Se sei già registrato           oppure    

Orario: 17/11/2019 21:41:27  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > PPTEA

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (114)  < ...  10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   [20]   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30  ...>    (Ultimo Msg)


PPTEA- Processore Per Tutti
FinePagina

mixtrb

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:835

Stato:



Inviato il: 10/8/2011,00:37

proposta:

questo esempio, oppure uno simile modificato a piacere, potrebbe essere incluso in un prossimo firmware del PPTEA, nella EEPROM, in modo che chi programmasse il PIC, e lo montasse su una basetta, con tutta la componentistica necessaria, potrebbe avere un immediato riscontro del buon funzionamento di tutto il sistema:


CODICE
20 '---------AUTORE: PAT---------
30 DIM TESTBIT(5) AS WORD             ' alloca memoria (5 WORD) per il vettore TESTBIT - questo tipo di istruzioni vanno messe sempre all'inizio
40 OUT=&HFF00                                    ' metti ON (OUT= .... le 8 uscite (1111.1111.0000.0000 = &HFF00)
50 K=3*CADS3+50                                ' attribuisci alla variabile K il valore dell'ingresso analogico3 (CADS3), moltiplicato * 3, + 50 (precedenza ad operazione *)
60 WAITMS K                                           ' attendi una quantità di millisecondi (WAITMS) uguale al valore della variabile K
70 OUT=0                                                 ' metti ON (OUT= .... le uscite: nessuna ; risultato pratico: spegni tutte le uscite (0)
80 WAITMS K                                            ' idem come riga 60, sopra
90 A++                                                     ' incrementa (di 1) la variabile A (la prima volta, non essendo prima mai stato attribuito un valore ad A esso è a zero e diventa 1,
95                                                             ' con questa istruzione ai successivi passaggi A viene incrementata di 1 ogni volta: ->2, ->3, ->4)
100 IF A<=3 THEN 40                             ' se (IF), il valore della variabile A, è minore di / o uguale a/,  3 , allora (THEN) vai alla riga 40 (esegue 4 volte il loop
110 B=256                                                ' si da a B il valore 256, poi si vedrà perchè (si inizializza B con il valore 256)
120 C=1                                                    ' si da a C il valore 1, poi si vedrà perchè (si inizializza C con il valore 1)
130 OUT=0                                          ' metti ON (OUT= .... le uscite: nessuna ; risultato pratico: spegni tutte le uscite (0) (serve dal secondo giro, in effetti, al primo sono già tutte OFF)
140 K=3*CADS3+50                              ' come riga 50; (aggiorna il valore di K quando CADS3 cambia di valore)
150 G=1                                                    ' si da a G il valore 1, poi si vedrà perchè (si inizializza G con il valore 1)
160 J=8                                                     ' si da a J il valore 8, poi si vedrà perchè (si inizializza J con il valore 8)
170 TESTBIT(G)=INP AND J                 ' si attribuisce all'elemento (G) del vettore TESTBIT il valore dell'operazione di AND tra gli ingressi INP e J; in pratica si "mascherano" tutti i bit
173                                                            ' escluso quello da testare, partendo dal bit 3 (J=8), poi il loop dopo il bit 4 (J=16), poi bit 5 (J=32), poi bit 6 (J=64), infine bit 7 (J=128);
175                                                            ' risultato dell'operazione: TESTBIT(G) sarà diverso da zero solo se il corrispondente bit è ad 1
180 G++                                                   ' incrementa (di 1) la variabile G
190 J=J*2                                                ' raddoppia il valore della variabile J (8 => 16, 16 => 32, 32 => 64, 64 => 128, 128 => 256)
200 IF J < 129 THEN 170                      ' se (IF), il valore della variabile J é minore di 129, allora (THEN), vai alla riga 17 (ci va fino a che J = 128; quando J = 256 prosegue alla riga dopo)
210 G=1                                                   ' riporta il valore di G ad 1
220 E=&H100                                         ' imposta il valore della variabile E al valore esadecimale 100 (in binario 0000.0001.0000.0000)
230 IF TESTBIT(G)=0 THEN 250        ' se il valore della variabile TESTBIT(G) è = a zero allora vai alla riga 250; se è diverso da zero continuerà dalla riga sotto
240 GOSUB  370                                   ' che manda alla subroutine che inizia alla riga 370 (ON e poi OFF dell'uscita selezionata mediante il valore della variabile E)
250 G++                                                   ' incrementa (di 1) la variabile G
260 E=E*2                                               ' raddoppia il valore della variabile E (&H100 , => &H200 ,  => &H400 , => &H800 , => &H1000 )
270 IF E <= &H1000 THEN 230          ' se il valore della variabile E è minore o uguale a &H1000 vai alla riga 230; in caso contrario (E=&H2000) prosegui alla riga successiva
280 A=3*CADS1+30                              ' attribuisci alla variabile A il valore dell'ingresso analogico1 (CADS1), moltiplicato * 3, + 30
285                                                            ' si è "riciclata" la variabile A, che non può più essere utilizzata dalle istruzioni delle righe 40-100, ormai non più attivabili nel programma
290 D=CADS2+50                                 ' attribuisci alla variabile D il valore del risultato dell'operazione della somma dell'ingresso analogico2 (CADS2) + 50
300 OUT=0                                              ' metti ON (OUT= .... le uscite: nessuna ; risultato pratico: spegni tutte le uscite (0)
310 WAITMS D                                        ' attendi una quantità di millisecondi (WAITMS) uguale al valore della variabile D
320 OUT=C*B                                  ' metti ON (OUT= .... una dopo l'altra, una alla volta le uscite (1111.1111.0000.0000 = &HFF00) perchè B è fisso (256 = bit 8) e C è 1, poi 2, poi 4,
325                                                            ' poi 8, poi 16, e così via fino a C = 128 ......
330 WAITMS A                                         ' attendi una quantità di millisecondi (WAITMS) uguale al valore della variabile A
340 C=C*2                                              ' raddoppia il valore della variabile C (1 => 2 , 2 => 4 , 4 => 8 , 8 => 16, 16 => 32, 32 => 64, 64 => 128, 128 => 256)
350 IF C>128 THEN 120                      ' se il valore della variabile C è maggiore di 128 (256) vai alla riga 120; in caso contrario prosegui alla riga successiva
360 GOTO  300                                      ' prosegui l'elaborazione del programma alla riga 300
365 ' qui sotto c'è la soubroutine di riga 370
370 OUT=E                                             ' metti ON (OUT= le uscite corrispondenti al valore della variabile E
380 WAITMS K                                        ' attendi una quantità di millisecondi (WAITMS) uguale al valore della variabile K
390 OUT=0                                             ' metti ON (OUT= .... le uscite: nessuna ; risultato pratico: spegni tutte le uscite (0)
400 RETURN   ' ritorna alla riga successiva a quella da cui è stata chiamata (GOSUB 370) questa soubroutine (da riga 370 a riga 400)


sono usati 3 ingressi analogici che si possono ottenere con 3 trimmer, per esempio;
ci sono 5 ingressi digitali, in cui si possono collegare 5 pulsanti/interruttori verso il + 5V;
e sono attivate 8 uscite, di cui poi 5 sono reattive allo stato dei pulsanti/interruttori;
su queste uscite si possono mettere dei led (+ resistenza di limitazione) che ne rendono visibili gli stati in tempo reale;

le posizioni dei cursori (contatto centrale) dei 3 trimmer (=> la tensione analogica sui 3 ingressi) condizionano la velocità di esecuzione delle varie fasi, evidenziando così il corretto funzionamento degli input analogici

il tutto è fatto sulla base della programmazione di default del PPTEA (3 input analogici, 5 digitali e 8 uscite);

sono usate le istruzioni IF - THEN, GOSUB - RETURN, GOTO, WAITMS, oltre ad INP ed OUT, incrementi unitari (++), somme, moltiplicazioni, confronti (<= , < , = , >)
viene utilizzato un vettore (DIM , assegnazione, mediante iterazione, dei valori dei membri del vettore , test sequenziale dei valori dei membri del vettore)

in somma, un po' di materiale di esempio è condensato in questo programmino di test;

l'occupazione di memoria è del 76% , e sono usati 95 byte di Memory Space String


devo segnalare un piccolo problema: con un programma come questo , che supera la lunghezza di una pagina del compilatore, con un size non eccessivamente ridotto (diciamo dal 9 in su - font Arial-) le ultime 2 righe non sono visibili, anche con la barra di scorrimento tutta in basso.

un paio di volte nel corso dei test il PIC mi si è sprogrammato; quindi è buona prassi tenersi un programmatore di PIC a portata di mano per queste circostanze;

un altro paio di volte il PPTEA non veniva visto correttamente sul bus USB, dal PC, come porta COM; spegnendo e riaccendendo il PC con tutto staccato dall'USB il problema svaniva.




Modificato da mixtrb - 10/8/2011, 15:51
 

kyvan
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:111

Stato:



Inviato il: 10/8/2011,11:57

ben ritrovati e complimenti per i progressi faccine/smile.gif

volevo solo dire che un'applicazione di firefox (tale wot), quando provo ad accedere al sito http://energiaalternativa.scienceontheweb.net/ mi blocca tutto con questo messaggio
Questo sito ha una reputazione scadente.
energiaalternativa.scienceontheweb.net
e mi rimanda a questo link
http://www.mywot.com/en/scorecard/energiaa...nceontheweb.net

che è successo?

 

mixtrb

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:835

Stato:



Inviato il: 10/8/2011,14:14

CITAZIONE (kyvan @ 10/8/2011, 12:57)
ben ritrovati e complimenti per i progressi faccine/smile.gif

volevo solo dire che un'applicazione di firefox (tale wot), quando provo ad accedere al sito http://energiaalternativa.scienceontheweb.net/ mi blocca tutto con questo messaggio
Questo sito ha una reputazione scadente.
energiaalternativa.scienceontheweb.net
e mi rimanda a questo link
www.mywot.com/en/scorecard/energiaa...nceontheweb.net

che è successo?

quello è il sito dove si possono seguire i parametri dell'impianto fotovoltaico di kekko.alchemi

secondo me bisognerebbe farsi sentire su quel sito (WOT), se ci si tiene a quel parere;
io disabiliterei WOT su Firefox, se riscontrassi lo stesso comportamento nei miei PC
ma non l'ho, WOT, e quindi va tutto bene.


 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 10/8/2011,19:41

CITAZIONE (mixtrb @ 10/8/2011, 01:37)
proposta:

La proposta è interessante...fammici pensare un po su.

CITAZIONE (mixtrb @ 10/8/2011, 01:37)
devo segnalare un piccolo problema: con un programma come questo , che supera la lunghezza di una pagina del compilatore, con un size non eccessivamente ridotto (fdiciamo dal 9 in su - font Arial-) le ultime 2 righe non sono visibili, anche con la barra di scorrimento tutta in basso.

Verifico e lo correggo...

CITAZIONE (mixtrb @ 10/8/2011, 01:37)
un paio di volte nel corso dei test il PIC mi si è sprogrammato; quindi è buona prassi tenersi un programmatore di PIC a portata di mano per queste circostanze;

Questa cosa è accaduta anche a kekko....devo capire il motivo...non dovrebbe accadere.


CITAZIONE (mixtrb @ 10/8/2011, 01:37)
un altro paio di volte il PPTEA non veniva visto correttamente sul bus USB, dal PC, come porta COM; spegnendo e riaccendendo il PC con tutto staccato dall'USB il problema svaniva.

questo problema potrebbe dipendere dal PC...se la porta USB non ha la corrente necessaria la porta va in blocco...forse il problema è quello.Considera che tutte le porte sono protette anche sui corti e alcuni pc riprendono normalmente il funzionamento...altri vanno in blocco.



CITAZIONE (kyvan @ 10/8/2011, 12:57)
ben ritrovati e complimenti per i progressi faccine/smile.gif

volevo solo dire che un'applicazione di firefox (tale wot), quando provo ad accedere al sito http://energiaalternativa.scienceontheweb.net/ mi blocca tutto con questo messaggio
Questo sito ha una reputazione scadente.
energiaalternativa.scienceontheweb.net
e mi rimanda a questo link
www.mywot.com/en/scorecard/energiaa...nceontheweb.net

che è successo?

Incredibile...non c'è più religione. faccine/cry.gif



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

mixtrb

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:835

Stato:



Inviato il: 10/8/2011,20:26

CITAZIONE (NonSoloBolleDiAcqua @ 10/8/2011, 20:41)
CITAZIONE (mixtrb @ 10/8/2011, 01:37)
un altro paio di volte il PPTEA non veniva visto correttamente sul bus USB, dal PC, come porta COM; spegnendo e riaccendendo il PC con tutto staccato dall'USB il problema svaniva.

questo problema potrebbe dipendere dal PC...se la porta USB non ha la corrente necessaria la porta va in blocco...forse il problema è quello.Considera che tutte le porte sono protette anche sui corti e alcuni pc riprendono normalmente il funzionamento...altri vanno in blocco.

il PPTEA era collegato ad un hub USB, non direttamente al PC, e l'ho tolto e rimesso più volte senza miglioramenti
dopo che ho visto che c'era il problema ho spostato sull'HUB il dongle del mouse wireless, ho messo una chiavetta di memoria e letto dei file da essa, ho messo il PICKit 2 e ri-programmato il PIC;
dopodichè ho spento e riacceso il PC, intanto che rimontavo il PIC sulla schedina PPTEA
(devo studiare di fare la programmazione del PIC on-board prossimamente)

al nuovo avvio il PPTEA ha ricominciato a funzionare

forse il firmware "svanito" impedisce di essere visto come porta COM?

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 11/8/2011,17:26

CITAZIONE (mixtrb @ 10/8/2011, 21:26)
forse il firmware "svanito" impedisce di essere visto come porta COM?

TORNO SERIO MA SOLO PER POCO
Certo...se il firmware sparisce non si vede più la porta com. Ma potrebbe anche essere che il codice che hai caricato (buco del compilatore) blocchi il PPTEA e quindi anche la com. E' importante capire la sequenza...è improbabile che il fiwmare sia sparito...è molto probabile un problema del compilatore...cerca di capire quando accade che risolviamo anche questo problema. Ma sicuramente se non riprogrammi e riavvii il PC e questo torna a fungere...allora il compilatore non centra nulla e nemmeno il PPTEA ...entra in gioco il PC o l'HUB usb.
Bolle
RITORNO POCO SERIO faccine/biggrin.gif



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

kyvan
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:111

Stato:



Inviato il: 11/8/2011,19:21

scusatemi, mi sto perdendo... ho riletto le pagine precedenti tutto di un fiato ma devo aver fatto confusione...

il pic non è programmabile collegandolo semplicemente alla porta USB e caricando tramite la porta stessa il programma compilato?

adesso sento parlare di firmware e di accessori per caricarlo, devo aver preso una strada sbagliata:

Qualcuno mi può brevemente far luce?

grazie

 

mixtrb

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:835

Stato:



Inviato il: 12/8/2011,04:08

CITAZIONE (NonSoloBolleDiAcqua @ 11/8/2011, 18:26)
CITAZIONE (mixtrb @ 10/8/2011, 21:26)
forse il firmware "svanito" impedisce di essere visto come porta COM?

TORNO SERIO MA SOLO PER POCO
Certo...se il firmware sparisce non si vede più la porta com. Ma potrebbe anche essere che il codice che hai caricato (buco del compilatore) blocchi il PPTEA e quindi anche la com. E' importante capire la sequenza...è improbabile che il fiwmare sia sparito...è molto probabile un problema del compilatore...cerca di capire quando accade che risolviamo anche questo problema. Ma sicuramente se non riprogrammi e riavvii il PC e questo torna a fungere...allora il compilatore non centra nulla e nemmeno il PPTEA ...entra in gioco il PC o l'HUB usb.
Bolle
RITORNO POCO SERIO faccine/biggrin.gif

prendi quest'informazione con una certezza del 98%:

la perdita del firmware del PIC mi pare proprio sia avvenuta dopo un trasferimento di un programma EABASIC per mezzo del compilatore;
STOP del PIC (programma in corso s'è fermato con un'uscita ON), inizializzazione, trasferimento, OKOK,OKOK,..... , chiusura, RUN: non è successo nulla. l'uscita che era accesa è rimasta sempre accesa.
allora tolto cavetto USB, rimesso, non ha più dato segni di vita;
direi con una certa sicurezza che le altre poche volte che m'ha fatto questo scherzo la situazione è stata la stessa o molto somigliante.

rimesso firmware dentro il PIC con il programmatore, rimesso il programma utente dentro la EEPROM con il compilatore: è ripartito alla perfezione, come nulla fosse, eseguendo il programma caricato impeccabilmente

altra cosa:

se faccio il debug di un programma e vado in overflow mi esce una finestra informativa ma quando la chiudo (OK o X) mi si chiude il compilatore e perdo l'ultima modifica fatta se non è salvata;

quando si scrive un nuovo programma appena dopo l'apertura del compilatore, (prima operazione) e inavvertitamente si salva (no salva con nome) il compilatore salva sovrascrivendo l'ultimo file utilizzato alla chiusura precedente;
se non si ha ancora compilato poco male, si apre il .pea e lo si ricopia, altrimenti si è perso se non si ha un backup
fastidioso
necessita disabilitare opzione di menù "salva" se la riga del file di lavoro in basso è vuota

CITAZIONE (kyvan @ 11/8/2011, 20:21)
scusatemi, mi sto perdendo... ho riletto le pagine precedenti tutto di un fiato ma devo aver fatto confusione...

il pic non è programmabile collegandolo semplicemente alla porta USB e caricando tramite la porta stessa il programma compilato?

adesso sento parlare di firmware e di accessori per caricarlo, devo aver preso una strada sbagliata:

Qualcuno mi può brevemente far luce?

grazie

per riuscire a farlo brevemente sarebbe utile saper fare miracoli o magie
ed allora non sarei qui ma al fresco ed all'ombra davanti ad una spiaggia nei Caraibi o in Polinesia faccine/surfing.gif

vedi tu se vuoi leggerti tutta la pappardella.

provo a descrivere il progetto PPTEA per come l'ho capito io fino ad ora;

circoscriviamo il discorso al PPTEA , tralasciando per quanto possibile quello PIC;

il PPTEA è un programma per PIC che permette di utilizzare un altro programma che l'utente può scrivere con il liguaggio EABASIC e caricare nella EEPROM del PPTEA/PIC

ci sono quindi 2 programmi distinti che girano sul PIC montato nella schedina che ospita il PPTEA

chiamerei firmware il programma PPTEA vero e proprio; questa parte di software risiede nell'area programma nella memoria flash del PIC

chiamerei applicazione il programma EABASIC; questa parte risiede nell'area EEPROM di memoria del PIC

il firmware PPTEA si occupa anche della gestione della porta USB del PIC; che può essere così collegato con un PC, ad una sua porta USB
tramite questo collegamento USB un terzo programma, che gira questa volta su PC (il Compilatore EABASIC) può trasferire nella EEPROM del PIC/PPTEA un programma EABASIC scritto dall'utente
di cui si possono vedere alcuni esempi sparsi nelle pagine precedenti e nelle altre discussioni a tema PPTEA con alcune applicazioni implementate (termometro, tester, apricancello, ...... , altre)

perciò per poter trasferire un programma EABASIC sono necessarie alcune cose:
1 il compilatore sul PC
2 il firmware PPTEA sul PIC
3 il collegamento USB tra PPTEA e PC
4 il programma utente EABASIC scritto mediante il compilatore

il firmware sul PIC non si può trasferire mediante il compilatore
è neccessario avere un programmatore di PIC, che è uno scatolino che si collega al PC mediante porta USB ed ha un software da installare sul PC per poter svolgere il suo lavoro
io ho risolto questa necessità acquistando un programmatore (PICKit2) della Microchip, la stessa casa costruttrice del PIC 18F2550, quindi ho anche la massima compatibilità fra programmatore e PIC
il costo di questo oggetto (compreso il suo software ed altro) è di poco meno di 30 euro (I.V.A. inclusa)

nel vasto mondo esistono molti altri programmatori che oltre ai PIC possono anche programmare EEPROM, diverse famiglie di PIC ed altro;
se se ne possiede uno va solo verificato se esso è compatibile con il nostro PIC 18F2550 ed eventualmente aggiornare il suo firmware se ce n'è la necessità.

qualsiasi sia il programmatore utilizzato si arriva sempre allo stesso punto: si dovrà trasferire il firmware PPTEA nel PIC; questo firmware è nel/il file PPTEA VER1.0.2.hex

una volta che il firmware è stato memorizzato nel PIC si potrà collegare il PPTEA/PIC, montato nella sua schedina con collegamento USB al PC;

sul PC sono necessari dei driver per far riconoscere il PPTEA; questi si trovano nella cartella DriverBootloader_Xp (vanno bene anche su Windows 7; non li ho provati su Vista) che si può trovare da qualche parte nella discussione e forse sul sito che sta costruendo PinoTux (link in fondo alla pagina, è nel posto della mia firma)

direi di non andare troppo oltre, altrimenti si mettono troppe informazioni tutte assieme e diventa faticoso sia scriverle che leggerle e metabolizzarle

avrò sicuramente lasciato spazio ad ulteriori dubbi, che basta esprimere e verranno certamente affrontati

buon divertimento

 

kyvan
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:111

Stato:



Inviato il: 12/8/2011,08:23

ottimo, ho capito tutto (oddio, spero), in pratica il firmware sta al PIC come Windows o Linux sta al PC, mentre il programma che viene caricato nel PIC è l'equivalente di una delle tante applicazioni che si possono innestare su Windows o Linux.

Quindi il PIC non nasce "istruito", ma deve essere "plasmato" in modo da poter supportare i programmi scritti e poi compilati in EABASIC.

Questo mi rende l'idea che il lavoro che prima Bolle, poi Libero, e ora anche tu e Pino state facendo sia un lavoro di grande spessore, certamente al di là di ogni mia capacità (mi consola solo la conoscenza remota di un po' di quickbasic, che in verità mi divertiva molto).

Continuate così, vi seguirò molto volentieri, ho già da mesi il PIC e il quarzo, fra poco ci metterò le mani, sperando di trovare qualcuno qui a Pesaro che abbia un minimo di esperienza (e magari anche un compilatore) per caricare il firmware.

Mi piace l'idea che hai avuto tu di fare una millefori con il PIC in configurazione test, se riesco a capire come l'hai realizzata ti pago i diritti e la replico faccine/biggrin.gif
Per ora grazie faccine/smile.gif

 

mixtrb

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:835

Stato:



Inviato il: 12/8/2011,15:05

CITAZIONE (kyvan @ 12/8/2011, 09:23)
in pratica il firmware sta al PIC come Windows o Linux sta al PC, mentre il programma che viene caricato nel PIC è l'equivalente di una delle tante applicazioni che si possono innestare su Windows o Linux.

se invece di firmware genericamente dici PPTEA l'analogia può starci benissimo


CITAZIONE (kyvan @ 12/8/2011, 09:23)
(mi consola solo la conoscenza remota di un po' di quickbasic, che in verità mi divertiva molto).

se ti divertivi con il basic hai buone probabilità di farlo anche con il PPTEA ed il suo EABASIC

CITAZIONE (kyvan @ 12/8/2011, 09:23)
Continuate così, vi seguirò molto volentieri, ho già da mesi il PIC e il quarzo, fra poco ci metterò le mani, sperando di trovare qualcuno qui a Pesaro che abbia un minimo di esperienza (e magari anche un compilatore) per caricare il firmware.

purtroppo siamo troppo distanti per poterti agevolare direttamente;
ma se hai un aggancio per poter ritirare un pacchetto dalle parti di Milano te lo regalo io il PIC già programmato (tanto costa meno di 5 euro, molto meno di una bottiglia di buon vino marchigiano, meglio se di provenienza genuina del contadino, -se bevuto lì-) faccine/wink.gif



CITAZIONE (kyvan @ 12/8/2011, 09:23)
Mi piace l'idea che hai avuto tu di fare una millefori con il PIC in configurazione test, se riesco a capire come l'hai realizzata ti pago i diritti e la replico faccine/biggrin.gif
Per ora grazie faccine/smile.gif

ho appena installato sul portatile che uso al lavoro un programma di disegno di schemi elettronici
(in effetti è una suite con anche un programma per passare da schema elettrico a PCB, basetta ramata, ed altro ; gEDA x Linux; c'è anche per Windows con qualche aggiunta di contorno per farlo girare su quel sistema operativo)

se stasera/notte non ho impicci comincio a stendere lo schema della basetta sperimentale come l'ho pensata io:
PIC ed annessi (quarzo, USB, resistenze e condensatori, ...... )
3 trimmer per simulare ingressi analogici
5 pulsanti || jumper per input digitali (con relative resistenze di pull down)
4 o 8 led per visualizzare lo stato delle uscite
morsettiere con morsetti a vite o a molla (quali? SOS, avete consigli?) per collegare la periferia nel caso di applicazioni reali

quando sarà tutto pronto, se piacerà a tutti, potrà essere messo a disposizione liberamente sia qui che sul sito in costruzione a cura di PinoTux (come vanno gli esperimenti, a proposito? non ti si è più sentito)

@kyvan se ti servono maggiori info su qualcosa fammelo sapere

 

kyvan
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:111

Stato:



Inviato il: 12/8/2011,15:32

CITAZIONE (mixtrb @ 12/8/2011, 16:05)
CITAZIONE (kyvan @ 12/8/2011, 09:23)
Continuate così, vi seguirò molto volentieri, ho già da mesi il PIC e il quarzo, fra poco ci metterò le mani, sperando di trovare qualcuno qui a Pesaro che abbia un minimo di esperienza (e magari anche un compilatore) per caricare il firmware.

purtroppo siamo troppo distanti per poterti agevolare direttamente;
ma se hai un aggancio per poter ritirare un pacchetto dalle parti di Milano te lo regalo io il PIC già programmato (tanto costa meno di 5 euro, molto meno di una bottiglia di buon vino marchigiano, meglio se di provenienza genuina del contadino, -se bevuto lì-) faccine/wink.gif

ti ringrazio della disponibilità, ma confesso la mia totale ignoranza in tema enologico, sono completamente astemio (e per qualcuno meriterò il ban a vita faccine/biggrin.gif ), però ho una piccola casa in campagna e la passionaccia per l'olivo, che mi porta a produrre il mio olio d'oliva DOP faccine/clap.gif


CITAZIONE (mixtrb @ 12/8/2011, 16:05)
CITAZIONE (kyvan @ 12/8/2011, 09:23)
Mi piace l'idea che hai avuto tu di fare una millefori con il PIC in configurazione test, se riesco a capire come l'hai realizzata ti pago i diritti e la replico faccine/biggrin.gif
Per ora grazie faccine/smile.gif

ho appena installato sul portatile che uso al lavoro un programma di disegno di schemi elettronici
(in effetti è una suite con anche un programma per passare da schema elettrico a PCB, basetta ramata, ed altro ; gEDA x Linux; c'è anche per Windows con qualche aggiunta di contorno per farlo girare su quel sistema operativo)

se stasera/notte non ho impicci comincio a stendere lo schema della basetta sperimentale come l'ho pensata io:
PIC ed annessi (quarzo, USB, resistenze e condensatori, ...... )
3 trimmer per simulare ingressi analogici
5 pulsanti || jumper per input digitali (con relative resistenze di pull down)
4 o 8 led per visualizzare lo stato delle uscite
morsettiere con morsetti a vite o a molla (quali? SOS, avete consigli?) per collegare la periferia nel caso di applicazioni reali

quando sarà tutto pronto, se piacerà a tutti, potrà essere messo a disposizione liberamente sia qui che sul sito in costruzione a cura di PinoTux (come vanno gli esperimenti, a proposito? non ti si è più sentito)

@kyvan se ti servono maggiori info su qualcosa fammelo sapere

proporrei solo una cosa, di prevedere nello schema il collegamento ad un Eprom esterna, vista l'esiguità di memoria interna del PIC e le indubbie potenzialità del progetto.
L'appetito vien mangiando

 

mixtrb

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:835

Stato:



Inviato il: 12/8/2011,19:22

CITAZIONE (kyvan @ 12/8/2011, 16:32)
ti ringrazio della disponibilità, ma confesso la mia totale ignoranza in tema enologico, sono completamente astemio (e per qualcuno meriterò il ban a vita faccine/biggrin.gif ), però ho una piccola casa in campagna e la passionaccia per l'olivo, che mi porta a produrre il mio olio d'oliva DOP faccine/clap.gif

è una questione di gusti e scelte; per quanto mi riguarda le tue sono rispettabili, non ti proporrò per il ban
anche l'olio genuino è cosa ottimissima! faccine/wink.gif
e si conserva anche meglio del vino, quando lo si sposta dalla zona di origine: è più stabile, credo faccine/wink.gif



CITAZIONE (kyvan @ 12/8/2011, 09:23)
proporrei solo una cosa, di prevedere nello schema il collegamento ad un Eprom esterna, vista l'esiguità di memoria interna del PIC e le indubbie potenzialità del progetto.
L'appetito vien mangiando

sono abbastanza d'accordo con te;
però penso di fare le cose a passaggi successivi;
prima completa implementazione della basetta standard e suo test;
sicuramente nella pratica quotidiana emergeranno molte migliorie e correzioni da apportare in versioni successive;

una volta stabilizzata questa schedina base, (o in parallelo? bho'),
progetto e costruzione di un prototipo con EEPROM aggiuntiva
poi ci sarebbe da approfondire il discorso connessioni seriali;
in questo ambito delle connessioni logiche anche quella di connessioni wireless;

poi c'è il discorso PWM che potrebbe essere utile per la costruzione di semplici alimentatori di tipo switching

però qui necessita una condivisione delle decisioni sui possibili sviluppi futuri del PPTEA con Bolle
cosa ancora mai accennata; e discorso che mi sembra ancora prematuro, allo stato attuale delle cose.

 

PinoTux

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:3443

Stato:



Inviato il: 13/8/2011,16:40

CITAZIONE
quando sarà tutto pronto, se piacerà a tutti, potrà essere messo a disposizione liberamente sia qui che sul sito in costruzione a cura di PinoTux (come vanno gli esperimenti, a proposito? non ti si è più sentito)

Non mi avete più letto perché ero impegnato nella realizzazione della "mia" schedina di sviluppo senza grandi pretese, tastino di reset, tastino sul pin 25 (se ben ricordo) tutti gli ingressi/uscite cablati su un connettore a pettine, un trimmer per prove degli ingressi analogici , 8 led ed un connettore sempre a pettine per programmare il pic in loco senza doverlo staccare.
Il tutto permutabile con dei cavettini con intestati dei contatti recuperati da connettori e bloccati con del tubetto termo-restringente.
Oltre a ciò ho realizzato un interfaccia da abbinare al PICKIT2 per poterlo adattare alle varie tipologie di PIC, dall'ormai obsoleto 16f84, al 16f876 e quello che usiamo per il PPTEA, il tutto sempre tramite i soliti cavetti permutabili, posterò le foto quanto prima, oggi sono troppo cotto, sono partito ieri sera alle 20 per Vienna per riaccompagnare mia figlia a casa e sono tornato oggi alle 15...non ho più le risorse fisiche di vent'anni fa! faccine/laugh.gif



---------------
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
http://iv3gfn.altervista.org/
http://pptea.altervista.org/

 

mixtrb

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:835

Stato:



Inviato il: 13/8/2011,21:23

CITAZIONE (PinoTux @ 13/8/2011, 17:40)
ed un connettore sempre a pettine per programmare il pic in loco senza doverlo staccare.

SI, anch'io farò come te: così si facilitano le operazioni di riprogrammazione del firmware, quando necessario

CITAZIONE (PinoTux @ 13/8/2011, 17:40)
Il tutto permutabile con dei cavettini con intestati dei contatti recuperati da connettori e bloccati con del tubetto termo-restringente.

con calma, mi faresti un paio di foto per capire meglio, per favore
oppure uno schema di principio; quello che ti viene più facile
vorrei capire se hai un sistema più pratico di quello che ho pensato io per fare le connessioni con l'esterno
è necessario avere un saldatore per utilizzare la tua scheda di test una volta assemblata?
oppure è sufficiente spostare i terminali dei fili interessati?

a presto
buon divertimento con il PPTEA

 

PinoTux

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:3443

Stato:



Inviato il: 13/8/2011,22:05


Per quanto riguarda la "sperimentazione" è sufficiente spostare i fili sui terminali interessati.
Per la connessione definitiva con l'esterno il discorso è tutto da vedere, personalmente userei dei morsetti a vite se il tutto è definitivo.
Come al solito mi diverto a rendere difficili le cose facili, ho usato i "pettini" a passo 1/10 di pollice ed in questi infilo il contatto femmina recuperato e saldato sui cavetti preparati.
Un'altra soluzione, vengono sempre dopo, potrebbe essere quella di utilizzare degli strip di connessione di tipo "tulipano" gli stessi degli zoccoli degli integrati di un certo pregio, dove il filo, di tipo rigido del diametro di 0,4-0,5 millimetri, andrebbe infilato senza problemi. Si trova come filo di cablaggio oppure si può recuperare da cavetto telefonico del tipo multiplo a più fili.
Oltre che qui, penso di mettere le foto sulla sezione del PPTEA, se hai delle foto da pubblicare, come quelle già postate, le possiamo inserire come "realizzazioni" degli utenti del forum, ovviamente questa proposta vale per tutti.



---------------
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
http://iv3gfn.altervista.org/
http://pptea.altervista.org/

 
 InizioPagina
 

Pagine: (114)  < ...  10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   [20]   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum