Se sei già registrato           oppure    

Orario: 16/06/2019 17:10:32  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Applicazioni E Realizzazioni Pratiche

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (55)  < ...  10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   [20]   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30  ...>    (Ultimo Msg)


Caricabatterie desolfatante?
FinePagina

piero1955
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:121

Stato:



Inviato il: 22/3/2011,11:36

CITAZIONE (Valerio_79 @ 21/3/2011, 13:36)
DOMANDA PER TUTTI: ma se il solfato di piombo si scioglie in acqua, non faccio prima a svuotare la batteria, sciacquare ogni elemento con acqua corrente e infine riempirla con elettrolita nuovo?

NO, ASSOLUTAMENTE. Se leggi i vari 3D di questo forum vedrai che lo sconsigliano tutti gli esperti. Non sono un chimico, pero ho letto che il solfato che si forma nelle piastre, isolandole, con il desolfatatore si ricombina e torna acido solforico. Infatti con il densimetro vedi che la concentrazione aumenta. Tieni anche conto che all'interno della batteria si formano,sul fondo e con l'utilizzo, dei fanghi che sono tra l'altro conduttivi, e capovolgendola rischi di metterla pure in cortocircuito. faccine/wacko.gif

Ciao

 

omeral
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:16

Stato:



Inviato il: 24/3/2011,21:31

E' da molto tempo che sto recuperando e mettendo da parte gli elementi necessari per realizzare il desolfatizzatore proposto da Keyosz. Attualmente sto attendendo l'integrato LM 2576 ADJ che dovrebbe pervenirmi dal Canadà. Nel frattenpo ho acquistato al prezzo di cento Euro il "Battery Maintenance SOLVER Energy saving Device EDN GROUP" e lo sto utilizzando su alcune batterie che ritenevo ottime, poichè dopo una adeguata carica tutte mi segnalavano oltre 13 volts, ma una bassa densità dell'elettrolita e l'impossibilità di avviare il motore del camper, perciò ritenevo che fossero buone, ma solfatizzate. Dopo settimane di trattamento non ho ottenuto nessun risultato positivo. Le batterie continuano a segnalare, con vari voltometri digitali, oltre 13 volts, ma la densità dell'elettrolita rimane bassa. Chi può darmi un chiarimento in merito? Forse il suddetto strumento non è quello giusto?
Grazie per le vostre risposte.
Saluti. Omeral

 

piero1955
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:121

Stato:



Inviato il: 31/3/2011,10:52

Per chi ha già realizzato o per chi si accinge a realizzare il desolfatatore, vorrei "suggerire" una RACCOMANDAZIONE.
Lo scorso weekend, ho tolto la batteria da 50A dalla macchina per trattarla con il desolfatatore. poichè ho sempre poco tempo a disposizione, quando si fanno le cose in fretta, si possono commettere ERRORI: ho invertito la polarità....... RAGAZZI, MI RACCOMANDO, mettete sempre il fusibile all'uscita come suggerito nello schema.
Mi ha salvato il desolfatatore.......

Ciao......

 

omeral
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:16

Stato:



Inviato il: 31/3/2011,11:04

Grazie del consiglio Piero, però nessuno ha risposto ai miei quesiti. C'è qualche anima buona che intende aiutarmi? Grazie.
Omeral

 

piero1955
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:121

Stato:



Inviato il: 1/4/2011,08:46

CITAZIONE (omeral @ 24/3/2011, 22:31)
E' da molto tempo che sto recuperando e mettendo da parte gli elementi necessari per realizzare il desolfatizzatore proposto da Keyosz. Attualmente sto attendendo l'integrato LM 2576 ADJ che dovrebbe pervenirmi dal Canadà. Nel frattenpo ho acquistato al prezzo di cento Euro il "Battery Maintenance SOLVER Energy saving Device EDN GROUP" e lo sto utilizzando su alcune batterie che ritenevo ottime, poichè dopo una adeguata carica tutte mi segnalavano oltre 13 volts, ma una bassa densità dell'elettrolita e l'impossibilità di avviare il motore del camper, perciò ritenevo che fossero buone, ma solfatizzate. Dopo settimane di trattamento non ho ottenuto nessun risultato positivo. Le batterie continuano a segnalare, con vari voltometri digitali, oltre 13 volts, ma la densità dell'elettrolita rimane bassa. Chi può darmi un chiarimento in merito? Forse il suddetto strumento non è quello giusto?
Grazie per le vostre risposte.
Saluti. Omeral

Ciao Omeral.
OK per la costruzione dell'ottimo desolfatatore, facci sapere se "sei all'opera"..... Per quanto riguarda il tuo caricabatteria SOLVER, non lo conosco però da quello che mi dici sicuramente le batterie sono solfatate. I problemi più ricorrenti alle batterie sono: elemento/i in corto, te ne accorgi perchè la batteria a riposo fornisce 2,1V/elementi in corto, in meno..... es. se misuri attorno ai 10,6V hai 1 elem. in corto e così via. La batteria la puoi buttare! faccine/cry.gif Altra causa è un elemento interrotto, e naturalmente non misuri tensione tra i morsetti. Attenzione, la misura effettuala con un carico inserito es. una lampadina perchè, con solo il tester digitale, potresti essere "ingannato". Veniamo ora alla batteria solfatata. Come hai letto nel mio ultimo post, ho sostituito la batteria della macchina con una recuperata da un cassonetto e ripristinati i livelli di acqua distillata, circa tre settimane di trattamento desolfatante, ora funziona come batteria volano. L'unico inconveniente è che se la batteria non presenta i guasti appena detti, ti devi "scontrare" con la vecchiaia della stessa. Se ha perso le sostanze che normalmente sono attaccate alle griglie di piombo e sono precipitate sotto forma di "fanghi" la batteria ha perso efficienza ovvero se era ad es. da 50A/h ora potrebbe essere da 30A/h.... Chiaro? Il desolfatatore aiuta ma purtroppo non fa miracoli.
Tornando alle tue batterie, affrettati a costruire il desolfatatore e lascialo collegato per almento due/tre settimane, poi misura nuovamente la densità e vedrai che è salita.
Mi raccomando il fusibile faccine/tongue.gif , cavi robusti e corti (max 60-70cm). Se hai l'oscilloscopio vedi la forma d'onda. Ultimo consiglio, dettato da esperienza personale, il trasformatore deve essere da 150VA e minimo 24Vac. Per quanto riguarda la tensione, ho visto che superando i 24Vac, la forma d'onda all'uscita è notevolmente migliore(onda quadra) e l'LM2576 lavora meglio. Per quanto riguarda i 150VA di potenza minima. Ho notato che la limitazione a 3A. dell'integrato è discutibile. Se la batteria è molto scarica, assorbe tanta corrente e se non vuoi fare come un mio amico che si è costruito il circuito ed ha bruciato il trasformatore...... faccine/mad.gif Tieni presente che nel mio, invertita la polarità della batteria, è scoppiato il fusibile da 10A che vedi sullo schema faccine/ohmy.gif Pensa che picco di corrente! Per ora è tutto....

Facci sapere.

Ciao

 

PinoTux

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:3433

Stato:



Inviato il: 1/4/2011,13:19

Ciao Piero!
Vedo che non sono stato l'unico ad aver invertito i cavi... faccine/smile.gif
Confermo al 100% l'efficacia del fusibile, caldamente raccomandato e come già descritto in:

Saluti
Pino



---------------
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
http://iv3gfn.altervista.org/
http://pptea.altervista.org/

 

omeral
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:16

Stato:



Inviato il: 2/4/2011,18:09

Grazie Piero per i tuoi consigli. Ho un ottimo trasformatore dea 400 W con un secondario da 12 ed uno da 24 Volts. E' molto pesante ed ingombrante perciò ho deciso di costruire l'alimentatore separato dal desolfatizzatore. Se necessario potrò alimentare una ventola di raffreddamento direttamente dai
12 volts e il desolfatizzatore dai 24 volts. Purtroppo non sono ancora in possesso dell'integrato
LM2576 ADJ, che ho ordinato sia in internet sia presso un negozio locale. Prtobabilmente fra qualche giorno ne avrò disponibili quattro o cinque. Il costo è irrisorio e quindi potrò anche rischiare di seccarne più di uno.
Saluti Omeral

 

Erygold
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 18/4/2011,20:58

faccine/clap.gif
Ciao Keyosz e salutoni a tutto il forum..
volevo chiederti una cosa..
lo venderesti il tuo apparato che a quanto vedo è più efficente del Mwgapulse..

te lo chiedo perchè io di elettronica non ne capisco niente..
e non sapreoi dove iniziare..
sto cominciando ora a cimentarmi con l'eolico e con il fotovoltaico..
e per le prove con un impianto ad isola come spieghi tu ..per mancanza di fondi devo recuperare delle batterie di autocarro che mi regalano..
fargli il ciclo della desolfatazione pe renderle più efficenti..
so che non sono le batterie adatte ma per ora il convento passa quelle..

Mi dici a che prezzo me lo potresti vendere e eventualmente ci si scambia l'email e ci si mette d'accordo per il pagamento..

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 18/4/2011,22:23

Ciao erygold, purtroppo keyosz è molto impegnato in questo periodo ed è da molto che non si fa vivo. In questa materia e in quella del fotovoltaico è davvero in gamba e dispiace infatti un po' a tutti che non sia più presente come prima.

Se proprio ti serve e non riesci a contattare keyosz te lo posso costruire io, oppure te lo faccio costruire da chi ne ha fatti già parecchi proprio sulla base di questo schema.

Un saluto kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

Erygold
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 19/4/2011,09:40

Ciao Kekko e buongiorno
se tu hai la possibilità di farmene uno te ne sarei grato..
io purtroppo di eletronica non ci capiso niente..
fammi sapere quanto mi verebbe a costare..
la mia e.mail è *** coniene per cos più proprie sentirci tramite e-mail..
un salutone ERY

Moderazione: E' stata cancellata la tua email per non renderla pubblica e per evitarti quindi inutili spam plubblicitari.
Kekko





Modificato da kekko.alchemi - 19/4/2011, 12:17
 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 19/4/2011,10:35

Buongiorno Erygold, tranquillo mi sono salvato la tua email, appena ho tempo faccio una lista dei pezzi che occorrono, pubblicherò tutto così potrai seguire passo-passo lo sviluppo.
Da quanti Amper sono le batterie che devi desolfatare?

Saluti kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

Erygold
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 19/4/2011,15:59

Ciao a te kekko..
le batterie vanno dai 10 ampere ai 150
quella da 10 è di un motorino ..prima rigenero le altre poi mi rigenero quella dello scooter..
ti ringrazio per l'aiuto..
di nuovo salutoni..

 

enricopiozzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:33

Stato:



Inviato il: 20/4/2011,08:48

ciao a tutti, sono nuovo e vi faccio i complimenti per il topic.
premetto che non ho letto tutte e 11 le pagine, ho visto lo schema nella prima pagina e vorrei realizzarne uno, prima però volevo chiedervi un paio di cose:
questo caricabatterie defosfatante vorrei utilizzarlo anche per batterie che si usano sulle moto d'epoca, che in genere sono da 6V 10Ah.
spesso queste batterie sono realizzate mediante due batterie da antifurto in parallelo (che mi han detto che andrebbero caricate a bassa corrente), è possibile avere uno schema con un selettore che consenta di caricare questi tre tipi di batterie? (12V da auto, 6V da moto e 6V da antifurti?)

ciao, enrico

 

reizel invk
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:10

Stato:



Inviato il: 20/4/2011,22:22

Rispondo io visto che ho appena letto le 20 pagine della discussione e faccio i complimenti al creatore per l'estrema semplicita' e funzionalita' del circuito desolfatore/caricatore, OTTIMO! e ottimo forum, interessantissimo.

Dove c'e' il trimmer o potenziometro da 10k che va al pin 4 del regolatore switching li devi mettere un deviatore in modo da poter regolare 2 diverse tensioni d'uscita, una per i 6volt e una per i 12v. Quindi 2 trimmer diversi selezionabili da un interruttorino a 2 scambi.

(cosi' al volo non so dire se riesci a regolare fino a 6volt ma credo di si, basta provare)

La resistenza da 15ohm va benissimo cosi', si ha una corrente di scarica la meta' di quella che si avrebbe a 12v, quindi ok, come tutto il resto.

Unica cosa il circuito va bene per batterie tipo auto e moto ma non per le piombo/gel mi pare, le piombo/gel meglio caricarle in tensione lasciando che "prendano" la corrente, vedi qui altro ottimo circuito semplicissimo

Complimenti per l'ottimo forum! faccine/wink.gif

 

enricopiozzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:33

Stato:



Inviato il: 21/4/2011,06:57

ti ringrazio molto per la risposta, scusami ma non mastico molto di elettronica, ho una buona manualità nel costruirmi le cose, ma diversamente sono un po novello.. non potresti per cortesia modificarmi lo schema in modo che possa capire meglio? anche solo con uno schizzo veloce a matita, te ne sarei grato...
grazie ancora!

ps. le batterie quelle sigillate da antifurto come vanno ricaricate? quello che me le aveva vendute per la mia moto (ne ho messe due in parallelo da 6V 4,5Ah) mi aveva detto di ricaricarle con un caricabatterie a corrente bassa (mi pare 500mA)

poi, scusa ancora una cosa, ma lo schema del caricabatterie che mi hai proposto parla di batterie al piombo, quindi quelle tradizionali... quello va vene quindi per una batteria a 12V della macchina o una a 6V della moto no?

per le batterie che interessano a me che ne dite di questo?
ww.adrirobot.it/caricabatteria/caricabatteria.htm
altra cosa, dicono che la corrente di carica deve essere di 1/10 quella nominale, quindi, se io ho due batterie in parallelo da 4,5Ah è come se ne avessi una da 9 ?




Modificato da enricopiozzo - 21/4/2011, 08:31
 
 InizioPagina
 

Pagine: (55)  < ...  10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   [20]   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum