Eolico
Chiedo un consiglio di fattibilità

Pag: (3)   1   [2]   3    (Ultimo)


FinePagina

NonSoloBolleDiA...

Avatar
PetaWatt


AMMINISTRATORE
Msg:13786

Stato:



Inviato il: 5/11/2012,09:10

In effetti sono molto curioso...non capisco il 'giro' che faccia il vento...cioè da qualche parte l'aria deve compiere un giro...schematizzandolo come un tubo verticale...da dove proviene l'aria?
Per quanto riguarda quelle zone ipotizzo che siano di proprietà di tutti noi...cioè statali...e quindi sono i comuni/regioni che potrebbero sfruttarle. A livello estetico penso che non si vedrebbe nulla...ma c'è da capire i dati precisi per capire le potenze in gioco ...poi basta applicare un fattore di conversione energetico (<1 basta considerare un 50% comprendendo tutte le perdite) e i conti sono presto fatti. Ora passiamo alla parte pratica: tu puoi fare dei test su queste aperture naturali? faccine/smile.gif
Ciao
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripet...

 

sarvegu
milliWatt


Utente
Msg:24

Stato:



Inviato il: 5/11/2012,15:03

ciao bolle
Il flusso d’aria che si installa fra più ingressi di una cavità è dovuto alle differenze di densità fra le
colonne d’aria esterne e quelle interne. Si viene così a formare una differenza di pressione fra
l’interno e l’esterno del monte e questo provoca flussi d’aria dove i due sono in contatto, cioè nei
punti che chiamiamo “ingressi”.
Le correnti d’aria sono tanto più violente quanto:
1) maggiore è il dislivello fra le entrate;
2) più bassa è l’impedenza che incontra la colonna d’aria in moto nel monte.
L’impedenza cresce con il quadrato della velocità e quindi dominano il moto le sezioni più piccole,
nelle quali l’aria è costretta ad iniettarsi a gran velocità; esse, in pratica, stabiliscono la portata
complessiva della bolla d’aria in transito nella montagna.
una grotta (galleria, entrata,strettoia, frana...) che soffia” non è tanto “una grotta che soffia” quanto piuttosto una situazione
nella quale i movimenti generali dell’atmosfera si prolungano sottoterra.
In pratica questo vuol dire che l’interno della montagna è così vasto che viene incluso nei moti
generali dell’atmosfera e quindi dentro la montagna appaiono fenomeni meteorologici, il più
evidente dei quali è il vento.
In pratica visto che la densità diminuisce all’aumentare della temperatura, dobbiamo metterci in
situazioni in cui l’aria esterna sia ad una temperatura chiaramente diversa da quella interna.
per farla breve la differenza di temperatura perchè si creino correnti convettive in un sistema ipogeo di un elevato sviluppo
è di circa 10° ( anche se l'affermazione non è proprio esatta).
Visto che le temperature dell'aria all'interno delle grotte sono ( anche qua non è precisamente così) costanti, la differenza in estate ed in inverno si presenta quasi sempre.
nelle stagioni intermedie quando le differenze di T si equilibrano le correnti convettive si affievoliscono o cessano. Naturalmente
ci sono vviamente molrissimi casi diversi, in ambiente montano le temperature medie costanti dell'aria al'interno delle grotte
sono basse (0°,1°,2°) mentre a livello del mare sono maggiori ( dai 12ò ai 16°) questo porta a situazioni diverse dal punto di vista delle circolazioni presenti.
Quindi per rispondere alla tua domanda: l'aria arriva dall'atmosfera esterna alle montagne, in estate entra dall'alto ed esce in basso ed in inverno entra dal basso ed esce in alto.
esattamente ciò che succede nel camino della nostra stufa quando l'accendiamo in una mattina invernale, appena accesa non tira perchè la colobba d'aria è più densa (fredda) appena la colonna si scalda l'aria diventa meno densa (calda) ed il camino comincia a tirare.
Passiamo alla parte concreta: ho richiesto i dati di un monitoraggio che è stato fatto bel luogo del quale ti parlavo, appena li avrò potrò dirti le velocità dell'aria presenti e la costanza nelòl tempo delle correnti e quindi potremo inisiare a discutere su qualcosa di concreto.
Ti anticipo che il posto è un tubo di circa 80 cm di diamentro lungo una 40tina di metri e la velocità dovrebbe aggirarsi sui 2/3 m/sec.
aspetto di avere dati precisi per poter fare delle stime anche se approssimative.
Nel caso fosse sfruttabile ho la possibilità di contattare alcuni enti (parco, associazioni varie) della zona per poter effettuare
una eventuale ricerca sul campo.
ciao e grazie

 

sarvegu
milliWatt


Utente
Msg:24

Stato:



Inviato il: 14/11/2012,19:17

Bene ciao nonsolobolle
Ho alcuni dati
ho un tubo di 80 cm di diametro, lungo 40 metri con un vento di cinque metri al secondo che lo percorre per 7/8 mesi all'anno.
pensi che possa essere una buona potenzialità per tirarci fuori un po di energia? quanta ne potrebbe fornire trovando la pala adatta? esiste qualcuno che abbia interesse a sviluppare questa ricerca, tenendo conto che sarebbe open source?

 

sarvegu
milliWatt


Utente
Msg:24

Stato:



Inviato il: 15/11/2012,17:35

ciao a tutti
nessuno interessato a parlare di questa cosa?

 

sarvegu
milliWatt


Utente
Msg:24

Stato:



Inviato il: 16/11/2012,18:34

Ciao a tutti
pensavo che molti, almeno quelli che io (opinione personale) osservo leggendo i vari post, riuscissero a capire che questa ricerca che io vorrei proporre è particolarmente interessante. Lo pensavo perchè in questo stupendo forum ci sono cervelli che sinceramente coinvolgono per la loro vitalità. Nonsolo bolle, ggcreafis kekko livingreen libero51 .
solo per fare alcuni nomi sono persone (sempre opinioni mie) eccezzionali; sia per l'enorme curiosità che li distingue (la curiosità è alla base di tutto) che per la loro filosofia in merito alla condivisione della conoscenza.
Detto questo forse la colpa di uno scarso interesse che noto per questa proposta è solo mia perchè non mi spiego abbastanza bene.
Allora vediamo:
1°) Il vento è per definizione una fonte di energia incostante e aleatoria, che rende difficile una previsione esatta dell'elettricità ricavabile da un impianto eolico.

se la mia idea si potesse sfruttare questa affermazione perderebbe valore

2°)Il Capacity factor
(o "Fattore di utilizzo" è un indicatore che individua il rapporto tra l'energia prodotta in un intervallo di tempo e quella che avrebbe potuto essere prodotta se l'impianto avesse funzionato, nello stesso intervallo, alla potenza nominale. In altre parole, il Capacity factor ci mostra l'efficienza reale di un impianto, individuando le ore equivalenti (solitamente su base annuale) di funzionamento alla potenza nominale. I valori di Capacity factor degli impianti eolici variano generalmente dal 20% (1.750 ore/anno circa a potenza nominale) al 40% (3.500 ore/anno circa a potenza nominale); in alcuni casi eccezionali si arriva a valori prossimi al 50% (4.400 ore/anno circa a potenza nominale).In Italia l'attuale Capacity factor dell'intero parco eolico nazionale è del 25%, corrispondente a circa 2.200 ore annue di funzionamento degli impianti alla potenza nominale.

se la mia idea si potesse sfruttare potremmo usare più o meno 4500 ore di vento in un anno

Le cose che ho scritto ai punti 1 e 2 le so da internet perchè in questa materia sono all'oscuro di tutto ed è per questo che mi sono rivolto agli utenti di questo stupendo forum. le cose che ho scritto sotto le so io perchè questo è il mio campo sarebbero solo da monitorare ed io certamente lo farò meglio di quanto non l'abbia fatto sino ad ora perchè i miei monitoraggi erano funzionali ad altri obbiettivi.
Prima di iniziare a sperimentare sul campo vorrei capire se l'idea è concretizzabile; in soldoni sapere se può esistere o essere costruita una pala che con 80 cm di diametro possa dare ? quanta energia? se fosse poca di pale se ne potrebbero metterepiù di una, dal punto di vista dimensionale si può ma dal punto di vista tecnico? Io non possiedo queste competenze per questo mi farebbe piacere che qualcuno di voi potesse sviluppare questa bozza di progetto.
un saluto
gigi

 

NonSoloBolleDiA...

Avatar
PetaWatt


AMMINISTRATORE
Msg:13786

Stato:



Inviato il: 16/11/2012,19:51

CITAZIONE (sarvegu @ 14/11/2012, 19:17)
ho un tubo di 80 cm di diametro, lungo 40 metri con un vento di cinque metri al secondo che lo percorre per 7/8 mesi all'anno.

Perdonami ..sono stato impegnato altrove. Certo che si ricava energia ed anche molta....per capire quanta basta basta predere la curva caratteristica di un generatore serio ed affidabili e vedere che potenza tira fuori con quella velocità. Cmq ad occhio e croce tira fuori sui 75W( visto che vento è constante si studierebbe un profilo/assetto ottimale per quella velocità quindi quel valore può salire) quindi al giorno produrrebbe 2kWh, in 8 mesi produrrebbe 480kWh 1/2MWh cioè mezzo megawattora ...che non è poco considerando che è energia buttata! Puoi mettere diverse pale...ma devi mantenere una distanza minima che evita turbolenze.
Cmq non so se l'aria nei condotti genera delle turbolenze di suo...c'è da capire realmente diverse cose...se vuoi una mano ti si può dare...ma i dati della velocità sono tuoi o hai preso i dati di altri? Hai un sistema per misurare la velocità in modo continuo per tutto il giorni per diversi giorni?
Cmq quello che devi realizzare è semplice , estremamente semplice, devi considerare che i generatori che fanno in questa sezione sono molto più complessi di quello che devi fare tu...il motivo è che il tuo è fisso e non ha parti in rotazione. Spits ti dirà sicuramente meglio di me come realizzare le cose.
Ciao
Bolle




Modificato da NonSoloBolleDiAcqua - 16/11/2012, 20:12


---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripet...

 

sarvegu
milliWatt


Utente
Msg:24

Stato:



Inviato il: 16/11/2012,20:34

Ciao Bolle
rispondiamo in ordine,
si il vento è costante però sui sei mesi di presenza di corrente d'aria tre sono in una direzione e tre sono nella direzione contraria.
dimensionalmente si possono mettere più pale una di seguito all'altra ma non so a che distanza l'una dallaltra perchè ovviamente penso che la prima crei delle turbolenza per un tot di metri dietro di se quindi questo dovrebbe essere verificato.
i dati sono stati presi da una persona affidabilissima il fatto è che essendo dati finalizzati ad altri scopi non sono frutto di un monitoraggio in continuo ma fatti in diversi periodi dell'anno e su diversi ingressi della montagna.
si dovrebbe essere sempre fermo perchè quello presente è un flusso canalizzato però deve avere la possibilità di ruotare su se stesso (o far ruotare tutte le pale) per lavorare quando il vento inverte la sua direzione( questo succede una volta l'anno).
Grazie per ora
P s.
se riesco a capire che può essere realizzabile comincio a prendere contatti con l'ente ed il comune che sono nella zona e che benegicierebbero di una eventuale realizzazione. Nel frattempo sto cercando altri siti dove ci siano le stesse possibilità.

 

NonSoloBolleDiA...

Avatar
PetaWatt


AMMINISTRATORE
Msg:13786

Stato:



Inviato il: 16/11/2012,20:52

CITAZIONE (sarvegu @ 16/11/2012, 20:34)
...quando il vento inverte la sua direzione...

Non è un problema l'inversione del vento...le pale girando al contrario producono sempre energia...ben altro problema è un inversione ogni 10 secondi dove sarebbe necessario fare un profilo particolare dove la pale continua a girare nella stessa direzione indipendentemente da quale direzione arriva il vento....ma non è il tuo caso...quindi se si inverte direzione non è assolutamente il problema.
Ciao
Bolle





---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripet...

 

sarvegu
milliWatt


Utente
Msg:24

Stato:



Inviato il: 17/11/2012,12:10

ciao bolle
scusa non avevo letto bene la tua precedente, non ti devi assolutamente scusare.
riguardo a
-continua a girare nella stessa direzione indipendentemente da quale direzione arriva il vento-
Credevo che, come nelle ali degli aerei , nelle pale si creasse una depressione nella parte inferiore della pale e questo la facesse muovere quindi pensavo che comunque quando la direzione del vento fosse contaria al profilo dell'ala ocorresse ruotare il tutto .

 

NonSoloBolleDiA...

Avatar
PetaWatt


AMMINISTRATORE
Msg:13786

Stato:



Inviato il: 21/11/2012,14:28

Sui profili c'è un universo da testare/scoprire...ma questi migliorano solo l'efficienza ... per la serie anche se metti un profilo squadrato a 45°...produce anche quello...in entrambe le direzioni e non necessita rotazioni... faccine/smile.gif
Ciao
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripet...

 

MarKoZaKKa

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:1884

Stato:



Inviato il: 21/11/2012,14:56

Sarvegu, visto che siamo conterranei, i luoghi che tu dici li troviamo dalle nostre parti? Sarei curioso di vederla una cosa del genere...
Ma ti è sarvegu dabun?



---------------
Tecnico qualificato in clownerie
Windsurfer a tempo perso
Slalomaro senza speranze
...

 

sarvegu
milliWatt


Utente
Msg:24

Stato:



Inviato il: 23/11/2012,19:58

Ciao a tutti
sono stato un poco assente, volevo capire bene cosa ho bisogno di sapere e quindi ho studiato un pochino.
Per bolle
ho visto che ci sono pare che creano depressione e quindi lavorano come le ali degli aerei e pale che semplicemente si oppongono al moto, le più efficienti sono quelle con profilo alare che quindi creano una depressione sulla faccia non colpita dal vento.
per questo progetto servirebbe una efficienza molto alta perchè non si può sfruttare la superficie spazzata, è una turbina posta entro un luogo confinato e la superfice spazzata è veramente minima. A questo proposito vorrei chiederti: se si riuscisse a far girare molto velocemente le pale la potenza potrebbe incrementare? cioè potenza e velocità sono direttamente proporzionali nelle piccole turbine?
Per Marcozakka
si sono proprio selvatico, l peggiore dei liguri in commercio. In liguria ,purtroppo, non abbiamo sistemi ipogei con volumi importanti ma proprio sul confine tra liguria e piemonte esiste uno dei complessi più vasti d'Italia.
Sto buttando giù un progetto di massima, vorrei farlo vedere ad un amico docente al politecnico per avere una sua valutazione di massima se mi darà qualche speranza avrò bisogno di aiuto da tutti voi se vi va.

 

NonSoloBolleDiA...

Avatar
PetaWatt


AMMINISTRATORE
Msg:13786

Stato:



Inviato il: 25/11/2012,05:06

Si la velocità è legata alla produzione di energia dfi/dt ...il fi è il flusso ( magneti ) il t è il tempo...se giri al doppio della velocità raddoppi la produzione...ma okkio che c'è sempre la potenza in ballo...il discorso è complicato per chi non ha un minimo di esperienza...cioè occorre progettare un generatore per la potenza che vuoi estrarre ad un determinato numero di giri.
Ciao
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripet...

 

sarvegu
milliWatt


Utente
Msg:24

Stato:



Inviato il: 26/11/2012,21:40

Ciao Bolle
si effettivamente più leggo e maggiormente mi rendo conto della complessità.
Ti farò delle domande più specifiche da ora in poi perchè parlare del progetto è dispersivo visto che è un'abbozzo. Perdonerai spero tutte le str.. cag... gli strafalcioni che dirò ma sto solo ora imparando qualcosa in questo settore.
mettiamo che io abbia una microturbina ad asse orrizzontale con una superfice di circa 0,875 mq; sarebbe fattibile farla girare a 220/230 g/min? Se fosse fattibile che tipo di generatore elettrico dovrebbe usare per avere un'efficienza decente?

 

NonSoloBolleDiA...

Avatar
PetaWatt


AMMINISTRATORE
Msg:13786

Stato:



Inviato il: 26/11/2012,21:46

I giri non sono necessariamente quelli che realmente sono...immagina una ruota con 12 magneti ...se fa un giro al secondo è come se avesse fatto 12 giri con una ruota con un solo magnete....capito il fattore moltiplicativo? faccine/smile.gif
L'efficenza è cmq alta...devi considerare che la potenza che genera il vento...viene quasi tutta trasformata...si perde una piccola percentuale...se fai un sistema del cavolo otterrai un rendimento del 50% ..cmq alto. Ti conviene non pensare a tutte queste cose...sono complicate e non vale la pena.
Spero di essere stato chiaro
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripet...

 
 InizioPagina
 

Pag: (3)   1   [2]   3    (Ultimo)

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum