Se sei già registrato           oppure    

Orario: 17/10/2019 23:01:28  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Applicazioni E Realizzazioni Pratiche

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (55)  < ...  12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   [22]   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32  ...>    (Ultimo Msg)


Caricabatterie desolfatante?
FinePagina

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 27/4/2011,16:41

Ciao enrico, se la corrente che vuoi raggiungere è 1,3A a 14V circa, un trasformatore da 10VA sicuramente non ce la farà, ne dovrai mettere uno da almeno 35 - 40 VA.

x omeral: si puoi anche fare così, non dovrebbe succere nulla, ma se il vecchio caricabatterie è guasto sarebbe bene scollegarlo. Prova e vedi se ti da problemi, come ad esempio eccessiva autoscarica della batteria causata da qualche componente rotto nel vecchio caricatore.

Saluti kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

enricopiozzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:33

Stato:



Inviato il: 27/4/2011,18:33

il caricabatteria io lo faccio per le batterie da 6V, non per quelle da 12, su quello schema ho letto però che il trasformatore deve erogare 12V (credo per sopperire alle cdt sui componenti), comunque, credo che la solfa non cambi vero? mi occorre un trasformatore da 40VA .. (?)

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 27/4/2011,19:42

Beh no, se il voltaggio è la metà allora anche la potenza sarà dimezzata, per cui ti basterà un trasformatore da circa 20VA, cmq se lo metti un po' più grande non sbagli di certo.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

enricopiozzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:33

Stato:



Inviato il: 28/4/2011,06:38

ok, ti ringrazio, allora ne cerco uno che ci stia nella scatola dell'alimentatore PC

 

kyvan
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:111

Stato:



Inviato il: 2/5/2011,12:01

Ho ultimato il desolfatatore: per misurare la tensione in uscita ho usato il metodo suggerito da Keyosz, un condensatore in parallelo alla resistenza da 15 ohm e tester digitale: poi ho tolto il condensatore e ho attaccato il caricabatterie alla batteria dello scooter, che ha fatto una brutta fine (a volte mi è restata la sella non perfettamente chiusa e quindi la luce di cortesia accesa, quindi dopo poco la batteria a zero o quasi). Dopo 1 giorno di desolfatazione lo scoooter è ripartito, ma il giorno dopo la batteria ha fatto cilecca di nuovo. Oggi ho rimesso in funzione il meccanismo, vedo di tenere la batteria (10Ha 12v) un paio di giorni attaccata e poi riprovo. Spero che il desolfatatore stia funzionando bene, purtroppo non ho i mezzi per controllare la forma di onda che esce dal desolfatatore, e quindi mi devo affidare ai risultati.
A presto news in materia.



p.s. collegando un tester digitale in parallelo alla batteria in desolfatazione, quindi senza condensatore, ottengo solo risultati sballati? E per misurare la corrente assorbita dalla batteria? posso mettere un tester in serie? volendo ne ho anche uno analogico, potrebbe funzionare meglio?

 

enricopiozzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:33

Stato:



Inviato il: 2/5/2011,12:25

ho provato a fare il caricabatterie come da quello schema trovato in internet, ma ho un problema:
- non ho trovato il potenziometro da 5ohm come consigliatomi, così ho collegato momentaneamente una R4 da 1ohm, in modo da avere in teoria una corrente di carica di 0,6A
- ho usato un trasformatore collegato al ponte raddrizzatore da 12V 10VA e poi ne ho provato un'altro da 9V 20VA, ho provato anche un trasformatore da 18V 50VA, ma con un voltaggio così alto scaldavano i componenti e quindi ho lasciato perdere.

il problema è questo:
regolando la tensione di uscita a 6,9V mediante il trimmer e collegando il caricabatteire alla batteria, leggo mendiante un'altro tester una corrente di pochi mA, dopo poco questa corrente inizia a fare degli sbalzi e riprovando col tester mi ritrovo una tensione in uscita non più di 6,9V impostati prima, ne ho magari 5,3 o giù di lì, e intervenedo col trimmer non riesco più a regolarla, lo devo spegnere e ripartire di lì a 10min.
cosa succede?
dove sta la falla?

 

elvas
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:25

Stato:



Inviato il: 3/5/2011,10:36

Avendo un impianto fotovoltaico in alta montagna, sarebbe possibile attaccare il circuito desolfatante direttamente ai pannelli solari?
Svolgerebbe comunque la sua funzione?
Se si, ci sono accorgimenti da prendere?
Scusate l'ignoranza, ma visto che in questo sito ci sono veramente menti eccelse in questo campo, gradirei, se non è troppo disturbo, un risposta alle domande di cui sopra.
Grazie e un saluto.

ELVAS

 

kyvan
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:111

Stato:



Inviato il: 4/5/2011,18:55

Volendo usare il caricabatterie come normale alimentatore, la modifica che mi sono permesso di apportare allo schema, è plausibile? Così potrei filtrare l'uscita e staccare contemporaneamente la resistenza da 15 ohm (che di suo assorbe abbastanza)
Se si, da quanto dovrebbe essere l'elettrolitico in uscita?
ForumEA/us/i/1249224494b.jpg


grazie faccine/smile.gif

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 4/5/2011,22:37

CITAZIONE (enricopiozzo @ 2/5/2011, 13:25)
.....il problema è questo:
regolando la tensione di uscita a 6,9V mediante il trimmer e collegando il caricabatteire alla batteria, leggo mendiante un'altro tester una corrente di pochi mA, dopo poco questa corrente inizia a fare degli sbalzi e riprovando col tester mi ritrovo una tensione in uscita non più di 6,9V impostati prima, ne ho magari 5,3 o giù di lì, e intervenedo col trimmer non riesco più a regolarla, lo devo spegnere e ripartire di lì a 10min.
cosa succede?
dove sta la falla?

Se la batteria che stai caricando è abbastanza solfatata può succedere che appena comincia a desolfatarsi assorbe di più e abbassa la tensione, a questo punto è inutile smanettare sul trimmer perché varia solo la corrente, e non la tensione, in quanto le batterie al piombo hanno una resistenza interna intrinseca molto bassa. Ti conviene lasciar funzionarer tutto così com'è, controllando soltanto che non ci siano componenti che scaldino troppo. Se niente si arroventa (mosfet, diodi, ponte raddrizzatore, trasformatore ecc ecc) significa che stà semplicemente facendo il suo lavoro. Molto facilmente nelle ore che seguono vedrai la tensione salire escendere diverse volte, e aumentare e diminuire la corrente di conseguenza. Alla fine pian piano la tensione risalirà al valore definitivo e allora la batteria sarà desolfatata e ricaricata. Sempreché, naturalmente, il circuito funzioni a dovere.

CITAZIONE (elvas @ 3/5/2011, 11:36)
Avendo un impianto fotovoltaico in alta montagna, sarebbe possibile attaccare il circuito desolfatante direttamente ai pannelli solari?
Svolgerebbe comunque la sua funzione?
Se si, ci sono accorgimenti da prendere?
Scusate l'ignoranza, ma visto che in questo sito ci sono veramente menti eccelse in questo campo, gradirei, se non è troppo disturbo, un risposta alle domande di cui sopra.
Grazie e un saluto.

ELVAS

Se il desolfatatore è uno di quelli tipo il Megapulse, ossia che non è autoalimentato ma ha bisogno di una alimentazione esterna, allora si. Lo si collega in parallelo alle batterie in modo che durante il giorno i pannelli alimentino il tutto. Se invece è autoalimentato, ossia funziona con la corrente di rete, allora no. Quando lo connetti alle batterie devi staccare tutto il resto.

Per Kyvan: L'immagine non la vedo.... E' un problema mio o non è proprio visibile?

 

enricopiozzo
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:33

Stato:



Inviato il: 5/5/2011,07:23

infatti la tensione e la corrente salivano e scendevano in modo anomalo, ma allora, da come dici anomalo non è.
ora, dopo alcune ora, si sono stabilizzate e pare funzionare egregiamente!!!!
grazie ancora dei preziosi consigli

 

kyvan
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:111

Stato:



Inviato il: 5/5/2011,07:45

CITAZIONE (Ferrobattuto @ 4/5/2011, 23:37)
Per Kyvan: L'immagine non la vedo.... E' un problema mio o non è proprio visibile?

neanche selezionando "visualizza immagine" col tasto dx sulla scritta "image"?

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 6/5/2011,08:53

Si, in quel modo si vede, ma è un sistema scomodo perché devi entrare e uscire da Imageshack, comunque l'ho vista, grazie.

 

kyvan
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:111

Stato:



Inviato il: 6/5/2011,09:13

CITAZIONE (Ferrobattuto @ 6/5/2011, 09:53)
Si, in quel modo si vede, ma è un sistema scomodo perché devi entrare e uscire da Imageshack, comunque l'ho vista, grazie.

eh, ma non so come fare a postarla in modo che sia direttamente visibile...

Tornando al desolfatatore; ieri sera ho staccato la batteria dello scooter, dopo 3 gg di carica ininterrotta a 14v; stamattina avrei voluto provare a ricollocarla in sede, per vedere se era tornata in funzione, ma un rapido controllo col tester mi ha tolto parecchie illusioni, la tensione è scesa a 11,1 v. e questo mi fa pensare che non ho grandi possibilità di averla recuperata faccine/sad.gif

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 6/5/2011,13:03

Mi viene da pensare che hai un elemento in corto..... Con gli altri che stanno al massimo.

 

elvas
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:25

Stato:



Inviato il: 6/5/2011,13:34

Ciao ferro, scusa se rompo, quindi la mia pensata di attaccare i pannelli direttamente al ponte di diodi sull'entrata dell'alternata del trasformatore, scavalcando il regolatore, non è da fare. Sto ovviamente parlando dello schema di KEY allinizio di questa discussione.

 
 InizioPagina
 

Pagine: (55)  < ...  12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   [22]   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum