Se sei già registrato           oppure    

Orario: 20/08/2019 04:59:32  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Motori termici, magnetici, elettrici, etc...

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (11)   1   [2]   3   4   5   6   7   8   9   10   11    (Ultimo Msg)


Motore Bedini / Adam, North Pole Motor
FinePagina

eneo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2068

Stato:



Inviato il: 23/4/2008,16:17

intendo dire di fare un foro da 3 mm sul mozzo e sull'albero e inserire una coppiglia.
se ti e' partito allora funziona....... fammi sapere. sono curioso anche di sapere quanta forza genera....capisci a me. eheheheh

 

ik1slo
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 23/2/2009,09:17

Buongiorno a tutti, sono un new entry, mi interessano molto le energie alternative, sono radioamatore, e vorrei cimentarmi nella costruzione di un piccolo motore Bedini, ho trovato su Youtube i video di un certo
"skycollection", vorrei che qualcuno di voi specialisti, commentasse tale sistema, bisognerebbe calcolare le bobine, capire i valori delle calamite al Neodimio ecc.
Grazie
Gabriele
Alba (Cn)

 

Elektron

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:166

Stato:



Inviato il: 23/2/2009,10:28

Benvenuto,
Metti pure un link ai video. Tieni conto del fatto che niente è gratis ... sopratutto l'energia ... sopratutto se viene dalle calamite e basta ...

 

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1248

Stato:



Inviato il: 24/2/2009,09:17

CITAZIONE (ik1slo @ 23/2/2009, 09:17)
Buongiorno a tutti, sono un new entry, mi interessano molto le energie alternative, sono radioamatore, e vorrei cimentarmi nella costruzione di un piccolo motore Bedini, ho trovato su Youtube i video di un certo
"skycollection", vorrei che qualcuno di voi specialisti, commentasse tale sistema, bisognerebbe calcolare le bobine, capire i valori delle calamite al Neodimio ecc.
Grazie
Gabriele
Alba (Cn)

Ciao a tutti e ciao ik1slo , capita a volte a tutti noi , inesperti di un argomento , confondere la causa con l'effetto . Per risponderti bisognerebbe chiarire l'obiettivo di fondo. Ti propongo un esercizio sulle proporzioni. Un' elettrocalmaita ed un magnete stanno ad un motre Bedini come un motore Bedini sta ad un motore "serio". Alimentando con con una tensione alternata un elettrocalamita il magnete affacciato viene alternativamente attratto e respinto. Il motore Bedini traduce questo fenomeno su un percorso circolare e la rotazione dei magneti "commuta" in qualche modo l'alternanza sull'elettrocalamita. In un motore tradizionale tale commutazione viene realizzata tra spazzole e collettore ma il circuito magnetico, sviluppato quasi totalmente in ferro, ha una riluttanza enormemente inferiore. Tale condizione comporta un efficienza molto superiore. Se il tuo scopo è costruire un modello didattico o un soprammobile (ultimamente Lupo mi fa riflettere molto sui soprammobili) il motore Bedini và benissimo e il suo dimensionamento non è assolutamente critico a condizione che non ti spari i magneti (Bolle sta diventando uno specialista di mitragliatrici Bedini ed Eneo è molto preoccupato per la sorte del suo collega amministaratore). Se invece vuoi un motore efficiente lascia perdere. Ricordate che il fai da te comporta sempr tutti i rischi antinfortunistici di un'attività lavorativa.
Alte tensioni (oltre 50 Volt), alte temperature, alte pressioni, alte velocità , pinze ,martelli e lame taglienti vanno attentamente considerate nella loro potenziale pericolosità

Un saluto a tutti e a ik1slo che stà quasi ad un tiro di schioppo.,



 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 24/2/2009,09:38

CITAZIONE (ik1slo @ 23/2/2009, 09:17)
Buongiorno a tutti, sono un new entry, mi interessano molto le energie alternative, sono radioamatore, e vorrei cimentarmi nella costruzione di un piccolo motore Bedini, ho trovato su Youtube i video di un certo "skycollection", vorrei che qualcuno di voi specialisti, commentasse tale sistema, bisognerebbe calcolare le bobine, capire i valori delle calamite al Neodimio ecc.
Grazie
Gabriele
Alba (Cn)

Benvenuto,
sono sempre affascinato dall'entusiamo dei nuovi utenti...realizza tranquillamente il motore Bedini è un buon esercizio...ti supporterò/consiglierò nelle tue prove...ma, come consigliato da Libero, devi fare attenzione può essere pericoloso se i numeri di giri diventano alti.
Quanto prima vedrò questo skycollection su youtube...puoi anche postare i link che riterrai utili.
Bolle
PS:Ad oggi non esiste nessuna prova di free energy...se parti da questo presupposto...buon lavoro!!
faccine/smile.gif



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 24/2/2009,09:54

CITAZIONE (Libero51 @ 24/2/2009, 09:17)
In un motore tradizionale tale commutazione viene realizzata tra spazzole e collettore ma il circuito magnetico, sviluppato quasi totalmente in ferro, ha una riluttanza enormemente inferiore. Tale condizione comporta un efficienza molto superiore.

L'efficienza è un discorso interessante...i motori elettrici vengono costruiti per essere economici e non per essere efficienti...potrebbero essere molto più efficienti. Certo sono efficientissimi se li confrontiamo con i motori delle automobili. Su questo aspetto c'è molta disinformazione....ci si aspetta rendimenti al 90%...ma ad esempio un motore di un trapano difficilmente arriva al 60%.
Stranamente i motori impulsivi...hanno un rendimento più alto...(brushless e l'irraggiungibile flynn)ma hanno un grosso grosso handicap il controllo...occorre fare un sistema di controllo!!!
Sarebbe interessante una discussione di questo tipo... faccine/clap.gif
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

Elektron

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:166

Stato:



Inviato il: 24/2/2009,10:48

CITAZIONE (NonSoloBolleDiAcqua @ 24/2/2009, 09:38)
CITAZIONE (ik1slo @ 23/2/2009, 09:17)
Buongiorno a tutti, sono un new entry, mi interessano molto le energie alternative, sono radioamatore, e vorrei cimentarmi nella costruzione di un piccolo motore Bedini, ho trovato su Youtube i video di un certo "skycollection", vorrei che qualcuno di voi specialisti, commentasse tale sistema, bisognerebbe calcolare le bobine, capire i valori delle calamite al Neodimio ecc.
Grazie
Gabriele
Alba (Cn)

Benvenuto,
sono sempre affascinato dall'entusiamo dei nuovi utenti...realizza tranquillamente il motore Bedini è un buon esercizio...ti supporterò/consiglierò nelle tue prove...ma, come consigliato da Libero, devi fare attenzione può essere pericoloso se i numeri di giri diventano alti.
Quanto prima vedrò questo skycollection su youtube...puoi anche postare i link che riterrai utili.
Bolle
PS:Ad oggi non esiste nessuna prova di free energy...se parti da questo presupposto...buon lavoro!!
faccine/smile.gif

Mi viene quasi voglia di provare a farne uno ... tanto per passare il tempo ...
Ci sono molti video che mostrano il motore che parte da solo e accelera fino ad un dato regime ... la qual cosa è impossibile nel framework della fisica moderna ... poi però mi auguro si fermerà.
Tanto per scolpire un bel soprammobile eh eh ... grrr uhuhhuuuuu

http://i42.tinypic.com/24obwhv.jpg

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 24/2/2009,11:50

CITAZIONE (Elektron @ 24/2/2009, 10:48)
... la qual cosa è impossibile nel framework della fisica moderna ... poi però mi auguro si fermerà.

faccine/ohmy.gif sono curioso...dove sono ( a lavoro ...censured.. faccine/crash.gif ) non riesco a vedere youtube...di cosa si tratta?
Due righe di spiegazione...sul 'soprammobile'?
Ciao
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

Elektron

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:166

Stato:



Inviato il: 24/2/2009,12:14

CITAZIONE (Libero51 @ 24/2/2009, 09:17)
CITAZIONE (ik1slo @ 23/2/2009, 09:17)
Buongiorno a tutti, sono un new entry, mi interessano molto le energie alternative ........ cut
Grazie
Gabriele
Alba (Cn)

Ciao a tutti e ciao ik1slo , ......... cut ........ Se il tuo scopo è costruire un modello didattico o un soprammobile (ultimamente Lupo mi fa riflettere molto sui soprammobili) il motore Bedini và benissimo e il suo ....... cut ...............
Un saluto a tutti e a ik1slo che stà quasi ad un tiro di schioppo.,

Il soprammobile di cui parlavo ....

Quanto ai video si vede un argagno che dopo un colpetto accelera fino ad un certo regime caricando un condensatore che inizialmente era stato scaricato. Niente + di così.
E' difficile dire se sia una bufala o meno, schemi (di massima) se ne trovano, e vorrei proprio provare, al massimo lo uso come soprammobile. Dati puntuali e disegni particolareggiati non esistono o non sono riuscito a trovarne. Forse comperando il libro di Bedini eh eh ...
Non dimentichiamo che il John ha brevettato attorno ai 90 il Bedini Clarifier, era un inghippo che gli passavi un CDROM musicale e ti migliorava nettamente il rapporto S/N di 10 dB e oltre!
Azz se non lo sà lui ...

 

ik1slo
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 25/2/2009,23:51

Buonasera, qualcuno sa dirmi come funziona questo generatore di energia,pare che vi sia il rotore che girando spinto dai magneti nello stesso tempo produca all'interno degli avvolgimenti un'energia che viene catturata, dico bene
saluti Gabriele

http://www.youtube.com/watch?v=_uWyobLflcM...re=channel_page

 

Lupo cattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1137

Stato:



Inviato il: 26/2/2009,10:20

CITAZIONE (ik1slo @ 25/2/2009, 23:51)
Buonasera, qualcuno sa dirmi come funziona questo generatore di energia,pare che vi sia il rotore che girando spinto dai magneti nello stesso tempo produca all'interno degli avvolgimenti un'energia che viene catturata, dico bene
saluti Gabriele

http://www.youtube.com/watch?v=_uWyobLflcM...re=channel_page

Veramente c'è una batteria da 12 volta, una decina di ampere/h ora che aziona un motore che fa girare un rotore, quello nero, dove probabilmente di sono dei magneti che inducono una corrente di poche decine di milliampere (si legge poco) ed una tensione di 110-115 volta nella grossa bobina posta di lato al rotore.
Non ci vedo nulla di strano, salvo il voler cercare di fermare il rotore con le dita da parte del commentatore che ribadisce quanto bruci il farlo.
Un autentico furbone. faccine/wink.gif

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 10/3/2009,07:11

Ciao ik1slo e scusa per il ritardo ma solo ieri ho avuto modo di vedere alcune cose.
Diciamo che non avevo mai prestato attenzione al motore Bedini che pensavo fosse una variante dell'Adam...ma sbagliavo.
Analizziamo il principio di funzionamento di questo motore...mentre per l'eventuale generazione di energia alzo le mani...perchè fisicamente non dovrebbe esserci...ma basta provare ( aspettiamo qualche volontario).
Il principio di funzionamento lo analizziamo mediante il disegno in allegato attribuito a Bedini.
Il rotore è composto da un disco con 4 magneti aventi il nord rivolto verso la bobina formata da due avvolgimenti bifilari (cioè invece di avvolgere un singolo filo se ne avvolgono contemporaneamente due,nel grafico un avvolgimento è rosso e l'altro è verde). Il motore non parte da solo ma deve essere avviato ( ad esempio può essere girato a mano ed è ininfluente la direzione) e solo dopo si alimenta il circuito. Lo schema elettronico è semplice ed efficace...al passaggio dei magneti la bobina verde, per induzione genera una sinusoide (la parte negativa è schiacciata a massa dal diodo) che porta in conduzione il transistor il quale invia un impulso (N) al magnete (lo allontana) mediante la bobina rossa. Questa alchimia elettronica mette in rotazione il disco che aumenta di velocità fino a stabilizzarsi.
La prossima volta vedremo il circuito di ricarica... faccine/wacko.gif
Bolle

Immagine Allegata: Hook_20up_20of_20Simple_20Motor.jpg

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/Uploads/post-1935499-1236665470.jpg




---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

stranger

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:420

Stato:



Inviato il: 10/3/2009,21:47

Mi sembra di capire che il bedini è semplicmente un motore in corrente continua di minore efficienza a parità di ingombro.
In un motore vero a corrente continua ci sono le spazzole, qui invece c'è il cosi detto reed che fa la stessa menata.
In un motore vero a corrent continua c'è più potenza a parità di ingombro, questo si giustifica perchè in un motore vero gli induttori avvolgomo completamente il rotore, questo conferisce maggiore forza, qui invece nel Bedini c'è un minuscono induttore di tipo primitivo e piccolo, questo conferisce poca forza.

E' vero che io potrei aumentare la forza aumentando la corrente, ma è anche vero che c'è un limite alla densità di corrente che un conduttore di rame può sopportare, quindi alla fine un bravo ingegnere ingegnerizza che è meglio che l'induttore sia più grande in altre parole deve avvolgere tutto il rotore come già avviene nei normali motori a corrente continua.

Concludo avvertendo che il motore in corrente continua o dinamo è stato già inventato e perfezionato.







---------------
The worst enemies of photovoltaics are the building speculators because they build beehives of 15-storey.

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 11/3/2009,07:06

CITAZIONE (stranger @ 10/3/2009, 21:47)
In un motore vero a corrente continua ci sono le spazzole, qui invece c'è il cosi detto reed che fa la stessa menata.

Nel motore Bedini, non è presente nessun reed...sono le due bobine che avvolte in modo bifilare permettono la rilevazione del passaggio del magnete e l'impulso stesso.


Ho fatto una ricerca su Bedini e sono rimasto molto sorpreso nel leggere su wikypedia alcune informazioni a mio avviso fortemente distorte...riporto integralmente il contenuto di http://it.wikipedia.org/wiki/John_Bedini

John Bedini (...) è un ingegnere statunitense, capo della Bedini Electronics company e celebre per l'invenzione del Bedini Audio Spectral Enhancer, un segnale audio usato dai primi anni '90 per vari usi commerciali. Sul suo sito personale, Bedini ha inoltre pubblicato numerosi articoli legati ad esperimenti per generare e trasmettere corrente elettrica. Sebbene Bedini rivendichi che non c'è "alcuna energia gratuita o overunity" [1], egli è uno dei molti ingegneri[2] che dichiarano di aver progettato o co-progettato [3][4] sistemi elettrici e motori che sembrano non rispettare il primo o secondo principio della termodinamica (che riguarda la conservazione dell'energia). In generale tuttavia esistono dispositivi con coefficient of performance (COP) molto superiori all'unità (ad esempio molte macchine frigorifere e gli aerogeneratori eolici) e non contraddicono alcun principio della fisica. Semplicemente attingono da una fonte energetica non immediatamente evidente. Nel caso del motore inventato da Bedini si attinge probabilmente energia dai magneti permanenti e quindi dall'"etere" che ci circonda (molti la chiamano zero point energy)[senza fonte]. Le macchine free-energy dunque in generale non contraddicono alcun principio fisico, non foss'altro perché come tutti i sistemi reali sono soggetti al decadimento, all'usura delle parti elettromeccaniche che richiederebbero interventi esterni per garantirne il "moto perpetuo". L'intervento esterno però fa cadere appunto il principio del moto perpetuo stesso, che deve escludere tali interventi. Pertanto il dispositivo di Bedini è solo uno dei tanti sistemi con COP>1 che sono ben noti alla fisica ad esempio come macchine termiche. La differenza sta nel fatto che COP>1 non si sono praticamente mai osservati nelle macchine elettriche o elettromagnetiche, soprattutto quelle a induzione (che sono le uniche di cui l'umanità si serve per far muovere macchine e/o generare energia). Cio' induce in errore anche molti esperti che non si prendono in carico di verificare scientificamente la possibilità che tali macchine anomale" esistano e possano fornire in uscita più energia di quella spesa per farle funzionare, semplicemente perché partono dall'errato presupposto che ciò contraddica i principi fisici, cosa che evidentemente non accade. Ormai sono stati costruiti in giro per il mondo migliaia si dispositivi free-energy con COP maggiori di uno che forniscono elettricità maggiore di quella spesa e che attingono energia da impulsi magnetici e da magneti permanenti fatti funzionare opportunamente, o addirittura macchine funzionanti con soli magneti permanenti (vedere il Motionless Electromagnetic Generator di Tom Bearden, noto collaboratore di J. Bedini, e motori magnetici di Perendev e H. Johnson, ormai replicati in moltissime forme diverse e mostrati pubblicamente). La scienza ufficiale dovrebbe occuparsi maggiormente di questi sistemi con meno pregiudizi e più apertura mentale, dal momento che questi sistemi funzionano. Si tratta di individuare bene la fonte energetica che le fa funzionare come ormai accertato dai numerosissimi brevetti depositati nel corso dei decenni. John Bedini è uno dei pionieri di queste macchine elettomagnetiche "anomale" e tuttavia funzionanti, le cui applicazioni su larga scala libererebbero l'umanità dal gioco del petrolio e dal "ricatto energetico" a cui è sottoposta dalle multinazionali e dalla politica internazionale. Ciò che è ancora più grave tuttavia è l'atteggiamento di indifferenza per non dire decisamente ostile della cosiddetta "scienza ufficiale" e accademica, che invece dovrebbe occuparsi di tutto ciò che viene scoperto come fenomeno nuovo e se necessario cambiare le leggi fisiche note, se contraddette dalla esperienza.

Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

Keyosz
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1959

Stato:



Inviato il: 11/3/2009,13:23

Ciao NonSoloBolleDiAcqua,
scusa ma mi pare che quello che c'è scritto in wikipedia (ne sono rimasto meravigliato) sia abbastanza vicino a quello che Bedini dice di fare, comunque volevo farvi notare che questo progetto di cui avete riportato alcuni schemi e che mi sembra di aver capito qualcuno di voi stia cercando di replicare non vuole essere come scopo finale un motore elettrico per ottenere energia meccanica, infatti viene chiamato "bedini battery energizer" ovvero vuole essere un sistema che in qualche modo (a me ignoto) riesce a catturare parte della cosiddetta zpe tramite le induttanze/bobine opportunamente eccitate, controllate tramite magneti permanenti e il circuito a transistor.
Sembrerebbe che il segreto stia negli impulsi molto brevi con tensione molto elevate e fronti molto ripidi (sharp pulse - tesla lavorava su questo) che in qualche modo vanno ad alterare le normali condizioni attorno ai conduttori elettrici, quindi lo spazio all'interno delle bobine, poi però questi fenomeni vanno a triggerare la cosidetta energia radiante o correnti lamellari che non sono per niente rilevabili dai comuni strumenti in quanto tutti questi fenomeni sono associati a loop aperti, qualsiasi loop chiuso li va ad annullare.
Il dispositivo meccanico nel disegno è soltanto un oscillatore nella versione meccanica che, se opportunamente tarato, va ad interagire con questi impulsi elettrici molto particolari che però devono essere convogliati su di un dipolo per essere convertiti in lavoro elettrico o chimico e quindi accumulati per poi essere sucessivamente utilizzati in circuiti convenzionali e quindi produrre lavoro utile.

Detto in parole povere questo dispositivo, per quello che ho capito io, deve caricare un condensatore o una batterie in uscita (dipolo), questò è il suo lavoro primario, poi genera anche del lavoro meccanico ma come risultato secondario.

Il prototipo illustrato nello schema da te pubblicato non e completo e comunque si riferisce alla macchina più semplice (Bedini's Simplified 'School Girl' Motor and Battery Energizer) che serve a dimostrare il principio, in quanto se opportunamente regolato (e ci vuole una gran pazienza credetemi) produce cop>1 ma suddiviso fra carica della batteria secondaria in uscita + lavoro meccanico, non aspettatevi di ottenere più energia elettrica da questo dipositivo, è didattico ma ovviamente più semplice da realizzare...

Tra le altre cose questo dispositivo e i suoi derivati, a dire degli inventori, ha anche la capacità di desolfatare le batterie e in alcuni casi aumentarne un pò la capacità rispetto alla targa di fabbrica, grazie all'energia radiante che carica le piastre senza bisogno di corrente convenzionale che le farebbe solo scaldare e rovinare, come dire una corrente fredda che non danneggia le piastre in fase di carica...
Infatti la ditta di Bedini realizza e commercializza già da tempo dei "caricabatterie" che curano le vecchie batterie non più utilizzabili che non abbiano danni meccanici, insomma dei concorrrenti del Megapulse. A dire degli inventori utilizzando tale sistema di carica si prolunga notevolmente la vita delle batterie.
Vi riporto qualche link, personalmente non sono sicuro di tutto ciò, avrei voluto comprarne uno per provare ma i prezzi sono un pò fuori portata per un semplice test, vai a fidarti, non so se mi spiego... faccine/shifty.gif

http://tech.groups.yahoo.com/group/Bedini_Monopole3/

http://www.r-charge.com/

http://energenx.com/

http://peswiki.com/index.php/Directory:Bedini_SG

 
 InizioPagina
 

Pagine: (11)   1   [2]   3   4   5   6   7   8   9   10   11    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum