Se sei già registrato           oppure    

Orario: 19/11/2019 01:44:06  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Motori termici, magnetici, elettrici, etc...

Pagine: (2)   1   [2]    (Ultimo Msg)


Recupero energia da massa in caduta, recupero energetico lineare
FinePagina

Bolle

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:5819

Stato:



Inviato il: 20/05/2016 14:14:37

CITAZIONE (calcola, 20/05/2016 13:52:07 ) Discussione.php?213738&1#MSG14

quanta energia si riesce ad immagazzinare e quanta se ne spreca.

Per 'pesi' così importanti la cosa, oltre che rischiosa, è anche poco adatta al fai da te...a meno che qualcuno non inizi a moltiplicare i sistemi. Cmq riguardo l'efficienza c'è questo tipo (folle quasi quanto noi ) che ha realizzato qualcosa simile alla lampada a gravità...fa anche i calcoli del rendimento...che si aggira sul 30%...Luce a gravità versione 1 ...poi migliora il sistema e passa alla versione 2 Luce a gravità versione 2.

Simpatico quel rumorino nel pieno della notte



---------------
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

mdb82
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5

Stato:



Inviato il: 20/05/2016 14:27:33

ciao Elix,inventoreinerba,righetz,calcola,Bolle,

grazie per la risposta di tutti.
Complimenti per il vostro forum , in un giorno solo cosi tante risposte .... è evidente che siete proprio appassionati!

X Elix,
Si hai descritto sinteticamente il funzionamento ciclico di questa ipotetica macchina.
Non ho niente di cosi grande in mano, ho però un mio compaesano, una persona di una certa età,
che realmente ha costruito (dopo tanta fatica) la macchina che hai descritto anche se in scala ,
alta solo 1m e con una massa ben più piccola. Un prototipo.

Probabilmente , e forse sicuramente, quello descritto è fra i metodi meno efficienti di conversione dell'energia.
Ma non voglio deludere nessuno, e mi ha chiesto di indagare su come recuperare l'energia nella fase "attiva"
cioè in quella in cui la massa cade e cioè in cui deve essere trasformata l'energia da potenziale a elettrica.

Sapevo che erano stati costruiti i motori lineari (come se fosse un motore elettrico con il raggiodel rotore statore infinito)
Facendo girare il rotore di un motore si ottiene corrente (dinamo,alternatori ecc ecc..)
, allora credevo esistesse qualcosa per cui io spingo il carrello del motore lineare e recupero energia.
Inoltre con opportuna apparecchiatura elettronica gestire la discesa della massa in modo
che rallenti fino ad altezza zero con velocità zero (cioè senza prendere colpi).

Togliendo per un attimo l'attenzione dal contesto di questa ipotetica macchina.
Possibile che non esiste un convertitore per generare corrente da un moto lineare di una massa?

X righetz,
grazie per la risposta , il Rotary piston che hai postato vista l'instabilità dei punti morti sup/inf nonche di blocco mi sembra piu adatta a trasformare
un moto rotatorio in uno alternato e non viceversa come servirebbe a me.

X Bolle,
si carino il video postato della lampada a gravità, dal video si intravede l'esploso del progetto in solidworks composto da ingranaggi
sembra quindi un accumulatore con una sorta di volano.... come dicevo stavo cercando se esiste qualcosa
di elettrico , ciop la massa mentre si muove linearmente crea una differenza di potenziali ai capi di ...

grazie ancora
se vi venisse in mente qualcosa...

ciao,
mdb82

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4345

Stato:



Inviato il: 20/05/2016 14:40:57

Quell'ingegnere a cui mi riferivo in uno dei precedenti post, se non ricordo male, aveva usato il vano dell'ascensore per contenere la massa. Sicuramente costruire un meccanismo sufficientemente ridotto per tirare su masse di quel tipo e poi permetterne la discesa lentamente in modo azionare volani o altro, non è semplice e richiede grandi capacità, conoscenze e competenze.

Un altro problema è nel come regolare la discesa della massa in base alla richiesta di energia. Il blocco deve scendere solo quando vi è richiesta di corrente e non sempre.

Con l'acqua è tutto più facile.

PS. l'intervento è i risposta al post di bolle e non a quello di mdb82



Modificato da calcola - 20/05/2016, 14:46:49


---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4345

Stato:



Inviato il: 21/05/2016 08:47:13

Non è quello che avevo visto, però rende l'idea

LINK



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9158

Stato:



Inviato il: 21/05/2016 15:53:32

il sistema più semplice è quello di attaccare una corda alla massa che scende la corda con opportuna moltiplica fa girare l'alternatore - motore

quindi in discesa si recupera energia frenando le masse in discesa a (a secondo della taratura inverter si caricano più o meno le batterie e quindi frena più o meno a piacimento, ad es se si tratta di far scendere persone si scende rapidamente e poi negli ultimi metri si frena molto im nodo che la vf sia praticamente zero)

una volta sceso il carico si attiva l'alternatore come motore e si risucchia la corda, e il ciclo ricomincia



---------------
Al peggio non esiste limite

 

mdb82
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5

Stato:



Inviato il: 23/05/2016 14:08:15

CITAZIONE (qqcreafis, 21/05/2016 15:53:32 ) Discussione.php?213738&2#MSG19

il sistema più semplice è quello di attaccare una corda alla massa che scende la corda con opportuna moltiplica fa girare l'alternatore - motore

quindi in discesa si recupera energia frenando le masse in discesa a (a secondo della taratura inverter si caricano più o meno le batterie e quindi frena più o meno a piacimento, ad es se si tratta di far scendere persone si scende rapidamente e poi negli ultimi metri si frena molto im nodo che la vf sia praticamente zero)

una volta sceso il carico si attiva l'alternatore come motore e si risucchia la corda, e il ciclo ricomincia


ciao Grazie ancora per le risposte.
sapreste indicarmi il metodo di calcolo che mi permetta data l'altezza h e la massa m quanto sia il tempo di discesa (cioè il tempo di scarica) tenendo conto che l'inverter/alternatore opporrà una coppia resistente per produrre energia.
Come devo impostare l'equazione? lo scopo è ovviamente trovare per quanto tempo avrò una certa potenza a disposizione durante la discesa.

grazie,
Marco

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:9158

Stato:



Inviato il: 23/05/2016 20:31:39

il tempo dipende dalla potenza che vuoi


approssimativamente(!) mgh/potenza =tempo

oppure tenendo conto della Ec

un poco più reale (mgh-1/2m(h/t)^2)/t=potenza



---------------
Al peggio non esiste limite

 

mdb82
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5

Stato:



Inviato il: 24/05/2016 13:01:15

CITAZIONE (qqcreafis, 23/05/2016 20:31:39 ) Discussione.php?213738&2#MSG21

il tempo dipende dalla potenza che vuoi


approssimativamente(!) mgh/potenza =tempo

oppure tenendo conto della Ec

un poco più reale (mgh-1/2m(h/t)^2)/t=potenza


ciao Grazie per la risposta,
la quota di energia cinetica che hai sottratto cosa rappresenta?
la velocità finale della massa?

grazie

ps io vorrei una equazione però che tenga conto della coppia resistente che oppone il generatore di corrente

sapete aiutarmi?

 

Cortocircuito

Avatar
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:25

Stato:



Inviato il: 21/03/2017 02:48:42

Eh... l'energia potenziale gravitazionale sarebbe molto interessante da usare; ad esempio sollevando con un paranco manuale 250 Kg a 2 metri e scaricando poi l'energia cinetica di ricaduta su di un alternatore attraverso una moltiplica frenata si avrebbe una resa di 1,38 W per circa un'ora, se non sbaglio. Scusate se a volte mi scappano delle assurdità.

Il problema è sempre lo stesso però, tanto dai e tanto hai, mentre più bello sarebbe trovare il modo di togliere e di ridare peso al grave tagliandolo dal campo di gravità giusto per il tempo di sollevarlo

Chissà se sia possibile? Sarebbe come creare una dinamo statica in cui, senza alcun movimento, il flusso magnetico fosse interrotto a brevi intervalli mediante l'azione di un sottile tramezzo di materiale antimagnetico mutante, pilotato da un circuito elettronico di piccola potenza. Fantascienza?

Didemelo se esagero.



---------------
Non so quello dico, sono so di cosa parlo, è inutile che parlo.
http://cnt.rm.ingv.it/

 
 InizioPagina
 

Pagine: (2)   1   [2]    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum