Se sei già registrato           oppure    

Orario: 18/09/2020 19:25:56  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Eolico

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (11)   1   2   3   [4]   5   6   7   8   9   10   11    (Ultimo Msg)


Modelli turbine a vento
FinePagina

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 17/11/2014 22:13:19

Le bobine di quante spire le farai? e quante bobine?

Con 10 poli puoi avere uno schema con 9 bobine e uno schema con 12 bobine



Immagine Allegata: schermata1.png
 
ForumEA/C/schermata1.png



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 17/11/2014 22:14:05

Questo lo schema con 12 bobine



Immagine Allegata: schermata2.png
 
ForumEA/C/schermata2.png



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 17/11/2014 22:15:09

Lettera maiuscola corrisponde all'avvolgimento antiorario e lettera minuscola avvolgimento orario.



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9571

Stato:



Inviato il: 17/11/2014 22:48:26

ècco il bifase è il più semplice di tutti 5 bobine per fase 180° di sfasamento


per il trifase sempre 5 per fase in totale 15 ma più difficile da fare(e da disegnare)

non seguo i normali schemi in quanto il piggott non ha ferro e quindi non ha incollamenti. inoltre bisogna fare in modo che il suo punto debole, la R interna, non sia troppo debole



Immagine Allegata: tondi.PNG
 
ForumEA/C/tondi.PNG



Modificato da qqcreafis - 17/11/2014, 23:05:48


---------------
Al peggio non esiste limite

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 18/11/2014 21:58:15

Dalla meccanica è molto compatto, sono curioso di vedere le prestazioni.



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9571

Stato:



Inviato il: 18/11/2014 22:33:58

è molto piccolo è quasi un giocattolo, comunque questo è il terzo
ma gli altri due sono diventati motori e poi avevano solo sei poli in questo ho spinto al massimo e sacrifico un pò di campo.

Comunque mi mancano 10 magneti

comunque appena posso faccio una prova intermedia con solo un rotore e provo delle bobine

La teoria dell'induzione utile in questo caso fem=l*VXB

dove il X è il prodotto vettoriale

ad es LINK
comunque tutto cio che sta alla base è l'ipotesi che è inutile generare corrente trifase e connessioni stella e triangolo.
Si sta parlando dei generatori senza ferro che hanno grossi problemi

una connessione tipo stella funziona secondo le regole se si hanno tre tensioni sinusoidali sfasate opportunamente.


ma questo nei piggott è generalmente falso e se vero si ottiene a spese del rendimento utilizzando grosse bobine dove solo una paret "lavora" il resto fa da resistenza interna.

tanto per intenderci ho visto un generatore con magneti radi da 1 cm se fai una connessione stella quando una fase produce l'altra è quasi a zero quindi la connessione stella ha praticamente la fem di una fase e l'altra fa da resistenza
Se la metti a triangolo si cortocircuita sull'altra che non produce.









Modificato da qqcreafis - 18/11/2014, 23:16:14


---------------
Al peggio non esiste limite

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 19/11/2014 01:14:52

CITAZIONE (qqcreafis, 18/11/2014 22:33:58 ) Discussione.php?50285172&4#MSG50


Comunque mi mancano 10 magneti

dimensioni?



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9571

Stato:



Inviato il: 19/11/2014 15:14:00

a bottone 2cm diametro e 0,5 di spessore, ovvero i più economici.

ma si tratta solo di parare il vomito e andare dal segretario che mi manderà da quello che deve fare gli acquisti che mi dirà che non è compito suo e poi salterà fuori l'antimafia che vomito.

comunque oggi ho distanziato i petali sembra che vada meglio, la savonius comunque con la sua semplicità ha prestazioni paragonabili.

farò al più presto delle misure di momento torcente



---------------
Al peggio non esiste limite

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9571

Stato:



Inviato il: 19/11/2014 15:21:22

righetz ma tu hai un sistema con ferro dentro? vero... , mi sembra di aver capito così.

Ma è a flusso radiale come nei disegni o assiale come nei piggott

è per caso un piggott con bobine avvolte su nuclei ferromagnetici?.



Modificato da qqcreafis - 19/11/2014, 15:42:25


---------------
Al peggio non esiste limite

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 19/11/2014 20:27:38

si è un assiale pigott style con le bobine a nucleo ferro-silicio.

I disegni che vedi rappresentati sono per motori radiali ma riporto lo stesso schema di collegamento delle bobine in quello assiale.

Alla fine come dal link che hai messo ho utilizato magneti stretti in modo tale da fare le bobine proporzionate strette e lunghe per ottimizzare la parte attiva e ridurre al massimo la parte resistiva.



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 19/11/2014 20:31:47

Altro fattore importante è il winding factor ed il cogging step.

Ovviamente per le bobine senza ferro il cogging non esiste ma il programmino calcola quante volte il centro della bobina passa al 100% frontalmente ai magneti e più è alto meno giri servono per raggiungere la tensione di lavoro desiderata.

Il mio ultimo lavoro ha in winding factor pari a 0,9544 circa con 240 cogging steps.

L'utiliti la trovi questo sito: LINK



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9571

Stato:



Inviato il: 19/11/2014 21:56:35

la terminologia cogging step? e wind factor mi è ignota. cosa vogliono dire?

Io comunque mi intendo di induzione e di campi e della loro matematica e cerco di aggredire il problema alla base.

Ad es sai che il sistema di mettere meno bobine che poli nel modo indicato dal programma è certamente superato per i piggott senza ferro

Se c'è il ferro ci sono problemi,certamente non puoi sovrapporre le bobine e bisogna tenere conto delle perdite e dell'induttanza inoltre si può soffrire di incollaggi, ma anche vantaggi che conosciamo tutti .
La geometria indicata con ferro con meno bobine che magneti è tradizionale ma per trasdurre scarse quantità di energia è poco indicata.
Ad es con tre bobine per fase tipo quello che hai pubblicato si ha la serie di tre generatori con una fem istantanea differente invece di avere il triplo della fem istantanea e quindi una fem max che vale il triplo della max per ogni bobina si ha una fem max inferiore e quindi una perdita. Piace molto che sia sinosuidale ma questo è a spese del rendimento.Comunque fin che si tratta di macchine con nucleo di ferro dove le spire sono poche va bene così ma,in un piggott ad aria dove le resistenze interne sono dell'ordine degli ohm la cosa non è ottimale.

Il fatto che un piggott non sia perfettamente sinousoidale non interessa nessuno

La mancanza di comprensione deriva dal fatto che la legge di induzione è poco conosciuta, questa legge può avere varie forme tra cui le due più usate

la più conosciuta fem=-delta Flusso /delta t

(ad es questa legge dice che dovresti mettere poli di ferro nello stesso numero dei magneti e larghi uguali.. ma si incolla, ma se non c'è il ferro no!)


e quella per un qualunque conduttore immerso in un campo che si muove rispetto al campo o viceversa.

vettore forza di Lorentz =q*(Vettore velocita)prodotto vettoriale(vettore campo magnetico)

fem = (forza di Lorentz )prodotto scalare (lunghezza filo inteso come vettore)/q

in altre parole se il filo è perpendicolare al campo ed alla velocità

fem=velocità * per campo *lunghezza filo


purtroppo troppo pochi conoscono questa versione della legge di induzione.

è strano, è come se nessuno conoscesse l'esistenza delle onde elettromagnetiche pur usando il cellulare tutti i giorni.


ad es per i magneti trapezoidali di ecotango se si usa un avvolgimento con passo dei magneti sul filo a destra si ha v*B*L e quella sinistra è uguale ma di verso opposto quindi in totale 2*v*B*L per avvolgimento che è il massimo che le leggi di questo mondo permettono inoltre la fem è quasi costante in quanto la variazione di flusso è quasi costante fino a che di colpo si azzera e poi si capovolge. Se usi un avvolgimento diverso hai di meno, tuttavia è chiaro che per farlo proprio così devi usare un singolo strato di avvolgimenti se vuoi fare la matassa devi scendere a compromessi.

Ma non hai notato che i magneti erano troppo vicini lalteralmente(4-6mm) e troppo lontani (14mm) per lo spessore dei magneti stessi?(5mm)

Comunque Righetz quale è la tua analisi?
Quale è la tua opinione riguardo ad un trifase con un'onda pura?
Quale è la tua opinione riguardo il rendimento di un Piggott senza ferro?






Modificato da qqcreafis - 19/11/2014, 22:35:19


---------------
Al peggio non esiste limite

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 19/11/2014 22:31:41

Sintetizzando nella fattispecie pigott può uscire anche un'onda quadra, tanto poi i diodi portano tutto in continua.


CITAZIONE

fem=velocità * per campo *lunghezza filo


per questo tipo di formula sul calcolo della fem posso dedurre che le bobine che ho costruito per il mio generatore in un certo senso sono anche fatte abbastanza bene per via della prevalenza delle parti lunghe perpendicolari alle linee di flusso.


Ora mi viene in mente una frase di un'amico Prof in pensione ..... "Le macchine elettriche lunghe sono quelle con rendimento maggiore".
Di sicuro intendeva la lunghezza delle bobine rispetto alla larghezza delle stesse.

Aggiungo solo questo,
se hai la possibilità di visionare questo schema e relativa disposizione dei magneti mi farebbe piacere leggere un tuo parere.



Modificato da righetz - 19/11/2014, 22:38:00


---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9571

Stato:



Inviato il: 19/11/2014 22:47:18


CITAZIONE

=righetz, 19/11/2014 22:31:41 ?Discussione.php?50285172&4#MSG57]Sintetizzando nella fattispecie pigott può uscire anche un'onda quadra, tanto poi i diodi portano tutto in continua.


concordo perfettamente ed a onda quadra è meglio(un pò squadrata)

comunque vanno a pallino le leggi della trifase, con un piggott molto anarmonico che fa picchi o altra roba è meglio prudenzialmente rettificare separatamente le fasi (suppongo)

CITAZIONE
CITAZIONE
fem=velocità * per campo *lunghezza filo


per questo tipo di formula sul calcolo della fem posso dedurre che le bobine che ho costruito per il mio generatore in un certo senso sono anche fatte abbastanza bene per via della prevalenza delle parti lunghe perpendicolari alle linee di flusso



CITAZIONE
Ora mi viene in mente una frase di un'amico Prof in pensione ..... "Le macchine elettriche lunghe sono quelle con rendimento maggiore".
Di sicuro intendeva la lunghezza delle bobine rispetto alla larghezza delle stesse.


esattamente, si massimizza parte parte di filo che lavora l'altra è resistenza e basta



---------------
Al peggio non esiste limite

 

righetz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4225

Stato:



Inviato il: 19/11/2014 22:53:01


CITAZIONE

Quale è la tua opinione riguardo il rendimento di un Piggott senza ferro?


La mia prima realizzazione era fatta con bobine trapezoidali e magneti a parallelopipedo senza ferro.

Il mio prof in pensione ha visualizzato la forma d'onda con l'oscilloscopio ed era quadra.

questa è la bobina trapezoidale a confronto con altre.

IL rendimento è bassissimo con magneti di spessore 5 mm e statore di spessore 20 mm con 28 poli e 24 bobine a malapena facevo 300/350 watt a circa 400/500 giri le bobine avevano 40 spire con filo da 1,6.

IL secondo lavoro stessi poli e stesso schema con 24 bobine da 28 spire ma con nucleo di ferro ho raggiunto i 400/500 Watt com netà giri e la situazione è cambiata.

Lo spessore dello statore era di 22mm con uno spazio di aria di circa 10 mm 5 per parte per non avere troppo incollaggio.

IL ferro dentro le bobine ti permette di moltiplicare notevolmente l'intensità del campo e di conseguenza il rendimento.

Per la situazione di ecotango credo che la soluzione sia un compromesso di un sistema trifase a bobine sovrapposte con la matassa larga e di spessore molto sottili da non superare i 13/14 mm di spessore totali.
Molte bobine in serie per ogni fase ma di poche spire..... appunto un compromesso molto laborioso



Immagine Allegata: 100_0695.JPG
 
ForumEA/C/100_0695.JPG



---------------
Chi non si indebita fa la rabbia degli usurai

 
 InizioPagina
 

Pagine: (11)   1   2   3   [4]   5   6   7   8   9   10   11    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum