Se sei già registrato           oppure    

Orario: 01/07/2022 00:43:49  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Pellettatrici

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (360)  < ...  86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   [96]   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106  ...>    (Ultimo Msg)


PELLETTATRICI ARTIGIANALI a trafila piana e anulare (Home made)
FinePagina

corvo50

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:861

Stato:



Inviato il: 5/12/2011, 22:10

non era un problema di umidità,veloce. il fatto è che c'era troppa polvere in fondo al sacco.una scodella da caffelatte per intenderci.troppo decisamente,e questa polvere si attaccava alla coclea creando intasamento.ora vorrei suggerire un metodo empirico per valutare se il nostro pellet è pronto per essere insaccato :passate una mano nuda dentro al pellet e spostatene una bella manciata,ora ritraete la mano .se è rimasta praticamente pulita,il pellet è pronto.se invece notate che è tutta impolverata allora và lavorato e vagliato ancora.è meglio praticare qualche foro con un cacciavite nel sacco ,per permettere un pò di passaggio aria,evita creazioni di muffe,e permette a quella poca umidità residua che potrebbe formarsi nel sacco ,di fuoriuscire.la segatura preriscaldata per fare pellet ,aiuterebbe di sicuro,ma non complichiamoci la vita.il pellet che esce dalla trafila prende già una bella scottata,vi assicuro che la soluzione migliore per eliminare quello scadente (che si presenta sempre ,anche se in bassa misura)è quella della betoniera o simile.certo si crea un po di scarto in piu ,ma li pellet che rimane è indubbiamente di migliore qualità

altra constatazione dopo i primi tentativi di combustione nelle stufe :io,cocciuto come un mulo,ho fatto il pellet con 30%faggio,anche 50% (vedi ultima produzione)pensando di fare un prodotto di migliore qualità e piu richiesto.non era esatto.il pellet di faggio ha una temperatura di accensione piu alta rispetto all'abete,quindi è necessario che nel braciere ci sia piu brace ,affinchè ci sia un accensione rapida ,e una migliore combustione.questo comporta maggiore consumo da parte dell utente,anche se il calore sviluppato è maggiore.tenere la stufa sul 2 invece che sul 1 per poterlo bruciare correttamente ,spaventa il consumatore per il maggior costo.il problema non esiste per coloro che consumano 2-3 sacchi al giorno (vedi caldaie a pellet),qui il vantaggio del faggio si manifesta per bene,infatti producendo piu calore la caldaia ne consuma meno.le stufe che viaggiano al minimo del minimo,devono bruciare abete,che si incendia con maggior facilità ,anche in presenza di pochissima brace

 

biomassoso

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1240

Stato:



Inviato il: 5/12/2011,23:43

se si fa un pellet casalingo i limiti ci sono, inutile farsi illusioni
cosa da la durezza finale è il raffreddamento, senza di quello è difficile avere un prodotto ottimale


faccine/dry.gif


""Raffreddamento
Raffreddamento = la teoria

Ci sono tre tipi di raffreddatori usati nell"industria mangimistica oggi: Il raffreddatore orizzontale, il raffreddatore verticale e il raffreddatore controcorrente. Ci sono dei vantaggi di base per ogni tipo di raffreddatore ma dovrebbe essere ricordato che la stessa teoria si applica su tutti e tre i modelli.

1. Come sono raffreddati i pellet

Il raffreddatore opera due funzioni sul pellet. Come il pellet entra nell"area di lavoro, sia l"umidità che il calore sono rimossi contemporaneamente.
Un abbassamento della temperatura del pellet di 20° F (11° C), corrisponde ad una riduzione di umidità dell"1%.
La mancanza di umidità o di calore condizionerà il rendimento del raffreddatore.

Passo, passo ecco cosa succede:

a) il vapore aggiunto alla farina nel condizionatore provoca l"aumento del livello di umidità della farina tra il 3 e il 5% e contemporaneamente ne aumenta la temperatura. La farina è poi pellettata e molto calore viene aggiunto mediante lavoro meccanico: quindi i cubetti sono scaricati ad una temperatura a volte tra i 140 e i 200° F (tra i 60 e i 94° C). A questo punto, il pellet deve essere raffreddato ed essicato per ottenere un prodotto che possa essere immagazzinato e/o insaccato.
Il raffreddatore é capace di eliminare la maggior parte del calore e dell"umidità aggiunti dal processo di condizionamento e dal calore aggiunto nel processo di cubettatura.

b) Quando lascia la cubettatrice, il pellet ha una struttura relativamente fibrosa che permette all"umidità di migrare dall"interno verso l"esterno per effetto della capillarità (by capillary action).

c) Il raffreddatore è disegnato per portare aria ambiente in intimo contatto con la superficie esterna del pellets. Questa aria, che non è satura al 100%, toglierà (to pick up) umidità dalla superficie del cubetto.
L"umidità viene asportata per un processo di evaporazione (by the process of evaportion). Questo processo di evaporazione causa il raffreddamento del pellet.

d) Il calore prelevato dall"aria incrementa la temperatura dell"aria stessa che passa attraverso il raffreddatore e questo ne incrementerà la sua capacità di contenere acqua. Per esempio, se l"aria nel raffreddatore era di 70°F (20° C) con un" umidità relativa dell"85% e questa aria si fosse riscaldata passando attraverso un letto di cubetti fino a 120°F (48° C), la sua capacità di contenere umidità sarebbe 5 volte più alta che allo stato originale.

e) Il cubetto è lasciato in una condizione di non equilibrio quando la superficie umida è lambita dall"aria raffreddante: praticamente la superficie esterna iene "essiccata". IN questo modo c"è una maggiore concentrazione di umidità nel centro del pellet rispetto alla superficie. A causa di questa condizione di squilibrio, il pellet si comporta come un stuppino (wick), causando la migrazione dell"umidità lungo la superficie del pellet assieme al calore. L"umidità migra verso la superficie esterna. Questa umidità é poi disponibile per essere prelevata dall"aria raffreddante.

f) Questo processo continua fino a che la maggior parte dell"umidità aggiunta nello stadio di condizionamento è rimossa assieme al calore. L"umidità rimasta nel pellet è usualmente eguale o leggermente più alta della umidità di legame delle materie prime. Questa umidità di legame non può essere rimossa in un raffreddatore in normali condizioni ma occorre utilizzare un essicatoio oppure usare un eccesso di aria molto secca.

Viceversa ci possono essere delle volte in cui viene aggiunta acqua fredda e non è quindi disponibile abbastanza calore per estrarre l"umidità. Con queste condizioni, non si riuscirà a togliere l"umidità del pellet se non usando un essicatoio.

g) Nel processo di raffreddamento, perciò, il cubetto sarà sempre scaricato a temperatura più alta (da 5 a 8° C) della temperatura di entrata del raffreddatore. Questo significa che se l"aria entra nel raffreddatore a 60°F (15°C) il cubetto sarà scaricato tra i 70°F (20°C) e i 75°F (24°C).""

 

antoniomlg
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:19

Stato:



Inviato il: 6/12/2011,08:59

complimenti biomassoso
ci puoi scrivere una tesi di laurea.

ciao e buon lavoro

 

veloce99

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:721

Stato:



Inviato il: 6/12/2011,13:27

x Corvo
http://www.youtube.com/watch?v=GAG3vsFYRPA&feature=player_detailpageUn

Questo e' quello che ti serve costruire,un bel vallo rotante,te lo fai in un baleno anche con un riduttore da tergi cristallo,quando esce da qui sara' un pellet perfetto e insaccato.http://www.youtube.com/watch?v=GAG3vsFYRPA...tailpage#t=112s



Modificato da ForumEA - 17/01/2014, 17:25:03
 

corvo50

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:861

Stato:



Inviato il: 6/12/2011, 20:11

bravo bio,bravo veloce.tutti consigli utili.io intanto ho acquistato una stufa a pellet.sono 5 ore che sta viaggiando col mio pellet passato in betoniera.polvere nel sacco inesistente.certo col mio metodo (betoniera)si crea molto scarto alla vagliatura,ma ne vale la pena (c.a. il 20%).ma ecco qua come brucia.bel caldino in casa

ForumEa/1323198671.jpg

 

veloce99

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:721

Stato:



Inviato il: 6/12/2011,20:53

Sei il primo utente e produttore del tuo pellet,doppia soddisfazione.

Poi lo scarto naturalmente diventa pellet,sicuramente lo ripassi,e' come il maiale non si butta via niente. faccine/tongue.gif faccine/tongue.gif faccine/tongue.gif faccine/tongue.gif

 

corvo50

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:861

Stato:



Inviato il: 6/12/2011, 22:02

ah ah ah .eh beh certo non si butta via niente.e della maiala si tiene anche il numero di telefono...

 

m_joi

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:200

Stato:



Inviato il: 6/12/2011,22:47

Azz Corvo Ecco chi mi ha fregato la stufa......... faccine/smile.gif

Pero' di la verità, a parte la soddisfazione impagabile etc etc , i momenti di sconforto
dicci quanto tempo hai perso, quante ore per ottenere un risultato e quanto hai speso alla fine??

perchè senno quelli come me che fine faranno? faccine/sad.gif E' giusto che gli autocostruttori sappiano che
oltre ad avere conoscenza e mezzi (tu hai macchine tipo torni etc etc) dovranno perdere
xx tempo per progettazione , realizzazione prototipo, modifiche etc etc per ottenere qualche risultato
( e tu il motore ce lo avevi già.. il trattore) e quanto andranno a spendere come cuscinetti,
giunti, riduttori, viti e varie...

Solo Veloce non compra anzi piglia soldi per ritirare tutto questo.... Fortunello...
faccine/wink.gif Veloce quando produrai la Velociraptorpellet? ahahhhaah

 

corvo50

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:861

Stato:



Inviato il: 6/12/2011, 23:07

ah ah mjoi : si sinceramente a costruirsi la pellettatrice non è che si risparmi molto,però cè la soddisfazione di dire l'ho fatta io.io ho superato abbondantemente i 1.000 eu,se poi consideriamo tutti i maldipancia e tribolazioni varie e le ore perse ,credo che ne avrei comprate almeno 3 di pellettatrici

 

m_joi

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:200

Stato:



Inviato il: 6/12/2011,23:17

ohhhhhhhh finalmente........
I complimenti non te li leva nessuno sia ben chiaro...
ma vedo in giro troppi costruttori fai da te...

 

corvo50

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:861

Stato:



Inviato il: 6/12/2011, 23:24

eh sì certo,per autocostruire si deve disporre almeno una officina attrezzata,e sia ben chiaro che chi lo fà ,lo fà per pura soddisfazione,altrimenti è molto piu conveniente acquistare quello che si trova già fatto,costruito in serie da chi dispone di macchinari che possono ridurre il costo finale.

:la stufa è una cannonata:sta viaggiando da 7 ore e non ha ancora finito un sacco,ce nè ancora parecchio.temperatura in casa 20°.non so quando riuscirò a smaltire i 300 sacchi di pellet che ho accumulato

 

m_joi

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:200

Stato:



Inviato il: 6/12/2011,23:37

bè li non centra tanto ne la stufa ne il pellet...
non penso tu sia riuscito a produrre pellet da 8kw/kilo
normalmente il pellet si attesta su un valore medio di resa di 5kw /kilo
quindi se consumi poco significa che non hai grossissime necessità...
e magari lavori con la stufa al minino ...

 

corvo50

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:861

Stato:



Inviato il: 7/12/2011, 00:03

ah sì.evidentemente casa mia non necessita di molto calore,e non ho proprio idea di quanto sia la resa kw/kg del mio pellet....devo dire che sono soltanto 50mq i miei locali e ben coibentati

 

d.d.l

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:494

Stato:



Inviato il: 12/12/2011, 22:08

finalmente sono arrivate notizie e foto della macchina che ho consegnato prima delle ferie
giudicate e come sempre consigliate il banco ed il riduttore sono stati fatti ed adattati dal cliente , "ieri l'ho provata e direi che va benissimo1il pellet esce bello chiaro, compatto e liscio.il trattore non perde un giro e sforna che è una meraviglia!" queste le sue parole tratte dall'email

ForumEA/foto0457o.jpg



ForumEA/foto0458j.jpg



ForumEA/foto0459l.jpg



Modificato da ForumEA - 17/01/2014, 17:32:10
 

corvo50

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:861

Stato:



Inviato il: 12/12/2011, 23:05

eeeeeh che bel pellet che ha fatto.se non sbaglio il riduttore è un differenziale auto o camioncino ,adattato allo scopo

 
 InizioPagina
 

Pagine: (360)  < ...  86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   [96]   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum