Se sei già registrato           oppure    

Orario: 03/08/2020 14:48:31  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Agricoltura


La natura non ara!
FinePagina

Franco Malgarini
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1677

Stato:



Inviato il: 30/6/2013,09:30

Se siete attenti osservatori, avrete notato che in natura non esiste aratura;
le stagioni si susseguono con la crescita primaverile delle piante selvatiche
rigogliosamente in estate c'è un'esplosione di vegetazione differenziata
che poi in autunno si secca, rimane sul terreno e con la collaborazione delle foglie, del vento e dell'acqua
crea uno strato di humus che poi servirà per la crescita successiva...
arando si travolge tutto l'ecosistema dello strato superficiale del terreno...



---------------
Laudato si', mi' Signore, per sor'aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.
Laudato si', mi' Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte, et ello è bello et iocundo et robustoso et forte.
Laudato si', mi' Signore, per sora nostra matre terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.
Laudato si', mi' Signore, per frate vento et per aere et nubilo et sereno et onne tempo, per lo quale a le tue creature dài sustentamento.

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 30/6/2013,11:06

Si questo è vero, ma è anche vero che le piante da frutto hanno bisogno di situazioni diverse rispetto ad un bosco destinato ad esempio alla silvicultura. In natura in genere le piante da frutto e quelle depauperanti non sono concentrate tutte in un unico terreno, ma sono sparse e in genere sempre miste ad altro. Questa mistura di piante, crea una specie di rotazione naturale delle colture, cosa che in piccoli appezzamenti deve per forza di cose avvenire con l'aratura e la sostituzione delle piante. Se ad esempio un anno pianto su un terreno dei pomodori, l'anno prossimo dovrò arare tutto e piantarci un altra varietà di pianta, in modo da non prelevare dal terreno sempre gli stessi elementi, cosa che ne farebbe scaturire una scarsa produzione.

Dai tempi più remoti l'uomo ha imparato a coltivare la terra per aumentarne l'efficienza di produzione e raccolta. Per fare quello che dici ci sarebbe bisogno di spazi sconfinati dove poter piantare una varietà mista di tutte le piante, ma questo comporterebbe una scarsissima produzione oltre che a un lavoro disumano di raccolta. Ti immaggini a cercare una pianta di pomodori un ettaro qui e un ettaro lì, o qualche spiga di grano ogni 20 - 30 metri... sarebbe una follia, oltre che una cosa poco vantaggiosa.

PS: Sono d'accordo con te, sul fatto che l'aratura non deve essere troppo profonda per non interrare troppo lo strato superficiale di humus.

Saluti Kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

Franco Malgarini
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1677

Stato:



Inviato il: 30/6/2013,13:54

C'è chi ha studiato scientificamente e sul campo i sistemi di non aratura,
per questo esistono il metodo Fukuoka, il metodo biologico, l'orto sinergico, ecc.
l'importante è che la QUALITA' del prodotto sia come quella di una volta...

Kekko, ma il Cosmic Pipe che fine ha fatto?



---------------
Laudato si', mi' Signore, per sor'aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.
Laudato si', mi' Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte, et ello è bello et iocundo et robustoso et forte.
Laudato si', mi' Signore, per sora nostra matre terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.
Laudato si', mi' Signore, per frate vento et per aere et nubilo et sereno et onne tempo, per lo quale a le tue creature dài sustentamento.

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 30/6/2013,16:20

Seguo da molto vicino questi sistemi, come ad esempio quello dell'inerbimento... quest'ultimo può andar bene per colture come gli ulivi e i meleti, e altri alberi da frutto perenni. Ma non può assolutamente andar bene per colture erbacee come il grano, e tutti gli altri.
Una volta i prodotti di qualità erano tali perchè non erano OGM, non si usavano pesticidi, ormoni e quant'altro, ma non perchè non si arava, anzi!! Una volta si arava molto più di quanto si fa oggi, in antichità si praticava ad esempio la tecnica dello scasso, che prevedeva per piante da frutto trentennali il rovesciamento del terreno ad un metro e più di profondità, portando alla luce lo strato di terra inerte e mandando sotto terra quello fertile. Eppure si facevano prodotti di qualità!

Quello che penso, è che non bisogna farsi troppe fantasie mentali con queste cose, l'uomo si è sviluppato ed evoluto arrivando fino ad oggi, proprio con l'agricoltura e l'aratro è forse l'attrezzo più antico mai inventato dall'uomo in agricoltura. Non arando il terreno sorgono moltissimi problemi, come l'areazione del terreno che porta all'asfissia radicale delle colture, e al mancato interramento dell'humus, che restando in superficie rimarrà nutrimento per le erbe infestanti, e non per quelle che intendiamo coltivare.

Chi fa certi esperimenti, dovrebbe farli per decine di anni sullo stesso terreno, si renderà conto che con il passare del tempo la coltura darà sempre meno produzione e si ammalerà molto più facilmente, per non parlare poi delle concimazioni, che dopo qualche anno di mancata aratura difficilmente penetreranno nel terreno e verranno quindi dilavate dalle pioggie.

L'aratro ai giorni nostri è molto importante poi perchè permette di rompere lo strato superficiale del terreno, che con il passaggio dei pesanti mezzi di lavoro si compatta facendo si che l'acqua e i fertilizzanti scivolino via senza più arrivare alle radici delle nostre piante.
C'è poi un aspetto molto più importante degli altri, che è quello della naturale disinfezione di tutti i nematodi e parassiti che si accumulano sul terreno e che faranno ammalare le future piante, portando all'uso di maggiori pesticidi e prodotti chimici. Interrando infatti lo strato superficiale di qualche decina di centimetri, si interrano (oltre all'humus che sarà più disponibile per le radici) tutti quei parassiti e quei nematodi aereobici che in assenza di ossigeno moriranno e non potranno attaccare le future piante.

L'uomo primitivo si rese poi conto che smuovendo il terreno e creando quindi la famosa magese, le piante crescevano meglio e molto più in fretta perchè oltre ai motivi già visti sopra, la terra essendo più morbida permetteva una migliore espanzione radicale apportando quindi più minerali alla pianta stessa.

Se vuoi un consiglio, diffida sempre da chi vuole reinventare l'acqua calda, se dall'uomo primitivo ad oggi si è sempre usato l'aratro un motivo ci sarà, e come ripeto, i prodotti di qualità che si facevano una volta venivano fatti con buoi che trainavano gli aratri, poi fu la volta dei motori a vapore e infine di quelli endotermici, ma sempre aratri erano. Il probelma oggi della qualità non sta assolutamente qui, ma nei pesticidi, negli OGM, e negli ormoni che per comodità si utilizzano, la colpa è da ricerare lì.

Un saluto Kekko

PS: La discussione Cosmic Pipe, oltre a non sembrarmi un metodo molto naturale (visibile quindi in natura), è stato spostato perchè andava contro il regolamento di questa sezione, il quale recita che si possono postare solamente esperienze personali, e sono vietati link a siti esterni appartenenti quindi ad altri, diventerebbe altrimenti una sorta di enciclopedia piena di link non trovi?



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

MarKoZaKKa

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1884

Stato:



Inviato il: 28/10/2013,09:35

CITAZIONE (kekko.alchemi @ 30/6/2013, 16:20)
se dall'uomo primitivo ad oggi si è sempre usato l'aratro un motivo ci sarà

faccio il saccente... per le precisione l'aratro l'hanno inventato i sumeri... si, ho visto ulisse ieri sera faccine/smile.gif

sarà che qualcuno cerca di alzare il rumore di fondo per diminuire il s/n ratio?, oppure ho troppa stima dell'umanità?



---------------
Tecnico qualificato in clownerie
Windsurfer a tempo perso
Slalomaro senza speranze

 

Tizio.8020
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:89

Stato:



Inviato il: 10/11/2013,22:32

Tutto giusto, ma una volta eri limitato appunto dalla mancanza di tecnologia.
I romani non hanno arato la pianura padana perchè i loro aratri non ci riuscivano.
Quando andavo io a scuola, ci insegnavano che "la resa in grano di un ettaro di pianura padana è circa 60 quintali", noi siamo arrivati ad oltre 90 quintali, ma il prezzo per ettaro è rimasto quello di .... quando andavo a scuola io!
Non mi sembra progresso.
Altra cosa: gli indiani d'america coltivavano i terreni proprio addossando le piante le une alle altre!!!
Facevano un buco, dove venivano messi mais e fagioli e pomodori.
Crescendo, le piante di fagiolo e pomodoro si avvinghiavano allo canna del mais, senza problemi.
Anzi, il fagiolo, essendo una leguminosa, apporta azoto al terreno invece di depauperarlo come fa il mais.
Il pomodoro a sua volta ha (aveva, le varietà moderne non più) delle tossine che tenvano lontani i parassiti.
Vero che dopo alcuni anni il sistema collassava lo stesso, ma moolto più lentamente.
Vero anche che erano "costretti" a fare ciò dalla assoluta mancanza di animali domestici adatti al traino di qualsivoglia aratro...
Credo che si potrebbe mitigare l'uso di quantità assurde di fertilizzanti azotati, da una migliore gestione del paineta.
Inutile coltivare milioni di tonnellate in più di cereali etc, se il loro uso è (quasi) solo quello di alimentare milioni (miliardi!) di animali da carne.
Praticamente , sia l'inquinamento da azotati che da "metano libero", CO2 etc, deriva dall'allevamento dei bovini, suini etc.
Stiamo distruggendo l'ecosistema per tenere basso il costo della carne!!!
Credo di poter vivere anche mangiando meno manzo, meno suino e meno pollame.
Mi piacciono, e tanto, ma non a questi costi sociali!!!




Modificato da Tizio.8020 - 29/11/2013, 20:33
 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum