Se sei già registrato           oppure    

Orario: 25/01/2021 03:02:13  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Applicazioni E Realizzazioni Pratiche

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (56)  < ...  28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   [38]   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48  ...>    (Ultimo Msg)


Caricabatterie desolfatante?
FinePagina

loker
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:159

Stato:



Inviato il: 13/2/2013,00:18

ma posso lasciarlo acceso anche la notte? io fino ad ora ho staccato la sera e poi riattacco di giorno.

 

PinoTux

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:3464

Stato:



Inviato il: 13/2/2013,01:23

E' sempre meglio tenere sotto controllo, io ho lasciato acceso pure di notte, ma è meglio non rischiare...



---------------
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
http://iv3gfn.altervista.org/
http://pptea.altervista.org/

 

loker
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:159

Stato:



Inviato il: 13/2/2013,09:19

hai ragione, grazie ancora

 

bidd
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:50

Stato:



Inviato il: 13/2/2013,21:58

sono andato a controllare le onde prodotte dal desolfatatore.

con il condensatore attaccato ai morsetti e 14 volt ho visto una cosa strana...
la frequenza principale era a circa 1 khz con voltaggio picco picco di 600mV
la frequenza secondaria si distribuiva sulla prima ed era a circa 50 khz con voltaggio picco picco di 10mV o poco meno

come mai cosi poco?

forse c'è la remota possibilità che la frequenza di 1khz è generata dal voltometro.... anche se mi sembra assurdo che un voltometro riesca a fare degli impulsi così forti con il condensatore attaccato...

però comuque il 50khz è troppo troppo basso....

forse perchè l'integrato leggeva 14 volt sul condensatore e quindi non dava impulsi... però è strano... cioè e le resistenze non dovrebbero effettuare la scarica e abbassare il voltaggio?

mi sa che c'è davvero qualche problema.... è possibile che ho danneggiato l'integrato? faccine/bye2.gif

 

PinoTux

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:3464

Stato:



Inviato il: 13/2/2013,23:13

Se hai messo un condensatore è normale che "filtri" gli impulsi, in pratica vedi un ripple che è dovuto all'induttanza presentata dal condensatore alla frequenza di 50 KHz e che non è la stessa che presenta a 50 Hz... e poi dipende dal valore a dalla qualità dello stesso. Tra l'altro se misuri sulla batteria succede la stessa cosa, non vedrai mai gli impulsi in tensione, ma l'importante che siano in corrente....
Non so con quale tipo di strumento hai fatto la misura, se usi un oscilloscopio prova a vedere la differenza ai morsetti di uscita con e senza condensatore, così ti rendi conto di cosa succede.
Per quella da 1 KHz non so che dirti...
Se riesci a regolare la tensione a 14V con il condensatore non hai rotto nulla....
Ciao



---------------
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
http://iv3gfn.altervista.org/
http://pptea.altervista.org/

 

bidd
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:50

Stato:



Inviato il: 13/2/2013,23:25

mi piacerebbe poter dare una mano agli altri come fai tu! grazie davvero...
comunque hai ragione il ripple si vedeva abbastanza bene sulla frequenza da 50khz...
mentre quella da 1khz non aveva ripple e sembrava una via di mezzo tra un onda sinusoidale e un onda triangolare...
però rimane il fatto che il valore dell'impulso era bassissimo però potrebbe dipendere dai condensatori...
il potenziometro funziona alla grande... allora mi sa che mi tocca comprarmi un oscilloscopio tutto mio così non devo scocciare nessuno per farmi le mie misurazioni...

comunque sono andato dal "mio audiofilo" di fiducia che aveva un oscilloscopio hp...

 

vinnyturboracing
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:14

Stato:



Inviato il: 16/2/2013,01:03

Ciao a tutti,ciao Bidd ma sicuro che il tuo amico che dicevi prima e' veramente un tuo amico? un amico te lo avrebbe chiesto se avrebbe potuto continuare ad averlo e se tu saresti stato disposto a concederglielo... e poi come hai detto successivamente,e' stato proprio come ho detto cioe che se lo e' fregato faccine/mad.gif poi ti sta a fa pure mangia le unghie co sti pallini,haaah, vabbe il mondo e' bello perche e' vario. ciao pinotux, perche nel primo post hai detto che questo caricabatterie ad impulsi non e' come il megapulse ma comunque ha effetti positivi? non e' meglio del magapulse? ci sono dei limiti di intensita' e di voltaggio consigliati che non si devono superare? intensita' di impulsi? non e' che dopo una settimana polverizziamo anche le piastre? hahahaha,per aumentare l'incidenza dell'impulso potremmo usare integrato da 60 volt e quindi trasformatore fino a 50v? in questo modo partendo da voltaggio maggiore possiamo avere piu incisivita' degli impulsi?,oppure con 30 volt attraverso la componentistica successiva si riesce comunque ad avere un buon risultato? il discorso e' se ci sono dei limiti consigliati per l'intensita dell'impulso per non danneggiare in qualche modo le celle!

 

bidd
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:50

Stato:



Inviato il: 16/2/2013,02:35

a volte me lo chiedo ma penso di si... in fin dei conti ancora non mi ha faccine/chair.gif ... comunque certo che sono disposto a concederglielo senno me lo sarei ripreso! diciamo che mi serve lasciarglielo perchè lui ci fai i test "a fatica" faccine/tongue.gif
comunque ho trovato una batteria safa 80ah oro versione bassa di aprile 2012 che anche se non ha il pallino di controllo, come le batterie del mio amico, promette molto molto molto molto molto bene! assorbiva talmente tanta corrente che ho dovuto mettere un dissipatore più grande all'integrato e al diodo perche a intervalli di 30 secondi si interrompeva il voltaggio faccine/blink.gif

bene o male il comportamento della batteria è stato:

11volt appena presa > 13.5 volt dopo 10 minuti > calo repentino a 11.8 volt > e adesso dopo 4/5 ore ha sfiorato i 13.9 e mantiene il voltaggio abbastanza bene

 

bidd
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:50

Stato:



Inviato il: 18/2/2013,23:23

buonasera faccine/biggrin.gif

volevo chiedervi quante volte una batteria può essere sottoposta a questo trattamento e che percentuale di capacità si riesce a riacquistare?

per esempio una batteria di un anno di vita che è solamente solfatata ed è stata usata senza che nessuno si preoccupasse di ricaricarla.

durante il trattamento la batteria si deve muovere o è meglio non toccarla?

esistono tecniche per non perdere materia attiva dalle piastre?

grazie mille

 

loker
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:159

Stato:



Inviato il: 19/2/2013,00:01

non ci sono dati precisi
alcuni sul forum dicono di aver ottenuto buoni risultati. io personalmente non ho ancora avuto risultati soddisfacenti.
Pero' ti posso dire che le batterie al piombo per auto non amano essere scaricate a fondo e nemmeno stare ferme tanto tempo, dato che si deteriorano nel tempo

 

bidd
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:50

Stato:



Inviato il: 19/2/2013,15:24

e invece conviene agitare delicatamente la batteria ogni tanto durante la desolforazione? può portare benefici? o comunque anticipare spiacevoli inconvenienti?

se una batteria è nuova e solo solfatata quanto tempo conviene desolfatarla? purtroppo non è ispezionabile.

comunque ho messo un pò di attack sugli avvolgimenti della bobina e sembra fischiare di meno

 

loker
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:159

Stato:



Inviato il: 20/2/2013,12:18

Salve qualcuno sa dirmi cosa accadrebbe al desolfatatore se si sostituisse la resistenza da 15ohm con una di valore differente? E se invece cambiassi il valore della potenza assorbita?

 

bidd
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:50

Stato:



Inviato il: 20/2/2013,12:32

CITAZIONE (loker @ 20/2/2013, 12:18)
Salve qualcuno sa dirmi cosa accadrebbe al desolfatatore se si sostituisse la resistenza da 15ohm con una di valore differente? E se invece cambiassi il valore della potenza assorbita?

ho letto che si deve cambiare solo se intendi caricare batterie da 6 volt oppure da 24 volt(con l'integrato hvt)

deve assorbire sempre un ampere


Ho letto su molti forum che l'acidità elevata spappola le piastre e quindi per evitare il fenomeno della stratificazione conviene rimescolare l'elettrolita...

qualcuno sa darmi delucidazioni a riguardo?

come si esegue con l'aumento del voltaggio per batterie normali da auto?
io fin ora sono intervenuto manualmente agitando la batteria e fortunatamente essendo nuova e quasi mai usata non penso che abbia grandi depositi sul fondo...

Grazie

 

bidd
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:50

Stato:



Inviato il: 20/2/2013,19:28

ho letto che non si deve far andare aria a contatto con le piastre senno si scaricano solo quelle positive(o negative non ricordo) e le altre invece no... e andandola a ricaricare si sovraccaricano quelle gia cariche e le altre invece si ricaricano...

quindi ricapitolando: durante la desolforazione porta benefici mescolare l'elettrolita agitando la batteria? oppure è deleterio?(tralasciando e trascurando la probabilità di metterla in corto)

se a rigor di logica in basso ci và l'elettrolita più denso allora vuol dire che le piastre in basso per desolfatarsi impiegheranno più tempo, perchè in basso la concentrazione è già alta, mentre quelle sopra si saranno desolfatate già da un bel pezzo...

buonaserata

 

loker
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:159

Stato:



Inviato il: 27/2/2013,12:31

Salve ho una batteria bosch silver da 48ah che sto trattando con il desolfatatore. Tale batteria mi è stata data da un meccanico mio amico dopo averla tolta da un'auto dato che presentata problemi al momento dell'avvio ma tale comportamento non era costante, nel senso che a volte la macchina partiva altre volte non ne voleva sapere.
La batteria quando mi è stata data era completamente scarica con i tappi ancora coperti dall'adesivo bosch ed io aprendola non ho dovuto rabboccare liquido visto che i livelli erano accettabili.
Dopo qualche giorno di trattamento con desolfatatore ho provato a fare una prova per sapere quanto era in grado di fornire. Ho scaricato tale batteria con una lampada 40w per auto quindi circa 3,3A. Quando la batteria era scarica (tensione intorno ai 10v) ho preso il tempo di circa 7 ore quindi circa 23Ah su 48Ah originari. Poi la ho rimessa a desolfatare per altri 2 giorni. Ieri pensando fosse carica ho misurato la densita' dell'elettrolita ma stranamente i valori per tutte le sei celle erano molto bassi mentre la tensione era sopra i 13V, alcuni al punto che il densimetro completamente pieno non galleggiava nemmeno per altri si sollevava pochissimo restando comunque nella zona rossa.
Avete suggerimenti o spiegazioni possibili per tale comportamento? Forse la batteria è molto solfata oppure e proprio ko?

 
 InizioPagina
 

Pagine: (56)  < ...  28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   [38]   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum