Se sei già registrato           oppure    

Orario: 24/05/2019 15:05:02  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Accumulatori

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (263)   1   2   3   4   5   6   [7]   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20  ...>    (Ultimo Msg)


Costruiamo una batteria Plantè, Batterie Plantè
FinePagina

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 2/6/2010,09:00


interessante leggere anche la versione in spagnolo http://es.wikipedia.org/wiki/Gaston_Plant%C3%A9, brevemente parla di due lamiere di piombo arrotolate separate per mezzi meccanici e immerse nell'acido solforico mi ricorda qualcuno molto Libero.... faccine/biggrin.gif

CITAZIONE (kekko.alchemi @ 2/6/2010, 04:02)
..on metterli affatto, basta tenere le piastre lontane 1 cm forse anche mezzo. Piuttosto invece bisogna far poggiare le lastre su qualcosa di appuntito..

Riguardo al tuo problema... immagina di mettere sul fondo della cella, una scatoletta o un profilo a U con i bordi superiori affilati, ovviamente in plastica. in questo modo le piastre rimangono sospese e i fanghi possono cadere sul fondo. Il fatto che poggino su una lama impedisce che i fanghi possano creare un ponte

ciao
MaX

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9015

Stato:



Inviato il: 2/6/2010,16:16

la piastra potrebbe essere composta quasi tutta da solfato di piombo, fonde a1100°C, oppure solfato di piombo più un supporto spugnoso (?)



---------------
Al peggio non esiste limite

 

Keyosz
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1959

Stato:



Inviato il: 6/6/2010,09:58

Si le griglie negative delle batterie usate sono per lo più composte da solfato di piombo per via dell'usura, come dice Qqcreafis, sarà per quello che non fonde, in teoria dovresti desolfatarle prima di fonderle se vuoi ottenere piombo fuso, altrimenti potresti sempre recuperare le polveri negative e quelle positive delle piastre di recupero e riempirci le alettature delle tue piastre fatte a stampo, così moltiplicherai la capacità del tuo elemento, ovviamente ricordati di desolfatare l'elemento appena realizzato almeno per 2 settimane per riattivare la materia "attiva" di recupero faccine/wink.gif

Non capisco bene come la gomma possa fungere sa materiale poroso....

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9015

Stato:



Inviato il: 6/6/2010,10:35

Bisognerebbe ridurle con il carbone come fa Ferro

Se hai una fiamma, ad es a gpl puoi tentare di usare la parte di fiamma interna che è riducente (non la punta che è ossidante)

oppure scarburare la fiamma ed utilizzarla così ( fa fumo nero e fa luce gialla)

Oppure spolverarle con il carbone e portarle in temperatura in un modo qualunque...


Sono tutte ipotesi che all'atto pratico potrebero avere dei problemi.....

è qualche giorno che mi chiedo se sono i cristalli di per sè di PbSO4 che danno fastidio o è la loro dimensione?

Se la causa fosse solo la dimensione dei cristalli basterebbe macinare finemente i materiali di recupero per renderli attivi

Se la causa fosse il cristallo di per sè la vedo dura...
un macinamento comunque potrebbe facilitare la desolfatazione



---------------
Al peggio non esiste limite

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9015

Stato:



Inviato il: 7/6/2010,18:43

mi sono informato, ma sono molto oscuri,iprobabilmente sono segreti industriali, e un pò non si sa e un pò non si dice. Comunque la dimensione del grano ottimale è 3 micrometri (3 millesimi di millimetro) abbastanza grande ma a 30 micrometri scatta la solfatazione.
Alcuni trattano termicamente con acqua a 80°C i materiali attivi per prepararli???????(maturazione)
Quindi probabilmete le vere sostanze attive sono sali idrati (amorfi?) dalla composizione poco chiara.

Non si capisce se i cristalli variano di dimensione oscillando intorno al loro valore ottimale o se devono sparire completamente?

A parte questi misteri ho scoperto che la vita dipende drasticamente dalla temperatura a 15°C le tubolari possono vivere anche 45anni!

A poco più (35°C?) solo 6 anni!

Con la temperatura le reazioni chimiche sono più veloci, ma evidentemente lo sono anche quelle che portano alla distruzione della batteria



---------------
Al peggio non esiste limite

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 7/6/2010,20:06

Keyosz... hai messo, l'aria condizionata nella sala batterie? faccine/biggrin.gif

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 8/6/2010,02:10

Con il carbone ho già provato, l'ossido di piombo riesco a ridurlo. Ho fatto una piccola forgia/forno con dei mattoni refrattari, dove dentro fondo e riduco il piombo. Ma purtroppo il solfato di piombo non vuole saperne di ridursi, anche perchè essendo un sale non può reagire con il carbonio per ridursi. Prelevare piombo dalle batterie è molto più complicato di quanto si pensi. Alla fine fra la spesa del carbone/gas e il tempo/manodopera conviene quasi quasi comprarlo già pronto a 3 eur al Kg. Alla fine si recupera più piombo dalle positive che dalle negative... Ma in quale soluzione è solubile il solfato di piombo? Io volevo provare a far bollire le piastre nell'acqua, ma non è detto che il solfato di piombo si sciolga del tutto, mi occorre un solvente per il solfato di piombo.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

Keyosz
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1959

Stato:



Inviato il: 8/6/2010,12:10

Ciao Max, si vale quasi la pena di condizionare la sala batterie! in estate con l'energia in eccesso nelle ore più calde quando batte di più il sole faccine/biggrin.gif
Mà... io le ho messe nel seminterrato, una locale fatto apposta, speriamo vada bene, del resto dalle mia parti sono più i mesi freddi che qualli caldi faccine/smile.gif

Kekko, e provare con la soda caustica?

Per la vita della batteria non mi preoccupa il solfato in quanto è reversibile con le giuste sollecitazioni elettriche, le mie uniche "paure" sono la corrosione delle positive con conseguenti isolamenti e i corti circuiti, ma per questo stiamo quì a progettare l'accumulatore fatto in casa alla moda vecchia faccine/wink.gif

Sono convinto anch'io che non vale la pena recuperare piombo pieno/puro dalle batterie usate, troppo laborioso e nocivo, ma non per questo quelle batterie lì sono da buttare, anzi sono materia prima a costo quasi 0, per fare i nostri ipotetici banchi di accumulo stazionari fai-da-te ci serviranno quintali di materiale, a da quelle batterie possiamo recuperare 2 delle 3 componenti: le materie attive (ossidi e solfati di piombo) e l'elettrolita (acido solforico diluito), poi per il piombo pieno per le parti conduttrici e di sostegno concordo che è meglio comprarlo.

Nell'analisi di altre chimiche di accumulo elettrico sono ben consapevole che se mai volessi realizzarne una su scala adeguata dovrei comprare tutto da 0 con dei conseguenti costi molto più alti degli accumulatori piombo-acido commerciali, quindi purtroppo tutte le vie alla fine puntano verso le piombo-acido con materiale di recupero, alla fine andremmo a spendere comunque soldi, tipo la metà delle commerciali o quasi lo stesso, ma se anche solo ciò portasse ad avere delle celle elettrochimiche solide, durature e facili da manutenere allora significa che varrebbero il doppio o il quadruplo delle equivalenti commerciali, non siete d'accordo?

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9015

Stato:



Inviato il: 8/6/2010,19:15


uano una soluzione ammoniacale di solfato di ammonio

www.patentstorm.us/patents/5211818/claims.html



---------------
Al peggio non esiste limite

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9015

Stato:



Inviato il: 8/6/2010,20:15

oppure più semplicemente

esulfurization of paste by carbonation by sodium carbonate, with pure sodium sulphate being obtained,(g) recovery of so-obtained pure sodium sulphate,(h) treatment of carbonated paste in order to recovery from it the lead, in pure metal form, by extraction by electrowinning.



---------------
Al peggio non esiste limite

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 16/6/2010,17:03

Ho provato ma niente, quando lo fondo si scioglie e diventa giallo, e quando si raffredda mi ritrovo tutti sassolini gialli. Segno che il solfato di piombo si è decomposto in zolfo e ossidi di piombo. Se già era difficile tirar fuori il piombo dagli ossidi, figuriamoci se in mezzo c'è anche lo zolfo. Le piastre l'ho lasciate a bagno per 3 giorni in una soluzione di carbonato di sodio, e altre in idrossido di sodio, ma niente non cambia nulla al momento della fusione. Le ho anche risciacquate per lavare gli eventuali sali formati.

Cmq non mi arrendo, la costruzione del banco palntè contuinua!! Ho quasi finito il primo elemento da 70 - 100A 2V, viene davvero bene, il piombo lo sto comprando in uno "smorzo" dove vendono materiali edili, lo sapete quanto me lo hanno messo oggi al Kg?? 2,35 euro! un prezzone se penso che l'anno scorso lo pagavo quasi 3 eur. Alla fine conviene fare così, compro il piombo e lo fondo nello stampo, non conviene affatto mettersi a smontare le batterie, troppi impicci, tempo e pericolosità. Appena finisco l'elemento posto qualche foto! Ne devo fare ancora altri 11!! faccine/biggrin.gif



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

Pyron

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1115

Stato:



Inviato il: 16/6/2010,17:18

condivido il tuo pensiero, ma piuttosto lo stampo come tiene?

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 16/6/2010,18:02

Ma per adesso tiene bene, avrò fatto una decina di piastre e per ora è integro. Cmq per farlo durare di più al suo interno ho spruzzato della grafite spray in modo da non mettere a contatto diretto il silicone con il piombo fuso.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

alby992

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:124

Stato:



Inviato il: 21/6/2010,22:04

ciao Kekko...devo farti i miei complimenti per l'impegno, la volonta ed i risultati...veramente un ottimo lavoro!!!

Io il piombo lo compro da un commerciante di rottami ferrosi qui in provincia di Verona...l'estate scorsa 50 Kg..50 euro (ora non so) e mi sembrava un furto!!!( dico cosi perchè quando sono andato a chiedere la prima volta gli chiesi quanto voleva per 300Kg...mi disse 50 cent./Kg ...erano principalmente tubi di vecchi impianti idraulici ...io il piombo lo usavo per costruire manubri per la mia palestra casalinga...minuscoli ma pesantissimi...ciao Alberto

P.S. Se abiti vicino a Verona magari ti conviene fare un giretto da queste parti.

Altrimenti l'ultima prova che avevo fatto per ridurre le piastre delle batterie, era quella di mettere dentro alla pala di un escavatore legna e piastre.....accendere un grande fuoco in modo che all'inizio il fuoco fondesse le piastre e verso la fine il carbone riducesse gli ossidi rimasti..ovviamente il fuoco era alimentato da un soffiatore e mescolavo continuamente con una forca...se guardi nella discussione" Piombo nuovo da vecchie batterie" verso la fine dovrebbero esserci anche le foto...




Modificato da alby992 - 21/6/2010, 23:24
 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 21/6/2010,23:14

Siamo ad un punto di svolta, grazie al libro che ha postato qqcreafis, ho capito molte cose importantissime studiate dagli scienziati dell'epoca, domani faccio delle prove, se tutto va come dice il libro, dopo 4000 ore di cicli, 25 Kg di piombo in plantè dovrebbero dare oltre 300A!! L'idea è davvero geniale e non so come abbiamo fatto a non pensarci prima!! Guardate a pag 21, 22, 23, 24 del libro di qqcreafis nella sezione cella zinco - ossido di rame, li si parla di come si costruisce una plantè industriale.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 
 InizioPagina
 

Pagine: (263)   1   2   3   4   5   6   [7]   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum