Se sei già registrato           oppure    

Orario: 05/08/2020 00:05:40  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Acqua: come utilizzarla, generarla e sfruttarla

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (11)   1   2   3   4   [5]   6   7   8   9   10   11    (Ultimo Msg)


Generare acqua dall'aria, Stagni di rugiada
FinePagina

maxdef
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:998

Stato:



Inviato il: 20/7/2012,08:03

...bravo Ponzo, ci mancava proprio uno sperimentatore con l'escavatore,perchè sostanzialmente è lo scavo la cosa più ardua per tutti...ma non per te! faccine/wink.gif i tubi in pvc bianco del 100 sono abbastanza economici,anche se più leggeri di quelli rossi, dovrebbero funzionare bene lo stesso...

 

ponzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:29

Stato:



Inviato il: 20/7/2012,08:21

In pratica,se si trovasse una casa in costruzione con scantinato,si potrebbe addirittura pensare di preinstallarlo nello scantinato stesso...basterebbe mettercelo,al propietario rimaebbe solo una presa d'aria in più ,richiudibile facilmente,se l'esperimento non dovesse funzionare..ma credo che in questo modo non dovrebbero esserci problemi,lo scantinato è sempre molto fresco d'estate,quindi dovrebbe prodursi facilmente.....o sbaglio??

 

maxdef
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:998

Stato:



Inviato il: 20/7/2012,09:22

...sicuramente si se si creano le giuste condizioni è un fenomeno del tutto naturale,chissà se dimensionandolo in modo appropriato non possa contribuire significativamente alla climatizzazione della casa o renderla,insieme al recupero dell'acqua piovana, idricamente autonoma...

 

camillo1
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:56

Stato:



Inviato il: 22/7/2012,16:47

Ponzo, 19° servono se l'umidità è al 40%, ma se sale al 50% si va subito a 21°, e così via.
In Emilia, un po' in collina dove sono io, altro che umidità al 40/50° (non l'ho mai misurata, ma direi che il valore medio sia ben al di sopra di questi valori). Altrettanto immagino sia vicino al mare.
Comunque, penso proprio che chiudendo una cantina interrata, lo sgocciolio sia ben superiore ai 2 litri che si ipotizzano ogni tubo.
Sul condizionamento con aria forzata ci metterei la testa che funziona alla grande, indipendentemente dalla raccolta di acqua.

 

camillo1
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:56

Stato:



Inviato il: 24/7/2012,08:43

umidità%
45 50 55 60 65 70 75 80 85 90
rugiada
20°C 34 32 30 29 28 26 25 24 23 22

19°C 33 31 30 28 27 25 24 23 22 21

18°C 32 30 28 27 26 24 23 22 21 20
Temperature minime esterne per avere la condensa (°C)
Posto una tabellina che indica la temperatura minima esterna occorrente per avere condensa nei tubi, ai vari gradi di umidità.
Ho fatto l'ipotesi di 3 temperature di punto di rugiada : 20°, 19° e 18°
Si tratterà, ora, di fare prove alle varie profondità per vedere se si riescono a raggiungere i 18°.
Penso che occorrano almeno quelli, perchè, leggendo i vari meteo, ho constatato che i valori alti di umidità non sono quasi mai associati ad alte temperature.










 

ponzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:29

Stato:



Inviato il: 24/7/2012,08:53

CITAZIONE (camillo1 @ 24/7/2012, 09:43)
umidità%
45 50 55 60 65 70 75 80 85 90
rugiada
20°C 34 32 30 29 28 26 25 24 23 22

19°C 33 31 30 28 27 25 24 23 22 21

18°C 32 30 28 27 26 24 23 22 21 20
Temperature minime esterne per avere la condensa (°C)
Posto una tabellina che indica la temperatura minima esterna occorrente per avere condensa nei tubi, ai vari gradi di umidità.
Ho fatto l'ipotesi di 3 temperature di punto di rugiada : 20°, 19° e 18°
Si tratterà, ora, di fare prove alle varie profondità per vedere se si riescono a raggiungere i 18°.
Penso che occorrano almeno quelli, perchè, leggendo i vari meteo, ho constatato che i valori alti di umidità non sono quasi mai associati ad alte temperature.

scusami,non riesco a capire la tabella,in pratica se ho 40% di umidità e temperatura "esterna" 20° , quanto dev'esser l'interna,per arrivare alla rugiada?

 

camillo1
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:56

Stato:



Inviato il: 24/7/2012,08:54

OPPSS,
La riga dell'umidità è venuta spostata di due caselle
_ _ umidità%
_ 45 50 55 60 65 70 75 80 85 90
rugiada
20°C 34 32 30 29 28 26 25 24 23 22

19°C 33 31 30 28 27 25 24 23 22 21

18°C 32 30 28 27 26 24 23 22 21 20
Temperature minime esterne per avere la condensa (°C)


 

ponzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:29

Stato:



Inviato il: 24/7/2012,08:57

CITAZIONE (ponzo @ 24/7/2012, 09:53)
CITAZIONE (camillo1 @ 24/7/2012, 09:43)
umidità%
45 50 55 60 65 70 75 80 85 90
rugiada
20°C 34 32 30 29 28 26 25 24 23 22

19°C 33 31 30 28 27 25 24 23 22 21

18°C 32 30 28 27 26 24 23 22 21 20
Temperature minime esterne per avere la condensa (°C)
Posto una tabellina che indica la temperatura minima esterna occorrente per avere condensa nei tubi, ai vari gradi di umidità.
Ho fatto l'ipotesi di 3 temperature di punto di rugiada : 20°, 19° e 18°
Si tratterà, ora, di fare prove alle varie profondità per vedere se si riescono a raggiungere i 18°.
Penso che occorrano almeno quelli, perchè, leggendo i vari meteo, ho constatato che i valori alti di umidità non sono quasi mai associati ad alte temperature.

scusami,non riesco a capire la tabella,in pratica se ho 40% di umidità e temperatura "esterna" 20° , quanto dev'esser l'interna,per arrivare alla rugiada?

aa..sisi ..forse ho capito faccine/tongue.gif...allora sarebbe 40% umidità+34° esterni+20°interni =rugiada giusto? faccine/tongue.gif

 

camillo1
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:56

Stato:



Inviato il: 24/7/2012,08:59

_ _ umidità%
_ _ 45 50 55 60 65 70 75 80 85 90
rugiada
20°C 34 32 30 29 28 26 25 24 23 22

19°C 33 31 30 28 27 25 24 23 22 21

18°C 32 30 28 27 26 24 23 22 21 20
Temperature minime esterne per avere la condensa (°C)

Forse questa è la volta buona (sorry)

 

camillo1
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:56

Stato:



Inviato il: 24/7/2012,09:24

Ponzo, a 40% di umidità, la temperatura interna vuole bassissima, pertanto non l'ho messa; Ho cominciato con umidità al 45%, che, se il punto di rugiada è 20° (temperatura interna) richiede una temperatura esterna minima di 34°; se la temperatura di rugiada è 19°, richiede una temperatura esterna di 33°; se 18° ne richiede 32 ecc.
fino al 90°, che richiede un minimissima differenza di temperatura.
Purtroppo non sono riuscito ad allineare i dati e la lettura è un po' più complicata.
Ora, stabilito in fase di progettazione se questi tubi daranno acqua, tenuto conto dei valori medi di temperatura e umidità dell'aria nella propria zona, bisognerà vedere quanta ne darà.
Mi spiego meglio:
Se si raggiungono i giusti parametri di temperatura esterna, interna e umidità, inizierà la condensa, che sottrarrà acqua all'aria in proporzione a quanto la temperatura interna è più bassa del punto di rugiada.
Il punto di rugiada è la temperatura alla quale l'aria contiene il massimo valore di acqua (cioè è satura). Abbassando la temperatura, il valore di acqua contenibile dall'aria diminuisce, pertanto viene ceduta in forma di rugiada; più la differenza fra la temperatura interna (leggi temperatura dei tubi interrati)ed il punto di rugiada è grande, più acqua otterrai.
Questo è un calcolo complesso (non complicato) in cui entrano in gioco anche i metri cubi di aria che passano attraverso il tubo. Ogni stima è azzardata, in considerazione anche (e qui si complicano le cose) che l'aria calda che passa attraverso i tubi tenderà ad alzare la temperatura interna.

 

ponzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:29

Stato:



Inviato il: 24/7/2012,09:42

Ok.quindi ci voglino all'incirca 15° differenza, con umidità 45°(qii a lecce ci arriviamo facile a queste percentuali di umidità)ora ,quanto deve esser lungo il tubo?e la sezione?....mi viene un dubbio,visto che l'aria calda è piu leggera,tenderà a " non scendere"?se si,ci vorra un'aspiratore o comunque un bel venticello o sbaglio?

 

camillo1
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:56

Stato:



Inviato il: 24/7/2012,10:33

Dunque, l'idea viene da MAXDEF; se guardi qualche post indietro la trovi, con tanto di schemino, a pagina 3.
La partenza era con tubi da 20/30 metri con diametro 10 cm.
Per la circolazione dell'aria dentro ai tubi, è bene un giusto orientamento al vento; comunque, si era ipotizzato di far circolare l'aria per convezione, quindi:
Tubi d'ingresso bassi a livello del terreno, dove l'aria è più calda e umida, mentre tubi di uscita alti (effetto camino) e verniciati di nero per attirare il calore del sole.
L'aria dentro ai tubi neri si riscalda e sale, aspirando altra aria da sottoterra. Il giro d'aria dovrebbe essere considerevole.
Il tubo, invece, che entra in casa, sarà collegato ad un aspiratorino (da pochi euro) che aspira comodamente 100 metri cubi di aria all'ora.

 

camillo1
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:56

Stato:



Inviato il: 25/7/2012,09:11

Tanto per avere più dati possibile:
Ho trovato un grafico (che non riesco ad allegare) che dà la temperatura del terreno a piccole profondità.
A 1 metro la temperatura varia da 6°C in febbraio a 17° in agosto.
a 1,7 metri, varia da 7°C in febbraio a 15°C in agosto.
a 3,4 metri, varia da 9°C in aprile, a 14°C in ottobre.
A parte il fatto che occorrerà comunque misurare la temperatura con una sonda, le premesse sono buone.

 

ponzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:29

Stato:



Inviato il: 25/7/2012,09:24

Si le premesse sembrano buone,ma calcola cjhe superato il metro e mezzo diventa difficile scavare,almeno per quello che intendiamo noi(piccolo impianto fai da te)qui è zona rocciosa,quindi mi dovrò divertire un bel pò per fare uno scavo di 2 metri circa....ok!ci provo,appena ho 5 minuti e la ruspa libera inizio a far qualcosa.

per la sonda,sarebbe comunque difficile fare il buco(è lì il problema)avendo la "terna",riesco a fare solo buchi di grosse dimensioni,quindi tenterò direttamente di fare uno "stanzino" di un paio di metri quadrati,poi iniziamo con le misure e vediamo che ne esce fuori,certo uno scantinato in costruzione sarebbe ottimo per le prove....vedremo...

per quanto riguarda le temperature del terreno credo incida molto la zona.e le temperature esterne.

 

maxdef
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:998

Stato:



Inviato il: 26/7/2012,09:39

...in modo molto empirico sto conducendo una prova con 1m di profilato di alluminio raccordato con tubi pvc da 100mm che fanno da entrata e uscita,una ventolina da alimentatore pc in aspirazione,il tutto seppellito sotto la sabbia a circa 1m di profondità in un un ex contenitore in cemento armato per bombola gpl....in quelle settimane di caldo africano di luglio con alte temperature e umidità ha condensato poco meno di 1l di acqua...ma poi il tempo è cambiato e la produzione si è fermata,segno evidente che non si raggiungono più le condizioni di temperatura e umidità,c'è da dire anche che le condizioni sono anomale perchè la sabbia contenuta in questa camera di cemento anche se interrata non è come il terreno naturale....ma al momento non avevo altra possibilità

 
 InizioPagina
 

Pagine: (11)   1   2   3   4   [5]   6   7   8   9   10   11    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum