Se sei già registrato           oppure    

Orario: 19/09/2020 03:44:34  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Sezione Generica

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (2)   [1]   2    (Ultimo Msg)


lucina a led, per cameretta bambino
FinePagina

eneo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2068

Stato:



Inviato il: 15/12/2008,10:46

salve a tutti...
mi serve realizzare una lucetta con i led per la camera del bambino da rimanere accesa tutta la notte, verso i tre anni inizia il periodo delle paure, faccine/alien.gif e per la nostra camera dove dorme la piccoletta, molto utile di notte per allattare e per il cambio pannolino.....
avevo comprato delle lucette al neon piccoline ma una dopo l'altro si sono rotte.
qualcuno ha mai realizzato qualcosa di simile?
grazie

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 15/12/2008,15:32

Ciao Eneo.
Puoi usare dei led ad alta luminosità, di quelli che adesso si usano per fare anche piccole torce elettriche. Se usi l'impianto a bassa tensione hai meno problemi, nel caso della 220 devi mettere un piccolo trasformatore.
In quei led debbono scorrere 30mA, ossia 0,03A. Ogni led deve ricevere ai suoi capi 3V. Ne puoi mettere diversi in serie per avere più luce. Vedi però che se ne metti troppi poi hai troppa luce. Se alimenti il tutto a 24V, per far scorrere 30mA nei led in serie ti puoi regolare così: sottrai 3V per ogni led che usi (credo che tre ti bastino....), perciò 3 x 3 = 9 Poi 24 - 9 = 15 Ti rimane una caduta di tensione di 15V, che per far passare 30mA sono: 15 : 0,03 = 500 Ohm Ti occorre una resistenza da 500 Ohm, che però è un valore commerciale un po' difficile da trovare. Ne puoi usare tranquillamente una da 470. Ai capi della resistenza, con 15V e 30mA si dissipano 0,45W. Una resistenza da 1/2W si riscalderebbe troppo, meglio una da 1W. Potresti usarne due da 1000 Ohm 1/2W in parallelo, avresti la resistenza e la dissipazione giuste. I led li dovrai coprire con un verto bianco, che altrimenti ti fanno il fascio di luce, oppure puoi dirigerli verso l'alto e illuminare il soffitto, vedi un po' tu (o meglio la signora) come va bene. Ho avuto anche io i bambini piccoli.....
Se la tensione dell'impianto è differente devi rifare i calcoli, e se hai difficoltà te li faccio io.
Nel caso della 220 di rete, invece del trasformatore, potresti usare un piccolo ponte raddrizzatore e una resistenza di caduta, che però ti viene grossa e dissipa un sacco di potenza, oppure fare una caduta di tensione con un condensatore, come in quelle lucine al neon che avevi, però i condensatori in C.A. sono "capricciosi" e i led potrebbero fare la fine dei neon di prima.....
Poi fammi sapere com'è andata.
Saluti.
Ferro

P.S.
Peccato che quei led costano un occhio faccine/cry.gif , che altrimenti ci si potrebbero fare le lampadine per casa. Durano milioni di ore e consumano pochissimo....
Ciao

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2068

Stato:



Inviato il: 15/12/2008,15:49

ciao ferro ti ringrazio per la risposta
avevo pensato di utilizzare dei classici led rossi o bianchi quelli che si trovano in alcune schede o negli elettrodomestici.
che dici sfruttare qualche vecchio caricatore di telefonino?

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 15/12/2008,20:17

Ciao Eneo.
Ottima idea. Controlla però la tensione d'uscita col tester, che quelli spesso e volentieri hanno una tensione diversa da quella scritta sopra.....
Saluti.
Ferro

P.S.
Messaggio ricevuto.
Ciao

 

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1248

Stato:



Inviato il: 21/12/2008,08:42

CITAZIONE (eneo @ 15/12/2008, 10:46)
. . . mi serve realizzare una lucetta con i led per la camera del bambino da rimanere accesa tutta la notte . . . qualcuno ha mai realizzato qualcosa di simile?
Ciao a tutti . Con una ventina di euro e poco più ho portao a casa dal mercato una decina di faretti a 12 led a pila lasciando il cinese al banco un pò sorpreso. Come potete vedere le tre ministilo forniscono circa 4,5 Volt e i led sono tutti in parallelo. A pila carica sono ben luminosi e la corrente è tale da ridurre la tensione sotto i tre volt che ferro ha ben indicato. Durante la notte i bimbi dormono tranquilli con la lucetta e gli insonni girano per casa alla ricerca del sonno perduto. Quell'accendere a ripetizione le luci per non inciamparmi e turbare il sereno silenzio mi disturba la veglia più delle considerazioni di risparmio energetico . Con la solita batteria a 12 Volt da 7 Ah e un paio di matasse di conduttore bipolare rosso nero (. . . il milan non c'entra ma i led vanno polarizzati correttamente) ho pazientemente "tirato" una linea a 12 volt nei punti strategici. Con una lametta e un saldatore ho modificato il circuito stampto in modo da ottenere una serie di quattro gruppi di tre led in prallelo.Una piccola resistenza in serie limita la corrente a 15 x 3 = 45 mA (ho constatato che una maggior corrente non si traduce in un proporzionale aumento di luce ed ho scelto un compromesso per me accettabile). Ho installato cinque faretti, un piccolo alimentatore mantiene la batteria carica ed il tuttto è rimasto acceso per oltre un anno. Il consumo di circa 4 Watt mi assicura una luce notturna concentrata in punti utili e sufficientemente diffusa anche quando si interrompe l'alimentazione a 220 Volt.Un Saluto a tutti e BuoneFeste

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/2/6/2/4/8/7/1229845193.jpg

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 21/12/2008,10:49

Ciao Eneo,
ti propongo una soluzione a bassissimo costo, puoi accendere un solo led ad alta luminosità con una sola resistenza che ad occhio e croce si agira dai 500k a 1M. Fai il collegamento diretto con la 220, cioè led resistenza e basta...la resistenza prendila da 1/2 Watt...non ti serve il diodo...lo fa il led stesso...e avrai un led ad alta luminosità acceso. Occhio ai corti e ai collegamenti...hai a che fare sempre con la 220.
Ciao
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 21/12/2008,18:50

Salve a tutti.
Ciao Bolle, ma siamo sicuri che la tensione inversa del led regga quei fatidici 350V? Oppure lo "accendiamo" anche al contrario? La resistenza produce caduta di tensione soltanto al passaggio della corrente, non se corrente non transita....... Forse un diodo in antiparallelo al led ci starebbe bene. (!?!)
Prove tecniche di illuminazione...... faccine/laugh.gif
Saluti.
Ferro

 

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1248

Stato:



Inviato il: 22/12/2008,07:01

CITAZIONE (Ferrobattuto @ 21/12/2008, 18:50)
. . . Forse un diodo in antiparallelo al led ci starebbe bene.

Ciao a tutti , penso proprio di si , evidentemente Bolle si è distratto oppure ha voluto fare un test . . .
o uno scherzo ad Eneo

da : http://it.wikipedia.org/wiki/LED

" Se si vuole alimentare un LED con la tensione di rete, senza che il nostro circuito dissipi troppa energia nella resistenza in serie, si può usare un circuito costituito da un condensatore collegato in serie ad una sezione, che consiste nel LED in parallelo ad un diodo di protezione, (con polarità invertita per limitare la tensione inversa) e al tutto seguirà ancora in serie, una resistenza di protezione, che serve a limitare la scarica all'accensione (di valore un decimo della reattanza del condensatore alla frequenza di rete). Il valore della capacità del condensatore dipenderà dalla reattanza (Impedenza) che lo stesso dovrà presentare alla frequenza di rete per far scorrere la voluta corrente (If) nel LED.
"
. . . tranquilli . . . adesso il test glielo facciamo noi . . . oppure no ?

Un saluto a tutti . . . simpaticoni.

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 22/12/2008,10:09

Ciao Libero.
Forse uno schemino per Eneo ci starebbe bene...... Sennò rischia di "Illuminarlo d'Immenso" quel led...... faccine/laugh.gif faccine/laugh.gif faccine/laugh.gif
Saluti e Buon Natale, sempre più vicino!
Ferro

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2068

Stato:



Inviato il: 22/12/2008,10:18

ciao a tutti, grazie per l'interessamento.... non ho avuto tempo problemi con la piccolina in questi giorni, per ora vado avanti con una lampadina a risparmio da 5 w.
non male l'idea di libero potrei inserire dei led su alcuni interruttori, ne ho gia' alcuni con dei led rossi incorporati.....
buone feste a tutti......

 

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1248

Stato:



Inviato il: 23/12/2008,08:25

CITAZIONE (Libero51 @ 22/12/2008, 07:01)
" Se si vuole alimentare un LED con la tensione di rete, senza che il nostro circuito dissipi troppa energia nella resistenza in serie, si può usare un circuito costituito da un condensatore collegato in serie ad una sezione, che consiste nel LED in parallelo ad un diodo di protezione, (con polarità invertita per limitare la tensione inversa) e al tutto seguirà ancora in serie, una resistenza di protezione, che serve a limitare la scarica all'accensione (di valore un decimo della reattanza del condensatore alla frequenza di rete). Il valore della capacità del condensatore dipenderà dalla reattanza (Impedenza) che lo stesso dovrà presentare alla frequenza di rete per far scorrere la voluta corrente (If) nel LED."
Ciao a tutti , a scopo didattico facciamo un pò di conti anche grossolani . La reattanza capacitiva del condensatore "simula" la resistenza limiatrice di corrente senza disperdere troppa energia . Supponiamo di voler alimentare il led con 10 mA la reattanza capacitiva dovrà essere quindi :X= V/I :X= 220 Volt : 0,015 mA = 14666 Ohm. di conseguenza la capacità del condensatore dovrà essere:C= 1/(2x Pi x f x X) : C= 1/ ( 2 x 3,14 x 50 x 14666) = 1/4605124=217 nF.Un condensatore poliestere da 400 Volt 220 nF ( 220 x 10 ^ -9) andrà benissimo.Per evitare che all'accensione , a condensatore scarico, l'extra corrente di carica bruci il led l'articolo di wikipedia consiglia di inserire un'ulteriore resistenza in serie del valore di un decimo della reattanza del condenstore quindi una resistenza da 15000/10= 1,5 kohm andrà bene.Non rimane altro che collegare il diodo led in serie a condensatore e resistenza con un diodo in antiparallelo al led e tutto "dovrebbe" funzionare.La potenza dissipata dalla resistenza è di circa :P= R x I ^2 = 1500x0,010^2= 0,15 watt una resistenza da 1/4 watt andrà bene.Il calcolo è grossolano per la normalizzazione dei componenti e perchè non tiene conto di altri particolari che diventano ,in questo caso, insignificanti. La tensione sul led è insignificante rispetto ai 220 volt e la caduta di tensione sulla resistenza si somma alla tensione sul condensatore in "quadratura"(le due tensioni si sommano geometricamente come ipotenusa di un triangolo in cui tali tensioni rappresentano i cateti )Ho voluto realizzare una piccola prova con quello che avevo in casa , attenzione al 220 Volt e non copiate il mio disordine.Attenzione inoltre a prendere il Web come oro colato, su questo sitohttp://spazioinwind.libero.it/superelettro..._a_led_220v.htmcompare un dimensionamento dei componenti palesemente errato. Evidentemente per distrazione il condensatore è solo . . . 1000 volte più grande del necessario . Anzichè 150 microFarad (micro = 10^-6) il condensatore è di soli 150 nanoFarad (nano= 10^10-9).Come potete constatare , a volte , una valutazione anche grossolana, può evitare errori.Scusate per il montaggio rapido e . . . contorto ? . . . ma . . . chiaroLa discussione potrebbe evolvere con altre modifiche.Buon Natale a tutti

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/2/6/2/4/8/7/1230016050.jpg

 

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1248

Stato:



Inviato il: 23/12/2008,09:56

CITAZIONE (Libero51 @ 23/12/2008, 08:25)
La discussione potrebbe evolvere con altre modifiche.
Allo stesso prezzo (energetico) si può sostituire il diodo con un altro led in antiparallelo in modo che ogni semionda accenda il led polarizzato in tal senso.Ricordate che il condensatore può rimanere carico dopo aver staccato la spina e scaricrsi sulle vostre dita. Esperienza nota e fastidiosa . . . appena successa . . . mi.Saluti

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/2/6/2/4/8/7/1230022531.jpg

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2068

Stato:



Inviato il: 23/12/2008,11:00

non avevi le scarpe adatte......ovvero a terra....ciao libero e grazie di nuovo

 

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1248

Stato:



Inviato il: 23/12/2008,11:14

CITAZIONE (eneo @ 23/12/2008, 11:00)
non avevi le scarpe adatte......ovvero a terra....ciao libero e grazie di nuovo

Ahahiai . . . le scarpe non c'entrano , la scarica l'ho presa a spina staccata toccando entrambi i poli con le dita, il condensatore rimsto carico si è scaricato ed uno dei led ha avuto un sussulto luminoso, io . . . sonoro.

Ciao

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 23/12/2008,11:16

Salve a tutti.
Libero, come al solito tecnico e geniale, ha trovato la soluzione più semplice ed energeticamente valida. Mi sono permesso di fare due schemini, perché una figura chiarisce sempre meglio le idee.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1230026197.jpg http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1230026298.jpg

Forse con questo sistema si potrebbero fare delle "lampadine" per la casa, con molti led messi in serie fin quasi a raggiungere il valore di cresta della la tensione di rete, raddrizzata e livellata, con una piccola resistenza di caduta. In teoria ci vorrebbero un centinaio di quei led ad alta luminosità. A parte il costo, che purtroppo di quei led è ancora molto alto, si avrebbe un sistema di illuminazione a bassissimo consumo (nel caso circa 9 o 10W), con resa altissima e vita pressoché infinita, quei led sono garantiti per un milione di ore di accensione, che anche a 12 ore al giorno si traducono in circa 230 anni......
Resta da vedere come si possono montare, in modo razionale ed efficiente per avere una illuminazione pressoché circolare e non troppo focalizzata.
Penso di poter reperire un centinaio di quei led per fare la prova, e qualsiasi idea è ben accetta.
Saluti a tutti e auguri di buone feste.
Ferro

 
 InizioPagina
 

Pagine: (2)   [1]   2    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum