Se sei già registrato           oppure    

Orario: 26/05/2020 05:24:15  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Sezione Generica


batterie croce rossa
FinePagina

utocava
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4

Stato:



Inviato il: 25/10/2011,13:46

Salve,

qui alla croce rossa Internazionale Congo abbiamo 2 batterie da 12V in serie , da 150Ah l'una.

Utilizziamo un'inverter modella Studer C-2600-24 a 2600 VA e 24 volt (ecco perchè le 2 batterie in parallelo).
Ora, come faccio a creare una tabella dei carichi e tempi di carica - scarica ?

Esempio, se alimento 1000w , quanto mi dura la batteria da 24 v (le 2 da 12 ) ?
se alimento 2000w invece ?

E che carica massima in Ampere posso usare per ricaricare le batterie ?

Grazie

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 25/10/2011,15:01

Ciao utocava, ipotizzando che siano batterie al piombo posso dirti che per la ricarica non devi superare i 15Ah, per il resto dovresti specificare il modello delle batterie in questione, sono tubolari? O delle sempli batterie da camion?

Kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

Magmatico
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:104

Stato:



Inviato il: 25/10/2011,20:05

Ciao Utocava.
Se alimenti un carico da 1000W prelevi dalla serie di batterie circa 40A (1000W : 24V = 41,6A), il che significa nel migliore dei casi le batterie dureranno circa 3 ore, poi saranno completamente scarice e dovrai ricaricarle presto per non lasciarle guastare. Per carichi così grossi 150Ah non sono molte, ne servirebbero almeno il doppio per non scaricarle troppo velocemente. Poi la ricarica dovrebbe essere lenta, come ti ha detto Kekko non più di un decimo degli amperora, ma protratto per almeno 12 ore per poterle ricaricare completamente. Caricare e scaricare troppo velocemente le batterie le rovina in breve tempo.
Se sono in una ambulanza ovviamente non debbono erogare corrente per molto tempo, e forse non si scaricano completamente e non si rovinano velocemente, mentre se sono in un ambulatorio e debbono erogare corrente per parecchio tempo ne occorrerebbero di più.

 

utocava
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4

Stato:



Inviato il: 26/10/2011,10:36

Grazie ragazzi.
Siamo in Congo, area di conflitto.
Le batterie sono modello Victron Energy blue power Gel 12v-150h (anche modelli nuovi 12v-200Ah) e sono in serie, con un inverter del tipo Studer C-2600-24 (2600 VA-24V )


Grazie per le spiegazioni.
Capito che 1000W/24=41,6A e così via posso calcolare le ore teoriche di durata delle batterie.
Lo stesso vale per la carica giusto ?

Non capisco però :

1- Perché usiamo un inverter a 24V che ci obbliga a mettere 2 batterie 12v-150Ah in serie.

Devo trovare il modo di alimentare 2000W-2500W , per almeno 8-10 ore.
Cercando di capire come dimensionare.
Grazie ragazzi per l'aiuto.
Sono da 6 mesi nell'umanitario..che mondo

Ugo

 

Magmatico
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:104

Stato:



Inviato il: 26/10/2011,12:02

CITAZIONE (utocava @ 26/10/2011, 11:36)
Sono da 6 mesi nell'umanitario..che mondo
Ugo

I miei più sentiti auguri, con molta ammirazione.

2500W per 10 ore significa 25 Kilowattora. Una grossa quantità di corrente. A 24V significherebbe poter scaricare 110A per 10 ore consecutive, il che significa una capacità di batterie di 1100Ah, circa 8 volte le batterie che avete adesso. Questo scaricandole completamente e se le batterie sono "buone", se sono anzianotte non durano altrettanto. Poi con questi regimi di carica e scarica si rovinano presto, per non distruggerle in breve tempo occorrerebbe non scaricarle oltre il 50%, il che significa raddoppiare il numero di batterie. Cariche e scariche sempre ad un decimo della capacità totale, e le ricariche su 12 ore (in pratica le devi ricaricare i 12/10 della capacità, per via del rendimento dell'80%....).

Più la tensione del banco è bassa e più si stressano le apparecchiature, tipo inverter regolatori e caricabatterie, per questo e per il fatto che occorrono cavi di sezione enorme per le correnti in gioco, si tende ad usare tensioni più alte, in genere anche di 48V.

Spero di averti risposto adeguatamente.

P.S.
Ti ho mandato un MP.
Ciao

 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum