Se sei già registrato           oppure    

Orario: 14/10/2019 19:59:37  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Biocarburanti


Problemoni,Problemi e problemini con biodiesel.
FinePagina

elettr
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:70

Stato:



Inviato il: 9/6/2012,16:52

Come avrete capito dal titolo della discussione,vi voglio parlare dei vari problemi che si possono riscontrare nel FARE e nell'USARE biodiesel per la vostra auto.I problemi di cui parlerò riguarderanno sia quelli che si potranno incontrare nel FARE il biodiesel,sia nell'USARLO sulla vostra auto.

PRIMA PARTE:PROBLEMI NELLA REALIZZAZIONE

1)SCELTA DELL'OLIO
Quando si vuole fare un buon biodiesel è fondamentale cercare un buon olio vegetale esausto.Per prima cosa dopo aver trovato chi vi "regala" l'olio,sarebbe il caso di controllarlo e di vedere se a temperature di circa 10-15°C l'olio è burroso,o completamente liquido.Questo vi farà capire se siete di fronte ad un olio di PALMA bifrazionato se burroso,o di semi vari se limpido.Per la mia esperienza e per quello che posso consigliarvi,almeno per le prime volte usate olio di semi vari.Questo perchè l'olio di palma ha diversi problemi nel suo uso.
A)L'olio di palma essendo "burroso" a temperatura ambiente farà essere "burroso" anche il vostro biodiesel,e dovrà essere adoperato PURO solo se la temperatura di uso è superiore ai 20°C,sennò dovrà per forza di cose essere mescolato in percentuale almeno del 15-20% al gasolio tradizionale.
B)L'olio di palma essendo un olio molto resistente alle alte temperature è molto sfruttato dai ristoratori,e quindi e' molto più facile che sia più acido,più sporco,e più pieno di acqua.

2)PULIZIA DELL'OLIO DI PARTENZA.
A)Il primo problema che tutti noi "transestereficatori" abbiamo incontrato nel lungo procedimento per "generare biodiesel" è quello della pulizia dell'olio di partenza.A mio parere un metodo semplice per filtrare l'olio è quello di usare un filtro autocostruito con una retina di "ottone per filtri carburante".Questa "retina" ha una larghezza di qualche centesimo di millimetro,ed è adattissima al filtraggio dell'olio.
B)Se usate olio di palma lasciatelo un poco al sole prima del filtraggio,o scaldatelo,in modo che passi bene tra le fitte maglie del filtro.

3)IL MESCOLAMENTO DELLA SODA CON IL METANOLO
Come avrete potuto constatare da soli è molto difficile far sciogliere la soda con il metanolo,questo perchè la soda e mal miscibile con il metanolo.
Nel mio caso io utilizzo un piccolo motore (a gabbia di scoiattolo per evitare esplosioni dovute alle scintille dei normali motori a spazzole,che potrebbero far incendiare i vapori di metanolo che escono dal bidoncino) attacato ad una frusta di ferro autocostruita,che faccio girare all'interno di un piccolo bidoncino semi-trasparente,che mi da la possibilità guardandolo in controluce di vedere se la soda si è completamente dissolta.
Facendo in questo modo,in pochi, minuti la soda si scioglie perfettamente nel metanolo.

4)IL MESCOLAMENTO DELL'OLIO

Anche in questo caso i pareri sono diversi,ma il mio consiglio è quello di usare ARIA.Questo perchè con l'aria il mescolamento oltre ad essere molto efficace,non crea problemi nella costruzione del reattore.Infatti è molto più semplice costruire un reattore con il mescolamento che avviene con un piccolo compressorino di frigorifero,che far mescolare il tutto tramite una frusta girata da un motore elettrico,che bene o male per una ora acceso si surriscalda e da sempre problemi di possibili esplosioni.Ed in più un reattore che ha come mescolamento un motore con una frusta è molto molto difficile farlo a camera STAGNA o anche SEMI-STAGNA.

5)LA SEPARAZIONE DELLA GLICERINA
Questo procedimento è abbastanza semplice,ma vi raccomando di NON avere fretta nel separare la glicerina,poichè se aspettate pi' di 48 ore avrete un biodiesel ancora più raffinato e pulito.

6)IL LAVAGGIO

Ebbene si,siamo arrivati al dunque,il FATIDICO LAVAGGIO!!!!!
Il lavaggio è il procedimento più difficile nel "generare" biodiesel ,ed anche il più delicato.

Per lavare il biodiesel esistono diversi metodi.

A)CON RESINA(PUROLITE)
IL più semplice,veloce e "ideale" è il lavaggio con una resina chiamata PUROLITE.Con questa resina il biodiesel che uscirà dall'avvenuto lavaggio non avrà più tracce di metanolo,ne di soda,ne di glicerina.Il contro nell'usare la purolite è che costa molto,e che per usarla c'è bisogno di costruirsi una "torretta di lavaggio" che andrà usata con una pompa,che immettendo il biodiesel dall'alto,con la pressione lo farà uscire dal basso,completamente pulito.

B)CON SEMI-RESINA(ECO2PURE)
Un'altra specie di resina è l'ECO2PURe.Questo prodotto quasi del tutto naturale è composto da particelle di trucioli di segatura e resine.Questo prodotto costa molto meno della PUROLITE, va utilizzato come la PUROLITE,ma non ha gli stessi "benefici",infatti pulisce il biodiesel da solo acqua,soda,e glicerina,ma NON da metanolo,o in piccolissima parte.Quindi se laverete il biodiesel con questo prodotto ,poi dovrete ri-lavarlo con acqua,per togliere l'eventuale eccesso di metanolo.

C)LAVAGGIO CON ACQUA METODO DELLE BOLLE
Il lavaggio con l'acqua è il più semplice lavaggio per biodiesel che esiste,ma anche il più rischioso.
Questo perchè quando si mescola acqua,soda e grasso è molto semplice generare SAPONE.
Il SAPONE è un "nemico" da evitare assolutamente,per non vanificare tutti i nostri sforzi fatti in precedenza.
Il lavaggio con le bolle è molto semplice,dopo aver separato il biodiesel dalla glicerina,miscelerete ad esso una quantità di acqua che equivale a circa il 30% della quantità di biodiesel generato,poi all'interno del bidone metterete un piccolo tubetto che sfiati aria(con un compressorino degli acquari o di frigorifero ecc).Questa aria farà "bollare lì'acqua che è più pesante del biodiesel e che rimane sul fondo,facendola andare in alto,e rifacendola precipitare in basso.Quindi questo movimento pulirà il biodiesel.Questo metodo che va fatto per almeno 3 lavaggi ha 2 grossi difetti:
-Genera più facilmente fenomeni di saponificazione
-Ossida velocemente il biodiesel(iul biodiesel a contatto con l'aria si ossida essendo un prodotto vegetale).
Per questi motivi io vi consiglio di usare il prossimo tipo di lavaggio,chiamato da me lavaggio con acqua con "acidificazione e mescolamento".

D)LAVAGGIO CON ACIDIFICAZIONE E MESCOLAMENTO
Questo tipo di lavaggio a mio parere è quello che da risultati migliori.
Dopo aver separato il biodiesel dalla glicerina,mettete nel suo recipiente acqua calda (a circa 30°C ma se è più calda è ancora meglio) equivalente al 30% del peso del biodiesel.
Preventivamente "acidificate" questa acqua o con aceto,o con acido citrico,in modo tale che il suo PH sia abbastanza acido da annullare la "basicità" della soda contenuta nel biodiesel.Fatto questo mescolate con un bastone o con un mescolatore elettrico,per almeno 4-5 minuti,fino a che non vedete che il biodiesel diventa una specie di "latte" giallastro omogeneo.
Fatto ciò aspettate che il composto si separi BENE(ci possono volere poche ore o alcune giornate,a seconda della temperatura ambiente e dalla qualità del biodiesel generato)e separate l'acqua dal biodiesel.Mi raccomando non abbiate fretta!!!!
Rifate la procedura con acqua calda e se volte un pochino di acidificante,ma in bassissima quantità,poichè oramai nel biodiesel la soda se ne sarà andata via quasi del tutto.
In seguito fate separare ancora l'acqua dal biodiesel.
Infine rifate per l'ultima volta la procedura con acqua calda,e fate separare bene il composto.
N.B se il biodiesel non diventasse limpido,è perchè nel suo interno è rimasta dell'acqua,quindi per poterla togliere dovrete riscaldare il biodiesel con il sole,oppure con qualcos'altro,fino a circa 30-40°C.

A QUESTO PUNTO AVRETE REALIZZATO IL PRIMO VOSTRO QUANTITATIVO DI BIODIESEL PERFETTAMENTE PULITO E PRONTO AD ESSERE IMMESSO NEL SERBATOIO DELLA VOSTRA AUTO!!!


TUTTO QUELLO CHE HO SCRITTO è FRUTTO DI DURO LAVORO,ESPERIENZE DIRETTE, DISCUSSIONI LETTE , DI MOLTA PRATICA,E DI AIUTI PIU' O MENO GRANDI RICEVUTI SU QUESTO E SU UN ALTRO FORUM DI DISCUSSIONE SUL BIODIESEL.


SECONDA PARTE:PROBLEMI NELL'USO QUOTIDIANO DEL BIODIESEL

In questa seconda parte affronterò l'aspetto che riguarda l'uso del carburante realizzato.

1)USARE BIODIESEL E' VIETATO DALLA LEGGE

Usare biodiesel nelle nostre autovetture è vietato dalla legge italiana poichè chi ne fa uso "evade" (involontariamente) le accise che ci sono su tutti i carburanti.Quindi se una pattuglia di carabinieri,guardia di finanza,polizia vi fermeranno per strada e "annuseranno" il vostro tubo di scappamento,state all'erta,poichè sentendo che l"odore" è completamente diverso,potrebbero capire che c'è qualcosa di diverso nel vostro carburante,e quindi potrebbero scattare pesanti multe.

2)IL BIODIESEL E' ESTREMAMENTE OSSIDANTE

Il nostro beneamato biodiesel ha un piccolo "grave" difetto:è molto ossidante per le gomme.
Questo vuol dire che usandolo puro su autovetture non predisposte,i tubi in gomma e tutte le guarnizioni dove il biodiesel passerà avranno una usura molto marcata e si invecchieranno prima.Per ovviare a questo vi dovrebbero essere guarnizioni e tubi molto più resistenti,che non avranno usure superiori al normale.Le autovetture costruite dopo il 1996 TEORICAMENTE dovrebbero "sopportare" il biodiesel,poichè le guarnizioni "dovrebbero" essere di VITON e non gomma normale.Scrivo teoricamente perchè in realtà alcune autovetture scrivono espressamente sui propi manuali di uso che il biodiesel non può essere usato.Molte di queste ,sono anche le nuove autovetture con filtro FAP.
Come ho spiegato all'inizio ho specificato "puro",quindi se lo utilizzerete miscelato al gasolio,avrete molti meno problemi o NON ne avrete affatto.
N.B Se sul manuale di uso della vostra autovettura vi è scritto che il biodiesel non va utilizzato,NON LO UTILIZZATE!!!!
Potreste rischiare di perdere la garanzia,o anche peggio rovinare il motore o l'impianto di alimentazione.

3)USARE BIODIESEL AUMENTA I CONSUMI E ABBASSA LE PRESTAZIONI DELLA VETTURA

E si ,avete letto bene,usare biodiesel aumenta (nel mio caso di molto) i consumi e abbassa in modo abbastanza marcato(varia molto da vettura a vettura)le prestazioni del motore.
Penso che questo succeda perchè la centralina del motore a gasolio essendo tarata su un determinato tipo di carburante,non riesce a ritarare i suoi valori con un carburante molto "diverso".Penso che ri-tarando la centralina,si possa sopperire almeno in parte a questo problemino.

Questi sono delle considerazioni e dei piccoli consigli che vi ho dato.Aspetto le vostre considerazioni e le vostre esperienze,per vedere se "collimano" con le mie.

Ciao a tutti!!

Il post potrebbe essere aggiornato ancora,quando mi verrà in mente qualcos'altro.




Modificato da elettr - 10/6/2012, 12:11
 

natassino

Avatar
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:82

Stato:



Inviato il: 10/6/2012,09:25

ciao, veramente buoni consigli, ma cos'è che differenzia il 3 tipo di lavaggio dal 4°?

l'acqua calda? perchè alla fine come dici bisogna lavare il biodiesel con acqua e mescolare con un bastone.

CITAZIONE
Infine rifate per l'ultima volta la procedura con acqua calda

natas

 

elettr
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:70

Stato:



Inviato il: 10/6/2012,10:30

No,l'acqua calda sarebbe bene usarla sempre,poichè la separazione e la pulizia del biodiesel ne risentono molto positivamente.Se parli del lavaggio con "mescolamento e acidificazione" vanno fatti come scritto,tre lavaggi di cui i due iniziali sarebbe meglio effettuarli con acqua acidificata.

 

dega81
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:135

Stato:



Inviato il: 11/6/2012,18:29

Il fatto che il biodiesel rende un po' meno del normale gasolio, e di conseguenza porta a consumare di più, è un fatto in parte spiegabile e normalmente non dovrebbe essere un problema di centralina (o carburazione).
Il fatto è che il gasolio è una miscela di varie sostanze molto più complesse e ramificate degli esteri (cioè del biodiesel) di conseguenza quando le molecole di queste sostanze vengono rotte rilasciano molta più energia. Gli esteri invece hanno una struttura più lineare che quando si spezza rilascia una quantità inferiore di energia.
Non so se hai provato a paragonare i vari oli, ma ti accorgerai che l'estere di palma rende di più di quello di semi, perchè ha una struttura con doppi e tripli legami (cioè più complessa), noti anche la presenza di questi legami dal fatto che la molecola può ruotare poco su se stessa e infatti solidifica anche a tempereture piuttosto alte.
Detto questo, mi sento anche di dire che l'aumento di consumi non dovrebbe essere cosi esagerato come descrivi, e comunque mi aspetterei che la centralina sia abbastanza elastica da poter comunque ottimizzare la carburazione, in fin dei conti non parliamo di sostanze cosi tanto diverse.
Probabilmente sarà come dici tu, dipende da modello a modello, io ad esempio sulla golf 4 non ho perso molto, specialmente usando palma.
Dega

 

elettr
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:70

Stato:



Inviato il: 11/6/2012,19:20

Io ho una golf 4 130 CV e sono passato da circa 6,5Litri/100km a circa 7,8Litri/100km,fai tu i conti!!!!P.S. ti ho risposto al messaggio che mi hai mandato tramite mail,il file (excel) mi spiegheresti come usarlo??

 

dega81
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:135

Stato:



Inviato il: 12/6/2012,08:07

La mia è un 115, ma a gasolio normale dopo 250000 km mi beve di media il 5.2, certo ho 15 cv in meno e probabilmente avremo anche stili di guida diversi, ma se confrontati, i tuoi 6,5 mi sembrano tantini comunque.
Quando torno a casa guardo il passat del vecchio, quello è 130 e pesa di sicuro più della golf, voglio vedere se i suoi consumi assomigliano ai tuoi.
Hai ravanato la centralina o fatto altre modifiche?
Comincio a pensare che ci sia un problema di fondo estraneo al bioD che però viene amplificato dall'uso di questo carburante

 

luciph3r
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1

Stato:



Inviato il: 1/11/2012,11:16

Salve a tutti ... allora , ho usato 100 litri di olio di palma mooolto usato e 5 litri di grasso di pollo , 20 litri di metanolo e 6,5 gr di soda , queste sono le misure che uso sempre . Stavolta pero si è generato sapone . Cosa posso fare , ma soprattutto quali potrebbero essere le cause visto che scaldo e lascio evaporare l'acqua per piu di 24 ore ( si tanto che non si sente piu friggere ) .

PS:Ho una mercedes 220 CDi , 143cv su cui ho giocato con la centralina ... i consumi sono aumentati ma di circa 1,2 per ogni media . In autostrada a 120 mi avvicino sempre ai 5 ... + o - 0.5 . Giusto per fare un po di statistica sui consumi .

 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum