Solare Fotovoltaico
Scambio sul posto (SSP) con fotovoltaico ,Quanto viene pagata l'energia SCAMBIATA e VENDUTA?

VISUALIZZA L'ALBUM

Pag: (5)   1   2   3   4   [5]    (Ultimo)


FinePagina

RAUNARDE
GigaWatt


Utente
Msg:1212

Stato:



Inviato il: 25/06/2021 09:57:28

domanda per voi.
Io attualmente ho 6 KW fi fotovoltaico con SSP, vorrei passare a 10KW aumentando con 4KW omaggiati da superbonus 110% il tutto sullo stesso POD.
Devo fare la domanda di passaggio a 10KW in monofase per vedere se lo accettano, ma poi posso mantenere lo SSP per i miei 6KW e invece cessione diretta al GSE per la parte restante dei 4KW che amplierei?



---------------



 

mania2
Watt


Utente
Msg:92

Stato:



Inviato il: 25/06/2021 21:06:30

CITAZIONE (RAUNARDE, 25/06/2021 09:57:28 ) Discussione.php?55518325&5#MSG61

domanda per voi.
Io attualmente ho 6 KW fi fotovoltaico con SSP, vorrei passare a 10KW aumentando con 4KW omaggiati da superbonus 110% il tutto sullo stesso POD.
Devo fare la domanda di passaggio a 10KW in monofase per vedere se lo accettano, ma poi posso mantenere lo SSP per i miei 6KW e invece cessione diretta al GSE per la parte restante dei 4KW che amplierei?

non ti fanno mantenere lo SSP sullo stesso POD se usi il 110%. valuta se ti conviene perdere lo SSP a favore di 4 kWp in più del 110%.



---------------



 

RAUNARDE
GigaWatt


Utente
Msg:1212

Stato:



Inviato il: 27/06/2021 07:46:35

dunque vi spiego la situazione:
Ho un impianto in SSP da 6KW distribuito su 2 falde che di picco arriva a 4,8KWh come produzione.
Aderendo al superbonus 110% farei cappotto, cambio serramenti, ampliamento fotovoltaico appunta di 4KW, batterie di accumulo e pompa di calore con pannelli radianti al soffitto.
ora mi riscaldo (100mq) con stufa a pellet ad aria canalizzata, consumo annuale pellet circa 180 sacchi.

dopo il consumo si ridurrà drasticamente.

ora non so se mi conviene perdere lo scambio sul posto dove ho un consumo di circa 4100kwh annuali e produzione di 6800kwh annuali con autoconsumo bassissimo intorno ai 1400kWh, immissione in rete di 5300 ed acquisto di 2700Kwh valori approssimativi
I consumi della moglie sono tutti serali purtroppo... (lavatrice, asciugatrice quotidiane e lavastoviglie trisettimanale) quindi le batterie mi farebbero aumentare l'autoconsumo dalla primavera all'autunno, in inverno non riuscirei nemmeno a caricarle con la pompa di calore.
attualmente con lo scambio sul posto percepisco un rimborso, togliendo le varie spese, di 300€ circa che mi equivarrebbero a circa 1250KWh in bolletta se considero tasse spese di trasporto e quanto altro.

ora dovrei vedere quanto andrei a risparmiare da marzo ad ottobre annullano i prelievi sfruttando le batterie, ben sapendo che se tutto va bene, tra 10 anni non le avrò più perchè saranno a fine vita.

ora.... mi conviene mettere batterie e accumulo?



---------------



 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2448

Stato:



Inviato il: 27/06/2021 09:32:30

Ciao RAUNARDE, lungi dal voler fare il "maestrino" ti posto i miei consumi energetici medi (Elettricità+ Climatizzazione / Riscaldamento) degli ultimi 18 anni. Come sapete tengo nota giornalmente dei consumi in un database.

Da quello che mi risulta nell'anno vi sono 4 periodi trimestrali di consumo: Forte ,Medio-Forte, Basso, Medio-Basso.

Dai miei dati si evince che la differenza tra i due estremi è il doppio. Anche poi consideando la semestralità è quasi il doppio...

Con questa premessa di variabilità dei consumi, direi che lo Scambio Sul Posto è la forma più "economca" di compensazione. Dovendo utilizzare in alternativa un sistema in Isola, credo che riuscire ad attenuare le differenze sia un tantino troppo dispendioso e tecnicamente laborioso.

Se poi si pretende di equilibrare il Consumo/Accumulo su base settimanale o giornaliera credo che lo sforzo diventerebbe titanico, in quanto su base giornaliera il differenziale va da un Minimo di 8kWh ad un Massimo di 50 kWh.

So di essere un tipo "Energivoro" ma se si vuole un minimo di "Comfort" a casa propria, credo sia questo quello che ci necessita. Se poi si utilizzano Fonti diverse (Elettricità, Gas, Combustibili o altro) sono convinto che alla fine le medie non sono poi molto differenti.

Per quanto riguarda la Pompa di Calore la condivido in pieno. Tuttavia occorre tenere conto dei tempi di "frequentazione" della casa.
Spiego meglio: sapere per quante ore la casa è occupata da persone e in quale zona; quante ore la casa resta vuota.
Qeste considerazioni non sono banali, perchè un impianto a "Pannelli Radianti" ha una grande inerzia termica, mentre i sistemi ad Aria hanno bassa inerzia. Occorre poi conoscere le proprie "Preferenze Termiche"... Io preferisco dormire a 15 C°.... In stagione fredda/fresca no-problem, ma con questi caldi il fresco và tutta la notte...
Per la Cucina, in Stagione fredda, il Climatizzatore/PDC funziona parecchio e talvolta è supportato da IR (Infrarossi).

Il cappotto va bene... ma io direi che un sistema VMC (ventilazione meccanica controllata) forse è preferibile in quanto ti permette di "Ricambiare" l'aria ambiente. Cappotto e Serramenti super-mega-galattici trasformano la casa in una sorta di teca a tenuta stagna... Se non vuoi schiattare tocca arieggiare... Il mix Cappotto + VMC dovrebbe dare ottimi risultati!

Ecco i miei dati medi in 18 anni...

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/U/ConsumiMediMensili.jpg



---------------



 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2448

Stato:



Inviato il: 27/06/2021 18:56:39

Ulteriori considerazioni.

Mi aggancio al mio post precedente, poichè io utilizzo dei Climatizzatori monosplit uno per ambiente in 4 vani utili su 2 piani.
Sono vecchissimi ON/OFF pagati all'epoca €99,90 e auto-installati... (evidentemente o sono troppo bravo, oppure l'installazione non è poi così complessa).
Pur essendo un sostenitore delle PDC o dei cosiddetti Chiller degli ultimi tempi, sono molto attratto dai climatizzatori che utilizzano come Gas refrigerante l'R290 (il normale Propano).

Per i Clima normali, cercando dei modelli economici, ho scoperto che su quasi tutti occorre fare un'autodichiarazione in cui ci si obbliga a farli installare da una ditta specializzata ed abilitata... Sarò anche un "pidocchietto", son sicuro che un centone di sicuro te lo chiedono...
Se poi ci aggiungono canaline coperture e staffe varie si arriva ai 200.
Oltretutto un monosplit che preferisco perchè l'organo che si guasta più di frequente è il compressore e se hai un multisplit sei a terra con tutto; lo paghi tra i 300 e i 500€...

Comunque con 1.000€ si può acquistare un "All in ONE" a cui basta un foro da 16cm. su un muro perimetrale e una presa elettrica.
La ditta sembra supergalattica si chiama INNOVA e producono anche altre cose tipo le VMC. Credo sia da tener presente.
Per il Clima da muro... ecco la Scheda Tecnica....
Molto interessante una potenza termica di 1,7 kW con assorbimento di 0,54 kW con T° esterna 7° e interna 20°...

Spero che a breve si decidano a mettere sul mercato anche quelli con R290 senza che occorra aspettare che smaltiscano tutte le giacenze che prevedono gli obblighi della normativa FGAS (Gas Fluorurati)...



Modificato da lupocattivo - 27/06/2021, 19:13:06


---------------



 

mania2
Watt


Utente
Msg:92

Stato:



Inviato il: 27/06/2021 19:55:00

CITAZIONE (RAUNARDE, 27/06/2021 07:46:35 ) Discussione.php?55518325&5#MSG63


attualmente con lo scambio sul posto percepisco un rimborso, togliendo le varie spese, di 300€ circa che mi equivarrebbero a circa 1250KWh in bolletta se considero tasse spese di trasporto e quanto altro.


la prima cosa è impostare i conteggi in modo giusto.
il kWh costa circa 0.15 €/kWh (tariffa Maggior Tutela) e in scambio ti viene rimborsato attualmente circa 0.10 €/kWh.
Perciò i 300 € che ti rimborsano valgono circa 300/0.15= 2000 kWh di consumo.
In questo conteggio NON puoi usare il costo lordo del kWh (prossimo ai 0.22-0.25 €/kWh) perchè contiene i costi "fissi" che pagheresti comunque anche con consumo pari a zero e, che già paghi come cifra fissa non variabile e NON dipendente dal consumo.
Chiarisco che nel costo di 0.15 €/kWh sono contenute TUTTE le voci che dipendono dal consumo, e anche le tasse su questo voci.
A questo punto facendo qualche simulazione puoi verificare l'eventuale convenienza del 110% rispetto all'attuale SSP.
ci vuole solo un pò di pazienza e impostare una tabella di calcolo.
Fatto salvo un corretto dimensionamento delle batterie perchè se poi non riescono a supportare i consumi di una PDC allora vai in perdita.



---------------



 

RAUNARDE
GigaWatt


Utente
Msg:1212

Stato:



Inviato il: 30/06/2021 14:36:45

dunque, altro dilemma è se cercare in tutti i modi di restare sul monofase o passare al trifase.
Se passassi al trifase come impianto fotovoltaico al 110% metterei un 6kw, anche 14 se mi permettessero di realizzare un pergolato ma siamo in zona tutelata dal parco del Ticino quindi la vedo dura.
La cosa rognosa sarebbe rifare l'impianto di casa per dividere i carichi. una cosa che non ho ancora capito con batterie DC ed inverter trifase, se su una fase assorbo 4Kw e sulle altre solo 1KW, l'inverter eroga su tutte e tre le fasi 4KW con assorbimento dalle batterie di 12KW oppure eroga solo la potenza richiesta su ogni fase?

Per il discorso VMC ne metterò 4 puntuali, la centralizzata mi costa troppo e sforo con i costi tra cappotto e impianto, poi me le hanno sconsigliate per eventuali problemi di muffa all'interno dei condotti più difficili da sanificare.



---------------



 
 InizioPagina
 

Pag: (5)   1   2   3   4   [5]    (Ultimo)

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum