Solare Fotovoltaico
Problema batterie AGM ponte radio


FinePagina

Ale0303
milliWatt


Utente
Msg:4

Stato:



Inviato il: 28/06/2021 13:57:21

Ciao a tutti sono nuovo del Forum, a febbraio dello scorso anno ho allestito un ponte radio che dista 1km da casa mia, in collina, essendo che da me internet è sempre stato un problema, ho deciso di costruire questo impianto, ovviamente autonomo con pannello fotovoltaico 24v 70w e 2 batterie AGM della Fiamm in serie da 12v 27ah. Il tutto ha funzionato egregiamente fino a gennaio/febbraio quando l'inverno anomalo ha portato giorni sempre totalmente nuvolosi e privi di luce nella mia zona, giorni andava e giorni no, magari si accendeva per qualche ora giusto verso le ore più luminose per poi rispegnersi. Sul regolatore di carica avevo infatti previsto un relè che staccava attorno al 10/20% di carica residua le antenne (le antenne sono due e consumano circa 1ah). Le batterie stesse le ho scelte AGM perché ho letto che sono le migliori a quanto pare per i cicli di scarica e carica continui oltre ad essere più sicure (l'impianto è vicino ad altre case quindi la sicurezza prima di tutto), ovviamente sempre di batterie si tratta però ultimamente vedo che l'autonomia è scesa di un bel po', oltre il 50% in meno di carica, il sole c'è tutti i giorni e non riesce a tenere la carica (già verso le 3 di notte si spegne tutto e si riaccende per le 11 della mattina successiva) (all inizio l'autonomia era di quasi 2 giorni senza luce). Premesso ciò, vi chiedo gentilmente se ho sbagliato io tipo di batterie per l'impiego che ha, oppure ha una manutenzione "normale" annuale, ho letto che si può desolfare la batteria oppure aggiungere dell' acqua distillata all interno...

Le caratteristiche Ve le lascio di seguito, sicuramente è un impianto ridimensionato, andrebbero aggiunte più batterie e un pannello anche più potente, però nei limiti del budget che avevo ho preso ciò che segue:

Pannello fotovoltaico 24v 70w
2x batterie in serie AGM FIAMM 12v 27ah ciascuna
2 x antenne ubiquiti 24v 0.5ah ciascuna

Poi c'è il regolatore di carica con relè di protezione che stacca prima che le batterie si scarichino del tutto e un regolatore di tensione per stabilizzare la corrente che arriva alle antenne.

 

Claudio

Avatar
PetaWatt


MODERATORE
Msg:11381

Stato:



Inviato il: 28/06/2021 16:18:39

Ciao Ale0303 benvenuto, è tutto nella normalità, scaricando le batterie cosi tanto la loro durata non poteva essere maggiore, mai sotto i 12.5V.

Con 27A a 24V hai un teorico di 642W ma siccome TUTTE le piombo non devono superare il 30% di scarica hai disponibili 214W gg. le due antenne consumano 24A gg. = 576W, se vuoi che le batterie durino almeno 4 o 5 anni devi ridimensionare pannelli e batterie calcolando una autonomia di 24 ore senza sole.

Arrotonda a 600W gg. ti servono almeno 2000W di batteria = 83A arrotondando ti servono 2 batterie da 100A cad. e poi pannelli quanto basta a ricaricarle calcolati sui mesi invernali dove si può arrivare a 6/7 ore di luce, almeno 2 pannelli da 250W.



Modificato da Claudio - 28/06/2021, 16:27:40


---------------
Inverter HYD6000-ZSS, 5250W pannelli, 500A AGM stanche.






<...

 

Ale0303
milliWatt


Utente
Msg:4

Stato:



Inviato il: 29/06/2021 10:21:01

CITAZIONE (Claudio, 28/06/2021 16:18:39 ) Discussione.php?216549&1#MSG1

Ciao Ale0303 benvenuto, è tutto nella normalità, scaricando le batterie cosi tanto la loro durata non poteva essere maggiore, mai sotto i 12.5V.

Con 27A a 24V hai un teorico di 642W ma siccome TUTTE le piombo non devono superare il 30% di scarica hai disponibili 214W gg. le due antenne consumano 24A gg. = 576W, se vuoi che le batterie durino almeno 4 o 5 anni devi ridimensionare pannelli e batterie calcolando una autonomia di 24 ore senza sole.

Arrotonda a 600W gg. ti servono almeno 2000W di batteria = 83A arrotondando ti servono 2 batterie da 100A cad. e poi pannelli quanto basta a ricaricarle calcolati sui mesi invernali dove si può arrivare a 6/7 ore di luce, almeno 2 pannelli da 250W.


Ciao Claudio, grazie mille per la spiegazione, la soglia del 30% non la sapevo, ma ho chiaro ormai che il problema è l'autonomia insufficiente, tutto l'impianto mi è costato quasi sulle 1000€, ma nel frattempo vorrei sapere se le batterie che attualmente ancora sono montate possono essere recuperate in qualche modo anche per qualche altro mese, giusto per tirare avanti, oppure sono veramente da buttare. Grazie ancora

 

Claudio

Avatar
PetaWatt


MODERATORE
Msg:11381

Stato:



Inviato il: 29/06/2021 10:49:04

Mi spiace Ale0303 ma le AGM quando degradano le puoi usare come fermaporta, io ne ho 25 da 100A che dopo 7 anni, per la fine dell'anno, diventeranno ottimi fermaporta, ma per avere questo risultato mai andato sotto i 12.5V, ora le sto spremendo fino a 11.5V tanto la fine è vicina.



---------------
Inverter HYD6000-ZSS, 5250W pannelli, 500A AGM stanche.






<...

 

Absolute

Avatar
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 03/07/2021 18:58:52

Ciao Ale...
Un impianto analogo al tuo, io l'ho fatto oltre 10 anni fa in cima ad un monte... stessa situazione e necessità...la priorità di connessione è però più bassa perché trattandosi di seconda casa a me non serve connettività sempre. ho quindi sviluppato una elettronica apposita che mi permette di accendere i ponti al bisogno, al raggiungimento di un determinato livello di carica, oppure a fasce orarie.
Ti dico questo perché io al tempo ho montato pannelli per 300W, e 4 batterie PB da 100A. l'impianto lavora a 24V. in estate problemi zero, ma in inverno è un calvario. l'energia accumulata è sempre insufficiente.
per sopperire ad una necessità di circa 20-25W ad impianto acceso, bisognerebbe sovradimensionare tutto di almeno 10 volte.. ma non è possibile...i costi sarebbero folli. tuttavia gestendo parcamente le batterie ( e interrandole per limitare le escursioni di temperature) sono riuscito a farle durare 10 anni. ma il funzionamento continuo in inverno è una illusione.



Immagine Allegata: Messa in Opera 25.jpg
 
ForumEA/U/Messa in Opera 25.jpg



---------------



 

Ale0303
milliWatt


Utente
Msg:4

Stato:



Inviato il: 05/07/2021 11:20:39

CITAZIONE (Absolute, 03/07/2021 18:58:52 ) Discussione.php?216549&1#MSG4

Ciao Ale...
Un impianto analogo al tuo, io l'ho fatto oltre 10 anni fa in cima ad un monte... stessa situazione e necessità...la priorità di connessione è però più bassa perché trattandosi di seconda casa a me non serve connettività sempre. ho quindi sviluppato una elettronica apposita che mi permette di accendere i ponti al bisogno, al raggiungimento di un determinato livello di carica, oppure a fasce orarie.
Ti dico questo perché io al tempo ho montato pannelli per 300W, e 4 batterie PB da 100A. l'impianto lavora a 24V. in estate problemi zero, ma in inverno è un calvario. l'energia accumulata è sempre insufficiente.
per sopperire ad una necessità di circa 20-25W ad impianto acceso, bisognerebbe sovradimensionare tutto di almeno 10 volte.. ma non è possibile...i costi sarebbero folli. tuttavia gestendo parcamente le batterie ( e interrandole per limitare le escursioni di temperature) sono riuscito a farle durare 10 anni. ma il funzionamento continuo in inverno è una illusione.#####ALLE
GATO-@@@IMG@@@ForumEA/U/Messa in Opera 25.jpg@@@Messa in Opera 25.jpg


Mi hai letto nel pensiero, purtroppo sarà quello che farò anche io, in inverno sopperirò al 4g del telefono, ma ricomprare altri 300€ e passa di batterie per sapere poi che tanto faranno la stessa fine purtroppo almeno ora non lo farò, ho letto sempre altre discussioni del forum riguardo a metodi per il recupero delle AGM... Un utente di voi mi ha già consigliato che ormai Ono utili per dei fermaporta, se le cose stanno veramente così, un tentativo di recupero lo faccio comunque già che mi ci trovo. Ho aperto due tappino della batteria per vedere gli interni delle celle (sono 6) e si nota della polvere bianca sparsa ma oltre ciò sembra essere tutto secco all interno. Posso provare ad aggiungere acqua distillata? Grazie ancora per il supporto.

P.s. per spegnere e accendere il carico da remoto che usi? Le antenne stesse? Io avevo Pensato a due Arduini comunicanti tipo tramite Lorawan per controllare un relè che spegnesse le antenne e in più un controllo tensione a bordo batterie.



Immagine Allegata: IMG_20210705_111332.jpg
 
ForumEA/U/IMG_20210705_111332.jpg

 

Claudio

Avatar
PetaWatt


MODERATORE
Msg:11381

Stato:



Inviato il: 05/07/2021 13:58:30

Mettere distillata male non fa ma non aspettarti risultati evidenti.



---------------
Inverter HYD6000-ZSS, 5250W pannelli, 500A AGM stanche.






<...

 

Ale0303
milliWatt


Utente
Msg:4

Stato:



Inviato il: 05/07/2021 15:09:13

Allora ho iniziato a mettere circa 5ml a cella e sembrerebbe muoversi, prima dell acqua ho effettuato una carica completa e il regolatore di carica ha staccato i pannelli a 12.5v circa, quindi stiamo messi abbastanza male ancora... Però ora aggiunta acqua distillata sembrerebbe assorbire più corrente quindi probabilmente si sta sbloccando, forse 5 ml sono pochi, ho letto anche 10cc quindi ho ancora margine. Vi aggiorno

 

Claudio

Avatar
PetaWatt


MODERATORE
Msg:11381

Stato:



Inviato il: 05/07/2021 15:31:51

Ok devono arrivare a 14.4V



---------------
Inverter HYD6000-ZSS, 5250W pannelli, 500A AGM stanche.






<...

 

Absolute

Avatar
Watt


Utente
Msg:25

Stato:



Inviato il: 05/07/2021 21:50:42


CITAZIONE

P.s. per spegnere e accendere il carico da remoto che usi? Le antenne stesse? Io avevo Pensato a due Arduini comunicanti tipo tramite Lorawan per controllare un relè che spegnesse le antenne e in più un controllo tensione a bordo batterie.


Abbiamo sviluppato l'hardware che ci serviva in proprio. ovviamente non puoi usare come sistema backdoor le stesse antenne wifi... quelle le abbiamo usate per il controllo diretto. per il sistema backdoor
abbiamo usato un trasmettitore Motorola a 433MHz a basso consumo e gestito i comandi in DTMF. il tutto controllato da un paio di processori microchip.
Ma il sistema che gestisce tutto è molto più complesso come vedi in foto.. e ci ha richiesto anni di sviluppo.. ma il tutto consuma 7/8W ed è in grado di gestirsi in totale autonomia.

L'idea degli arduino per la gestione mi sembra buona, supportata dal sistema Lorawan per la trasmissione.
La cosa importante è che il sistema di backup consumi veramente poco, considerato che è quello che starà più acceso di tutti.
in questa maniera potrai accendere il sistema a tuo piacimento, risparmiando non poco le batterie.
come ti dicevo io sono riuscito a farle durare 10 anni.
ricorda però.... interrandole in un apposito contenitore.
le batterie PB esposte all'aperto, hanno vita decisamente più corta. troppo caldo ora, e soprattutto troppo freddo in inverno.
Comunque proprio per cercare di ridurre il problema batterie da 3 anni stiamo sviluppando un caricatore in grado di gestire le litio e le supercap. una volta pronto sicuramente sostituirò le batterie con le litio o meglio i supercap se nel frattempo saranno calati di prezzo. altri 700/800 in batterie al PB non li spendo più



Immagine Allegata: Centralina Comando 2011_04.jpg
 
ForumEA/U/Centralina Comando 2011_04.jpg



Modificato da Absolute - 05/07/2021, 21:53:53


---------------



 
 InizioPagina
 

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum