Se sei già registrato           oppure    

Orario: 18/02/2020 12:14:34  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Pellettatrici

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (4)   [1]   2   3   4    (Ultimo Msg)


Elettronica per pellettatrici, indispensabile aiuto per i pellettatori
FinePagina

Arex77

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1334

Stato:



Inviato il: 2/9/2012,18:28

Ciao a tutti!
Apro questa nuova discussione su suggerimento di Bolle (ringrazio anticipatamente lui e i ragazzi "geni in elettronica" che ci daranno una mano, in questo Forum se sono state fatte delle grandi cose in altre sezioni è tutto merito loro faccine/smile.gif )
Ho notato che uno dei problemi delle nostre pellettatrici è l'alimentazione della segatura.
E' un problema che come sappiamo specie in presenza di potenza esigua applicata e di materiale sempre diverso ci interessa un po' tutti. Vorrei con l'aiuto di tutti i pellettatori mettere insieme le idee... capire quali siano esattamente le nostre esigenze di gestione delle macchine ... poi chiederemo un aiuto per la realizzazione (per me un grande aiuto, faccine/sad.gif sto a zero per quel che riguarda l'elettronica) agli esperti del forum.
Ragazzi sarà una grande realizzazione e rimarrà interamente a disposizione di tutti.

Iniziamo: inizierei col dire che avremo necessariamente bisogno di dividere in due rami:
1) per motori elettrici.
2)per motori endotermici (scoppio, diesel)

Partendo dal motore elettrico, si potrebbe collegare un processore che analizzi l'assorbimento di corrente del motore e ....

Es: potenza motore 3kw ovvero 3000w.
Supponendo che il motore lavori a 2700w di assorbimento ottimale si dovrebbe fare in modo che superata questa soglia, l'elettronica intervenga velocemente riducendo i giri della coclea di caricamento della macchina. viceversa la stessa cosa: quando il motore scende al di sotto dell'assorbimento ottimale l'elettronica dovrà aumentare i giri coclea.


Per i motori endotermici: si potrebbe semplicemente analizzare lo sforzo del motore tramite i giri, misurati magari tramite un sensore .....

Es: ipotizzando un regime ottimale motore di 1800g/m con sforzo normale si potrebbe far intervenire l'elettronica su questo dato regolando la quantità di segatura in ingresso ...

Adottando questi sistemi non solo potremmo lavorare più lontani dalla macchina (non avremo più bisogno di intervenire costantemente per avere un minimo di funzionamento decente .... la macchina non si impianterebbe costantemente per eccesso di materiale in entrata e la produzione sarebbe ottimizzata ....
Con l'elettronica potremmo tenere sotto controllo anche temperature, tempi di manutenzione ... altro?
A voi la parola ....
Arex




Modificato da kekko.alchemi - 5/9/2013, 02:49
 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 2/9/2012,20:21

CITAZIONE (Arex77 @ 2/9/2012, 19:28)
Ragazzi sarà una grande realizzazione e rimarrà interamente a disposizione di tutti.

Fatta questa premessa...come si può non partecipare? faccine/clap.gif faccine/clap.gif faccine/clap.gif
Un saluto a tutti i maghi del pellet!!!
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

d.d.l

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:494

Stato:



Inviato il: 3/9/2012,20:50

faccine/clap.gif eccomi raccolgo l'invito di arex a partecipare a questa nuova sfida nel migliorare le nostre macchinette fatte in casa e credo fortemente che questa cosa sia tanto importante quanto sia importante fare una trafila a dovere per far funzionare le pellettatrici , premetto che l'elettronica per me e come la fisica quantistica , in poche parole non ci capisco una benemerita mazza e quindi mi limitero a dire per me come dovrebbe funzionare questa elettronica .....
credo che per quello che riguarda la motorizzazione elettrica la cosa dovrebbe funzionare in questa maniere , una volta scaldata la macchina con il nostro pastone di segatura ed olio la produzione di pellet dovrebbe cominciare in maniera graduale con l'immissione di segatura dosata solo da far arrivare la macchina alla temperatura ideale e poi solo raggiunta la temperatura di lavoro la caduta di segatura nella macchina da parte di una coclea dovrebbe tener conto dell assorbimento di potenza del motore nel senso che piu assorbimento verra rilevato dai sensori meno segatura cadra nella macchina e viceversa se il motore ha un assorbimento normale la coclea girera a pieno regime che stabiliremo come parametro massimo , allo sforzo massimo del motore che verra deciso sempre a tavolino la coclea dovra arrestarsi fino all' abbassarsi dell'assorbimento di lavoro , e per ultimo alla soglia critica di assorbimento l'arresto del motore ... faccine/wacko.gif faccine/wacko.gif
dovrebbe essersi capito ...spero
per la motorizzazione a scoppio ........non so ci devo pensare

 

biomassoso

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1239

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,12:48

nello specifico decidete almeno su quale discussione volete rimanere faccine/sick.gif

CITAZIONE
al diminuire dei giri sotto una soglia abbassa il voltaggio del motore elettrico

aspettiamo qualche paginata che al momento non si sa neppure di quali motori stiam parlando, quindi...

comunque una cosa è certa: diminuendo la tensione diminuisce anche la coppia, perciò si dovrebbe al limite agire sulla frequenza, ma qui cominciano le spese volendo usare convertitori di frequenza


Nessuna modifica apportata
Arex





Modificato da Arex77 - 4/9/2012, 14:59
 

Arex77

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1334

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,13:58

CITAZIONE (biomassoso @ 4/9/2012, 13:48)
nello specifico decidete almeno su quale discussione volete rimanere faccine/sick.gif

CITAZIONE
al diminuire dei giri sotto una soglia abbassa il voltaggio del motore elettrico

aspettiamo qualche paginata che al momento non si sa neppure di quali motori stiam parlando, quindi...

comunque una cosa è certa: diminuendo la tensione diminuisce anche la coppia, perciò si dovrebbe al limite agire sulla frequenza, ma qui cominciano le spese volendo usare convertitori di frequenza

Biomassoso, che cosa c'è da decidere? Noi rimaniamo all'interno della ns sezione e finché il MOD son io, tutti noi purché si mantenga uno spirito in linea col forum possiamo sentirci liberi, di esprimersi e di scrivere.

aspettiamo qualche paginata....

Tu e chi siete in così trepidante attesa?

comunque una cosa è certa: diminuendo la tensione diminuisce anche la coppia....

Hai preso un granchio: non è il motore della macchina che subirà l'intervento dell'elettronica di diminuzione della tensione, bensì sarà il motore con riduttore della coclea/nastro i cui giri a monte son decisi dalla meccanica, questo fa capire che l'elettronica agirà solo su una piccola parte della coppia motore.
Biomassoso non remare contro alla discussione, questa è una cosa interessante per tutti noi e risolverà non pochi problemi e a differenza di altri questa sarà interamente a disposizione di tutti.




Modificato da kekko.alchemi - 5/9/2013, 02:50
 

biomassoso

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1239

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,14:11

CITAZIONE
Hai preso un granchio: non è il motore della macchina che subirà l'intervento dell'elettronica di diminuzione della tensione, bensì sarà il motore con riduttore della coclea/nastro i cui giri a monte son decisi dalla meccanica, questo fa capire che l'elettronica agirà solo su una piccola parte della coppia motore.

crostacei a parte non ho MAI pensato il contrario: certo che un "segnale" agirà sul motore del caricamento, non certo su quello della pellettatrice

Moderazione: sarebbe buona abitudine rispondere alle domande

Tu e chi?
Arex




Modificato da Arex77 - 4/9/2012, 15:18
 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,14:18

Entriamo nel vivo della discussione...l'elettronica fa fare dei passi da gigante ai vostri sistemi.Spesso, troppo spesso,ci vengono sostituite delle schede che hanno dei costi proibitivi...e io sono il primo a diffidarne...ma quando qualcuno fa le cose da solo la musica cambia....e voi, maghi del pellet, ne sapete qualcosa.
In passato è già stato fatto un lavoro del genere utilizzando un sistema a microprocessore che è nato all'interno del forum: il sistema si chiama PPTEA. Questo sistema può essere utilizzato per scopi didattici e per sviluppi di cose personali ma non può essere venduto...hehehe!
Ora veniamo allo specifico...ottima è stata l'analisi Arex e di d.d.l, cioè realizzare un sistema di controllo che attende la fase di regime e poi fa delle cose, cioè controlla e comanda.
Mettere in piedi un sistema del genere è molto banale, un sensore (toroide) verifica l'assorbimento della corrente del motore ...quando questo è alto ...diminuisce/interrompe i giri della coclea. Se la cocle a è mossa da un motore a corrente continua (come ipotizzo) per far calare il numero di giri occorre mettere un PWM...cioè si lascia inalterata la tensione ...ma si varia il duty-cycle...così facendo si varia la velocità. Se non avete capito...non fa nulla...l'importante, per realizzare un sistema di controllo, non è capire come farlo ...ma sapere cosa deve fare.
Prima di iniziare a buttare giù qualche cosa mi mancano dei dati: che range di temperatura ha la macchina?
Un saluto
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

cb900red

Avatar
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:95

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,14:24

ciao arex faccine/bye2.gif salve visto che siete senza lavoro faccine/construction.gif vi propongo la mia idea copiata all'inizio del forum ---visto che siete piu' formati di me--- faccine/crash.gif
la partenza sarebbe questa www.elsekit.it/ RS 203 TEMPORIZZATORE
CICLICO
ForumEA/us/img545/2078/rs203temporizzatorecicl.jpg

se con il rele' si comanda un motoriduttore da circa 1/4 a 1 cv per il comando
di un piccolo nastro o una coclea per alimentare le macchine ---essendo ciclico basta studiare un sistema che interposto tra l'assorbimento del motore e il regolatore di impulsi di questo kit cosi' non serve nessun variatore di tensione e di frequenza faccine/sick.gif
chissa che non sia una buona partenza faccine/chair.gif faccine/drunk.gif
un saluto cb900red

 

biomassoso

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1239

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,14:41

CITAZIONE
Tu e chi?

cazzeggiare piace anche a me ma adesso non esageriamo: "a domanda risponde" non lo faccio neppure in una caserma di C.C., pensa in un forum

ch'io abbia usato il "pluralis majestatis" ti va bene come risposta?

 

Arex77

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1334

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,14:57

Ciao Bolle,
ti ringrazio per la tua collaborazione!
Provo a scrivere il mio pensiero (sperando di non fare raccolta di crostacei faccine/biggrin.gif )
Allora: a mio avviso laddove il tutto venga visualizzato su un display il range di temperatura dovrebbe essere da 0° a +150°, questo per dar modo a chi utilizza trafile piane di capire quando si è raggiunta la temperatura ottimale per partire con la produzione (spiegazione: le macchine necessitano all'avvio di essere scaldate con segatura oliata fino ad una certa temperatura per poi poter produrre. E poi durante la produzione la temperatura d'esercizio della macchina rimane un dato valido per capire molte cose ad esempio sulla regolazione della macchina stessa).
Quindi "se possibile" io direi che la temperatura dovrebbe essere costantemente visualizzata sul display.

Secondo punto per motore a scoppio: analizzare costantemente (ogni 1 o 2 sec max) i giri motore al volano ... al diminuire dei giri motore far intervenire l'elettronica sui giri del nastro caricatore (parlo del mio caso perché vorrei usarlo come test prova). Attualmente il nastro gira per mezzo di motovarioriduttore con motore trifase adattato via condensatore a 220v. Come si può fare a gestirlo?
Sarebbe interessante che anche i giri motore fossero visualizzati sul display, sempre se possibile...


CITAZIONE (cb900red @ 4/9/2012, 15:24)
ciao arex faccine/bye2.gif salve visto che siete senza lavoro faccine/construction.gif vi propongo la mia idea ....

Ciao Cb, per quel che ne capisco io potrebbe anche andare ... sentiamo cosa dice Bolle in merito... bisognerà vedere se è compatibile e/o utile al PPTEA che gestirà l'intero sistema.
(forse è più adatto a una coclea, per il mio nastro credo sarebbe un dramma per il motore partire e fermarsi ogni secondo o due) ... la parola agli esperti ...


@Bio: mi spiace, risposta sbagliata!
(sii propositivo e non remare contro)




Modificato da kekko.alchemi - 5/9/2013, 02:52
 

biomassoso

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1239

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,14:58

CITAZIONE
si lascia inalterata la tensione ...ma si varia il duty-cycle...così facendo si varia la velocità

infatti il torque abbassando la frequenza aumenta, e forse una scheda elettronica a basso costo da caldaia farebbe lo stesso, che prenda il comando da una Lambda o da una T° o da un'amperaggio non dovrebbe cambiare molto, l'importante è che "modula" e fa variari i giri del motoriduttore in rapporto a questi

 

PinoTux

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:3452

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,18:10


Anche se singolarmente certe soluzioni sono già state sperimentate nello sviluppo del PPTEA, dal misuratore di temperatura al PWM, se questo ultimo si volesse usarlo con i motori in corrente alternata, nulla osta ad interfacciarlo con dei Triac.
Le soluzioni ci sono, bisogna però conoscere esattamente quali esigenze il sistema deve riuscire a coprire e che queste siano comuni più o meno a tutti.
Poi i casi specifici si risolvono uno alla volta....




---------------
"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"
http://iv3gfn.altervista.org/
http://pptea.altervista.org/

 

Arex77

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1334

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,18:57

Ciao Pino,
(spero un giorno di poter ricambiare faccine/smile.gif )

Credo che ci siano due rami fondamentali, uno che riguarda i motori a scoppio e li ci si collega a quello che io chiamo "sensore giri" perché non so come altro definirlo faccine/huh.gif , e l'altro ramo per motori elettrici e li si va ad analizzare l'assorbimento motore.
Questo è chiaramente utile a tutti, insieme alla temp e alla regolazione coclea/nastro tramite ?....? anche li si tratta di regolare la velocità del motore in entrambi i casi ....
Spero che da qui si possa capire se no dimmi pure ....

Ad esempio a me non è chiaro se un sensore copre l'intera gamma di giri di un motore o se bisogna calcolare a monte i giri per avere un sensore più indicato ...
In questo senso siete voi a dirci di quali dati necessitate ....




Modificato da kekko.alchemi - 5/9/2013, 02:52
 

d.d.l

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:494

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,20:16

faccine/wacko.gif faccine/wacko.gif faccine/wacko.gif aiuto qua viene fuori la mia ignoranza in materia , tutti questi acronomi (credo si dica cosi) PPTEA , WPM , TRIAC , che diavolo significano?????????????

 

NonSoloBolleDiAcqua

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:13786

Stato:



Inviato il: 4/9/2012,20:59

Si può mettere anche il circuito postato da CB ma quello è un qualcosa che va a tempo che fa ON/OFF regolabili mediante un trimmer...quello che si può tnetare di fare è mettere un microprocessore che a seconda della situazione reagisca in modo 'intelligente'. Ad esempio un on/off per alcuni potrebbe andare male...si potrebbe rallentare o accelerare piano piano la caduta della segatura (PWM o TRIAC) o se l temperatura diventa alta fermare tutto segnalando errori , oppure ipotizzare una sequenza di partenza, tenerla sotto controllo...segnalare le anomalie...etc...etc. Il messaggio è : si può realizzare un sistema a microprocessore a basso costo che fa quello che si vuole ...evitando di acquistare una scheda elettronica ( che forse non so nemmeno se esista) ... perchè, è ormai chiaro a molti, che il forum è composto da 'scienziati' molto competenti del settore...o sbaglio biomassoso?
Cmq ho una domanda...questa coclea ..,.o nastro ...è mossa da un motore elettrico (ipotizzo)...ma posso sapere la tipologia ( alimentato in continua ? alternata? trifase?) e l'assorbimento.
Un saluto
Bolle



---------------
Chi sa raccontare bene le bugie ha la verità in pugno (by PinoTux).
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 
 InizioPagina
 

Pagine: (4)   [1]   2   3   4    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum