Se sei già registrato           oppure    

Orario: 03/06/2020 13:45:01  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Solare Fotovoltaico

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (11)   1   2   3   4   5   6   7   8   [9]   10   11    (Ultimo Msg)


PIP 5048-GK e batterie LiFePO4
FinePagina

batot
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 06/06/2019 11:35:10

"per le 18650, io ne ho date 35k in Europa ad utenti PIP(80% minimo) e le stanno usando. serve però un BMS."
Sorry but I dont't understand what are you give 35k?
Even a deepl or google translator can't translate it. When he translates, strange things come out.

Anche un traduttore deepl o google non può tradurlo. Quando traduce, escono cose strane.


@Claudio
Puoi scrivere di più su queste limitazioni degli inverter PIP? Si applica solo al PIP 4048 o a tutti i modelli di questo produttore?
Quanto si carica il controllore? 2800 kWh all'anno, probabilmente non è facile. Il mio consumo annuo di energia per l'intera casa è di 4200kWh.
Quindi abbiamo qualcosa di simile, credo.
Ho 2 * 12 * 12 * 285W pannello preparato per questo.


In Polonia, le norme relative all'insediamento dell'energia prodotta dagli impianti fotovoltaici sono state spesso modificate. Attualmente, per lungo tempo ci sono regolamenti che si può dare l'energia alla compagnia elettrica nel rapporto di 0,8. Quindi il 100% dell'energia che si dà e si riceve lྌ% di quello che si mette nel periodo di un anno dall'ultimo insediamento.
L'energia non richiesta viene persa.
Questa semplice fattura dimostra che è più redditizio utilizzare le installazioni On Grid. L'unica differenza è che abbiamo una produzione solo quando la centrale elettrica fornisce energia elettrica.
In precedenza c'erano condizioni molto sfavorevoli per l'insediamento della produzione dell'impianto fotovoltaico, probabilmente ~0,16gr = 0,04Euro/1kWh, che ha portato allo sviluppo dell'impianto Off-Grid. Attualmente, probabilmente nessuno fa installazioni "Off-Grid", perché non paga rispetto a "On-Grid".
Per quanto riguarda le formalità cartacee, è sufficiente compilare il modulo di richiesta "segnalazione impianti fotovoltaici" all'azienda elettrica.
Per quanto riguarda la mia azienda energetica "TAURON", non sembra che vi si aggrappino. Per quanto riguarda le altre aziende elettriche in Polonia, so che a volte possono chiedere documenti strani, come una dichiarazione di conformità tradotta in una lingua locale, eccetera, ma non sono sicuro che siano in grado di farlo.
Quindi, per curiosità, come si presenta nel vostro paese con gli insediamenti di energia prodotta con l'azienda elettrica e la burocrazia quando si collegano / segnalano gli impianti fotovoltaici?

Tradotto con www.DeepL.com/Translator



Modificato da batot - 06/06/2019, 12:02:41
 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1413

Stato:



Inviato il: 04/07/2019 18:04:58

mi scuso, non avevo visto la risposta.

ho venduto 35 mila celle 18650 in europa e lྌ% dei clienti che compra usa un PIP/MPPSOLAR

però tutti usano un bms per proteggerle

 

dolam
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:197

Stato:



Inviato il: 04/07/2019 18:36:13

batot, in Italia funziona così:
si chiede al gestore della rete elettrica di poter connettere un impianto fotovoltaico alla rete, il gestore installa due contatori, uno misura l'energia prodotta dal tuo impianto e l'altro l'energia prelevata dalla rete e quella che si immette nella rete con il FV on-grid.
Dopo un anno un ente che si chiama GSE fa il conto di quanto hai immesso e di quanto hai prelevato e ti rimborsa un 70% dell'energia che tu hai pagato se i kWh immessi sono uguali o maggiori di quelli prelevati.
In Italia si può avere anche una batteria con il FV ed essere lo stesso on-grid.

 

pipap
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:7

Stato:



Inviato il: 12/05/2020 15:39:24

mi intrometto , se uno vuole mette un off grid l importante non collegarlo all ENEL.



---------------
-----------------------
syrio 5000 x2 parallelo MPPT
pylontec 48 V 300Ah
PAnnelli 18x260w
syrio 5000 PWM in funzione UPS
LIFEP04 48V 200Ah - BMS BAtrium
PAnnelli 8x260W

 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:8584

Stato:



Inviato il: 12/05/2020 16:44:25

CITAZIONE (pipap, 12/05/2020 15:39:24 ) Discussione.php?215429&9#MSG125

mi intrometto , se uno vuole mette un off grid l importante non collegarlo all ENEL.


Se è OffGrid quando è in isola non è connesso a Enel, quando è connesso a Enel è un UPS.

Sempre che non sia un ibrido, perché gli ibridi non sono OffGrid.



Modificato da Claudio - 12/05/2020, 16:47:33


---------------
Inverter PIP4048MS-2014, 5250W pannelli, 500A AGM

 

4X4
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:22

Stato:



Inviato il: 15/05/2020 23:00:21

[quote=dolam, 04/07/2019 18:36:13 ?Discussione.php?215429&9#MSG124]batot, in Italia funziona così:
si chiede al gestore della rete elettrica di poter connettere un impianto fotovoltaico alla rete, il gestore installa due contatori, uno misura l'energia prodotta dal tuo impianto e l'altro l'energia prelevata dalla rete e quella che si immette nella rete con il FV on-grid.
Dopo un anno un ente che si chiama GSE fa il conto di quanto hai immesso e di quanto hai prelevato e ti rimborsa un 70% dell'energia che tu hai pagato se i kWh immessi sono uguali o maggiori di quelli prelevati.

Ho una curiosità da profano, posso io allestire un impianto fotovoltaico con batterie e inverter (sto in casa singola non condominio) e tramite un deviatore 0-1-2 utilizzare l'energia prodotta dai pannelli oppure a mia scelta l'energia dell'enel? SENZA immettere energia in rete quindi senza GSE ecc ecc. Alla fine pago solo QUANDO SARO' COLLEGATO ALLA RETE, come se a tratti spegnessi il contatore della rete.
E' possibile/legale o bisogna lo stesso chiedere autorizzazioni all'enel comune ecc ecc?
Grazie.

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3789

Stato:



Inviato il: 15/05/2020 23:23:09

Certo che puoi farlo, quasi tutti qua sul forum lo facciamo, almeno che venga fatta una legge che vieta l'auto consumo dell energia prodotta con il fotovoltaico, questo naturalmente vale per gli inverter che funzionano come ups, se lavorano in parallelo ad enel anche se non immettono il discorso è un po' diverso.



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inverter. 12 batterie epzs 180ah con densità acido abbassata da 1,28 a 1,24

 

dolam
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:197

Stato:



Inviato il: 15/05/2020 23:31:52

“E' possibile/legale o bisogna lo stesso chiedere autorizzazioni all'enel“
Esiste una norma per la quale qualsiasi impianto fotovoltaico superiore a 800W
deve essere dichiarato al distributore di rete, chi non lo fa rischia anche penalmente qualora dovesse accadere qualche guaio in rete a causa sua (e può succedere).
Fatto questo e rispettata la CEI-021 puoi usare il tuo fotovoltaico senza immettere in rete
con o senza batteria, come vuoi.

 

4X4
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:22

Stato:



Inviato il: 16/05/2020 00:35:51

Esiste una norma per la quale qualsiasi impianto fotovoltaico superiore a 800W...

Allora se faccio 4 impianti (pannelli-batterie-inverter) distinti e indipendenti tra loro da 800w ognuno, posso non dichiarare niente?
Ah ah...no cancella è una battuta stupida ma l'avevo li..chissà che qualcuno non ci abbia anche provato!

Comunque vi ringrazio per le vostre risposte, solo che devo formarmi un pò sul vostro mondo, perchè molti termini sono a me sconosciuti, vedi UPS ad isola off grid ecc ecc...ma non vi voglio stressare piu di tanto, la mia era solo una curiosità che mi piacerebbe realizzare ma di questi tempi non se ne parla, forse piu avanti...
L'unico impianto fotovoltaico che mi sono fatto da solo è quello sulla roulottina con mono pannello, per un pò di tempo più di quello non posso fare....
Ciao.

Ciao e grazie delle info.

 

emuland
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1413

Stato:



Inviato il: 16/05/2020 07:51:46

CITAZIONE (dolam, 15/05/2020 23:31:52 ) Discussione.php?215429&9#MSG129

“E' possibile/legale o bisogna lo stesso chiedere autorizzazioni all'enel“
Esiste una norma per la quale qualsiasi impianto fotovoltaico superiore a 800W
deve essere dichiarato al distributore di rete, chi non lo fa rischia anche penalmente qualora dovesse accadere qualche guaio in rete a causa sua (e può succedere).
Fatto questo e rispettata la CEI-021 puoi usare il tuo fotovoltaico senza immettere in rete
con o senza batteria, come vuoi.


io ce l ho e l ho dichiarato.

ma qualcosa dovesse andare storto rischio uguale a chi non l'ha dichiarato.

 

dolam
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:197

Stato:



Inviato il: 16/05/2020 09:33:44

Dalla fine del 2019 per fare un impianto fotovoltaico è necessario personale abilitato presso la CCIIAA, con apposito corso ed è lui che rilascia la certificazione che è la stessa che poi viene inserita anche nel sito Enea.
Una volta dichiarato l’impianto con la certificazione di conformità sei in regola su tutto, nessuno può addebitarti nulla.

 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:8584

Stato:



Inviato il: 16/05/2020 11:14:36

Sbagliato, quella regola vale se a farlo a casa tua è una terza persona, che essendo terza se ne assume la responsabilità con le sue autorizzazioni e competenze professionali.

No esiste nessuna regola del 800W, ma dove le leggete certe cose?

La legislazione prevede la denuncia di attività e pagamento di accise solo per produzione con gruppo elettrogeno superiore a 1Kwh ma solo se in servizio continuo quelli di soccorso sono esenti, per gruppi di soccorso le accise partono da 200Kwh, in nessun DPR viene menzionato il FV per autoconsumo non connesso alla rete pubblica, "per connesso alla rete pubblica si intente in scambio", i nostri sono al pari di una lavatrice, si attaccano e si staccano, senza mai avere connessione diretta, produzione rete pubblica, non così per gli ibridi, che personalmente non userò mai.


Se lo fai tu, a casa tua, nel rispetto delle regole di connessione al fornitore, casa indipendente senza mettere a rischio l'incolumità altrui e non la vuoi vendere, ti puoi fulminare come vuoi, non serve nessuna certificazione, a parte il protocollare l'installazione dei pannelli in comune.



Modificato da Claudio - 16/05/2020, 11:41:33


---------------
Inverter PIP4048MS-2014, 5250W pannelli, 500A AGM

 

dolam
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:197

Stato:



Inviato il: 16/05/2020 12:02:20

Mi spiace Claudio ma non è affatto così, a casa tua se c’è contatore di rete non puoi fare quello che vuoi e la norma esisteva anche prima ma valeva dopo 1KW, ora sceso a 800W

Nel luglio 2016 l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (oggi ARERA), con la delibera “786/2016/R/eel, ha confermato l’estensione del campo di applicazione delle disposizioni previste per gli utenti attivi anche agli impianti di produzione con potenza nominale inferiore a 1 kW, ferma restando la semplificazione richiesta nel 2017 al CEI, per gli impianti di piccolissima taglia inferiore a 800 Watt.“

Poi se uno vuole farlo nella illegalità può rischiare come vuole, ma la normativa della CEI-021 È esplicita.

Anche L’impianto elettrico di casa oggi dev’essere certificato , sempre. Ovvio che le abitazioni precedenti restano come stanno ma se apporti qualsiasi modifica deve dare certificazione al comune per l’ agibilità dell’immobile.
Vale anche per gli impianti dell’acqua, devono essere certificati.

 

dolam
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:197

Stato:



Inviato il: 16/05/2020 12:20:53

Scusa, perché sia più chiaro ti riporto anche parte del resto della norma che prevede nessun rimborso nel caso tu per errore immettessi energia in rete in quanto impianto previsto solo per autoconsumo, chiaro che se vuoi lo scambio con la rete poi devi fare pratica con GSE.

Che l’impianto e le opere connesse saranno realizzate in conformità alla Norma CEI 0-21 recante “Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica” e successive modifiche e integrazioni;

Assecondate le disposizioni sulla sicurezza, riconducibili alla Norma CEI 64-8 e alla Norma CEI 0-21 risulta altresì obbligatorio per l’utente produttore, rispettare le prescrizioni previste per l’utilizzo , riportate nel regolamento di esercizio del distributore, in quanto se le stesse fossero disattese, verrebbe potenzialmente sospesa la fornitura elettrica, sino al ripristino delle condizioni prescritte.
Inalienabili risultano infatti le certificazioni di cui alla Norma CEI 0-21 degli apparati e la loro tracciabilità, depositando a sistema le credenziali dell’utente e dell’impianto, contestualmente si attiveranno le procedure per abilitare il contatore esistente, da punto di connessione passivo ad attivo, frangente che in virtù delle semplificazioni spettanti a questa categoria di impianti, non prevederà nessuna rivalsa sulle partite di energia involontariamente cedute alla rete, in quanto quadro normativo, concepito per il mero autoconsumo.

 

Claudio

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:8584

Stato:



Inviato il: 16/05/2020 12:30:44

dolam forse non comprendi quello che scrivi o lo scrivi senza comprenderlo per sentito dire o copia incolla.

Per te cosa si intende per utenti attivi e utenti passivi? se leggi bene sia nella 0.16 che nella 0.21 è molto ben spiegato, se si vuole comprendere, altrimenti è inutile proseguire.

Poi per gli impianti dell’acqua devono essere certificati, evita che è meglio.



---------------
Inverter PIP4048MS-2014, 5250W pannelli, 500A AGM

 
 InizioPagina
 

Pagine: (11)   1   2   3   4   5   6   7   8   [9]   10   11    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum