Se sei già registrato           oppure    

Orario: 21/01/2021 21:44:15  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Applicazioni E Realizzazioni Pratiche

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (56)  < ...  36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   [52]   53   54   55   56    (Ultimo Msg)


Caricabatterie desolfatante?
FinePagina

marino370
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:10

Stato:



Inviato il: 14/02/2015 11:16:40

Pubblico una immagine del mio oscilloscopio per vedere se il desolfatore funziona , premetto che l'ho collegato ad una batteria ferma da un bel po e che forse non funziona perchè non arriva a 12v , è di un gruppo di continuità, ma è l'unica che ho adesso a disposizione.
Vorrei sapere una cosa , l'induttanza è da 200uH e non da 100uH , cambia qualcosa in questo cirquito ?
Grazie



Immagine Allegata: 20150214_110244.jpg
 
ForumEA/D/20150214_110244.jpg

 

PinoTux

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:3464

Stato:



Inviato il: 14/02/2015 13:27:43

Avendo la strumentazione adeguata, fortunato te, potresti fare la prova e vedere le differenze. Per ottenere una da 100uH partendo da quella che hai, potresti provare con il togliere 1/4 delle spire totali e vedere cosa succede.
Senza toccare quella che funziona, e se hai la disponibilità di un'altra, puoi fare questa prova sempre nello spirito della sperimentazione... altrimenti lascia tutto come sta visto che funziona.
I picchi si vedono molto bene perché la batteria ha una resistenza interna elevata, se invece fosse efficiente, la bassa impedenza interna ti impedirebbe di vedere i picchi di tensione perché questa si comporterebbe come un condensatore, ma i picchi di corrente ci sarebbero comunque.



---------------
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
http://iv3gfn.altervista.org/
http://pptea.altervista.org/

 

farstar1965

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:293

Stato:



Inviato il: 15/02/2015 18:48:01

Anche io ho quella forma d'onda (triangolare) ho chiesto lumi ma nessuno mi ha risposto e allora ho parcheggiato il proggetto (finito) perchè nel terzo post della seconda pagina ci sono le foto della forma d'onda in uscita e sono completamente differenti. E secondo la teoria di funzionamento del desolfatatore mi convincono di più rispetto alla triangolare che ottenevo io.

Grazie, ciao.



---------------
Più impari più ti rendi conto di quanto sei ignorante.

 

peppino
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 25/02/2015 06:19:12

Salve anche ha me compare una forma triangolare come marino370. Non si potrebbe avere un chiarimento riguardo all'altra onda fatta vedere da Keyosx? Nel mio caso la batteria non è molto rovinata
Grazie a tutti. Peppino

 

marino370
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:10

Stato:



Inviato il: 25/02/2015 19:03:27

Ciao , allora la forma triangolare dell'onda è perchè la batteria è completamente solfatata oppure addirittura morta, quindi contrallate bene prima la batteria come è messa svitando i tappi e dando un occhio dentro , un consiglio è quello di non provare sulle batterie secche mettendoci acqua per tentare di riattivarle perchè perdereste tempo e con il risultato della forma d'onda triangolare.Ultimanente sto provando su batterie solfatate ma con elementi ancora sotto acido, appena la mettete sotto trattamento dovreste sentire il ronzio della L1 che pian piano scompare dopo un po di ore di trattamento perchè sale di frequenza e non piu udibile , proprio dovuto al fatto che il cirquito sta facendo il suo lavoro.
Qui sotto una foto della forma d'onda di una batteria desolfata ma ancora sotto trattamento.



Immagine Allegata: 20150224_183351.jpg
 
ForumEA/D/20150224_183351.jpg

 

marino370
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:10

Stato:



Inviato il: 26/02/2015 12:08:04

Altre immagini di una batteria gemella da 110Ah appena messa sotto cura,la seconda immagine fata dopo circa 10 minuti.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/D/20150226_104057_3_4.jpg



http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/D/20150226_110713_3.jpg



http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/D/20150226_113835_1.jpg



Modificato da marino370 - 26/02/2015, 12:12:08
 

peppino
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 27/02/2015 09:45:29

Ciao ho notato che nella prima onda a denti di sega avevi impostato
2 V e nelle seguenti immagini 20 mV,scusa la mia ignoranza chi mi aveva controllato con l'oscilloscopio lo aveva impostato in automatico(Fluke 130 penso)quindi non è sicura la forma d'onda che ho visualizzato?
Grazie Peppino

 

marino370
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:10

Stato:



Inviato il: 27/02/2015 10:22:22

CITAZIONE (peppino, 27/02/2015 09:45:29 ) Discussione.php?30137183&52#MSG776

Ciao ho notato che nella prima onda a denti di sega avevi impostato
2 V e nelle seguenti immagini 20 mV,scusa la mia ignoranza chi mi aveva controllato con l'oscilloscopio lo aveva impostato in automatico(Fluke 130 penso)quindi non è sicura la forma d'onda che ho visualizzato?
Grazie Peppino


Era impostato in automatico , ma se mettevo a 20mV forse non si riusciva a vedere l'onda come la vedi in foto ma usciva dal campo, ma comunque voglia o no sempre onda triangolare vedevi.Infatti se vedi anche i volt picco picco sono a 8.8, quindi valori molto diversi da batteria a batteria.

 

emilio79
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 01/03/2015 21:51:25

salve mi intrometto nella discussione.
sono nuovo del forum e senza retorica, vorrei esprimere i miei più sinceri complimenti a tutti, per le idee e le soluzioni alle stesse date sul forum.
Ora mi sono imbattuto qui per caso in quanto sono alla ricerca di un desolfatore - caricatore di batterie a 6 -12V.
Ho visto che qui addirittura c'è chi se lo è costruito, io dal canto mio, non saprei nemmeno da dove iniziare.
tuttavia vorrei sapere se è possibile avere (pagando) un circuito del genere, da poter utilizzare e testare anche io.
Per quanto riguarda magari un alimentatore PC quello lo posso procurere pure io, ma volevo sapere se qualche anima pia potrebbe vendermi il circuito.
Poi se posso darvi uno spunto, non si potrebbe arricchire il tutto con un voltametro anche analogico che una volta collegato possa fare da tester per la batteria per vedere quanto è scarica?

 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 03/03/2015 11:05:25

CITAZIONE (marino370, 01/03/2015 21:51:25 ) Discussione.php?30137183&52#MSG766


Vorrei sapere una cosa , l'induttanza è da 200uH e non da 100uH , cambia qualcosa in questo cirquito ?

Secondo il mio parere un parametro di vitale importanza per ottenere ottimi risultati è il tipo di realizzazione del toroide.
Uno stesso toroide di pari induttanza ,ma avvolto su due diversi nuclei cambia il comportamento del circuito.
Quale sia la permeabilità del nucleo migliore ... il numero di spire ... se abbia bisogno o meno del traferro ... non saprei ,ma ci si può basare su chi ha ottenuto risultati.

Ciao
Elettro

 

peppino
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 03/03/2015 17:54:05

emilio79,

Ciao innanzitutto benvenuto nel forum, secondo me il voltometro non so possa servire perchè ho notato che quando regoli il trimmer questi rimangono stabili anche dopo 2 settimane forse è meglio un amperometro però non so se va ad influire sul circuito
Peppino

 

emilio79
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 03/03/2015 18:41:24

beh io il voltametro pensavo di inserirlo per controllare lo stato della batteria prima delle operazioni di desolfatazione e ricarica

 

wolf70
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:7

Stato:



Inviato il: 05/03/2015 19:57:15

Salve, volevo salutare tutti e complimentarmi per quello che fate.
Volevo chiedere , ho provato a realizzare il carica desolfatante,ma quando collego il condensatore o la batteria per tararlo, la tensione svanisce, è normale ?collegando una lampadina si accende solo se stacco il condensatore. Grazie

 

wolf70
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:7

Stato:



Inviato il: 09/03/2015 13:34:27

Ragazzi nessuno mi può aiutare ? non riesco a tararlo, se lascio collegata la resistenza da 15ohm e collego in parallelo un condensatore con lampadina, la tensione sale max a 7volts, se scollego il condensatore sale senza problemi e si riesce a tarare a 14volts e oltre. Grazie in anticipo a chi mi aiuterà.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3081

Stato:



Inviato il: 09/03/2015 22:51:07

Ciao wolf70, per la taratura non devi collegare la resistenza, solo il condensatore. In questo modo puoi tarare l'uscita dell'alimentatore. Poi la tensione varierà quando collegherai una batteria, e questo è normale (dipende dallo stato di carica).
Metti sull'uscita solo il condensatore.
Io ho fatto così e funziona



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (ESP8266). Regolatore di carica: Finalmente di nuovo il PCM8048!
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 
 InizioPagina
 

Pagine: (56)  < ...  36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   [52]   53   54   55   56    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum