Se sei già registrato           oppure    

Orario: 19/09/2019 00:28:26  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Eolico


Modello generatore?????????
FinePagina

vipa92
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5

Stato:



Inviato il: 1/7/2013,08:32

Buongiorno a tutti sono nuovo del forum, mi hanno appena regalato un generatore eolico , ma siccome non ne so nulla ho pensato di chiedere a chi ne sa più di me. posso dire solamente ciò che vedo, anche perchè non so se posso inserire delle immagini che sarebbero sicuramente più esaustive. allora il generatore è in alluminio, ha tre pale lunga circa un metro pesa circa 15 kg e dalla base esce un cavo tripolare con ciascun cavo del diametro di circa 5 millimetri. apparentemente non ci sono targhette del costruttore , non so che potenza eroga e neanche che tensione, insomma non so proprio nulla, l'unica cosa che so è che se i cavi sono collegati tra loro le pale non girano, al contrario se vengono liberati, le pale girano liberamente. chiedo a voi di poter cominciare ad illuminarmi su questa faccenda e di aiutarmi a capire qualche cosa in più. grazie a tutti

 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 6/7/2013,17:44

CITAZIONE (vipa92 @ 6/7/2013, 12:14)
Salve a tutti oggi ho scoperto che il mio generatore eolico è un Lakota 900w. qualcuno saprebbe aiutarmi a sfruttarlo appieno. Grazie a tutti

Ciao vipa92,
Premetto che non sono un esperto in eolico ,ma leggendo un pò di discussioni mi son fatto una mezza idea di come si gestisce (in alto c'è la funzione cerca faccine/smile.gif )

Ho letto nel datasheet del tuo generatore che esistono tre tipi di versioni con stessa potenza (quindi 900W),ma con diverse tensioni di lavoro 12...24...48 V...

Quindi se fossi in te scoprirei subito quale sia la tensione di lavoro , facendolo girare a circa 100RPM e leggendo la tensione in uscita. (cavi separati)

Una volta che sai la tensione di lavoro dovrai scegliere se usare l'energia prodotta per un impianto ad isola o di rete.

Se scegli di rete devi acquistare un inverter grid tie specifico per eolico con potenza e tensione adeguate.

Se scegli ad isola invece devi proporzionare tutto l'impianto in base alle tue esigenze ,quindi dimensionamento banco batterie , inverter ..... ma sopratutto comprare un regolatore di carica di tipo shunt .

Ci vuole quel tipo di regolatore di carica perchè il generatore eolico non deve mai rimanere senza un carico connesso ,altrimenti raggiungerebbe velocità di rotazione elevatissime (hai notato che senza carico gira libero faccine/smile.gif )
Noto che già possiede un sistema meccanico di limitazione di giri ,ma un buon regolatore è il modo migliore di aumentare anche la sicurezza ...

Prendo uno schema a caso nella rete di come si connette...

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/ibrido.jpg



L'energia del generatore trifasico viene raddrizzata dal ponte rettificatore e connessa al banco batterie ..
Il regolatore di carica impostato su shunt tiene sempre costantemente monitorata la tensione del banco e quando questo risulterà carico devierà l'energia del generatore su una resistenza di zavorra..
Cosi' facendo viene interrotta la carica delle batterie ,ma il generatore avrà comunque lo stesso carico quindi resterà frenato evitando situazioni spiacevoli..

Per il dimensionamento del banco e dell'inverter puoi tranquillamente vedere le mille discussione del solare ..... cambia solo la provenienza dell'energia .... ,ma il resto cambia poco....

Ciao
ElettroshockNow





Modificato da Bolle - 29/03/2017, 14:17:29
 

vipa92
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5

Stato:



Inviato il: 8/7/2013,07:30

Ti ringrazio tanto per la risposta e ti chiedo scusa se mi faccio vivo solo adesso, ma nel fine settimana sono stato fuori. Allora andiamo per gradi. per quanto riguarda l'impianto grid-tie volevo chiederti alcune cose, ho letto da qualche parte che gli inverter collegati in uscita ad un generatore eolico sono particolari, in quanto oltre ad interrompere la tensione in uscita in caso di black-out, provvedono anche a mettere in fase la 220 prodotta dall'impianto con quella ENEL, ho visto anche che hanno dei costi abbastanza elevati, ma la cosa che più mi dispiace è che io dispongo di alcuni inverter della AGFELECTRONICS quelli di colore verde militare per intenderci (controllali in rete) che ho reperito in un mercatino di elettronica e che se non sbaglio sono abbastanza precisi. per quanto riguarda l' interruzione del funzionamento in mancanza di corrente ENEL, penso che si possa ovviare con un relè a doppio scambio in uscita dall'inverter e collegato alla rete e comandato proprio da quest'ultima. per quanto riguarda invece il circuito che mette in sincrono le due fasi,non saprei proprio dove mettermi le mani, pensi sia possibile da realizzare?. Per quanto riguarda invece un impianto ad isola volevo chiederti se fosse possibile utilizzare le batterie delle auto, che potrei reperire facilmente in quanto ho un amico demolitore e che potrei sostiture frequentemente data la breve vita delle stesse. Per il momento mi sembra di aver detto tutto. ti ringrazio ancora per l'aiuto che vorrai darmi e spero che anche altri si aggiungano alla discussione per darmi il loro contributo. Grazie ancora

 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum