Se sei già registrato           oppure    

Orario: 22/10/2019 00:32:03  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Motori termici, magnetici, elettrici, etc...

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (11)   1   2   3   4   5   6   7   8   9   [10]   11    (Ultimo Msg)


Motore Bedini / Adam, North Pole Motor
FinePagina

nico1013
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:55

Stato:



Inviato il: 20/10/2010,18:54

ho iniziato la costruzione del motore bedini scusate la mia intromissine, mi sono fermato alla costruzione esatta|| della bobina bifilare c è qualcuno disposto ad aiutarmi ? grazie

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 21/10/2010,06:05

La realizzazione di una bobina bifilare non è complicata...prendi contemporaneamente due cavi di rame e li avvolgi sul nucleo...alla fine avrai 4 capi...dovrai collegarli in modo appropriato come da schema.
Un saluto
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

nico1013
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:55

Stato:



Inviato il: 21/10/2010,08:36

x bolle grazie mi scusi per certi versi sono un addetto ai lavori ;la sua risposta direi è un pò generica. Spire sezione corrente voltaggio elementi a costruire una bifilare la ringrazio .

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 21/10/2010,09:26

x nico1013,
la mia risposta è generica come la sua domanda....se poi per certi versi è un addetto ai lavori...spieghi bene cosa vuol realizzare e quali sono i suoi dubbi.
Saluti
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

nico1013
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:55

Stato:



Inviato il: 21/10/2010,13:20

Cercherò di essere + chiaro ripeto ho realizzato il motore bedini mi sono fermato alla costruzione della bobina sia essa singola o bifilare; si parla di 680 spire con filo da 0,6 di diam. la costruzione giusta dove si trova ? grazie

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 21/10/2010,20:44

Una bobina bifilare è realizzata avvolgendo due fili appaiati contemporaneamente, se sono 680 spire bifilari si avvolgono 680 spire con due fili insieme. In realtà saranno 680 + 680 spire avvolte contemporaneamente. Per la connessione è un altro paio di maniche, immagino che lei abbia preso i dati di costruzione da qualche parte, probabilmente nello stesso posto ci saranno anche i dati costruttivi del resto e lo schema di connessione.
Saluti.
Ferro

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 21/10/2010,22:04

CITAZIONE (nico1013 @ 21/10/2010, 14:20)
Cercherò di essere + chiaro ripeto ho realizzato il motore bedini mi sono fermato alla costruzione della bobina sia essa singola o bifilare; si parla di 680 spire con filo da 0,6 di diam. la costruzione giusta dove si trova ? grazie

Non esiste "una" costruzione giusta...non c'è la risposta giusta...i fattori sono molti...nel forum in molti hanno replicato il bedini e ognuno ha utilizzato una configurazione diversa.Se lei riuscirà a realizzare il bedini avrà una nuova configurazione. Se vuole qualche consiglio le rinnovo la domanda: per aiutarla servono più informazioni. Le faccio un esempio: ho un rotore che 20 centimetri 4 magneti cilindrici N40, la distanza tra la bobina e rotore è di 2 millimetri ...e se propio ci vuole dare una mano potrebbe dirci anche che tipo di nucleo utilizza...mi dica ora...mi invento tutte queste cose? Cortesemente , visto che ha realizzato il bedini, faccia una foto ...e la pubblichi...anche questi particolari possono essere utili a chi vuole aiutarla. faccine/drunk.gif
Saluti
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1248

Stato:



Inviato il: 22/10/2010,06:59

CITAZIONE (nico1013 @ 20/10/2010, 19:54)
ho iniziato la costruzione del motore bedini scusate la mia intromissine, mi sono fermato alla costruzione esatta|| della bobina bifilare c è qualcuno disposto ad aiutarmi ? grazie

Ciao nico1013 . . . se cerchi aiuto , e se l'aiuto arriva , non sempre è quello che ti aspetti. . .
Magari chi ti mette a disposizione il suo tempo , ammesso che non abbia secondi fini , ha un opinione diversa su un sacco di questioni e il suo punto di vista può sembrarti a volte inutile, a volte incompensibile , a volte provocatorio . . . a volte irriverente .
Questo libero forum . . . è un porto di mare. L'altra sera ascoltavo Paolo Conte che spiegava il testo di una sua vecchia canzone, GENOVA PER NOI.
La canzone mette in evidenza in modo sottile le sensazioni di un piemontese che viene a contatto con l'ambiente ligure. Dietro al racconto si intravede la sottile analisi della differenza tra la mentalità di un popolo continentale rispetto a quella di un popolo rivierasco.


Con quella faccia un po' così
quell'espressione un po' così
che abbiamo noi prima di andare a Genova
che ben sicuri mai non siamo
che quel posto dove andiamo
non c'inghiotte e non torniamo più.

Eppur parenti siamo un po'
di quella gente che c'è lì
che in fondo in fondo è come noi, selvatica,
ma che paura ci fa quel mare scuro
che si muove anche di notte e non sta fermo mai.

. . . continua


. . . quel mare scuro
che si muove anche di notte e non sta fermo mai . . .
è anche il mare delle opinioni diverse, dei punti di vista diversi per cultura, esperienza e capacità diverse, non necessariamente ostili , non necessariamente nemiche . . . ma sovente semplicemente . . . diverse.
Si tratta di un capitolo importante della più generale ricchezza contenuta nella . . . biodiversità.

Questo forum è stato per me come . . . GENOVA PER NOI.

. . . veniamo all'aiuto . . . a questo punto la possibilità che l'aiuto sia alieno . . . sono parecchie e la lunga premessa è servita solo a spianare . . . la via.

Per me una bobina che attira un magnete è già il "mattone" che serve per costruire . . . "tutti" i motori.
Se una bobina percora da corrente si comporta , "quasi" come un magnete , in quel mattone ci stanno pure i motori . . . senza magneti . . . e queto spiega quel "tutti".
Per completare il motore "generico" manca un dispositivo che sincronizzi "l'impulso" della bobina con la posizione del magnete.
Chiamalo contatto , chiamalo collettore, chiamalo fantastico supertrigger , chiamalo sensore ad effetto di Hall, chiamalo bobina , chiamalo bifilare . . . chiamalo come vuoi . . . nel porto i linguaggi più disparati riescono a convivere per fare "buoni affari".
Il "capire" è per me . . . il migliore affare.
L'altro giorno mi è capitata tra le mani una pompa di circolazione per impianti di riscaldamento . . . ultima generazione, a velocità variabile elettronicamente . . . guasta. Difficile da smontare , ho dovuto spaccarne la carrozzeria per capire la migliore sequenza per estrarre il suo "cuore".
Un inverter a frequenza variabile . Un rotore sincrono . . . un rotore con due magneti . . . nord e sud.
Tre fili per alimentare i due avvolgimenti in quadratura geometrica (motore bifase con rotore a magneti) e altri due fili , vicini, che entrano nella fusione plastica in cui è stato sigillato lo statore.
Non so se attaccato ai due fili ci sia una bobinetta o un sensore ad effetto di Hall , poco importa.
. . . il sincronizzatore.
Concettualmente il motore della ventolina che soffia sotto la tastiera del portatile con cui sto scrivendo è fatto nello stesso modo , ed anche il Bedini . . . fino all'anello di Pacinotti . . .

www.itipacinotti.it/pagine/dinamo_pacinotti.htm

. . . tutti figli di quel mattone e di quel sincronizzatore.


Ciao . . . faccine/sick.gif

P.S. . . . non pretenderai mica che uno così ti possa aiutare nella costruzione . . . esatta.
per uno come me la costruzione esatta non esiste . . . è un limite al quale tendere.
. . . spero di non averti annoiato.

 

nico1013
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:55

Stato:



Inviato il: 22/10/2010,10:26

Grazie a tutti voi , ne farò tesoro dei vostri suggerimenti. a volta basta poco per chiarire idee avvolte da nebbia, continuerò il mio lavoro tempo permettendo. saluti a tutti.

 

fannet
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5

Stato:



Inviato il: 22/10/2010,12:36

Salve a tutti, sono nuovo di questo forum, mi interessano molto le energie alternative, sono appassionato di elettronica, e vorrei provare a costruire un piccolo motore Bedini, su Youtube ho visto alcuni video, vorrei che qualcuno mi spiegasse, poichè poco chiara, cosa intendono per NEON BULB.
Un Grazie anticipato a tutti colore che mi vorranno rispondere! faccine/smile.gif

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 22/10/2010,19:02

In genere con Neon Bulb intendono una di quelle lampadinette al neon piccolissime che si usano nelle spie a tensione di rete. Quelle a forma di goccia con dentro due elettrodi paralleli e senza filamenti, che emettono una luce debole e rossastra. In genere vengono montate con una resistenza in serie.
Almeno questo è quello che so io....
Ciao.
Ferro

 

fannet
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5

Stato:



Inviato il: 25/10/2010,09:26

Ciao Ferrobattuto grazie per la risposta immediata e scusami per la mia troppo in ritardo.
Ritornando al NEON BULB ti posso assicurare che a tutti i negozianti di componenti elettrici che ho chiesto tale pezzo, mi hanno risposto tutti alla stessa maniera: al neon non ho niente ma spie degli interruttori delle scale.
ora la mia domanda è la seguente: se sul progetto ho letto che questo neon bulb dovrebbe essere circa 110 Volt, come posso utilizzare questa spia che è a 220 Volt e non al NEON?
Inoltre questa spia è esattamente come la descrivi tu, a forma di goccia con 2 filamenti all'interno, ma è a 220 Volt....posso utilizzarla comunque? tu quale hai usato?
Grazie a risentirci

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 25/10/2010,12:40

Premetto che io NON ho usato la "Neon Bulb" se non come spia per la corrente di rete, comunque, il bulbo al neon che tu vedi nella spia, è in serie ad una resistenza. La scarica nel gas avviene a circa 80-90V o poco più, e la resistenza ne limita la corrente. Se la tensione a cui deve lavorare è a 110V ne mettono una di valore minore, se deve lavorare a 220V ne mettono una di valore maggiore. Ma il Bulbetto al neon, se preso da solo è sempre uguale..... Se nel circuito in cui devi usarlo è messo da solo, lo tiri fuori dalla spia e lo metti così com'è. Più semplice di così.....
Attento a non rompere i terminali, che sono di rame rigido e molto sottile.
Saluti.
Ferro

 

fannet
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5

Stato:



Inviato il: 26/10/2010,12:43

Ciao Ferro grazie per la risposta.
Quindi se ho capito bene la famosa “NEON BULB” è la spia per la corrente di rete che si trova negli interruttori delle scale? Se si posso acquistarla ed utilizzarla tal quale? Oppure posso fare diversamente, visto che tu mi confermi che non l’hai utilizzata ?
Premetto che questo progetto per il motore bedini ne cita solamente il voltaggio, ma non posso ancora verificarlo, in quanto sto provvedendo ad acquistare prima tutto il materiale occorrente.
Eventualmente, se puoi, potresti inviarmi per e-mail il progetto che hai realizzato, te ne sarei davvero grato, in quanto non riesco a capire come fai a salvare il transistor 2n3055 senza NEON BULB
Grazie ancora e alla prossima.

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 26/10/2010,13:13

Guarda fannet, credo tu mi abbia confuso con qualche altro, io non ho mai realizzato il motore bedini, ne mai scritto di averlo fatto, ne ho intenzione di impiegare il mio tempo con cose del genere. Per quanto mi riguarda li reputo soltano graziosi giocattoli. Ma naturalmente ognuno può pensarla come vuole.....
Ho semplicemente cercato di spiegarti cosa fosse la "neon bulb", ossia bulbo al neon o lampadina al neon che dir si voglia. In quegli schemi, quella lampadinetta al neon serve solo ad assorbire extratensioni date dalle bobine di controllo, e nulla più, per salvaguardare semiconduttori e batterie. Al limite potresti usare perfino uno zener, di tensione più o meno simile, anche se quelle lampadine sono meno soggette a rompersi.

 
 InizioPagina
 

Pagine: (11)   1   2   3   4   5   6   7   8   9   [10]   11    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum