Solare Fotovoltaico
Costo impianto fv 6kw

VISUALIZZA L'ALBUM

Pag: (4)   1   2   [3]   4    (Ultimo)


FinePagina

Claudio

Avatar
PetaWatt


MODERATORE
Msg:15058

Stato:



Inviato il: 27/03/2019 18:19:53

Alessandro sei un po' basso come stime, il mio FV da 3750W settimana scorsa ha fatto 83Kw e dal I° Gennaio 597Kw.
Calcolando la caratteristica dell'accumulo, che non produce se non serve, in SSP sicuramente sarebbero di più.
Se noti il picco al Sabato lavatrice a gogo.



Immagine Allegata: Ultima settimana.jpg
 
ForumEA/T/Ultima settimana.jpg



Modificato da Claudio - 27/03/2019, 18:24:19


---------------
Inverter Sofar Solar HYD6000-EP, 5250W pannelli, 14kWh lifepo4.





...

 

stufodelgas

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:1568

Stato:



Inviato il: 27/03/2019 20:55:31

CITAZIONE (Marco89, 27/03/2019 13:29:43 ) Discussione.php?215619&2#MSG29


.....spero un giorno di riuscire a prelevare dal mio gestore il meno possibile,e tramite lo ssp di recuperare anche quel poco che spendo per acquistare corrente in inverno..

Bhe insomma tanto poco non è, tra autoconsumo e scambio sul posto risparmi almeno il 70% di quanto spendevi prima senza impianto. Se sei bravo con l'autoconsumo riesci ad arrivare anche oltre.



---------------














 

Marco89
Watt


Utente
Msg:28

Stato:



Inviato il: 27/03/2019 21:07:03

CITAZIONE (stufodelgas, 27/03/2019 20:55:31 ) Discussione.php?215619&3#MSG31

CITAZIONE (Marco89, 27/03/2019 13:29:43 ) Discussione.php?215619&2#MSG29

.....spero un giorno di riuscire a prelevare dal mio gestore il meno possibile,e tramite lo ssp di recuperare anche quel poco che spendo per acquistare corrente in inverno..

Bhe insomma tanto poco non è, tra autoconsumo e scambio sul posto risparmi almeno il 70% di quanto spendevi prima senza impianto. Se sei bravo con l'autoconsumo riesci ad arrivare anche oltre.

Penso sia di fondamentale importanza la valutazione della taglia del fv...

 

Alain

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:200

Stato:



Inviato il: 27/03/2019 21:43:57

Di solito la taglia del FV è determinata dal minore tra i seguenti fattori: spazio sul tetto e budget disponibile



---------------



 

Marco89
Watt


Utente
Msg:28

Stato:



Inviato il: 28/03/2019 07:18:49

CITAZIONE (Alain, 27/03/2019 21:43:57 ) Discussione.php?215619&3#MSG33

Di solito la taglia del FV è determinata dal minore tra i seguenti fattori: spazio sul tetto e budget disponibile :P


Verissimo!!

 

Alain

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:200

Stato:



Inviato il: 28/03/2019 08:19:12

Marco, da questa discussione non mi è ancora chiaro se devi costruire un impianto FV o tutta casa.
Stai chiedendo stime sui tuoi consumi come se non avessi riferimenti pregressi.

In ogni caso, battute a parte, dovendo stabilire una taglia ideale al netto dei fattori che ho nominato poco sopra, direi che ragionevolmente il limite massimo è quello che consente di coprire il fabbisogno medio invernale.
Poi ad una più attenta analisi costi/benefici probabilmente la misura ideale sarà inferiore.

Quando, alcuni post indietro, parlavo dell'accumulo come doppione intendevo che nel regime SSP (che per la verità conosco assai marginalmente) se si immette in rete l'energia in surplus per poi prelevarla quando se ne necessita, la rete stessa diventa una specie di accumulatore virtuale con un rendimento, a detta di chi ne beneficia, nell'ordine del 70%, in linea quindi con quello di un buon accumulo chimico ma senza l'onere di dover ricomprare l'accumulo ogni tot anni quando questo giunge ad esaurimento della propria capacità.

Per la ragione sopra esposta, allo stato attuale, un impianto FV ad isola (significa che non può immettere in rete) con accumulo può essere competitivo solo nel caso in cui sia tu stesso a realizzarlo, risparmiando i costi della manodopera e delle pratiche e avendo molta cura nel selezionare i prezzi dei componenti.
Ribaltando il ragionamento, se non hai capacità/tempo/voglia di autocostruirti il FV ma devi per forza commissionarlo a una ditta specializzata allora tanto vale che tu lo faccia on grid e certificato per il GSE.



---------------



 

Marco89
Watt


Utente
Msg:28

Stato:



Inviato il: 28/03/2019 13:29:13

CITAZIONE (Alain, 28/03/2019 08:19:12 ) Discussione.php?215619&3#MSG35

Marco, da questa discussione non mi è ancora chiaro se devi costruire un impianto FV o tutta casa.
Stai chiedendo stime sui tuoi consumi come se non avessi riferimenti pregressi.

In ogni caso, battute a parte, dovendo stabilire una taglia ideale al netto dei fattori che ho nominato poco sopra, direi che ragionevolmente il limite massimo è quello che consente di coprire il fabbisogno medio invernale.
Poi ad una più attenta analisi costi/benefici probabilmente la misura ideale sarà inferiore.

Quando, alcuni post indietro, parlavo dell'accumulo come doppione intendevo che nel regime SSP (che per la verità conosco assai marginalmente) se si immette in rete l'energia in surplus per poi prelevarla quando se ne necessita, la rete stessa diventa una specie di accumulatore virtuale con un rendimento, a detta di chi ne beneficia, nell'ordine del 70%, in linea quindi con quello di un buon accumulo chimico ma senza l'onere di dover ricomprare l'accumulo ogni tot anni quando quest
o giunge ad esaurimento della propria capacità.

Per la ragione sopra esposta, allo stato attuale, un impianto FV ad isola (significa che non può immettere in rete) con accumulo può essere competitivo solo nel caso in cui sia tu stesso a realizzarlo, risparmiando i costi della manodopera e delle pratiche e avendo molta cura nel selezionare i prezzi dei componenti.
Ribaltando il ragionamento, se non hai capacità/tempo/voglia di autocostruirti il FV ma devi per forza commissionarlo a una ditta specializzata allora tanto vale che tu lo faccia on grid e certificato per il GSE.


Ciao Alain,ti spiego l'arcano,mi sto accingendo ad effettuare l'acquisto,ma non so ancora bene come indirizzarmi,sto valutando se fare una casa in legno o costruirla nel classico metodo,mi sto informando su tecnologie e metodi vari,dal geotermico al fotovoltaico,al tipo di riscaldamento da usare,al fabbisogno ecc ecc ecc...vorrei capire tutti questi aspetti...
per questo ti sembra che non abbia la situazione chiara in mente,effettivamente non ce l'ho

 

Alain

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:200

Stato:



Inviato il: 28/03/2019 13:40:40

Ok, capito.
[Piccolo OT] Vorrei sapere da te che ti stai informando: ma allo stato attuale, partendo da zero, quanto può costarti in più in percentuale costruire una casa passiva anzichè classe B o A?



---------------



 

Marco89
Watt


Utente
Msg:28

Stato:



Inviato il: 28/03/2019 14:12:24

CITAZIONE (Alain, 28/03/2019 13:40:40 ) Discussione.php?215619&3#MSG37

Ok, capito.
[Piccolo OT] Vorrei sapere da te che ti stai informando: ma allo stato attuale, partendo da zero, quanto può costarti in più in percentuale costruire una casa passiva anzichè classe B o A?


Guarda,da quello che ho capito fin'ora tra costruire una casa passiva ed una casa in classe A non cambia molto,anche a livello di costi,stiamo parlando in entrambi i casi di una abitazione con un involucro molto performante....sbaglio?come mai questa domanda?

 

Alain

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:200

Stato:



Inviato il: 28/03/2019 17:18:31

No ... è che per me forse rimarrà soltanto un sogno e invidio molto chi invece è già pronto per iniziare.

Se anche tu sogni di renderti il più possibile indipendente dalle varie utenze, la fonte solare potrebbe sicuramente giocare la parte del leone nel tuo paniere energetico anche se forse non potrebbe essere l'unica a causa della sua intrinseca variabilità.

Però se un'abitazione con involucro a fabbisogno energetico (quasi) zero è alla tua portata, diventa tutto più semplice e almeno il gas, che è l'utenza potenzialmente più pericolosa, lo puoi eliminare.
Fotovoltaico ed eventualmente solare termico possono sicuramente coprire la maggior parte del tuo fabbisogno, attingendo alla rete elettrica solo per integrare.

Poi, anche per diversificare che non è mai disprezzabile, potresti sempre prevedere un (piccolo) generatore di calore a biomassa a camera stagna per far fronte ad eventuali emergenze o blackout elettrici.



---------------



 

Marco89
Watt


Utente
Msg:28

Stato:



Inviato il: 28/03/2019 18:38:22

CITAZIONE (Alain, 28/03/2019 17:18:31 ) Discussione.php?215619&3#MSG39

No ... è che per me forse rimarrà soltanto un sogno e invidio molto chi invece è già pronto per iniziare.

Se anche tu sogni di renderti il più possibile indipendente dalle varie utenze, la fonte solare potrebbe sicuramente giocare la parte del leone nel tuo paniere energetico anche se forse non potrebbe essere l'unica a causa della sua intrinseca variabilità.

Però se un'abitazione con involucro a fabbisogno energetico (quasi) zero è alla tua portata, diventa tutto più semplice e almeno il gas, che è l'utenza potenzialmente più pericolosa, lo puoi eliminare.
Fotovoltaico ed eventualmente solare termico possono sicuramente coprire la maggior parte del tuo fabbisogno, attingendo alla rete elettrica solo per integrare.

Poi, anche per diversificare che non è mai disprezzabile, potresti sempre prevedere un (piccolo) generatore di calore a biomassa a camera stagna per far fronte ad eventuali emergenze o blackout elettrici.


Forse mi hai frainteso Alain,guarda che anche per me quello della casa Indipendente è un sogno per ora... però penso che si parta sempre dall'essere bene informati su ciò che si vuole...ed è quello che spero di capire qui..vorrei scoprire e capire bene come funziona il "mondo" dell'energia alternativa...sperando un giorno di essere pronto a cominciare..

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


MODERATORE
Msg:4424

Stato:



Inviato il: 28/03/2019 18:59:19

Comunque marco con un bell impianto fotovoltaico è una pompa di calore geotermica sei sulla buona strada



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inve...

 

Marco89
Watt


Utente
Msg:28

Stato:



Inviato il: 29/03/2019 05:38:38

CITAZIONE (AlessandroT, 28/03/2019 18:59:19 ) Discussione.php?215619&3#MSG41

Comunque marco con un bell impianto fotovoltaico è una pompa di calore geotermica sei sulla buona strada


2 pilastri fondamentali Alessandro

 

ITA815

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:5635

Stato:



Inviato il: 29/03/2019 09:01:57

Manca un terzo pilastro ... le Plantè.



---------------









 

emuland

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4153

Stato:



Inviato il: 29/03/2019 10:38:48

CITAZIONE (ITA815, 29/03/2019 09:01:57 ) Discussione.php?215619&3#MSG43

Manca un terzo pilastro ... le Plantè.



le vere plantè da 200 kg ad elemento da 2V, si.

attualmente credo che la tecnologia LiFePo4 sia 3 evoluzioni avanti in rapporto alle batterie commerciali disponibili.

per Durata - Sicurezza - Rapporto energia immessa/ottenuta - costi



---------------
Il posto dove ti propongono confronto, ma si dileguano alle domande, dove la verità è la fuori, ma a...

 
 InizioPagina
 

Pag: (4)   1   2   [3]   4    (Ultimo)

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum