Se sei già registrato           oppure    

Orario: 22/10/2019 18:16:25  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Accumulatori

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (263)   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   [11]   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21  ...>    (Ultimo Msg)


Costruiamo una batteria Plantè, Batterie Plantè
FinePagina

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 6/7/2010,14:14

Grazie max,mi hai illuminato la via,adesso ho capito il primo disegno del pdf a pagina 21.
Ma dove sta il prodigio?
Si realizza una piastra invece che piatta fatta in maniera complessa a radiatore come dici tu,con molte lamelle che aumentano di brutto la superfice,poi il fatto di usare 2 acidi prima il nitrico e poi il solforico serve per la formazione,ok anche qui,quello che non mi torna è l'esiguo spessore,solo 1 mm,ma essendo piombo puro probabile che vada bene cosi,quello che fa la differenza mi pare di capire che sia la robustezza della piastra,insomma stiamo parlando di una plantè evoluta.
All'inizio credevo si dovesse riempire di ossidi,invece no,è semplicemente una plantè fatta a radiatore,ho capito giusto?
Essendo poi 2 piastre ben distinte non ci sono i rischi di un corto,ma quanto è problematica da fare con il fai da te?


 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 6/7/2010,14:59

CITAZIONE (DOLOMITICO @ 6/7/2010, 15:14)
Grazie max,mi hai illuminato la via,adesso ho capito il primo disegno del pdf a pagina 21.
Ma dove sta il prodigio?

in 350Ah ogni 25 kg di piombo, che fanno "pesare"un Ah circa 420 grammi, in pratica si raggiunge le prestazioni di batterie commerciali (1 Ah pesa 360 grammi)

Quindi serve poco piombo

CITAZIONE
Si realizza una piastra invece che piatta fatta in maniera complessa a radiatore come dici tu,con molte lamelle che aumentano di brutto la superfice,poi il fatto di usare 2 acidi prima il nitrico e poi il solforico serve per la formazione,ok anche qui,

esatto!!

CITAZIONE
quello che non mi torna è l'esiguo spessore,solo 1 mm,ma essendo piombo puro probabile che vada bene cosi,quello che fa la differenza mi pare di capire che sia la robustezza della piastra,insomma stiamo parlando di una plantè evoluta.

Esatto, si tratta di una planté stirata al massimo. Sono daccordo anche io che forse 1 mm di spessore è poco, ma forse per una batterie da autotrasporto diventa poco importante, infatti comparandole con le moderne batterie, abbiamo1 mm di spessore, peró pieno anzichè una retina esile esile appesa da un lato, inoltre abbiamo l'acido al 10% anzichè al 30%, quindi molto meno agressivo.

CITAZIONE
All'inizio credevo si dovesse riempire di ossidi,invece no,è semplicemente una plantè fatta a radiatore,ho capito giusto?
Essendo poi 2 piastre ben distinte non ci sono i rischi di un corto,ma quanto è problematica da fare con il fai da te?

nessun problema infatti, stiamo solo discutendo sul contenitore più ideneo, chi dice di usare una cassetta di legno, chi un fustino quadrato, chi il vetro.... ecc, ma per fare una prova tutto va bene.

metto qui questo abbozzo di procedura nella speranza di poterlo fare anche io presto.

personalmente procederei cosí:

1. compro un rotolo di piombo e lo taglio a striscie con una taglierina a ghigliottina (idea di kekko)
2. faccio due ingranaggi di legno e li collego con due tavolette ai lati e una manovella, utile per fare le striscie corrugate
3. taglio a misura le pareti laterali e gli faccio dei fori da... 9-10 mm.
4. assemblo il pacchetto e lo tengo fermo con un paio di elastici o nastro isolante.
5. preparo 2 stampi in legno, uno per la base (un quadrato) e uno per la testa(un quadrato uguale ma con un avvallamento cilindrico, che fará da eletrodo)
6. Verso il piombo fuso nello stampo del fondo e poi appoggio sopra il pacchetto di lamelle e lascio raffredare
7. Verso il piombo nell'altro stampo e appoggio il pacchetto nell'altro senso e poi lascio raffreddare.
8. Con un buon saldatore saldo i 4 lati che chiudono il "radiatore"
9. ripeto il procedimento per la seconda piastra
10. taglio a misura 6 pezzi di multistrato marino da 20mm, in modo da formare una cassetta che contenga le piastre
11. prima di assemblare spalmo la superfice interna con un generoso strato di silicone e lo copro con un nylon spesso (polietilene?), o plastica (pvc)
12. Assemblo con viti e squadrette di rinforzo
13. sigillo con silicone le giunture
14. incollo con silicone sul fondo un pezzo di tubo in pvc messo in piedi e con i bordi superiori affilati, in modo che le piastre possano appoggiarivisi e i fanghi cadere senza provocare cortocircuiti
15. incollo con silicone altri 2 pezzi di plastica sui lati che serviranno da spessori in modo che le 2 piastre rimangano ben fisse e non vadano in corto.
16. al coperchio pratico 3 fori: 2 per gli elettrodi e uno centrale per aggiungere l'acido. Il tappo potrebbe benissimo essere il pezzo superiore di bottiglia di acqua con il relativo tappo a vite faccine/biggrin.gif . adattato con ariacalda e incollato con il silicone.
17. silocono i bordi superiori con un leggero strato di silicone
18. chiudo il coperchio con viti.
19. Riempio il contenitore con le piastre con acido nitrico al 1%.
20. Aspetto 8 - 9 giorni, tiro fuori le piastre e le metto al sole per far asciugare i sali su di esse.
21. Rimonto le piastre metto acido solforico al 10% e inizio le formazioni.

tutto questo x6 o x12 o x24 a seconda della tensione e amperaggio desiderati faccine/sick.gif

Peccato non avere soldi e tempo faccine/sad.gif

ciao
MaX

Nota: modificato su indicazioni di kekko




Modificato da max_linux2000 - 6/7/2010, 20:34
 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 6/7/2010,17:28

Chiaro e tondo,quindi in sostanza sempre una plantè è.
In effetti sembra proprio che la pila perfetta per la durata sia la plantè.
Adesso mi do un'occhiata più approfondita all'intero libro poi vedrò il da farsi...
Non sembra neanche tanto difficile da leggere.

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 6/7/2010,17:44

Ciao Dolomitico! No infatti è un inglese elementare molto semplice.

X Max, ma dove hai letto che i fori devono essere da 20 - 25 mm? Io credevo fossero da 8,5mm. Un altra cosa, nei processi ne hai dimenticati 3 faccine/tongue.gif

- Riempio il contenitore con le piastre con acido nitrico al 1%.
- Aspetto 8 - 9 giorni, tiro fuori le piastre e le metto al sole per far asciugare i sali su di esse.
- Rimonto le piastre metto acido solforico al 10% e inizio le formazioni.

PS: Io per i miei accumulatori userò piombo da 1,5mm, perdo 1/3 di capacità, ma guadagno sicuramente 1/3 di vita. Poi guardando il grafico di formazione di 4000 ore, sono sicuro che con 8000 ore la capacità sia quasi raddoppiata. Quindi non ci dovrebbero essere problemi.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 6/7/2010,19:38

CITAZIONE (kekko.alchemi @ 6/7/2010, 18:44)
Ciao Dolomitico! No infatti è un inglese elementare molto semplice.

se non sbaglio l'inglese semplificato lo hanno inventato pochi anni prima.

CITAZIONE
X Max, ma dove hai letto che i fori devono essere da 20 - 25 mm? Io credevo fossero da 8,5mm. Un altra cosa, nei processi ne hai dimenticati 3 faccine/tongue.gif

- Riempio il contenitore con le piastre con acido nitrico al 1%.
- Aspetto 8 - 9 giorni, tiro fuori le piastre e le metto al sole per far asciugare i sali su di esse.
- Rimonto le piastre metto acido solforico al 10% e inizio le formazioni.

..

grazie, ho modificato il messaggio. Stavo andando a memoria e dimenticavo i particolari

...appoposito, quante piastre per elemento dice di mettere?




Modificato da max_linux2000 - 6/7/2010, 21:00
 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 6/7/2010,19:52

Non lo dice, dice di mettere tante piastre quante bastano per arrivare a 9 cm di spessore.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 6/7/2010,19:59

si quello l avevo capito, ma intendo dire.... quante piastre positive e quante negative?
io pensavo di metterene 3 di cui due negative all'esterno e una positiva al centro... o c'è scritto di fare differente?

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 7/7/2010,04:14

Allora qui c'è un po' un impiccio che credo dobbiamo interpretare, perchè la cosa sicura è che dice di mettere 12 piastre, 6 negative e 6 positive, ma poco prima dice che ogni piastra (elemento) pesa circa 2,2 lbs (libre). Ma se così fosse 12 piastre peserebbero 26.4 libre e cioè circa 13 Kg, quando invece il piombo totale dovrebbe essere 25 Kg (numero molto simile al 26.4 libre). Quindi o c'è un errore sul libro, e 2.2 libre sono 2.2 Kg, oppure a quei tempi la libra aveva un corrispondente in Kg diverso, perchè infatti è curioso notare come si usa il termine libra e Kg nello stesso discorso.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

maxdef
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:998

Stato:



Inviato il: 7/7/2010,07:26

CITAZIONE (kekko.alchemi @ 6/7/2010, 20:52)
Non lo dice, dice di mettere tante piastre quante bastano per arrivare a 9 cm di spessore.

perchè questo vincolo?non posso farle di qualsiasi dimensione rispettando il principio di costruzione?Stavo pensando di utilizzare questi contenitori faccine/rolleyes.gif
http://i122.photobucket.com/albums/o273/maxdef/uscita14-12-08027.jpg

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 7/7/2010,12:10

sarebbe una scocciatura che fossero solo libbre, perchè significherebbe 350Ah ogni 50 kg circa. Dubito molto che nel 1800 la libbra avesse un peso differente da oggi.

non ci resta che aspettare il tuo esperimento kekko... a che punto siamo?

Per velocizzare potresti mettere solo 3 piastre, 2 negative e una positiva in mezzo), pesare prima di cominciare il trattamento e vedere cosa succede dopo 4000 ore.

Tra l'altro propio tu hai il formatore già pronto che ti mostra tutti i dati sull'andamento.

ciao
MaX

Modifica:

no!! ho interpetato male, è giusto il contrario.... ma mi sembra strano perchè altrimenti avrebbe rendimenti superiori a quelli forniti dalla betterie commerciali
Se si parla in libbre vorrebbe dire che 13 kg di piombo danno 350Ah e quindi un Ah "peserebbe" ...220 grammi (a 12 volts) contro i 360 delle batterie commerciali da auto.

sarebbe troppo bello per essere vero... kekko, qui urge una verifica in miniatura.

ciao
MaX





Modificato da max_linux2000 - 7/7/2010, 13:25
 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 7/7/2010,12:27

Ma non credo che siano libre, perchè nella tabella riporta proprio i Kg di piombo ogni cavallo vapore, che diviso 2V mi da gli Ah.

Siamo al punto zero, ancora non ho cominciato ho troppe cose da fare prima, fra cui anche la tua centralina che è in fase di test. Forse tra una venitna di giorni avrò un po' di tempo libero e inizierò la costruzione degli elementi.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 7/7/2010,12:31

tranquillo, la centralina può aspettare, lasciala lavorare intanto.

CMQ.... tu hai fatto una planté, potresti calcolare la superfice esposta e dirci quante ore di formazione ha ricevuto?

ciao,
MaX

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 7/7/2010,16:15

Si certo come no! Faccio un po' di conti e posto.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 7/7/2010,16:27

più che altro per vedere se una planté e una kabath hanno +/- lo stesso amperaggio per cm2 di superfice, perchè in teoria la curva de guadagno Ah della tua planté e della kabath dovrebbero essere uguali a pari numero di ore di formazione.

ciao
MaX

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 7/7/2010,16:47

Allora la superficie totale di piombo delle due piastre (quindi di un solo elemento a due paistre) è di 1815 cmq, e con circa 630 ore di formazione ho raggiunto 1 Ah.

mmm uguali non lo so perchè io non ho ottenuto piombo spugnoso con il metodo dell'acido nitrico. Però sarebbe bello fare un calcolo per avere un confronto

Ahh dimenticavo, 1 Ah l'ho raggiunto con 35 cicli di carica-scarica con un carico di 100 mA, quindi con una scarica in C10.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 
 InizioPagina
 

Pagine: (263)   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   [11]   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum