Se sei già registrato           oppure    

Orario: 23/09/2020 05:47:45  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Solare Fotovoltaico

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (15)   1   2   [3]   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15    (Ultimo Msg)


Invertet Edison ED30MPII e banco 24v 200Ah Plantè, Lavorano bene insieme?
FinePagina

ITA815

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5522

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 13:05:01

Emuland ... devo dire che a volte faccio fatica a seguire la logica dei tuoi scritti ... forse io ho grossi limiti ... comunque fa niente ... dopo una attenta lettura ci sono arrivato.

Tornando al discorso delle celle Plantè noto una discreta discrepanza tra le informazioni che ha ricevuto via telefono Supermomo e le istruzioni lette nel documento pdf che si legge cliccando, o copiando, il collegamento inserito nel messaggio di Supermomo.
Innanzi tutto per telefono il tecnico Primordial dice di eseguire una ricarica con un valore C10 (20 A.) o poco superiore ... già con questo dato l' acquisto di tali accumulatori è da scartare a priori ... questo perché in un periodo di circa 6 mesi all' anno, che va dal tardo autunno ad inizio primavera, l' irraggiamento solare ti permette di caricare, consolidare e stazionare gli accumulatori in un tempo massimo di 5/6 ore.
Per cui gli accumulatori idonei da utilizzare sotto fotovoltaico sono quelli che hanno parametri di carica/scarica in C5 ... per esempio come gli accumulatori di Emuland.
Ora ... io posso capire che un cliente non possa essere a conoscenza di dati tecnici e specifiche tecniche di impianti fotovoltaici e quali sono gli accumulatori idonei da utilizzare sotto tali impianti ... ma un venditore non può non sapere questi parametri ... questo vuol dire raggirare, anche se involontariamente per mancanza di conoscenze tecniche, il cliente.
Di per se la Primordial risponde solo sul mal funzionamento dei propri accumulatori ... però non è facile dimostrare che sono gli accumulatori ad avere dei problemi ... è più facile dimostrare che gli accumulatori sono stati utilizzati in modo non corretto rispetto alle specifiche tecniche della azienda costruttrice.
Per cui a livello legale è una perdita di tempo.

Ora qui però io non capisco una cosa ... i parametri di carica/scarica di questi accumulatori Primordial sono simili ad accumulatori con piastre impastate ... eccetto per l' equalizzazione.
Il che non quadra perché gli accumulatori sono in piombo compatto con superficie ossidata ... questo tipo di accumulatore non deve avere alcun problema nell' eseguire cariche/scariche in C5.
Se il tecnico della Primordial dice che gli accumulatori sono da caricare in C10 ... sono poi veramente delle piastre in piombo compatto ossidato in modo naturale senza utilizzare altri componenti come ad esempio l' acido nitrico ?
Oppure le piastre in piombo compatto hanno grossi problemi di solfatazione sul proprio ossido se vengono imbustate o ricoperte con altri tipi di separatori ?
A guardare le foto messe qui in questa discussione mi sembrano delle celle AGM in piombo compatto.
Dai miei test risulta dimostrato una forte solfatazione di tali piastre quando vengono imbustate o ricoperte con altro materiale isolante.
Per cui, dal mio punto di vista, questi accumulatori a breve o medio termine non possono funzionare in modo ottimale utilizzati sotto fotovoltaico se vengono scaricati all' 80% e non si riesce a ricaricarli al massimo della loro capacità con un corrente di carica pari a C10 ... si è obbligati a scaricare al massimo al 50% per garantire una ricarica ottimale entro le 5/6 ore di irraggiamento solare nel periodo invernale.



Modificato da ITA815 - 19/10/2018, 14:50:53
 

ITA815

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5522

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 14:31:08

Altro dato negativo di questi accumulatori Plantè della Primordial è l' obbligo di eseguire la ricarica entro 24 ore dalla scarica.
In zone come la mia dove in inverno ci possono essere anche 15 giorni di nebbie e cielo grigio sarei obbligato ad usare il caricatore interno dell' inverter consumando e pagando energia elettrica di rete per mantenere efficienti gli accumulatori.
Insomma ... troppi parametri da tenere presente per mantenere efficienti questi accumulatori.
Per lavorare sotto fotovoltaico bisogna fare calcoli ben precisi.
1) scaricare quel massimo che serve gli accumulatori per poi riuscire a ricaricarli al massimo della loro capacità in inverno entro le 5/6 ore di irraggiamento solare con un carico C10.
2) obbligo di ricarica entro 24 ore dalla scarica con un caricatore idoneo per questi accumulatori.
3) eseguire periodicamente ricariche iU per il ripristino dell' accumulatore ... anche in questo caso serve un caricatore idoneo che sia in grado di far raggiungere i 2,6 volt per accumulatore con tempi di carica previsti dal manuale del costruttore.

Solo in questo caso si possono usare questi accumulatori sotto fotovoltaico.

Per me questi accumulatori sono ottimi solo per un uso UPS ... in ospedali per mantenere alimentate le sale operatorie o apparecchiature salva vita o su sistemi di alimentazione per server o in tutti quei settori dove la mancanza di energia elettrica, anche solo momentanea, possa essere un rischio per persone o cose di primaria importanza.



Modificato da ITA815 - 19/10/2018, 20:15:15
 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4001

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 14:56:47

Azz ho appena letto la scheda tecnica e come dice ita questi accumulatori possono solamente essere usati per UPS (certo che lo potevano scrivere esplicitamente) non capisco con quei valori di carica, basse tensioni 2,3 volt per 24 ore ma che pretendono di avere 24 ore di sole booo e poi non tenerle scariche per più di 24 ore e quando il maltempo dura una settimana booo. Secondo me 1/2 avvocato si potrebbe rifare sia sul venditore che ti ha venduto penso tutto il kit pannelli inverter e batterie perché dal foglio illustrativo che ci hai messo si evince chiaramente che non possono completamente essere usate per accumulo di energia proveniente da un impianto fotovoltaico! Ita tu che in questo campo sei un professore quei depositi sul fondo potrebbero essere dei pezzi di materia attiva (piombo) ricoperti di solfati? Come dici tu queste piastre magari formate con acido nitrico sono un po' troppo friabili'e giustamente appena le batterie iniziano a solfatatarsi i cristalli che si formano si distaccano con tutta la materia attiva, che ne pensi?



Modificato da AlessandroT - 19/10/2018, 15:01:19


---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4001

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 15:00:17

E secondo me non possono essere usate neanche per UPS perché con questo basso tasso di scarica le proporzioni del banco dovrebbero essere enormi!



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 

ITA815

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5522

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 15:39:55

Belle domande Alessandro ... da quello che ho visto io gli sono arrivate già belle solfatate.
Avevano già, come ha scritto Supermomo, della polverina bianca sul fondo.
Il solfato ricopre particelle di ossido di piombo ... il suo distacco e caduta sul fondo indica una parte di materia attiva solfatata persa.
Naturalmente nel contempo viene ricreata la materia attiva dal piombo compatto ... per cui di per se è un buon segno ... solo che quella materia attiva non è subito attiva ... bisogna formarla.
Solo che formarla ad alta densità serve tempo ... e non poco.
Da quello che ho letto pare che queste celle hanno ora un accumulo pari al 25% della loro capacità effettiva ... in parole povere sono celle da 50 Ah in C10.
Il fatto è che tutto il problema si è sviluppato in pochissimo tempo.
Dovrei vedere io di persona per valutare la situazione e tentare un ripristino utilizzando le mie conoscenze che sono molto lontane come metodologia dalle istruzioni di uso e manutenzione della ditta costruttrice.
Questo ne vanifica la garanzia.
Spetta al proprietario delle celle prendere una decisione.
Comunque innanzi tutto io tenterei il ripristino delle celle come da manuale del costruttore ... fatto questo se non hai riscontri positivi devi decidere se fare rivalsa sull' azienda costruttrice, o sul venditore se è diverso dal costruttore, o lasciare perdere il tutto e provare altre strade che posso indicare io ... ma preferirei essere presente perché potrei vedere particolari che un utente normale non vede.
Non è una decisione semplice da prendere.

 

ITA815

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5522

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 15:49:58

CITAZIONE (AlessandroT, 19/10/2018 15:00:17 ) Discussione.php?215253&3#MSG33

E secondo me non possono essere usate neanche per UPS perché con questo basso tasso di scarica le proporzioni del banco dovrebbero essere enormi!

Vero ... ma avendo una percentuale di utilizzo in scarica molto bassa hanno tutto il tempo che serve per fare una ricarica completa evitando la solfatazione.



Modificato da ITA815 - 19/10/2018, 15:54:03
 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1684

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 15:52:44

CITAZIONE (ITA815, 19/10/2018 15:39:55 ) Discussione.php?215253&3#MSG30

Emuland ... devo dire che a volte faccio fatica a seguire la logica dei tuoi scritti ... forse io ho grossi limiti ... comunque fa niente ... dopo una attenta lettura ci sono arrivato.

Tornando al discorso delle celle Plantè noto una discreta discrepanza tra le informazioni che ha ricevuto via telefono Supermomo e le istruzioni lette nel documento pdf che si legge cliccando, o copiando, il collegamento inserito nel messaggio di Supermomo.
Innanzi tutto per telefono il tecnico Primordial dice di eseguire una ricarica con un valore C10 (20 A.) o poco superiore ... già con questo dato l' acquisto di tali accumulatori è da scartare a priori ... questo perché in un periodo di circa 6 mesi all' anno, che va dal tardo autunno ad inizio primavera, l' irraggiamento solare ti permette di caricare, consolidare e stazionare gli accumulatori in un tempo massimo di 5/6 ore.
Per cui gli accumulatori idonei da utilizzare sotto fotovoltaico sono quelli che hanno parametri di carica/scarica in C5 ...
per esempio come gli accumulatori di Emuland.
.

purtroppo quando scrivo per me é tutto chiaro, anche se in realtà il mio scritto é molto contorto.

ho sempre avuto questo problema...
di persona invece sto casino non esce.

se no hai capito qualcosa, dimmi pure che vedo se riesco a "fixare"



---------------
WeSellCells.eu
Abitazione :
12cm cappotto su pareti da 50cm in pietra mista - Caldaia a cond. Simesolar con integrazione pannello Solare Sime
2.88kwp 4° inclinazione a Sud pieno -3 kWp offgrid + 360 ah piombo muletto C5 da due mesi abbinati a 560Ah lifepo4 (24v entrambi in aumento)
Stufetta 6 kW per compagnia/calore secco alimentata a nocciolino/pellet
2.88 kWp SSP EST - OVEST - In attesa allaccio)
In arrivo ? (x.yz kWp bonus 110%)
In arrivo ? (Pompa calore 110%)
In arrivo ? (Giardino d' inverno/serra bioclimatica)
In arrivo ? (Rifacimento tetto areato)

 

ITA815

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5522

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 15:58:38

Nessun problema Emuland ... questa volta ho capito l' insieme dello scritto.
Diciamo che a volte ti dimentichi di scrivere il "soggetto" e allora ci devo arrivare di testa mia.
Ma su questo problema sono ben abituato e allenato grazie a mia moglie ... lei oltre al soggetto lascia indietro interi parametri di un discorso per cui ...

 

ITA815

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5522

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 16:47:17

CITAZIONE (Claudio, 18/10/2018 15:45:14 ) Discussione.php?215253&2#MSG24

Purtroppo è cosa ormai nota, a parte lo scivolare sugli specchi del venditore, il sistema Planté è duraturo ma non è in grado di fornire potenza senza una caduta di tensione importante.
In poche parole non scorrono Ampere

Su questo discorso non sono per niente d'accordo.
E' la tipologia di accumulatore che ne vanifica le prestazioni in potenza.
Io ho dimostrato in anni di test che le Plantè si possono caricare con una carica iniziale in C1, per poi calare di corrente a fine carica, e scaricare al 90% la cella con un carico C3.
Questo lo eseguito anche 2/3 giorni fa con la maxi cella.
Per cui ci sono celle e celle.
La Primordial ha optato per una cella compatta ad alta superficie con alettature mentre io ho optato per piastre forate da parte a parte.
Il problema delle mie celle è che serve più spazio perché ingombrano molto di più ... ma puoi scaricarle al 100% della loro capacità e non fanno una piega.
Le mie piastre, inoltre, non sono imbustate o racchiuse in involucri per cui il rischio solfatazione è quasi nullo.
Ed il bello delle mie celle è che le puoi aprire e puoi ripulire le piastre in presenza di solfatazione che non si stacca dalle superfici.
Lascia stare Claudio ... dipende solo come uno le vuole costruire le celle ...



Modificato da ITA815 - 20/10/2018, 22:29:21
 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1684

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 16:59:09

CITAZIONE (ITA815, 19/10/2018 15:58:38 ) Discussione.php?215253&3#MSG37

Nessun problema Emuland ... questa volta ho capito l' insieme dello scritto.
Diciamo che a volte ti dimentichi di scrivere il "soggetto" e allora ci devo arrivare di testa mia.
Ma su questo problema sono ben abituato e allenato grazie a mia moglie ... lei oltre al soggetto lascia indietro interi parametri di un discorso per cui ...


un giorno mi riprometto di venire a trovarti. tanto BS -> PC no è cosi distante...almeno vedrai che quando parlo non dimentico i soggetti



---------------
WeSellCells.eu
Abitazione :
12cm cappotto su pareti da 50cm in pietra mista - Caldaia a cond. Simesolar con integrazione pannello Solare Sime
2.88kwp 4° inclinazione a Sud pieno -3 kWp offgrid + 360 ah piombo muletto C5 da due mesi abbinati a 560Ah lifepo4 (24v entrambi in aumento)
Stufetta 6 kW per compagnia/calore secco alimentata a nocciolino/pellet
2.88 kWp SSP EST - OVEST - In attesa allaccio)
In arrivo ? (x.yz kWp bonus 110%)
In arrivo ? (Pompa calore 110%)
In arrivo ? (Giardino d' inverno/serra bioclimatica)
In arrivo ? (Rifacimento tetto areato)

 

ITA815

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5522

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 17:16:11

CITAZIONE (emuland, 19/10/2018 16:59:09 ) Discussione.php?215253&3#MSG39

CITAZIONE (ITA815, 19/10/2018 15:58:38 ) Discussione.php?215253&3#MSG37
Nessun problema Emuland ... questa volta ho capito l' insieme dello scritto.
Diciamo che a volte ti dimentichi di scrivere il "soggetto" e allora ci devo arrivare di testa mia.
Ma su questo problema sono ben abituato e allenato grazie a mia moglie ... lei oltre al soggetto lascia indietro interi parametri di un discorso per cui ...


un giorno mi riprometto di venire a trovarti. tanto BS -> PC no è cosi distante...almeno vedrai che quando parlo non dimentico i soggetti

No ... BS -> MN ... molto più vicino ... al massimo 1 ora e mezza di strada e sei a casa mia.



Modificato da ITA815 - 19/10/2018, 17:21:48
 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:9391

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 17:45:46

Non intendevo dire che la tipologia Planté non permette una scarica anche al 90%, intendo solo dire che se si richiede un impegno superiore al 10% del teorico la tensione cala molto, troppo.

Un accumulatore lo si può impegnare in C10 o come preferisci, ma che calo di tensione implica, se la tensione cala sotto il minimo l'inverter sgancia, la tensione risale e tu ti ritrovi con batterie cariche ma connesso a ENEL.

Il filmato mostra una caduta di 3V/24elementi=0.125V a elemento è un abisso per un banco da 200A, batterie che dovrebbero rivoltare l'inverter.

ITA815 che calo di tensione hai impegnando la cella oltre il 10% del teorico, fai un test e poi vediamo i risultati.



---------------
Inverter PIP4048MS-2014, 5250W pannelli, 500A AGM

 

ITA815

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5522

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 17:53:18

Si vede che ultimamente, Claudio, non hai letto una sola riga dei miei sviluppi sulla mia pagina.

LINK

 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:9391

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 18:10:02

Si sinceramente ho perso un po' il segno dell'evoluzione del tuo operato per altri impegni, e non voglio entrare in merito al tuo, ma noto che anche su altri forum diversi utenti reclamano il notevole calo di tensione della Primordial.



---------------
Inverter PIP4048MS-2014, 5250W pannelli, 500A AGM

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:4001

Stato:



Inviato il: 19/10/2018 18:16:10

CITAZIONE (ITA815, 19/10/2018 18:10:02 ) Discussione.php?215253&3#MSG35

CITAZIONE (AlessandroT, 19/10/2018 15:00:17 ) Discussione.php?215253&3#MSG33
E secondo me non possono essere usate neanche per UPS perché con questo basso tasso di scarica le proporzioni del banco dovrebbero essere enormi!

Vero ... ma avendo una percentuale di utilizzo in scarica molto bassa hanno tutto il tempo che serve per fare una ricarica completa evitando la solfatazione.

Scusa ITA volevo dire che se le danno come scarica max a 1/10 devono considerare il banco 10 volte superiore al loro max assorbimento (anche se poi il black out dura 30 minuti.)



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 
 InizioPagina
 

Pagine: (15)   1   2   [3]   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum