Stato:



Inviato il: 19/10/2020 13:50:38

CITAZIONE (Dany81, 18/10/2020 16:03:31 ) Discussione.php?216268&1#MSG9


...anche il mio vicino (del terzo piano) ha il mio stesso problema e anche quello del secondo piano (quest’ultimo solo in estate)...



Scusa la domanda, ma voi l'acqua la pagate?

Perche' chi prende i soldini deve dovrebbe anche rispettare certe regolette!!!

Senza andare ad alambiccare il cervello su possibili malfunzionamenti si puo' anche dare un'occhiatina alla Bolletta...

Nel mio caso mi dicono che io pago per avere una portata subito dopo il contatore pari a 3mc 3`000 litri in un'ora... Mi dicono anche che il diametro del tubo e' di 13 mm che corrisponde a 1/2 pollice.

L'azienda fornitrice nel suo regolamento scrive: "
Art. 22 - Verifica del livello di pressione
L’Utente può richiedere la verifica del livello di pressione della rete nei pressi del punto di consegna. La verifica sarà effettuata da personale del Gestore o dallo stesso incaricato alla presenza dell’Utente previo appuntamento. Le spese relative alla verifica saranno poste a carico del Gestore nel caso in cui il livello di pressione misurato risulti non congruo alle esigenze ed alle capacità ricettive dell’utenza; in caso contrario tali spese saranno sopportate dall’Utente .
"
Ho controllato in molti "Regolamenti per la fornitura" e trovato sanzioni a centinaia per l'UTENTE, e NESSUNA per il VENDITORE!!!

Non sono informato, ma probabilmente qualcuno ne sapra' qualcosa, per il momento io ne sono all'oscuro.

Tutta questa chiaccherata per dirti di non sognarti MINIMAMENTE di mettere un'"Autoclave" o simili, perche' se ti scoprono ti fanno passare un guaio...

Tornando alla mia BOLLETTA 3000/60=50 litri/minuto e 50/60=0,8 litri al secondo.

Senza dover scomodare Geni dell'Idraulica basta avere un rubinetto subito dopo il contatore e un secchiello...

Se poi andare contro al "Gestore" e' come sbattere contro un muro di gomma, l'unica soluzione e' quella di un Serbatoio a Pelo Libero e allora si alla sua uscita ci puoi mettere l'autoclave.

Per la misura della pressione quando apri tutto il rubinetto sotto la caldaia misuri una Pressione Statica ovvero con l'acqua FERMA! L'acquedotto con le sue tubazioni oppone una resistenza al moto dell'acqua e quindi quello che conta non e' tanto la Pressione, quanto la QUANTITA' di acqua che viene fornita!

PS: ARERA e' l'organo che controlla, pero' mi sembra che sia parecchio nebuloso nella tutela del consumatore. Vedere su Quali sono le regole che i gestori devono rispettare nel rapporto con gli utenti?



Modificato da lupocattivo - 19/10/2020, 14:09:16
 

OrsoMario

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:387

Stato:



Inviato il: 19/10/2020 18:24:52

potrebbe essere che ha nell'uscita del contatore un regolatore di pressione? io a casa mia ho il regolatore che mi dava problemi di portata/pressione se aprivano un rubinetto mentre facevo la doccia mi trovavo con sbalzi di pressione e temperatura fastidiosi, una volta l'ho regolato alzando la pressione è no ho più avuto problemi, prima del regolatore avevo 8,3 bar dopo il regolatore 2,5 bar che ho aumentato a un totale di 3 bar e non ho avuto più problemi..



---------------
Inverter pwm Edison 3024, cinque pannelli monocristallini da 300w, banco batterie FAAM TTM Tubular Traction Maxi 12 celle 4PZS 2v 460 Ah C5, il tutto ancora in fase di espansione...

 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1654

Stato:



Inviato il: 19/10/2020 18:33:00

CITAZIONE (OrsoMario, 19/10/2020 18:24:52 ) Discussione.php?216268&1#MSG12


... mi trovavo con sbalzi di pressione e temperatura fastidiosi...



Prendere pinza a "Pappagallo" e schiacciare i ditini a chi lo ha installato...

Un dispositivo di quel tipo deve essere proporzionato alla PORTATA!

Se si risparmia e se ne usa uno piu' piccolo anche a tutta apertura si comporta come una "Strozzatura"... Per questo motivo anche i contatori hanno specificata la portata...

 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum