Se sei già registrato           oppure    

Orario: 29/10/2020 03:24:09  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Acqua: come utilizzarla, generarla e sfruttarla

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (3)   [1]   2   3    (Ultimo Msg)


Guida al trattamento dell'acqua
FinePagina

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3062

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 00:07:28

Ciao ragazzi,

apro questa discussione non perchè sono un esperto del settore ma proprio per il motivo contrario: spesso leggo domande, discussioni e informazioni varie al riguardo che hanno tutte un punto in comune: la poca conoscenza dell'argomento.

Vorrei provare a realizzare una sorta di miniguida che sia un punto di riferimento, per questo forum e non solo...

Vorrei affrontare i vari sistemi di filtraggio, discuterne i principi di funzionamento, i costi di acquisto e manutenzione, gli scenari di utilizzo e tutto quanto può servire ad una corretta conoscenza dell'argomento.

Sicuramente un utente molto ferrato in materia è Calcola che spero apporterà il suo prezioso contributo, ma sono sicuro che ci sono anche altri utenti che sapranno insegnarci tanti altri segreti.

Io intanto inizio con qualcosa di semplice semplice, giusto per delineare la forma che la guida vorrei assumesse.

Questa era l'introduzione, il primo filtro nel secondo post (ops nel terzo ! )!

Elix



Indice della guida:

Cap. 1: il fitro a rete metallica
Cap. 2: il filtro a rete lavabile
Cap. 3: il filtro a filo avvolto
Cap. 4: il filtro in polipropilene compatto



Modificato da BellaEli - 26/10/2016, 19:34:53


---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

Roero

Avatar
PetaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:10299

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 00:19:09

Veramente un ottima idea, bravo, condivido pure l'idea che ci aiuti il Prof. Calcola.



---------------
Correttezza, lealtà e sempre a testa alta.

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3062

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 00:25:27

I filtri che generalmente si montano all'inizio dell'impianto vengono chiamati filtri meccanici di sicurezza e hanno l'obiettivo di filtrare le macro particelle sospese nell'acqua quali sabbiolina, ruggine, alghe, etc., che in giro per l'impianto di casa potrebbero danneggiare o comunque provocare malfunzionamenti ad apparecchiature ed elettrodomestici vari (quali lavatrice, caldaia, macchina caffè, lavastoviglie, etc.), rubinetti, collettori e, più in generale, a qualsiasi condotto contenente acqua che potrebbe venir ossidato, consumato, aggredito o alterato dalle macro particelle contenute nell'acqua.

Tali filtri sono comunemente formati da un contenitore stagno di metallo e/o plastica contenente la cartuccia filtrante.

A seconda delle dimensioni delle particelle da filtrare si utilizzano tipologie di filtro diverse:
- Superiori a 90-100 micrometri: filtri in rete di acciaio;
- Tra i 20 e i 80 micrometri: filtri in rete di materiali plastici;
- Tra 1 e i 90 micrometri: filtri in polipropilene compatto.
- Tra 1 e i 90 micrometri: filtri in filo avvolto in materiali plastici o cotone.


Cap. 1: il fitro a rete metallica

Il primo dei filtri di cui vorrei parlare è il seguente:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/3943.jpg



Si tratta di un filtro meccanico di sicurezza molto semplice, in cui l'acqua viene fatta passare attraverso una cartuccia formata da una retina di acciaio.

Tale filtro è adatto a filtrare particelle generalmente comprese tra i 100 e i 700 micrometri, il filtro standard è di 300 micrometri.

Una caratteristica interessante del filtro è che è autopulente, ovvero facendo circolare l'acqua al contrario è possibile espellere i residui accumulati dall'apposito rubinettino di uscita.

La manovra si effettua a mano o automaticamente tramite apposita centralina.

In questa foto:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/Immagine%201.jpg



Possiamo vedere lo spaccato del filtro e la direzione del flusso dell'acqua.

In quest'altra foto:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/Immagine2.jpg



possiamo vedere la manovra da fare per il lavaggio del filtro.

Come visibile dalla foto precedente, 2 manometri in ingresso e uscita dal filtro ci permettono, tramite il delta della pressione, di comprendere visivamente se il filtro è intasato.

Ovviamente è possibile acquistare/sostituire la cartuccia filtrante che deve essere, in ogni caso, periodicamente pulita (tramite procedura sopra illustrata).

Tale filtro ha la funzione di filtrare le impurità più grossolane, la classica sabbiolina proveniente, inevitabilmente, dall'acquedotto comunale.

La presenza di tale filtro evita di intasare i filtrini montati sotto i rubinetti e di rovinare eventuali rubinetti sprovvisti di tale filtrini (es. quello della lavatrice, quello della caldaia, etc.).

Nella mia abitazione è installato questo filtro e posso confermare che non pulisco mai i filtrini sotto i rubinetti poichè sono sempre puliti così come non si sporcano i filtrini montati in uscita al rubinetto, ovvero questi:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/Filtri-per-rubinetti.jpg



Ricordo una manutenzione straordinaria dell'acquedotto comunale in seguito al quale la pressione dell'impianto di casa calò drasticamente.

Pulito il filtro tutto tornò alla normalità. Ricordo anche che l'acqua della pulizia raccolta in un secchio era completamente gialla, come se fosse acqua e sabbia !

Faccio presente che a distanza di circa 8 anni dalla sua installazione ho avuto problemi col rubinettino di lavaggio in basso, sostituibile in ogni caso con pochi euro.

Il filtro costa tra i 40 e gli 80 euro, a seconda delle dimensioni degli attacchi, del tipo di attacchi e della presenza o meno dei manometri.

E' una spesa tutto sommato non eccessiva se si considera che non è un oggetto che si guasta o si consuma, non richiede parti da cambiare periodicamente ma solo una piccola manovra di un paio di minuti.

Per ora questo e tutto, a presto, Elix

P.S. Si tratta di una guida in costruzione, l'ho scritto nella premessa, non sono un esperto quindi se trovate delle notizie non corrette scrivetelo pure che correggiamo !



Modificato da BellaEli - 26/10/2016, 10:59:36


---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4357

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 10:50:22

Un filtro meccanico da 100-700 micron ha le maglie troppo larghe, meglio un filtro da 20-50 micron, con maglie in acciaio o rete di plastica, meglio cartucce da 10".

La pulizia settimanale in controcorrente è una buona pratica.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3062

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 12:27:36

CITAZIONE (calcola, 25/10/2016 10:50:22 ) Discussione.php?214075&1#MSG3

Un filtro meccanico da 100-700 micron ha le maglie troppo larghe, meglio un filtro da 20-50 micron, con maglie in acciaio o rete di plastica, meglio cartucce da 10".

Ecco Calcola, mi sarei giocato l'unica palla rimasta che sarebbe stato attratto dalla discussione !
In ogni caso la discussione vuole essere una guida, l'analisi di ciò che c'è in commercio ci deve aiutare a capire cosa ci occorre e cosa è superfluo.
Solo la conoscenza completa dei vari dispositivi di filtraggio ci consente di fare le giuste scelte !

Per quanto riguarda la tua affermazione non posso che essere d'accordo, tale filtro serve ad eliminare solamente le particelle più grosse come sabbiolina o residui di vecchie tubazioni che si staccano col tempo.

In ogni caso il vantaggio è che blocca queste particelle impedendo che vadano a ostruire inutilmente i filtri posti successivamente ed è possibile pulirli con una manovra di due minuti.

CITAZIONE (calcola, 25/10/2016 10:50:22 ) Discussione.php?214075&1#MSG3

La pulizia settimanale in controcorrente è una buona pratica.

Settimanale ??? Addirittura così spesso ??? Non ne avevo idea... in ogni caso seguirò il tuo consiglio !

Elix



---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3680

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 13:03:45

Anche io avevo montato un filtro in ingresso.
siccome però ho l'abitudine di bere acqua di rubinetto ,ho pensato che quando bevevo un bicchiere d'acqua mi bevevo l'acqua che era stata per ore nel filtro insieme a tutte le schifezze filtrate nelle ultime settimane.
quindi lo ho tolto di nuovo.

 

inventoreinerba
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3680

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 13:05:19

avrei da fare un appunto al correttore ortografico: come mai si può scrivere acua senza che il correttore intervenga?
acua acua acua acua

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3062

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 13:35:02

Cap. 2: il filtro a rete lavabile

Comunque andiamo avanti con l'analisi dei filtri in commercio e proviamo a descrivere quelli con cartuccia filtrante a rete lavabile.

Generalmente, tali filtri sono fatti grosso modo in questo modo:

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/Kittrasparente.png



Ovvero c'è il contenitore portafiltro della cartuccia formato dalla parte superiore con ingresso e uscita acqua collegato in serie all'impianto di casa e il bicchiere contenente la cartuccia filtrante, svitablie facilmente per la relativa manutenzione.

All'interno di tali portafiltri è possibile inserire vari tipi di cartucce, quelle a rete, quelle a filo, quelle a carboni attivi, etc., in questo caso analizziamo quella in rete lavabile.

Tali filtri sono disponibili in varie dimensioni e con vari attacchi, tuttavia l'aspetto che a noi interessa più di tutti e quanto è alto il bicchiere, infatti l'altezza determina la portata in m3/h del filtro.

L'altezza di tali filtri è di solito misurata in pollici e la misura standard è quella di 10" (circa 25 cm), tuttavia esigenze o prodotti diversi potrebbero avere altre misure.

I costi di tali filtri sono davvero contenuti, il contenitore portafiltro ha un costo che oscilla tra le 20 e le 50 euro, la cartuccia costa intorno alle 6 euro.

La cartuccia, essendo lavabile, non è necessario sostituirla con cadenze prestabilite, specialmente se viene effettuata una manutenzione settimanale/mensile costante che permette di tenere la rete sempre pulita ed efficiente.

Per quanto riguarda la capacità di filtrazione, generalmente tali cartucce hanno dei valori che oscillano tra i 20 e gli 80 micron.

L'aspetto positivo è che sono lavabili, quindi una piccola manutenzione settimanale assicura un perfetto ed efficiente funzionamento sempre.

Da quello che mi risulta, una filtrazione a 40-50 micron toglie ogni traccia di torbidità dell'acqua, quindi con tali filtri non otteniamo acqua particolarmente pura ma aiutiamo i filtri che lo seguono, che si troveranno a dover filtrare un'acqua in qualche modo già pretrattata !

Sicuramente la presenza di tale filtro è un toccasana per tutto ciò che c'è dopo, sia che si tratta di altri filtri, sia che si tratta di rubinetti, sia che si tratta di elettrodomestici o parti dell'impianto di casa !

Se avete altre info aggiungetele pure.

To be continued...

Elix



Modificato da BellaEli - 26/10/2016, 10:59:18


---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

marcosnout

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3565

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 15:25:57

Io ho installato in ingresso (quindi sia per acqua fredda sia per quella calda) un filtro simile, unica vera differenza è data dalla rete, che è in inox e con maglia da 100 micron.
Il filtro è autopulente, in aggiunta smontarlo e disinfettare la rete è un attimo.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/$_12.JPG



In aggiunta, in cucina, ho un dispenser di acqua microfiltrata.

Ovviamente beviamo acqua microfiltrata (del rubinetto).



---------------
Laminox Hidra 24kw, pannello solare termico SunHeat open 200 lt, termoboiler 120 litri. Zona climatica D, Gradi-giorno 1427
Isola: 30 moduli SUNTECH 200wp, Inverter UPS PSW7 6048, regolatore di carica PCM8048, batterie 24 EPZS 810Ah (C10)

 

RAUNARDE
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1186

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 16:19:38

anche io ho un filtro simile più grande, ho risolto il problema della sabbia che mi intasava sempre le tubazioni e i filtrini dei rompigetto.

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4357

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 17:45:36


CITAZIONE

Settimanale ??? Addirittura così spesso ??? Non ne avevo idea... in ogni caso seguirò il tuo consiglio !


Un filtro da 20 micron si sporca più facilmente di uno da 700 micron e quindi deve essere pulito più spesso, in campagna il mio lo pulisco controcorrente ogni settimana, 5 minuti sono sufficienti. Ha il vantaggio di non filtrare solo le scaglie di ruggine ed i sassolini, ma riesce a fermare anche la terra.

CITAZIONE
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/N/Kittrasparente.png


Quando mi riferivo ad un filtro da 10" intendevo proprio quello, con il bicchiere trasparente che permette di capire quando è il momento di pulirlo.

L'unico problema è rappresentato dalle alghe, il bicchiere trasparente le fa proliferare, per risolvere è sufficiente coprire il bicchiere con un sacchetto di tela nera.



Modificato da calcola - 25/10/2016, 17:57:24


---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4357

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 17:50:43

Tempo fa avevo pensato di costruire un sistema elettronico per la pulizia automatica del filtro, poi non ne ho fatto nulla,



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Meccatronico in pensione
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1404

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 20:10:44

Belli questi filtri, ma in Veneto più precisamente in provincia di Vicenza dall'alta valle fino in pianura abbiamo l'acqua inquinata da glisolfati francamente ignoro cosa sia, qualche mese fa l'azienda distributrice dell'acqua potabile aveva ventilato l'ipotesi di filtrarla scaricando i costi sugli utenti finali e non fermando quelle aziende che disperdono in natura tali inquinanti, i costi si parla di milioni di euro.

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4357

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 21:47:24

Non ho mai sentito parlare di glisolfato, mentre sempre più spesso leggo del glifosate o glifosato. Incuriosito ho fatto una ricerca e ho capito che non è altro che una storpiatura del nome glifosate. Se quindi parliamo di glifosate essendo una sostanza organica, si tratta come tutte le sostanze organiche, pesticidi organici compresi, cioè filtrazione su carbone attivo.
La cartuccia è simile a quella della foto, solo che dentro non è vuota e vi è del carbone attivo granulare o a scaglie o in polvere.
Minore è la granulometria del carbone, maggiore è il potere assorbente, solo che se si mette la polvere poi si trovano residui nell'acqua, un buon compromesso è il carbone in scaglie sottili e larghe. Gli americani lo chiamano filtro GAG.
Il problema nell'uso di tale filtro è che quando esaurisce il suo potere adsorbente non lo da a vedere, quindi, senza fare analisi chimiche è difficile capire quando sostituirlo. Ma qualcosa si può fare per capire quanto tempo impiega ad esaurirsi.
http://www.filtriacquaitalia.it/image/cache/data/CONTENITORI%20SINER/CARTUCCE%20RICARICABILI/carbone%20attivocartucciaWATER-500x500.jpg



Modificato da calcola - 25/10/2016, 21:51:30


---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:17493

Stato:



Inviato il: 25/10/2016 21:57:47

normalmente la fine del filtro è determinata da tempo e/o litri.
Esempio 1400litri o sei mesi.
in ogni caso, al sesto mese si cambia a prescindere.



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 
 InizioPagina
 

Pagine: (3)   [1]   2   3    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum