Se sei già registrato           oppure    

Orario: 21/11/2019 12:38:31  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Eolico

Pagine: (3)   [1]   2   3    (Ultimo Msg)


Chiedo un consiglio di fattibilità
FinePagina

sarvegu
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:24

Stato:



Inviato il: 31/10/2012,23:05

Ciao a tutti
Non so se sono nella sezione giusta e mi scuso in anticipo con i moderatori se così non fosse.
Avrei bisogno di sapere se c'e' qualcuno che vuole iniziare a elaborare un'idea che ho in mente, non sono un tecnico dell'eolico ed avrei bisogno di proporre questa idea proprio ad un tecnico di questo tipo in modo che lui possa valutare le possibilità di attuazione.
Nel caso ci fosse qualcuno interessato ad ascoltarmi sono pronto ad esporre il caso
Grazie a tutti

 

SpitsFire

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:341

Stato:



Inviato il: 1/11/2012,08:44

CITAZIONE (sarvegu @ 31/10/2012, 23:05)
Ciao a tutti
Non so se sono nella sezione giusta e mi scuso in anticipo con i moderatori se così non fosse.
Avrei bisogno di sapere se c'e' qualcuno che vuole iniziare a elaborare un'idea che ho in mente, non sono un tecnico dell'eolico ed avrei bisogno di proporre questa idea proprio ad un tecnico di questo tipo in modo che lui possa valutare le possibilità di attuazione.
Nel caso ci fosse qualcuno interessato ad ascoltarmi sono pronto ad esporre il caso
Grazie a tutti

Ciao sarvegu benvenuto
Tecnici specializzati nell'eolico purtroppo non ne abbiamo, in compenso abbiamo numerose persone preparatissime con tanto di laurea che spazia dalla Fisica alla Chimica e all'Elettronica. Ti invito quindi ad esporre il tuo problema sicuramente troverai qualcuno disposto prima ad ascoltarti e poi ad aiutarti.
Un saluto
SpitsFire



---------------
IPSA SCIENTIA POTESTAS EST

 

sarvegu
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:24

Stato:



Inviato il: 1/11/2012,20:30

Grazie spits
benissimo allora espongo l'idea sperando che qualcuno anzi molti vogliano parlarne ma sopratutto sperando che possa essere fattibile.
Allora leggendo le discussioni vedo che in generale il fattore " Quantità di vento" e anche il fattore "continuità di vento" sono molto importanti nel gioco complessivo di resa del sistema.
Ci sono però luoghi geografici dove le velocità sono costanti e quantitativamente (credo) sufficienti per tutto l'anno anche se con direzioni alternativamente opposte.
Quello che vorrei sapere è se esiste la possibilità di sfruttarle dal punto di vista tecnico.
Mi spiego meglio vorrei che qualcuno mi dicesse se si può sfruttare la fisica del clima sotterraneo dal punto di vista delle correnti convettive per tirarne fuori energia.
Capisco che avrete molte domande da farmi e per non farla lunga aspetto per rispondervi.
Sino ad ora non ho mai sentito nessuna notizia di ricerche o prove fatte in questi luoghi quindi se ci fosse la possibilità di iniziare uno studio penso che sarebbe uno dei primi eseguiti.
a presto(spero) e grazie a tutti

 

sarvegu
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:24

Stato:



Inviato il: 2/11/2012,17:28

Grazie spitsfire per la risposta ma non volevo un aiuto concreto solo discutere con qualcuno che conosca l'argomento in modo tecnico perchè l'idea che mi è balenata potrebbe essere interessante ,di sicuro nessuno la sfrutta al momento. Se tu avessi un posto dove c'e' una corrente forte, confinata e costante non ci faresti un pensierino?
ciao

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 2/11/2012,22:01

CITAZIONE (sarvegu @ 1/11/2012, 20:30)
per tutto l'anno anche se con direzioni alternativamente opposte.

Se la direzione del vento è alternativamente opposta esiste un modo per fare le pale che girino in una sola direzione. Basta pensare ad un tubo verticale che sfrutti il vento delle maree...quando l'onda va su il vento sale, quando l'onda si abbassa il vento scende,ma le pale continuano a girare e non invertono la direzione. Ho visto un progetto del genere...genera poco ma genera energia. Esistono anche delle torri che sfruttano il vento generato dal delta termico ...ma non è chiaro cosa tu voglia fare...parliamone.
Ciao
Bolle




Modificato da NonSoloBolleDiAcqua - 2/11/2012, 22:32


---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

peppe_l39eolico
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:175

Stato:



Inviato il: 2/11/2012,22:23

ciao a tutti,Bolle anche io l'ho visto il tubo che sfruttava le onde era una puntata dei meccanici del pianeta .geniale come idea

 

sarvegu
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:24

Stato:



Inviato il: 2/11/2012,23:02

OK si discute benissimo, il luogo è un condotto abbastanza uniforme, le correnti d'aria possono arrivare sino a 40 km/h na be esistono diverse sia con velocità inferiori che con velocità superiori, l'energia per creare questa corrente d'aria la fornisce la natura quindi è gratis, è costante nel corso dell'anno ma inverte il suo senso di marcia tra estate ed inverno.
Girando un poco sul web ho visto che esiste un tipo di pala che sebrerebbe idonea per un posizionamento ottimale (ovviamente bisognerebbe ridimensionarla) ma io sono incompetente per quanto riguarda la tecnica per ciò vorrei discuterne, la pala che ho visto sul web è di una ditta della quale non faccio il nome ma che ha una sigla che è BTPS6500 sicuramente voi che siete pratici saprete di quale parlo, in questo condotto penso che si potrebbero addirittura mettere più pale moltiplicandi cosi la resa. Si tratta di monitorare per un poco l'ambiente ( un po di dati esistono già) e vedere se è il caso di provare a fare delle prove pratiche .
so che non essendo un tecnico mi spiego male e dovete perdonarmi l'eolico non è il mio campo, aiutatemi con le vostre domande a riempire le lacune che lascio
grazie a tutti

grazie a bolle ed a peppe per la risposta.

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 3/11/2012,14:27

Premesso che pala e generatore puoi anche costruire da solo mi sfugge cosa sia o da dove arriva questo vento, cioè è un apparato costruito dall'uomo o è qualcosa che esiste in natura? potresti essere più preciso? Cmq difficilmente troverai qualcosa che si adatta al tuo scopo...considera che le pale vengono studiate per il vento che va da 0 km/h X Km/h....cioè le pale vengono progettate anche per essere messe in moto...problema che tu non hai se hai una velocità di vento costante...insomma da quello che dici sei in una condizione praticamente ideale...quasi difficile da credere.
Ciao
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

sarvegu
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:24

Stato:



Inviato il: 4/11/2012,08:43

Salve bolle
in effetti mi sono reso conto di essere stato abbastanza vago, è indubbio che per spiegare sta cosa è necessario che chi legge abbia un po di pazienza non vorrei tediare il forum con tematiche che non interessano a nessuno. Io comunque ci provo.
L'idea mia sarebbe quella di trattare fondamentalmente l'eolico come l'idroelettrico. La differenza principale tra i due è che nell'idroelettrico esiste una fonte naturale di energia (acqua) che, se regimentata, ti regala corrente elettrica mentre nell'eolico questo non si verifica devi andare a cercare il vento dove esiste e sopratutto questa fonte di energia è aleatoria, certe volte c'e' c'erte volte non c'e' ecc. Ma se esistesse (ora faccio un esempio grossolano per capire) un serbatoio di vento che ti da sempre una corrente d'aria che è continua e forte, la situazione assomiglierebbe all'idroelettrico cioè un serbatoio d'acqua che mi da potenza per far girare una pelton.
Bene, in natura questo serbatoio esiste. ed è anche parecchio studiato, non capisco proprio come nessuno sino ad ora ci abbia pensato.
A me piacerebbe che ci fosse un gruppo di persone che potessero studiare l'eventuale possibilità di sfruttare questo serbatoio naturale d'aria.
Tanto per entrare maggiormente nel dettaglio , c'e' bisogno di una pala assiale che abbia un diametro non maggiore di 80 cm e che sopporti una velocità del vento che in certi luoghi può superare i 10 m/sec
Qiundi se esiste la possibilità di creare una pala eolica piccola ma che mossa dare una sufficente quantita di energia si può iniziare a pensare ad uno sfruttamento di questo fenomeno naturale.

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 4/11/2012,10:18

Il forum ha tutto il tempo del mondo. Posso dirti che se avessi uno o più tubi di 80 cm con vento costante a 36km/h ...avrei già sganciato il contatore dal gestore elettrico. Per rendere autosufficiente elettricamente la mia famiglia occorrono 100W ( al giorno generano circa 2.5 kWh). Acqua o aria non cambia molto...cambia solo la forma delle pale...sempre di energia si parla...poi l'energia meccanica va trasformata in elettrica e inviata in rere oppure accumulata ( come piace fare a noi 'isolani').
Il micro eolico può andare più che bene...se ne mettono diversi ed ognuno genera i suoi watt che alla fine conta il totale...come diceva Totò. Cmq è complicato fare un minimo di analisi se non si conosce nulla...ora il semplice fatto che non si sia investo...dipende da due motivi:
1.perchè nessuno lo sa.
2.le cose non stanno come dici e c'è qualche problema che per il momento si ignora.
Ora come si fa a capire? Spiegaci o fai uscire il coniglio dal cappello!
Ciao
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

sarvegu
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:24

Stato:



Inviato il: 4/11/2012,11:37

grazie bolle
Sei isolano? non capisco la provenienza citata sul tuo profilo, se sei sardo sappi che nella tua terra ci sono parecchi esempi del fenomeno del quale parlo.
posso scriverti una mail in privato?

ops
ho capito solo adesso cosa intendi per isolani....... ok perdona l'ignoranza in materia. Comunque anche io filosoficamente propendo per l'isola.

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 4/11/2012,19:37

CITAZIONE (sarvegu @ 4/11/2012, 11:37)
posso scriverti una mail in privato?

Preferirei di no, non riesco a capire i misteri...siamo già in incognito...se hai qualcosa da dire perchè non la dici? La conversazione sta diventando sterile!
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

sarvegu
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:24

Stato:



Inviato il: 4/11/2012,20:35

Ok forse hai ragione tu, ti spiegherò dopo perchè ho dato l'impressione di quello che tiene le cose per se.
Passiamo ai fatti: esiste in natura un motore di vento che può essere paragonato (a grandi linee) ad una diga facendo un parallelismo con l'idroelettrico.
Questo motore sono le cavità ipogee; quando sono di grande sviluppo ed hanno uno o più aperture a diversa altimetria, si creano delle correnti convettive che possono essere molto violente.Queste correnti ovviamente sono confinate in condotti e questi condotti possono essere più o meno grandi. Ovviamente maggiore è la sezione del condotto minore è la velocità. Le correnti si verificano quando tra la temperatura all'interno della montagna e quella all'esterno c'e' una differenza di temperatura, in estate quindi dagli ingressi posti a quote alte entra aria ed esce agli ingressi posti a quote basse, in inverno avviene l'esatto contrario.
L'idea era quella di posizionare uno o più generatori eolici di dimensioni contenute in uno di questi ingressi per sfruttare le correnti convettive.
Sto cercando di recuperare dati di monitoraggio delle velocità di queste correnti riferite alla durata di un anno appena li avrò li posterò qua.
Spero di essere stato più chiaro rispetto ai post precedenti e spero che ci siano consigli e proposte
ciao e grazie

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 5/11/2012,02:11

Di queste cavità non ne so nulla...mi informo.Hai possibilità di fare video, foto o altro?
Tu ne hai nel tuo terreno o vuoi sfruttare la cosa per progetti privati? Quale scopo hai...cambia di molto la cosa...puoi fare un fai da te...oppure devi prendere prodotti omologati...la differenza è notevole.
Ciao
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

sarvegu
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:24

Stato:



Inviato il: 5/11/2012,06:44

Ciao bolle
certo informati è sempre una gioia conoscere cose nuove, se vuoi risparmiare tempo puoi chiedere a me ,perche non so nulla di eolico ma su questo argomento sono abbastanza ferrato. Non ho nulla nel mio terreno e non voglio assolutamente sfruttare le cosa per fini privati anzi, sono convinto che le montagne, l'acqua e l'aria siano di tutti e mi piacerebbe che questa idea venisse sfruttata (se realizzabile) socialmente per una qualsiasi si voglia comunità.
Uno dei motivi per qui ero un po ermetico in precedenza era proprio perchè se una azienda con buone possibilità economiche volesse sfruttare l'idea (sempre che sia fattibile) potrebbe compiere scempi già visti in altre occasioni in ambienti che sono abbastanza delicati.
sono a conoscenza di diversi siti in italia dove il fenomeno è evidente ed in perticolare be ho uno in mente che sembra fatto apposta per iniziare una ricerca in questo senso.
se hai curiosità sulla fisica del clima sotterraneo chiedi e sarò felice di risponderti.
Ciao bolle e grazie

 
 InizioPagina
 

Pagine: (3)   [1]   2   3    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum