Se sei già registrato           oppure    

Orario: 10/07/2020 21:11:02  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Sezione Generica

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (32)  < ...  11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   [21]   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31  ...>    (Ultimo Msg)


Piombo nuovo da vecchie batterie.
FinePagina

alex_row992
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:10

Stato:



Inviato il: 18/3/2009,21:07

Ciao Ferro,
Tornire una palla di 25 Kg non è facile e non è facile neanche trovare un tornio di sufficiente dimensione.
Inoltre questo pendolo che devo costruire deve partecipare alla fiera internazionale a genova delle scienze e lì è bandito il piombo quindi non lo dichiarerò in quanto contenuto in un barattolo ermetico che ne impedisce il contatto con le persone e con l'esterno. Lo userò non solo per dimostrare oramai che la terra gira ehehe ma lo utilizzerò per determinare la latitudine del posto in base ai segni(formano un angolo in 24 h) lasciati dal pendolo sul pavimento.
Giovedì vado in discarica per il piombo. Che mi dite il prezzo si aggira sull'eruo per kilo o di più??!!
Fatemi sapere.
Saluti.
Alessandro

 

alby992

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:124

Stato:



Inviato il: 18/3/2009,21:46

Ciao Alex...bella storia!!!
Io il piombo l'ho trovato in un centro di recupero materiali ferrosi a 0,70 Kg, non l'ho acquistato,ma penso che siano vecchie tubazioni o scarti di lamine di piombo da lattoniere, quelle che usano sui tetti...


P.s. qui trovare le batterie esauste è un po difficile, all'isola ecologica fanno fatica a lasciartele prendere e i meccanici o gliele paghi oppure ti dicono che sono registrate e devono smaltirla perchè hanno venduto quella nuova. Alcuni meccanici dicono che gliele pagano altri ti dicono che se le vengono a prendere e basta. Non ci capisco piu niente,forse qualcuno mente per non prendersi grane...in effetti con quello che c'è dentro ad una batteria c'è poco da scherzare,......ma possono stare tranquilli che vanno in mani sicure faccine/crash.gif faccine/laugh.gif faccine/biggrin.gif

 

Keyosz
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1959

Stato:



Inviato il: 19/3/2009,12:08

Ciao Alby,
se tu fossi della mia zona ti saprei indicare alcuni cassonetti gialli per la raccolta delle batterie, sono sempre stracolmi!!!! faccine/laugh.gif

p.s.
ho appena recuperato ieri sera 2 batterie 12V 120A tubolari vecchie di 15 anni che segnano 10 e 6V, credo abbiano elementi in corto ma provo a recuperarle prima di scalfirle faccine/wink.gif è un peccato perchè si vedono proprio la lastre interne a tubetti belle integre faccine/sad.gif

 

alby992

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:124

Stato:



Inviato il: 19/3/2009,19:58

ciao Keyosz....cavoli mi piacerebbe aprirne una di tubolari....oggi sono riuscito a prenderne 4 in un ecocentro..ma hanno storto un po il naso......stavolta mi hanno detto che passa uno del comune a prenderle e se non ne trova comincia a chiedere....a questo punto mi sembra di andare a chiedere l'oro grigio...sono piu quelle che trovo per strada, che quelle che mi regalano...e si che sono la stessa cosa... faccine/biggrin.gif
ciao

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 21/3/2009,20:17

Salve a tutti.
Finalmente sono riuscito a montare un ventilatore elettrico alla mia vecchia forgia, per cui ho deciso di replicare l'esperimento di riduzione dell'ossido in piombo, riproducendo il più fedelmente possibile il sistema adottato da Alby, per poter capire il perché a lui si bruci sempre la griglia sotto i carboni.
Come si vede sotto, non ho ricostruito un forno come il suo, mi sono limitato ad impilare alcuni mattoni sulla forgia, usata come base e come soffiatore.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1237660253.jpg

Dopo aver acceso il fuoco e fatto arroventare bene i carboni, ho messo sopra le piastre positive di un vecchio accumulatore, smontato diverso tempo addietro, e perciò bene asciutte.
Regolando l'aria fino a fare un fuoco vivace, dopo un po' hanno cominciato a bruciare, producendo il classico fumo denso e puzzolente.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1237660466.jpg

Come si può vedere dal colore della fiamma e del fumo, c'è una forte emissione di zolfo, che in parte brucia e cola sotto sulla griglia, bruciando anche lei. Infatti alla fine, tolte tutte le scorie e le ceneri accumulate sul fondo, la griglia era ridotta così.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1237660851.jpg

Lo zolfo bruciando produce una temperatura molto alta e vapori corrosivi, che corrodono la griglia in pochi minuti, infatti la mia si è ridotta così in circa dieci minuti, nonostante fosse di ferro molto spesso.
Come si vede nelle due foto sotto, sui mattoni si incrosta della sostanza giallo-rossiccia, che altri non è che zolfo fuso e solidificato. Nella prima foto si vede la patina interna sui refrattari, nella seconda addirittura delle colature solidificate sul fondo del blocco di mattoni, ormai freddi e capovolti per essere fotografati.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1237661363.jpg

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1237661491.jpg

Quelle gocce rossicce solidificate sono di zolfo. Lo zolfo quando fonde e poi solidifica diventa solido e duro, poco corruttibile dall'aria e dagli agenti atmosferici, tanto che una volta, prima dell'invenzione del cemento, era a volte usato in alternativa al piombo per cementare il ferro alla pietra: quando si doveva fissare un perno di ferro in un blocco di pietra si faceva un buco, si metteva il ferro sagomato opportunamente e si versava dello zolfo liquido. Una volta solidificato era fatta. Dicono che durasse tantissimo.....
La resa in questo caso non è stata di certo eccelsa: su 2,8Kg di piastre pulite ho raccolto 1,2Kg di piombo. Ho raccolto un sacco di scorie e di briciole di tutti i tipi, e il piombo colato sotto era molto sporco e difficile da separare dalle scorie anche in una successiva fusione, come nella foto sotto.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1237662284.jpg

Ho rifatto la griglia al volo, con quattro pezzi di ferro, e appena possibile rifarò delle prove. Ora mi chiedo: come mai la prima volta che ho fatto la prova di riduzione tutto questo non mi è successo? Come mai ho ottenuto molto piombo con poche scorie? Perché non mi si bruciò la griglia?
Penso che ripartirò da capo, dal primo sistema adottato, di bruciare piastre e carbone sminuzzati e ben mescolati tra loro.
Alle prossime prove.
Ferro

 

alby992

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:124

Stato:



Inviato il: 21/3/2009,21:56

ciao Ferro bella prova, complimenti, hai messo proprio un bel soffiatore !!...povera griglia!!! faccine/bye2.gifForse la prima volta, la reazione avveniva distante dalla griglia...e poi c'è da dire che ora tutto il calore rimane all'interno dei mattoni refrattari, che non dissipano, come succedeva nella prova iniziale...Poi forse hai mandato troppa aria, ora non c'è piu la manovella e abbondare con l' aria è molto facile e semplice...anch'io ho trovato le stesse tracce di zolfo attaccate ai mattoniDomani collaudo l'altoforno a doppio stadio, oggi l'ho perfezionato un po'. Ho collegato il crogliolo (una pentola di acciaio) direttamente con la parte bassa del raccordo a T, come diceva Dolomitico. Poi ho fatto in modo che il raccordo a T rimanga caldo, evitando cosi che il piombo intasi tutto il raccordo come è successo qualche prova fa. Infatti, mi sono ritrovato il raccordo a T con 10 Kg di piombo attaccati dentro, e non voglio che si ripeta...
ForumEA/us/img17/2180/immagine001sbg.jpg
Per la griglia spero che non si fonda, cercherò di mettere piu carbone e legna in modo che la reazione avvenga piu distante possibile...introdurrò piastre intere negative, mentre le positive cercherò di tritarle un po', aggiungendo del carbone tritato, cercando di vedere se c'è qualche differenza.In effetti se sminuzziamo le piastre e le mescoliamo con il carbone, la reazione avviene appena il miscuglio viene a contatto con i carboni ardenti. Il miscuglio, cosi, non riesce a raggiungere la griglia, la quale non viene coinvolta dalla reazione dello zolfoSono ottimista, penso che domani ci sarà una svolta alla produzione nazionale di piombo... faccine/laugh.gifP.S.Ho solo qualche piccolo dubbio sulla tenuta del bidone....è sottile e non vorrei che collassasse tuttociao Alberto

 

alby992

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:124

Stato:



Inviato il: 22/3/2009,21:28

l'altoforno non funziona!!!!! faccine/mad.gif faccine/mad.gif ....la griglia inferiore si intasa e non si riesce a pulirla perchè si formano delle incrostazioni che si riescono a togliere solo a martellate...Il forno teoricamente funziona ma in pratica è difficile, perchè nel ripiano sotto si raccolgono troppe braci e troppi ossidi....forse se trovo un metodo per tenere pulita la griglia qualcosa si riesce a fare...queste le foto di oggi...
ForumEA/us/img156/2079/immagine001z.jpg
ForumEA/us/img156/7671/immagine014.jpg
il raccordo a T anche se ci sono le braci sulla pentola superiore si intasa di piombo
ForumEA/us/img156/1295/immagine016v.jpg

ForumEA/us/img156/6962/immagine017.jpg

Se devo apportare delle modifiche, devo tenere in considerazione che il piombo deve uscire dove non entra l'aria di conseguenza la griglia non si intasa di ossidi...sono sempre piu propenso a creare un grande falò per terra su di un piano leggermente inclinato. Preparare il tutto mettendo un bel po di legna sotto e poi creare a strati piastre intere e carbone in polvere...poi dare fuoco alla legna sotto e soffiare aria al massimo della portata del soffiatore sul mucchio di roba impilata...Dopo la faticaccia e la sudata di oggi penso che non farò ancora piu di un paio di prove ...poi il piombo me lo vado a comprare!! faccine/sad.gif ...spero vivamente di trovare un metodo valido...Mi piacerebbe avere la soddisfazione di trovare un sistema affidabile ma per ora sono tutti fallimenti...

 

Lupo cattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1137

Stato:



Inviato il: 23/3/2009,09:53

Lo zolfo brucia nell'aria e produce anidride solforosa: S + O

2
-----> SO
2

A temperature alte, intorno ai 400-500 gradi la stessa può reagire con l'ossigeno per dare la più aggressiva anidride solforica.
Entrambe, sicuramente, alle temperature raggiunte dalla forgia reagiscono con il ferro della griglia.
Mi chiedo: cosa ci fa tutto quello zolfo nelle piastre positive?
Ritengo sia un residuo di acido solforico o di solfati, come eliminarlo?
Ci penserò su e vi dirò il risultato delle mie meditazioni.

 

Keyosz
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1959

Stato:



Inviato il: 23/3/2009,12:12

Ciao a tutti,
dite che si produce parecchio zolfo, a me sembra normale, essendo che la reazione chimica di scarica della batteria produce solfato di piombo su entrambe le piastre, poi considerando che le batterie usate per la fusione sono scarti buttati via perchè non più utili sicuramente sono scariche e in un profondo stato di solfatazione (sia solfato "morbido" che cristallizzato), quindi tutto lo zolfo dell'acido delle batterie usate per la fusione è dentro le piastre, forse è per quello che si genera così tanto zolfo, scorie e si corrode il ferro.

Probabilmente per la prima prova di Ferro aveva usato delle piastre positive in buono stato di carica con prevalenza di PbO2 mentre le piastre usate in questi ultimi esperimenti erano formate in prevalenza da PbSO4, giusto?
Se ho capito bene il carbone reagisce con il PbO2 per darci Pb ma se abbiamo PbSO4 mi sa che non funziona....
Teoricamente dovremmo caricare le batterie prima di fonderle! faccine/laugh.gif
Questi vostri racconti mi convincono smpre di più che una bella conversione elettrochimica sia la strada migliore, del tipo una bella bacinella con una lastra di piombo sul fondo collegata al negativo, poi ci versiamo sopra i fanghi, le positive le negative, PbO2, Pb, PbSO4, tutto insieme, riempiamo di acqua distillata, un bel elettrodi di carbonio sopra a tutto immerso ma non a contatto ed in fine una bella corrente elettrica, teoricamente PbO2 -> Pb, PbSO4 -> Pb, l'acqua si dovrebbe acidificare per via del solfato che se ne ritorna in soluzione come acido solforico e l'ossigeno se ne va via.
Poi alla fine tutto l'impasto depositato sul fondo sulla lastra di piombo dovrebbe essere quasi solo Pb che si mette in una padella e si fonde! faccine/clap.gif

Boh, è un idea, magari dopo tutti gli altri 1000 esperimenti in corso la provo... faccine/wacko.gif

Comunque toglietemi un dubbio, il piombo che ottenete sotto la forgia sarà pieni di impurità e magari con una buona percentuale di ferro, come può andare bene una simile mistura per accumulatori nuovi? non si avrà piombo di pessima qualità per costruire accumulatori?

 

Lupo cattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1137

Stato:



Inviato il: 23/3/2009,14:08

No, no: il piombo per successive fusioni si purifica, perchè il piombo fonde e le scorie no.
Le scorie si depositano o galleggiano: quello che ottieni è piombo, ragionevolmente, puro.
Se proprio vuoi, puoi fare due successive fusioni.

 

Elektron

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:166

Stato:



Inviato il: 23/3/2009,14:33

Non lo so quanto puro ... a mio parere è presente anche Antimonio (Sb) ...che è tossico quasi come il cianuro ...
che di regola viene (veniva) usato in lega al Piombo per aumentare la resistenza meccanica delle piastre ...
Potrei sbagliare di netto ...

 

Keyosz
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1959

Stato:



Inviato il: 23/3/2009,14:46

Non lo sapevo che l'antimonio fosse tossico, cavolo, giusto per rendere ancora un pochino più tossiche le già salutari batterie al piombo!! sono proprio un bel mix ottimo per la salute faccine/crutch.gif

 

Lupo cattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1137

Stato:



Inviato il: 23/3/2009,16:13

L'antimonio è tossico, come la maggior parte dei metalli pesanti e degli elementi di transizione.
Non so se la lega col piombo, al punto di fusione del piombo, lo rilasci o lo trattenga, ma, dato che si trova in lega giusto per renderlo più robusto e resistente agli urti lo lascerei.
Sicuramente è meno tossico del piombo, ma stiamo a fare delle distinzioni senza molta importanza: tossico il piombo, l'acido solforico, i sali del piombo, lo stagno e l'antimonio, si salva giusto il calcio.
Ergo non è una lavorazione che sia sana, non la farei per tutta la vita 8 ore al giorno e neppure respirerei i vapori o assaggerei i prodotti.
Detto questo ognuno si regoli di conseguenza.

P.S. Ho fatto una rapida indagine usano anche, in lega con il piombo, cadmio; assai tossico e argento, non tossico, ma costoso...




Modificato da Lupo cattivo - 23/3/2009, 16:43
 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 23/3/2009,21:37

Salve a tutti.

CITAZIONE
....Ho fatto una rapida indagine usano anche, in lega con il piombo, cadmio; assai tossico e argento, non tossico, ma costoso...

Resta da vedere questi metalli come "passano" attraverso la riduzione col carbone, molto probabilmente vanno a finire in quelle scorie che vengono eliminate con la successiva fusione. Ma se anche passano normalmente nel piombo ricavato, se c'erano prima e funzionava, ci saranno anche dopo e funzionerà, almeno credo.
CITAZIONE
Questi vostri racconti mi convincono smpre di più che una bella conversione elettrochimica sia la strada migliore.....

Forse hai ragione Keyosz, ma resta da vedere quanta corrente ci serve e quanto tempo ci vuole. Hai ragione a pensare che sarebbe buona cosa caricare le batterie prima di romperle, ma se si caricano non ci serve di romperle. faccine/biggrin.gif Inoltre sulle piastre negative il solfato di piombo rimane ugualmente.
Forse basterà lavarle con qualcosa di basico......
Saluti.
Ferro

 

alby992

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:124

Stato:



Inviato il: 23/3/2009,22:05

ciao a tutti...dopo le sudate fate vicino ai vari altiforni, proverei anch'io la strada elettrochimica proposta da Keyosz, di certo non abbandono la strada fino ad ora percorsa, visto tutta l'esperienza che ho fatto...cosi mi faccio pure una piccola esperienza, con bacinelle, acqua elettrodi ecc. e via dicendo...

Di chimica me ne intendo poco, se dite che teoricamente funziona io ci provo, (anche l'ultimo forno teoricamente funzionava!!!),...per la lastra di piombo del negativo, non c'è problema, mi chiedevo se per forza le griglie devono toccare la lastra di piombo e se devono essere tritate, polverizzate o se è sufficiente inserirle anche intere....poi mi chiedevo se immergo tutto in acqua distillata, come fa a cominciare la reazione, visto che non conduce corrente?

Pensate che bisogna alimentare con batterie o è sufficiente un alimentatore in continua da qualche Amper? oppure posso usare la saldatrice ad elettrodo, con elettrodo in grafite, o dite che faccio scoppiare la bacinella? o forse è meglio che uso il caricabatterie da auto?....quanto tempo ci impiegherà a reagire 1 ora? 1giorno?...10 giorni?
da cosa dipendono tutte queste variabili?
Come faccio a capire che è ora di spegnere e che la reazione ha terminato?

Scusate le troppe domande appena posso provo a fare un piccolo esperimento in una bacinella...se avete dei consigli saranno bene accetti...

A livello industriale la strada elettrochimica non esiste, infatti usano altoforni anche loro e questo non è sicuramente un buon inizio, ma una piccola prova la voglio fare ugualmente...non si sa mai!!

P.S.
per lo zolfo penso sia dovuto anche al fatto che Ferro svuota l'acido, risciacqua con acqua e le fa scolare ed asciugare, mentre io le lascio scolare dall'acido e asciugare all'aria e al sole, senza risciacquare...ecco che allora,l'acido, rimane sulle piastre, non so in che forma, con il suo zolfo, quello che poi trovo sulla griglia!!!

ciao Ferro, scusami ho letto la tua risposta dopo...

con il forno usiamo carbone e corrente per il soffiatore...qui usiamo acqua distillata e corrente per la reazione....bisogna vedere se i costi sono paragonabili, poi per il tempo è il problema minore...
una piccola prova mi sa che la faccio...
ciao Alberto

 
 InizioPagina
 

Pagine: (32)  < ...  11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   [21]   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum