Se sei già registrato           oppure    

Orario: 31/10/2020 18:02:31  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Acqua: come utilizzarla, generarla e sfruttarla

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (11)   1   2   [3]   4   5   6   7   8   9   10   11    (Ultimo Msg)


Potabilizzare l'acqua di un pozzo
FinePagina

Duarglide
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:45

Stato:



Inviato il: 15/2/2010,20:41

dove hai trovato i poste riguardo i pilisosfati ? insomma quella robba la ? faccine/huh.gif

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 16/2/2010,01:02

Ciao Duarglide,

il tread è questo:

Occhio, è veramente lungo, ma fossi in te lo leggerei tutto, perchè parla di tutti i tipi di filtri oltre che i dosatori ai polifosfati.


CMQ, bevemente, questi dosatori servono per rendere innoquo il calcare aggiungendo altri tipi di sale. Se la tua acqua è molto calcarea, il livello di polifosfati aumenta tanto da renderla NON CONFORME alle leggi italiane.
Questi polifosfati funzionano perfettamente fino ad una temperatura di 75 gradi C.
Quindi va bene usarla per scopi sanitari (bagno, doccia, denti, ecc. bidet, wc) per la lavatrice, lavastoviglie. Ma non per fare da mangiare (la pasta per esempio).

Se puoi dividere l'impianto idraulico, allora viene consigliato.

ciao
MaX

 

Duarglide
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:45

Stato:



Inviato il: 16/2/2010,16:07

Grazie Max ma oramai non posso piu dividere l'impianto quindi ............

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 16/2/2010,20:00

Eneo parlava anche di un filtro decalcificatore a membrana, ma non saprei dirti di più, non ne ho mai visti. Ne parla nel tread che ti ho indicato e dice di metterne due in parallelo per il problema specifico della persona a cui risponde.

Credo que quel sistema sia abbastanza economico e credo non sia dannoso per l'uomo.

Altra soluzione sarebbe un decalcificatore volumetrico a salamoia, ma siamo sugli 800 euro... se ne hai da spendere, fai pure...io no faccine/smile.gif

fai un giro sul tread e fatti una idea

ciao
MaX

 

Duarglide
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:45

Stato:



Inviato il: 17/2/2010,20:49

lo so che costano cosi ed e per questo che chiedo qua aiuto , 800 è davvero troppo e sono sicuro che si puo fare in casa

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 17/2/2010,21:42

prendila per quello che è...

tutte le lavastoviglie +/- recenti hanno un decacificatore in miniatura (dove metti il sale).

Immagina di tirarlo fuori da una lavastoviglie dismessa, e usarlo per caricare un contenitore plastico con rubinetto galleggiante (tipo wc per intenderci) e poi farla arrivare in casa, per caduta o con pompa.


Altra possibile soluzione: Tutte le macchine del caffè professionali (bar) hanno un decalcificatore. Chiedi al barista di fiducia il nome e telefono dell'assistenza delle macchine del caffè. Vai da loro e chiedi quanto costa un decacificatore usato. Bisogna vedere che portata ha in litri/s, ma si potrebbe adattare per piccole utenze.

ciao,
MaX

 

livingreen

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:598

Stato:



Inviato il: 18/2/2010,09:15

CITAZIONE
Immagina di tirarlo fuori da una lavastoviglie dismessa, e usarlo per caricare un contenitore plastico con rubinetto galleggiante (tipo wc per intenderci) e poi farla arrivare in casa, per caduta o con pompa.

Quel tipo di filtronon ha la portata necessaria per alimentare in diretta l'impianto, e la quantità di resine è molto piccola e richiederebbe sostituzioni frequentissime. E poi, chi gestisce la rigenerazione?

Fosse per me, metterei dei dosatori di polifosfati da 1/2 pollice sulla lavatrice e sulla lavastoviglie, e basta.

Anzi, opterei per un sistema così composto:

a monte dell'impianto,
-filtro desabbiatore con spurgo a pulsante; toglie il grosso delle impurità che arrivano dal pozzo o dall'acquedotto.
-filtro a cartuccia tessile per uleriore filtrazione impurità.
Il tutto per togliere dalle acque quei granelli di sostanze che poi fanno da "seme" per la corrosione, aderendo ai tubi. Del calcare, a bassa temperatura, non importa.

Sugli utilizzatori con acqua calda, dosatori di polifosfati... singoli ed indipendenti, con finestra di ispezione.
Sul rubinetto per acqua da bere, piccolo addolcitore o impiantino ad osmosi... ma se l'acqua non è durissima, anche solo una cartuccia a carbone attivo

Ovviamente, NON mettere i polifosfati nell'acqua da bere... ed attenzione anche all'accumulo, dove si possono sviluppare colonie batteriche. Molto meglio i sistemi "in diretta", oppure quelli con lampada battericida.

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 18/2/2010,09:42

CITAZIONE (livingreen @ 18/2/2010, 09:15)
CITAZIONE
Immagina di tirarlo fuori da una lavastoviglie dismessa, e usarlo per caricare un contenitore plastico con rubinetto galleggiante (tipo wc per intenderci) e poi farla arrivare in casa, per caduta o con pompa.

Quel tipo di filtronon ha la portata necessaria per alimentare in diretta l'impianto, e la quantità di resine è molto piccola e richiederebbe sostituzioni frequentissime. E poi, chi gestisce la rigenerazione?

infatti ho detto di usare un deposito... non usarla in diretta. è ovvio che non ha la portata sufficiente.
In ogni caso a quel tipo di decalcificatore serve solamente il sale da cucina per rigenerare la resina, quindi il costa sarebbe molto basso, per non dire ridicolo.

CITAZIONE
Fosse per me, metterei dei dosatori di polifosfati da 1/2 pollice sulla lavatrice e sulla lavastoviglie, e basta.

....... cuttone...

ci si basava su questo perchè lui non può fare modifiche all'impianto. Avrebbe bisogno di un decalcificatore a salamoia, ma costa troppo (e sono daccordissimo con lui)

ciao,
MaX

 

livingreen

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:598

Stato:



Inviato il: 18/2/2010,16:37

CITAZIONE
In ogni caso a quel tipo di decalcificatore serve solamente il sale da cucina per rigenerare la resina, quindi il costa sarebbe molto basso, per non dire ridicolo.

E cioe, è un normale addolcitore,solo com portte piccole e piccole quantità di resina, il che vuol dire rigenerarlo spessissimo. Insomma, i costi sono legati alla quantità di acqua trattata, solo che a pari quantità (dove si consuma anche la stessa quantità di sale) ci vuole molto lavoro in più.

CITAZIONE
infatti ho detto di usare un deposito...

Ma così, si va incontro ai problemi creati dalle colonie batteriche...

CITAZIONE
ma costa troppo

Il "troppo" è un valore soggettivo. Un buon addolcitore costa di più di uno cattivo, ed uno grande costa più di uno piccolo...
Piuttosto, perchè non pensare all'autocostruzione? In fondo, non è difficile.

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 18/2/2010,17:13

CITAZIONE (livingreen @ 18/2/2010, 16:37)
CITAZIONE
ma costa troppo

Il "troppo" è un valore soggettivo. Un buon addolcitore costa di più di uno cattivo, ed uno grande costa più di uno piccolo...

guarda... se un prodotto che ha oramai 300 anni di vita e 100 di ingenierizzazione me lo vendono a 800 euro, è una ladrata... ma non ti arrabbiare, sono io che vivo fuori dal sistema. faccine/smile.gif

CITAZIONE
Piuttosto, perchè non pensare all'autocostruzione? In fondo, non è difficile.

Ecco!!! già sento che gli occhi mi si illuminano di immenso faccine/biggrin.gif

racconta, racconta che interessa ad un sacco di gente faccine/biggrin.gif

ciao
MaX

 

livingreen

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:598

Stato:



Inviato il: 18/2/2010,20:38

Ci sono un sacco di cose che costano tanto, ma di solito è perchè chi l'ha costruito deve pagarsi il suo lavoro ed il materiale. Le uniche cose che costano poco hanno economie di scala che lo permettono. Se penso alla legna, che ha milioni di anni di complessa ingegnerizzazione naturale, quanto dovrei pagarla?

Autocostruzione? Ci penso un attimo... il problema è il contenitore in pressione, devo trovarne uno che vada bene per tutti, e che tutti possano recuperare o comprare, dalle Dolomiti alla Sila...

 

Duarglide
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:45

Stato:



Inviato il: 18/2/2010,20:42

in effetti il prezzo rapportato al prodotto oramai consacrato ta mille anni è alto.
in fin dei conti trattasi di tanica plastica e altre cianfrusaglie.
io costruisco veicoli che camminano partendo dal nulla.......
datemi uno schema e me lo costruisco da solo
magari alla fine mi costa di piu ma me lo sono fatto in casa e questo non ha prezzo faccine/clap.gif

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 18/2/2010,21:01

CITAZIONE (livingreen @ 18/2/2010, 20:38)
Ci sono un sacco di cose che costano tanto, ma di solito è perchè chi l'ha costruito deve pagarsi il suo lavoro ed il materiale. Le uniche cose che costano poco hanno economie di scala che lo permettono. Se penso alla legna, che ha milioni di anni di complessa ingegnerizzazione naturale, quanto dovrei pagarla?

non sto facendo critiche contro di te in persona, ma solo una FORTE critica a tutto il sistema economico mondiale basato sull'illusione e la fiducia.
Personalmente credo che l'antropocrazia sia una ottima soluzione moderna, ma probabilmente non la vedremo mai in funzione. Quello che vedremo invece sarà invece in pochi anni un'altra crisi più grave di quella attuale (che sembra stia passando). La crisi verrà provocata dalla assoluta mancaza di fiducia verso il denaro virtuale che stiamo usando.
Allora si che saranno guai. Non provocherà guerre (con quali soldi?) ma provocherà disoccupazione. Se i soldi non valgono più come prima perchè devo tenere aperta la mia impresa? Praticamente quello che è successo in argentina, ma su scala planetaria.

vabbè... lasciamo stare sennò andoamo OT di brutto.

CITAZIONE
Autocostruzione? Ci penso un attimo... il problema è il contenitore in pressione, devo trovarne uno che vada bene per tutti, e che tutti possano recuperare o comprare, dalle Dolomiti alla Sila...

Un boiler? una bombola di gas? Se non serve molta pressione si potrebbe fare anche con alcuni tipi di contenitori plastici. Penso che a 1,5 Atm possano resistere.

ciao
MaX

 

livingreen

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:598

Stato:



Inviato il: 18/2/2010,21:14

CITAZIONE
Penso che a 1,5 Atm possano resistere.

Il problema è che è meglio sovradimensioanare... e poi, mica tutti hanno quella pressione. A casa mia ci sono quasi 3 bar, ad esempio.

Comincia a guardarti questo: ottimo contenitore, molto accessibile, già dotato di valvola a sei vie e già praticamente pronto per qualche piccola modifica:
http://www.piscina-online.com/filtro-pisci...-magic-mti.html

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 18/2/2010,21:43

CITAZIONE (livingreen @ 18/2/2010, 21:14)
CITAZIONE
Penso che a 1,5 Atm possano resistere.

Il problema è che è meglio sovradimensioanare... e poi, mica tutti hanno quella pressione. A casa mia ci sono quasi 3 bar, ad esempio.

dillo a meche no ho 7 a volte 8. Ho dovute mettere un riduttore di pressione regolabile altrimenti mi scoppiavano i tubiin polietilene che uso per irrigare.

[/QUOTE]
Comincia a guardarti questo: ottimo contenitore, molto accessibile, già dotato di valvola a sei vie e già praticamente pronto per qualche piccola modifica:
www.piscina-online.com/filtro-pisci...-magic-mti.html
[/QUOTE]
bellissimo, ma un po' meno il prezzo, meglio tornare alla bombola di gas.

Appropposito, ho guardato come rea fatto un addocitore in esposizione. Era alto circa 90 cm, in plastica leggera, leggera. Aprendo lo sportello superiore si trova lo una specie di catino dove si deve mettere il sale. Dentro al catino c'era pure una specie di bomboletta color giallo sporco e una serie di tubi. Ma non era sotto pressione. Come funziona questo modello? ha forse una autoclave incorporata?

ciao,
MaX

 
 InizioPagina
 

Pagine: (11)   1   2   [3]   4   5   6   7   8   9   10   11    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum