Eolico
Regolatore ibrido Eolico fotovoltaico e altre fonti ,Perfezionamento del mio regolatore dopo patatrac

VISUALIZZA L'ALBUM

Pag: (5)   [1]   2   3   4   5    (Ultimo)


FinePagina

eneo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2068

Stato:



Inviato il: 12/2/2009,15:12

devo ricordarmi di aggiungere una nuova parola al mio vocabolario....fallimento....

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4117

Stato:



Inviato il: 12/2/2009,19:59

Ciao Eneo.
I "fallimenti" intostano il carattere, e debbono servirci per perseverare, non per abbandonare. Altrimenti mi sarei dovuto suicidare un sacco di tempo fa, e tu non avresti avuto l'onore di conoscrmi. faccine/happy.gif
Facezie a parte, riprova, o cerca qualcuno che ti metta su un circuito più semplice. Io ho sempre pensato che quel regolatore, se pur fatto bene, era un po' complesso per quello che doveva fare.... Ma come al solito è una mia opinione personale.

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2068

Stato:



Inviato il: 14/2/2009,12:26

ciao ferro...e' proprio vero..ahahaha
cmq ho scaricato un bel manuale di elettronica a colori, per documentarmi sui componenti utilizzati....se no vado alla cieca...qualcosa e' pur servito o no almeno nell'apprendere...forse sto facendo dei sbagli oggi pomeriggio che sto casa e con i bambini a nanna vedo di fare altre prove....
per tornare nel discorso del regolatore alcuni hanno usato un voltmetro che hanno dei comparatori di tensioni all'interno che comandano dei grossi rele' di commutazione in carichi zavorra...e' semplice pero' non la vedo come una soluzione ottimale, ammettiamo che dal pacco batteria sto prelevando con l'inverter 30A, mentre il generatore ne produce 50A, la tensione sale e il rele si attiva, per pochi secondi il pacco batteria dovra' far fronte di tutto il carico....e questo non mi piace anche perche' le stesse sono delle normali al piombo quelle da auto che generalmente sono c20 e proprio per preservarle e meglio non affaticarle troppo.
puo' darsi che mi sbagli, ma non penso che con i mosfet questo succede....altrimenti spiegatemelo....
ho impostato tutto l'impianto in modo che deve sempre funzionare anche con venti oltre i 100 km/h....basta fare i giusti collegamenti .... devo spremergli tutti i watt possibili.

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4117

Stato:



Inviato il: 14/2/2009,15:04

Ciao Eneo.
Chiaro che con dei mosfet che commutano il carico in modo switching, con tempi di commutazione veloci (qualche KHz) e con ampiezza del ciclo di commutazione variabile, hai un intervento più lineare e progressivo, ma se questo è facile farlo con un amperaggio basso e medio, con amperaggi notevoli (e già 60A lo sono) risulta più difficile e oneroso, sia in termini di costo dei semiconduttori che di stress da parte del circuito. La soluzione a relè invece è molto meno lineare, ma più robusta e facilmente riparabile. Mettere un parallelo di mosfet relativamente piccoli per arrivare all'amperaggio necessario non sempre è facile o possibile, per via delle tolleranze inevitabili tra un componente e l'altro, o per minime disparità costruttive del circuito. Con quelle correnti in gioco un minimo di disparità di resistenza nel circuito produce disparità di correnti e tensioni notevoli, con facile conseguente distruzione di qualche mosfet, e da quì un probabile effetto valanga. La soluzione migliore sarebbe un singolo mosfet molto grande, o due comunque sovradimensionati, che reggano bene il carico, ma costano e non sono di facile reperibilità. Il circuito a monte dovrebbe essere molto robusto e il "più semplice possibile".
A mio parere fare un circuito ibrido 12 - 24V complica inutilmente le cose..... Ma torno a ripetere che queste sono soltanto mie considerazioni.
Le batterie da auto, anche C20, in genere sono molto robuste, e se veramente hai una così grande straproduzione di corrente, dovresti avere anche un parco batterie piuttosto consistente, e perciò capace di "reggere" un minimo di esuberanza di corrente di carica. Ci sono un sacco di compromessi, come al solito.....
Ciao

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2068

Stato:



Inviato il: 16/2/2009,12:55

ciao ferro...ametto di aver detto una fesseria....anche io prediligo le cosi semplici, sono piu' funzionali e meno costose....avevo anche intuito il comportamento dei mosfet da te descritto, mi era successo un paio di volte di trovarlo in corto.....
sempre per una questione di compromessi penso che, visto l'adozione del carico fittizio da parte anche di piggot, possa essere fattibile, la butto qui, tramite un comparatore di tensione quando essa sale ed esempio 14v fa scattare un rele' e devia la potenza in una resistenza.
come vedi ho avuto molto tempo per leggere e documentarmi e per cambiare idea, sono riuscito anche a far funzionare la scheda di paolo, anche se avendo usato componenti di recupero come dei condensatori, il risultato era una tensione oscillante come anche la resistenza su drain e source. cmq ci sono riuscito anche se non mi servira' mi e' sevito per l'autostima.eheheheh
l'energia prodotta la sfrutto per apparecchi a basso consumo e che sono accese parecchie ore, proprio per non affaticare le batterie....infatti avevo pensato questo se fattibile, fare una schedina sempre con dei comparatori che quando la tensione supera un valore, che puo' essere regolabile, es 12.8 attacca un rele' che fa accendere l'inverter e fa il passaggio tra enel e eolico, e un altro che quando scende al di sotto es. di 12v stacca l'inverter e reinserisce l'enel. questo solo per le luci.
mentre per l'altro inverter che alimenta tv e stufa a pellet il discorso e' piu' complicato perche' c'e' anche l'ups che deve interagire su queste apparecchiuture, il lavoro che deve fare e' accendere prima l'inverter, poi l'ups per un secondo e dopo un altro fare lo scambio tra enel e eolico. e' un po complicato forse e' meglio l'uso di plc che gestisce il tutto..
cmq fatemi sapere.
se il desolforatore dovesse funzionare penso che cambiero' anche idea sulla 24v. ci faccio un pensierino....

ps. anche la xantrex usa il sistema di commutazione del carico...sono andato a rileggere il manuale....me n'ero dimenticato...morfeo mi ha abbandonato ormai da molto molto tempo....




Modificato da eneo - 16/2/2009, 15:53
 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4117

Stato:



Inviato il: 16/2/2009,18:45

CITAZIONE (eneo @ 16/2/2009, 12:55)
...morfeo mi ha abbandonato ormai da molto molto tempo....

Bene, se intendi dire che la "Saggezza vien dormendo" hai perfettamente ragione: cerca allora di dormire di più. Più rilassato e idee più chiare. Se la saggezza dipendesse solo da questo io sarei saggio come Matusalemme..... faccine/laugh.gif Dormo almeno otto ore per notte (sono sempre stato un dormiglione).
La soluzione che hai descritto, di usare l'energia in più per far funzionare una perte dell'impianto escludendo automaticamente l'ENEL, mi sembra buona, ma anche sentire il parere degli altri farebbe piacere....
Per quella parte di circuito in cui ci sono complicazioni e temporizzazioni varie vale il discorso di semplificare al massimo, come al solito.
Non capisco perché ti serve il desolfatatore per passare ai 24V, ci sono un sacco di impianti fatti a 24, e funzionano benissimo..... Prova a pensare, che una batteria a 12V non è altro che una serie di elementi a 2V, per cui le serie ci sono sempre e comunque. Come i parallelo-serie, nel caso di più batterie messe in parallelo.
Facci sapere cosa realizzi.
Ciao

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2068

Stato:



Inviato il: 17/2/2009,10:16

questo e' quello che ho pensato, ecco lo schema dell'impianto....
mi serve soltanto che qualcuno mi faccia lo schema della scheda....con i relativi componenti.
http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/1/9/0/7/4/3/6/1234861819.jpg
il funzionamento e' questo, quando la tensione della batteria sale sopra i 12.8 v il rele' si attiva e fa' accendere l'inverter che a sua volta alimenta un'altro rele' a 220 in parallelo e lo scambio enel-eolico.
quando l'inverter alimenta le utenze la tensione della batteria si abbassa il primo rele' si disattiva ma rimane l'altro a 220v che tiene acceso l'inverter fino a quando la tensione non scende al di sotto dei 12v il rele' stacca la 220v e in automatico tutti i rele ad esso collegati.
dovrebbe funzionare ...almeno penso ronf ronf....
di norma gli inverter si devono accendere prima dei carichi ma questo cinese non ne risente.
sogni doro...ferro faccine/w00t.gif

 

Lupo cattivo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:1137

Stato:



Inviato il: 17/2/2009,10:28

Dice antico plovelbio olientale:
Se l'inveltel è cinese, tu avlai blutte solplese
faccine/tongue.gif

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2068

Stato:



Inviato il: 17/2/2009,16:58

ormai tutto e cinese...
per ferro ho molte batterie che si potrebbero recuperare con il megapulse...stesso amperaggio da collegare per la 24v...ecco il perche'.
stavo pensando che sul primo rele' quello che dovrebbe attaccare sui 12.8 sarebbe meglio se si utilizzasse un comparatore a finestra, per stare piu' sicuri avendo un min e max...
attendo che qualcuno mi fornisca un bel schemino con i componenti da utilizzare....

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4117

Stato:



Inviato il: 17/2/2009,18:40

Mò capisco per il Megapulse.
Per gli schemi, forse posso rimediare qualcosa, ma quello che ho io è roba del tempo delle guerre con Lupo e i suoi paesani. Se c'è qualche giovine, esperto in elettronica, con un operazionale e quattro componenti lo può fare benissimo, a finestra, a balconcino o perfino a terrazza. faccine/laugh.gif
Aspettimo ancora un po'.
Ciao

 

Elektron

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:166

Stato:



Inviato il: 17/2/2009,19:31

Scusa ma ... schemino di che? del desolfatatore o di un inverter ??? http://i39.tinypic.com/xlzczs.gif

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2068

Stato:



Inviato il: 18/2/2009,08:52

nessuno di tutte e due....
se vedi bene lo schema sopra postato mi serve una scheda che faccia attivare questi rele' sia per la regolazione della carica della batteria e sia per l'attivazione in automatico dell'inverter.
non vorrei fare qualche cazzata, anche perche' non so come fare per l'eccitazione dei rele' visto che hanno un range di funzionamento....




Modificato da eneo - 18/2/2009, 09:46
 

eneo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2068

Stato:



Inviato il: 18/2/2009,11:04

stavo pensando, lo so vi sto stressando molto e per questo perdonatemi, di usare la scheda di paolo visto che lo fatto e utilizzare un mosfet per pilotare il rele' per il carico zavorra...
poi con piu' calma fare la schedina per l'avvio in automatico dell'inverter...

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4117

Stato:



Inviato il: 18/2/2009,11:17

Se piloti il carico con un relè e il relè con il mosfet, forse funziona, ma ti fa una regolazione a gradino. Comunque con quello schema il mosfet viene pilotato ad impulsi, e probabilmente si ecciterà quando gli impulsi sono così ravvicinati da arrivare ad una tensione sufficiente ad eccitarlo. Ricordati di mettere un diodo (1N4007) in antiparallelo alla bobina del relè, e magari un condensatorino (piccolo) in parallelo al gate del mosfet. Poi ti toccherà ritoccare il trimmer della tensione di soglia. Però vedi anche quello che ti dice Elektron, che io sono un po' così, sui generis.
Ciao

 

Elektron

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:166

Stato:



Inviato il: 18/2/2009,12:26

CITAZIONE (eneo @ 18/2/2009, 11:04)
stavo pensando, lo so vi sto stressando molto e per questo perdonatemi, di usare la scheda di paolo visto che lo fatto e utilizzare un mosfet per pilotare il rele' per il carico zavorra...
poi con piu' calma fare la schedina per l'avvio in automatico dell'inverter...

Lo schema in pdf postato da fly va benissimo per pilotare i relais. Alla fine sono solo comparatori che pilotano dei MOS che fanno da interruttori.
PEr il regolatore dell'eolico potresti riavviare quello già fatto sullo schema di paolosport, solo mettendo dei MOS più potenti. E' difficile dire così a distanza che cosa bisogna migliorare di quello schema per il tuo caso . Se ha funzionato una volta funzionerà ancora ... direi ...

 
 InizioPagina
 

Pag: (5)   [1]   2   3   4   5    (Ultimo)

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum