Applicazioni E Realizzazioni Pratiche
riciclo trasformatore.....

VISUALIZZA L'ALBUM

Pag: (2)   [1]   2    (Ultimo)


FinePagina

nik57
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 11/12/2017 09:33:44

ho recuperato (mi piace riciclare....) 4 di questi trasformatori, credo utilizzati per alimentare lampade alogene e vorrei riciclarli;

da quello che mi sembra di capire sono trasformatori AC-AC 220>12V che richiedono un carico minimo di 35W per funzionare;

con un potenziometro da 1 Mohm sui pin centrali ed un ponte da 8A 200V in uscita, misuro senza carico e senza condensatori di livellamento 6.7V; l'ho collegato ad un mini-svitavvita (che alimento normalmenre con i 5V di un alimentatore da pc) e funziona solo che per farlo avviare devo collegare-scollegare manualmente uno dei fili che vanno dal ponte allo svitavvita;
credo (ma probabilmente la faccio troppo semplice) che dipenda dalla mancanza dei condensatori di livellamento;
con il potenziometro riesco in uscita a regolare la tensione dai 6.8 a 3V senza carico e dai 9.8 ai 4.5V con lo svitavvita in funzione; quest'ultimo assorbe circa 4.5-5A sotto sforzo massimo (frenandolo con una mano)

vorrei utilizzarlo esclusivamente per alimentare il mini-svitavvita ed eventualmente uno svitavvita a 12V (8-10A max)

p.s. ad entrambi gli svitavvita sono state eliminate le batterie e la circuiteria

ora i condensatori di livellamento sono necessari? risolveranno il problema dell'avvio? considerando l'assorbimento devono essere da min 25V 5-6000 microF (due da 4700 in parallelo)?

capisco che vendono alimentatori già pronti all'uso, ma mi piace riciclare...; inoltre questi trasformatori sono piccolini 10x4x2.6 cm e comodi

ps. ho visto che sono destinati ad un carico resistivo....



Immagine Allegata: trafo.jpg
 
ForumEA/S/trafo.jpg



Modificato da nik57 - 11/12/2017, 09:39:01


---------------



 

inventoreinerba
GigaWatt


Utente
Msg:3544

Stato:



Inviato il: 11/12/2017 10:00:11

quel trasformatore ha in uscita 12v alternati (ac significa corrente alternata)

lo svitavvita per funzionare richiede corrente continua.
occorre quindi raddrizzare la corrente con un ponte di diodi o almeno con un diodo.
siccome il trasformatore è in alta frequenza (30khz o più, non 50hz come la tensione di rete) è meglio usere diodi scotky (sono più veloci)

col condensatore ti funzionava un po' perchè metteva in corto la semionda negativa e funzionava un po' da diodo.

 

nik57
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 11/12/2017 21:57:23

....Faccine/Smileys_0007.gif

non mi sono spiegato bene...
ponte diodi montato, condensatore no!



---------------



 

inventoreinerba
GigaWatt


Utente
Msg:3544

Stato:



Inviato il: 12/12/2017 14:10:40

il ponte di diodi deve essere skottky.
a 50hz la tensione cambia polarità 50 volte al secondo.
a 30khz la tensione cambia polarità 30000 volte al secondo.



Immagine Allegata: Cattura.JPG
 
ForumEA/S/Cattura_4.JPG

 

inventoreinerba
GigaWatt


Utente
Msg:3544

Stato:



Inviato il: 12/12/2017 14:17:50

per il condensatore di livellamento ,essendo la frequenza di funzionamento 30khz, è sufficiente una capacità bassa in proporzione.
invece che 2500uf basta da 50uf.
p.s. se devi aggiungere delle cose , come ad esempio che c'è il ponte di diodi, è meglio che fai un nuovo messaggio, senza modificare quello vecchio, altrimenti chi legge non può capire e alcuni post sembrano senza senso.



Modificato da inventoreinerba - 12/12/2017, 14:22:17
 

nik57
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 12/12/2017 20:36:58

ok...
ti ringrazio

solo per imparare qualcos'altro, il fatto che la frequenza sia così elevata lo si capisca da quello che c'è scritto sul trasformatore?

inoltre la minore capacità necessaria è legata al fatto che con quella frequenza è come se avendo meno tempo per caricarsi non riuscisse a "riempirsi" completamente?

nik



---------------



 

inventoreinerba
GigaWatt


Utente
Msg:3544

Stato:



Inviato il: 12/12/2017 20:58:52

tutti i trasformatori svitching(il tuo alimentatore è svitching) lavorano a frequenza ultrasoniche per utilizzare un trasformatore piccolo, in ferrite.
un trasformatore da 100w altrimenti peserebbe 2kg.

per livellare la tensione basta un condensatore con capacità inferiore perchè il condensatore si carica e si scarica ad ogni ciclo ,quindi a 30khz il condensatore lavora franeticamente .
in ac a 50hz un condensatore da 2500uf lascia passare una corrente di 2A
in ac a 50000hz basta un condensatore da 25uf, alla stessa tensione,per lasciare passare 2A.
Ora c'è un problema:gli elettrolitici a questa frequenza si scaldano molto.
allora hai 2 possibilità: o usi condensatori non elettrolitici ,più costosi ma eterni, oppure usi elettrolitici per alte frequenze, c'è scritto 105°C ed è la temperatura che possono raggiungere.
inoltre ,sempre per limitare il riscaldamento , si usano solitamente molto sovradimensionati, in tensione e/o in capacità.
la capacità può essere 10 o 100volte superiore di quella teorica necessaria, col tempo scoppiano lo stesso.(5000 ore?)

 

nik57
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 12/12/2017 21:18:10

CITAZIONE (inventoreinerba, 12/12/2017 20:58:52 ) Discussione.php?214922&1#MSG6


....condensatori non elettrolitici.....


cioè quali? ceramici, ecc?
se dovessero capitami li tengo da parte....



---------------



 

inventoreinerba
GigaWatt


Utente
Msg:3544

Stato:



Inviato il: 12/12/2017 21:47:23

qualsiasi non elettrolitico va bene.ceramico o poliestere.
un condensatore di avviamento per motori , ad esempio, di una vecchia lavatrice da 20uf 400v andrebbe benissimo,anche se basterebbe da 20v.
comunque puoi fare anche prove con gli elettrolitici.
tieni presente che il condensatore lavora ,e si scalda, quando assorbi corrente.
A vuoto non si scalda.

 

nik57
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 12/12/2017 21:56:08

benissimo,
di non elettrolitici ne ho parecchi, presi ad un mercatino, gli elettrolici per alte frequenza (105°) li recupero da vechie schede madri di pc...

grazie ancora per le spiegazioni



---------------



 

nik57
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 17/03/2018 09:20:53

diodi skottky SB5200 arrivati ieri....

ora:
- il ponte deve essere da 4 diodi o è sufficiente usarne solo 2? cosa cambia? con 4 diodi qualche volt in più in uscita?
- considerando che lo svitavvita (5-6V) assorbe 4-5A è sufficiente il condensatore di livellamento da 25uF?
- a 12V posso tirarci fuori 7-8A?

ricordo che la tensione in uscita dall'alimentatore switching può essere regolata (0-12V in AC) con un potenziometro

- c'è una formula per calcolare indicativamente la capacità minima del condensatore?
- la necessità di sovradimensionamento in capacità e/o tensione vale solo per gli elettrolitici?


grazie
nik



---------------



 

inventoreinerba
GigaWatt


Utente
Msg:3544

Stato:



Inviato il: 18/03/2018 10:40:57

con 2 diodi non cambia nulla,però devi avere un trasformatore con presa centrale (tre fili in uscita) altrimenti devi usare 4 diodi
( o 1 diodo se ti accontenti di mezza emionda)

 

nik57
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 16/06/2018 11:19:17

diodi e condensatori finalmente arrivati....
ho realizzato il tutto: ponte diodi SB5200, condensatore 105°-2200uf 16v, ora senza carico, con il tester, misuro poco più di 19v in cc;

ma mentre prima con il potenziometro da 1Mohm (sui pin centrali) riuscivo a variare la tensione in uscita, ora non si schioda dai 19v....come mai?
il potenziometro ovviamente funziona (testato!); se scollego ponte diodi e condensatore il pot funziona regolarmente (ca); potrei risolvere aggiungendo uno step down ma vorrei capire come mai non va; potenziometro più grosso?

a proposito del condensatore, l'ho messo da 16v, è sufficiente visto che in uscita ne ho 19 in cc?



---------------



 

nik57
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 16/06/2018 17:20:55

sotto carico funziona ma non bene....
alimentando un trapano a 12v, ruotando il potenziometro il voltaggio varia da 14 a 11v (circa); mentre con lo svitavvita a 3.6v, il voltaggio varia da 12,5 a 11,5 (alimentato per il tempo neecessario a misurarlo con il voltmetro);
provo a mettere una resistenza (quanti hom?) in serie al potenziometro?



---------------



 

Claudio

Avatar
GigaWatt


MODERATORE
Msg:7096

Stato:



Inviato il: 16/06/2018 18:09:58

Se in uscita hai 19Vcc il condensatore deve essere almeno 25V e serve una resistenza fra i capi del condensatore, altrimenti rimanendo carico la tensione non varia, prova mettendo 1K 1W.



Immagine Allegata: image035.jpg
 
ForumEA/T/image035.jpg



---------------
Inverter PIP4048MS, 15 pannelli 250W, 500A FIAMM 12FIT100






...

 
 InizioPagina
 

Pag: (2)   [1]   2    (Ultimo)

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum