Se sei già registrato           oppure    

Orario: 26/09/2020 10:51:03  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Sezione Generica

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (32)  < ...  12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   [24]   25   26   27   28   29   30   31   32    (Ultimo Msg)


Piombo nuovo da vecchie batterie.
FinePagina

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 17/4/2009,19:49

CITAZIONE
Però è strano, nelle stazionarie tubolari ci sono più negative che positive, per esempio gli elementi Tudor piccolini hanno 3 positive tubolari con 4 negative, il pacco è chiuso sui due lati dalle negative...

Hai colto un bel particolare,da non trascurare,le batterie con la "B" maiuscola hanno sempre una negativa in piu,e si costruiscono proprio come l'hai descritto tu,anche sul libro che ho sul recupero delle batterie dicono che bisogna costruirle cosi,se fanno altrimenti è una "ciofeca" di batteria

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 13/8/2009,16:34

Dopo un po sono arrivato a mettere mano alla mia forgia,anzi ora è una forgia,prima era un'ibrido.Qui è una foto di com'era tempo fa:

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/1/9/8/4/7/7/0/t/1220185624.jpg
Dopo un pò di prove ho osservato le mancanze,e vi ho posto rimedio,ho costruito un telaio piu robusto munito di ruote e vi ho applicato una ventolona da bruciatore con scatola di recupero:
http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/1/9/8/4/7/7/0/1250177174.jpg
Siccome una forgia ha solo il tubo di scarico con un chiusino a contrappeso,ma questo non va bene al nostro scopo a causa del piombo che si blocca lungo il tubo otturandolo,ho pensato di creare una scatola di accumulo cun un lato apribile per prelevare il materiale che scende dalla forgia.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/1/9/8/4/7/7/0/1250177337.jpg
Il dado che si vede sotto il bocchettone della forgia serve per aprire il fondo verso il basso,cosi che se vi sono problemi lungo il tubo si pou sempre intervenire senza problemi.Una volta scaricato tutto basta richiuderla come una porticina e il gioco è fatto.Una domanda per Ferro:siccome la ventola è stata modificata a causa del motore originale rotto,vi ho installato un motorino a cc a basso voltaggio.
http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/1/9/8/4/7/7/0/1234097944.jpg
Da prove fatte a 12Volt il flusso d'aria è leggero,ma sufficente,diciamo una ventola da pc di un alimentatore.A 24Volt fa un bel venticello,sembra quasi un fon.Tu che hai piu presa diretta con una forgia vera e propria che flusso d'aria serve di preciso medio o potente?Saluti

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 13/8/2009,21:37

Bel lavoro Dolomitico.
Il flusso d'aria deve potersi regolare, perché difficilmente troverai due lavori e due prove che necessitano della stessa portata d'aria. Poi trovi la portata che ti serve per pratica: se il fuoco langue e non scalda aumenti, se sfavilla tutt'attorno e brucia troppo forte diminuisci, ma ti serve di poterlo regolare abbastanza ampiamente. Puoi agire sulla tensione, o sull'ingresso dell'aria, come ho fatto io con un chiusino regolabile. Una ventola da PC, almeno per me, per quello che ho fatto fin'ora, è insufficiente, altrimenti non mi sarei scomodato a modificare un vecchio bruciatore, di quelle ventoline ne ho tante.
Non so.... Fai qualche prova.
Saluti.
Ferro

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 13/8/2009,22:07

Ciao Ferro.
sulla ventolona cè la regolazione per lìaria,una paratia che chiude piu o meno il flusso,ma mi chiedevo che flusso ci vuole con l'apertura max.
Cmq credo che devo mettervi un'alimentatore a 18volt oppure 24V.
A 12volt c'era una brezza appena percettibile.
Da quello che ricordo col compressore entrava molta aria per avviare la reazione,e quindi devo alzare la velocita della ventola

 

biomassoso

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1240

Stato:



Inviato il: 14/8/2009,00:14

Contando che per bruciare 1 kg di legna col 50% di carbonio in un focolare aperto servono più di 20 metri cubi d'aria, fai le proporzioni con il tipo di carbonella che usi, poi normalmente la regolazione avviene con la pratica......ma di aria ce ne vuole tanta ed anche con pressione adeguata.....la forgia ha un suo suono......
l'eccesso d'aria serve pure per evitare la formazione di monossido, meglio trovare nei fumi solamente anidride carbonica, specialmente se non si dispone di una buona cappa aspirante...

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 14/8/2009,11:02

Ho provato a cercare un'alimentatore da stampanti,di solito vanno a 18V,male che vada mettero 2 batterie in serie e vado a 24 Volt.
Per il monossido non cè problema,non credo che nessuno si metta al chiuso a fondere piombo con una forgia.
In ogni caso mi sto preparando per l'autunno che è la stagione piu adatta per me,finito di allestire la forgia devo preparare la miscela da trattare,ho ancora 3 secchi pieni della vecchia miscela e poi ancora un paio di batterie da demolire.
Poi pensavo di fare degli stampi gia pronti con la quantita che mi serve per ogni piastra.

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 19/8/2009,16:58

Non ho ben capito che tipo di motore hai messo, a 12 o a 24...... Comunque, per tagliare la testa al toro, come si dice, deve avere la stessa potenza di quello vecchio a corrente alternata, e più o meno gli stessi giri, a quel punto hai la stessa portata e la stessa pressione di prima e puoi regolare la mandata dell'aria come ti pare.
Quello che ho messo io era di un bruciatore Riello di una vecchia caldaia a gasolio da 22000 calorie circa, e sembra che vada piuttosto bene.
Se è un motore a bassa tensione puoi regolare i giri anche con un circuito tipo alimentatore variabile, oppure solo la mandata dell'aria.

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 19/8/2009,17:50

La tensione di targa non la so,so che a 24 volt fa aria a sufficenza,l'ho preso da una stampante,e mi pare che le stampanti vanno a 18 volt,quindi puo andare,al limite ho anche un bruciatore completo,ma questo è piu che sufficente.....
Peccato che fa troppo caldo non posso fare delle prove,in compenso oggi ho smontato completamente la batteria da 150A e ho recuperato tutto il possibile,adesso avro 5 secchi di roba da bruciare,cosi per sapere tu facevi una cotta unica oppure bastava aggiungere e potevi continuare finche avevi materiale da trattare?

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 20/8/2009,14:22

Fin'ora o fatto prove con relativamente poca roba per volta. Si tratta di piombo e perciò sono sempre diversi chilogrammi di roba, però sono convinto che se il tuo sistema con scatole di recupero e contenitori vari funziona bene, si può pensare anche ad un sistema continuo. La prima volta con una sola prova ho recuperato una decina di chili di piombo, poi subito appresso altri 6, però usavo carbone da forgia che avevo già quì, che lascia scorie cristalline che poi bisogna togliere, altrimenti si tappa la griglia. Ho anche dei dubbi sulla carbonella: produce un sacco di cenere, che se non si riesce a soffiar via bene con l'aria finisce per intasare il miscuglio, come succedeva ad Alby. Ci vorrebbe del carbon Coke, ossia "carbone distillato", anche in quegli "ovoli" di Coke in polvere compresso che a volte si vendono nei magazzini per mettere nelle stufe. Ne avevo alcuni, basta frantumarli con un martello in pezzi da circa 1cm prima di usarli.
Se si riesca di fare un sistema continuo basta partire con una buona brace sotto e poi aggiungere uno strato di piastre frantumate e uno di frantumi di carbone, alternati un po' come fanno negli altiforni, e raccogliere il piombo liquido sotto da un foro abbastanza piccolo da lasciar passare il piombo fuso ma non l'aria.
Anche io per ricominciare a far prove stò aspettando che rinfreschi un poco e magari ricominci a piovigginare, un po' perché dove devo lavorare stà in pieno sole e ci scotta già di suo, e un po' per far disperdere meglio il fumo e la puzza che si producono.

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 20/8/2009,18:48

Non so che dirti per i gas,in effetti gli ossidi che si trattano hanno intriso quasi tutto l'acido presente nell'elettrolita.
Proprio oggi ho trovato 2 batterie gemelle (uguali uguali) di grossa taglia,credo 250A,le positive sono totalmente distrutte,e la densita è molto bassa.
Ho tolto l'elettrolita,adesso ne ho una tanica da 20 lt quasi piena,ma la densita è talmente bassa che il densimetro sta attorno agli 1125.
Devo stringerla un po.
E cmq l'elettrolita è impregnato nelle celle che finiranno nel fuoco.
Io con i miei problemi tecnici ero appena riuscito a innescare la sottrazione,ricordo che sentivo le gocce di piombo correre lungo il tubo come una pioggia intensa,poi si è bloccato il tubo e alè.
Adesso non dovrei avere piu problemi.
Pensavo,con la scusa che uso legna per accendere i fuoco di sicuro questo aiuta,in quanto la legna bruciata carbonizza,il piombo da quello che ricordo tende a scorrere verso il basso,e data l'alta temperatura tende ad aggregarsi con altre piccole quantita di piombo fuso,e alla fine quando riesce va giu per il tubo,il problema non è tanto la cenere quanto i residui che si accumulano nella forgia che alla fine non danno piu margine di manovra.
Bisognerebbe dopo un po di svuotare un po il materiale esausto,cosi puoi andare a ciclo un po di piu...

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 20/8/2009,21:47

CITAZIONE
Non so che dirti per i gas,in effetti gli ossidi che si trattano hanno intriso quasi tutto l'acido presente nell'elettrolita.

I residui di piombo sono molto pesanti, e si dovrebbero poter separare dall'elettrolita anche solo per decantazione, lasciandoli riposare. Poi si possono sciacquare con altra acqua e poi infine si può anche aggiungere bicarbonato per passivare l'acido solforico. Infine li scoli e li lasci asciugare al sole. Così si consuma anche meno carbone che se fossero bagnati.
Penso che andare a ciclo continuo senza il coke sarà dura.....

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 21/8/2009,12:54

In effetti sto gia provvedendo ad asciugare per bene gli ossidi,a vederli sono una vera schifezza,cmq sia finche non accendero il fuoco non si puo sapere che succede,io ho preso del normale carbone per grigliate,poi vedrtemo che succede.
Ovviamente per ciclo continuo io intendo trattare 4/5 secchi di materiale alla volta,poi presumo che anche gli scarti ne rimangano molti,boh tutto sta a provare.....

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 21/8/2009,13:08

Quattro o cinque secchi di roba sono un bel po'..... Se ti riuscisse sarebbe una favola. Chiaro che se il tutto è ben asciutto impieghi meno carbone e meno tempo, non devi asciugare l'acqua che per evaporare richiede un sacco di calore.
Per carbone da grigliate intendi la carbonella di legna per barbeque immagino. Fammi sapere come ti va con la cenere, che ho una mezza idea che può reagire coi vapori sulfurei e generare qualche altro composto del cavolo, tipo solfato di potassio dal carbonato di potassio contenuto nelle ceneri. Non credo sia niente di particolarmente velenoso (non più del resto....), però potrebbe creare problemi di intasamento. Ci vorrebbe Lupo, ma mi sa che è ancora in ferie. Comunque, se anche non si riesce un ciclo continuo, ma si può fare a "quantità definite", tipo un secchio la volta, può andare bene anche così. L'importante è che il tutto costi poco e sia di facile attuazione.

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 21/8/2009,17:50

Dici che sono troppo ottimista? faccine/smile.gif
Io so che sto cominciando ad avere un bel po di secchi di ossidi morti di piastre positive,ho una batteria da 200A di cui ho recuperato tutte le celle,ma mi mancava il contenitore e adesso ho altre 2 batterie da 250A da demolire.
A dire la verita le positive sono gia demolite di suo,le negative le voglio riciclare per farne una batteria completa come il tuo esperimento con la batteria "2volt 300A" e quella dovrebbe essere sistemata,l'altra scatola che rimane vuota ci rimonto le celle da 200A che citavo poco fa,e degli ossidi un bel fuocherello.
Come vedi ho molta carne al fuoco,per arrivare alla batteria finale ci vorra ancora del tempo,ma la materia prima non manca.
Per i costi devo dire che sono al minimo storico,a parte la benzina per fare un giro dallo scasso e un po di elettricita e ok il carbone una volta che hai l'attrezzatura non vedo altri costi.

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 22/8/2009,15:17

Perfettamente in linea con la mentalità generale...... Massimi risultati con costi limitati. faccine/happy.gif faccine/biggrin.gif

 
 InizioPagina
 

Pagine: (32)  < ...  12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   [24]   25   26   27   28   29   30   31   32    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum