Se sei già registrato           oppure    

Orario: 21/05/2022 17:47:45  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Solare Fotovoltaico

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (30)  < ...  10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   [21]   22   23   24   25   26   27   28   29   30    (Ultimo Msg)


Come gestire un Inverter Grid Tie
FinePagina

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 7/11/2013,08:50

@spleen :rileggendo le caratteristiche del prodotto da te postato correggo la mia errata interpretazione.
Il circuito monitorizza i consumi e devia la potenza surpluss su un carico esterno .... come la tua idea faccine/smile.gif
Ciao

 

spleen
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:34

Stato:



Inviato il: 9/11/2013,16:25

ottimo, questo vuol dire che tutte le volte che c'è surplus questo viene dirottato ad un caricabatterie ad esempio (o se si preferisce alimentare uno scaldacqua) senza gli sbattimenti degli orari migliori/peggiori per ricaricare. Ma non ho capito bene se è compatibile con qualunque grid tie in commercio e dove sarebbe la 2a uscita dirottata per il surplus.
Ho fatto un piccolo preventivo con un impianto da 500w di pannelli + inverter gir tie da 1000w (per eventuali pannelli aggiunti in seguito) e centralina di autolimitazione.
E siamo intorno a 800€, mentre se dovressi integrare una piccola isola da 1kw x le luci e frigo ad esempio devo aggiungere almeno 3kwp di batterie e un inverter ad onda pura da 1kw e sono almeno altri 500€ ne vale la pena? Probabilmente 500W di pannelli sarebbero insufficienti a caricare anche le batterie e dovrei comprare + pannelli con ulteriore spesa.
Considerando che all'impianto ad isola prima o poi devi cambiarci le batterie, mentre l'impianto in rete e a costo 0 una volta messo su. Fra l'altro l'isola servirebbe solo a ridurre i consumi di notte quando la luce la si paga già poco. Bisognerebbe fare qualche conto ma sto valutando di di semplificare le cose senza integrare le batterie e andare solo di rete, almeno per il momento.




Modificato da spleen - 9/11/2013, 16:42
 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 9/11/2013,17:33

Il circuito in oggetto non è connesso all'inverter grid.
Aumenta e diminuisce il carico nella rete domestica per consumare piu della produzione.
Quindi l'inverter immette tutto quello che può , poi sarà lui a simulare un consumo più alto......
E questo è il lato dolente ..... il carico deve essere sempre presente e deve garantire sempre la possibilità di farsi carico di tutto il surplus.

Il bello è che si può installare il grid come una installazione classica sul tetto e uno o più circuiti che si preoccupano di tenere a bada la produzione nel sottoscala vicino al contatore faccine/rolleyes.gif


Per il discorso convenienza off o on grid ..... un bel dilemma faccine/biggrin.gif sopratutto dare un valore economico al Kwh faccine/laugh.gif .......

 

maiollo

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:109

Stato:



Inviato il: 10/11/2013,18:12

CITAZIONE (spleen @ 9/11/2013, 16:25)
Considerando che all'impianto ad isola prima o poi devi cambiarci le batterie, mentre l'impianto in rete e a costo 0 una volta messo su. Fra l'altro l'isola servirebbe solo a ridurre i consumi di notte quando la luce la si paga già poco. Bisognerebbe fare qualche conto ma sto valutando di di semplificare le cose senza integrare le batterie e andare solo di rete, almeno per il momento.

Con impianto ad isola utilizzi l'energia che non hai utilizzato di giorno, magari perchè, fuori x lavoro, mentre i pannelli producono inutilmente. Almeno, questo è quello che capita a me. Poi proprio ieri c'è stato un black-out attorno le 20, per due orette circa, ma io non me ne sono accorto. faccine/clap.gif

 

spleen
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:34

Stato:



Inviato il: 12/11/2013,09:36

ma che cavolata, allora è un modulatore di consumo non un modulatore di produzione... delusione.
Quindi gli devi per forza dare un carico per "ridurre" la produzione, a sto punto lo vedo più indicato per un impianto di poche centinaia di watt e di qualcuno che abbia un consumo basale bello sostanzioso per evitare di inventarsi qualcosa di utile per aumentare i consumi

 

maiollo

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:109

Stato:



Inviato il: 12/11/2013,13:38

mmm, forse mi son perso un passaggio del post. Ma il grid- funziona senza accumulatori, il bel lavoro fatto da Elettro.. starebbe nel limitare il grid ad inviare energia in casa quando non c'è consumo, o perlomeno uguagliare la richiesta di energia. Tutto per non mandare in rete corrente, perchè non si può. Quindi nulla accumulatori, e l'energia prodotta dai pannelli quando in casa non c'è richiesta, andrà persa. A meno che qualcuno la dirotti a scaldare acqua o altro. faccine/chair.gif ciao

 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 12/11/2013,14:27

Ciao Maiollo ,
la confusione è stata colpa mia perchè non ho citato l'oggetto di cui si riferiva Spleen
http://revosolar.com/solar-shop/es/accesor...-en-la-red.html

E' chiaro che quando si usa un inverter grid bisogna consumare più della produzione ...
e questo è possibile ottenerlo limitando la potenza dell'inverter o gestendo i carichi.

Nella discussione ho descritto alcuni metodi per limitare la potenza prodotta invece sleen ha aggiunto un prodotto che varia l'assorbimento di casa,ma lo scopo finale è lo stesso faccine/smile.gif (consumare poco più della produzione)

La sorgente ?
Personalmete prendo tutta la potenza dei pannelli e immetto la giusta quantità in rete ... il resto ci faccio acqua calda (che spreco),ma nessuno vieta di prelevare l'energia dal banco come un classico off-grid oppure caricare un banco con la potenza surplus da poter sfruttare in isola o reimmetterla nelle ore notturne...

Mille possibili soluzioni ..... ognuna con pro e contro faccine/sad.gif

Ciao
ElettroshockNow

 

spleen
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:34

Stato:



Inviato il: 15/11/2013,11:12

CITAZIONE (maiollo @ 12/11/2013, 13:38)
mmm, forse mi son perso un passaggio del post. Ma il grid- funziona senza accumulatori, il bel lavoro fatto da Elettro.. starebbe nel limitare il grid ad inviare energia in casa quando non c'è consumo, o perlomeno uguagliare la richiesta di energia. Tutto per non mandare in rete corrente, perchè non si può. Quindi nulla accumulatori, e l'energia prodotta dai pannelli quando in casa non c'è richiesta, andrà persa. A meno che qualcuno la dirotti a scaldare acqua o altro. faccine/chair.gif ciao

chiaro maiollo il problema sorge proprio in quel "dirottare il surplus in qualcosa di utile" la cosa + utile che mi viene in mente è una piccola isola per i carichi leggeri, ma riflettevo sulla reale convenienza, rispetto a un semplice grid che per l'appunto non necessita di accumulatori.
Sprecare il surplus in qualcosa di semi-inutile giusto per non pagarlo all'enel come consumo, è già un passetto avanti, ma non ci siamo, la soluzione di elettroshock è la migliore per il momento!

 

maiollo

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:109

Stato:



Inviato il: 17/11/2013,11:09

Sono d'accordo che la soluzione di elettroshock è la migliore per poter risparmiare e non poco sula bolletta elettrica, e anche la soluzione + economica e vantaggiosa, avrei iniziato anche io in questo modo se già non avessi l'off-grid. Infatti tutto il discorso mi interessa, anche perchè le batterie hanno una vita limitata, e acquistarne altre sarà improbabile. Per questo seguo con attenzione questa filosofia di risparmio.
Sarebbe bello fare in modo di sostituire il processore del grid cinese con un arduino, senza magari togliere fisicamente l'originale, e connettere l'arduino dentro con dei connettori. Forse sto esagerando. http://www.nuvolabiancagrafica.it/MondoGif/Smiles/angry_1099.gif

 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 17/11/2013,11:39

CITAZIONE (maiollo @ 17/11/2013, 11:09)
Sarebbe bello fare in modo di sostituire il processore del grid cinese con un arduino, senza magari togliere fisicamente l'originale, e connettere l'arduino dentro con dei connettori. Forse sto esagerando. http://www.nuvolabiancagrafica.it/MondoGif/Smiles/angry_1099.gif

faccine/w00t.gif ...... Se vuoi si può trasformare un Atmega8 (processore attuale nei miei grid) in un arduino UNO con 7.680 Bytes e successivamente interfacciarlo in seriale tramite i piedini 2-3 per eseguire monitoraggio o update ...
e scrivere il codice o modificare il C attuale per integrarlo nel C di Arduino .....
Bè una bella impresa .... ma non impossibile ..... come non impossibile sostituire il chip con un vero Arduino Uno (Atmega328) faccine/smile.gif ......

Cmq il C di Atmel è molto simile ad Arduino e potresti divertirti modificando il codice attuale usando un Tool di Atmel ...
Io uso AVR Studio 4 .... vecchietto ,ma per questi progetti è più che sufficiente

Ciao
ElettroshockNow

 

nicola1163
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:401

Stato:



Inviato il: 18/11/2013,20:02

carissimo elettro, non c'è di che chi è un genio è un genio complimenti.....
ho letto tutto il post ma per la verità ci ho capito molto poco...
siccome vorrei comperarmi un grid tie, ma non vorrei che fosse inutile, non ho ancora ben capito (perchè sono duro :-( non perchè non lo avrai detto):
1) gli inverter grid tie, la maggior parte se collegati alle batterie si bruciano.... giusto (anche se prius8 ne ha due che vanno bene, beato lui...mi viene il dubbio che quelli fatti anche per l'eolico funzionino...ma è una cosa che mi sono messo in testa io....)
2) ho visto un sacco di prove e percentuali con convertitori dc-dc ma alla fine non ho capito se usare un dc-dc funziona o alla lunga da dei problemi ( ho capito che gli inverter sono mppt e quindi si aspettano tensione variabile ma se poi funzionano o no non sono riusito a capirlo :-((
3) non ho capito un cenno al fatto che quando salta il salvavita gli inverter si bruciano..... sarebbe un pò tragico ... ho capito bene?
4) se compro un inverter grid tie e lo collego alle batterie e non so se è uno di quelli che regge, cosa succede, lo brucio?
Scusami tanto ma il livello delle tue/vostre discussioni è mooolto elevato per un poveretto che sa a malapena cosè un condensatore :-((
ciao e grazie

 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 21/11/2013,17:33

Ciao Nicola ..... esagerato ...... che dovresti dire degli altri ....
Rispondo quello che sò di certo :
1) il mio Green power Gp350W alimentato a 24V riusciva ad immettere 350W ,ma dopo una ventina di minuti entrava in protezione per sovratemperatura (è stato lui che mi ha fatto iniziare questa avventura)
Invece il GTI300 (il non modificabile ... almeno per ora) si limitava e non entrava in protezione
2)Con i convertitori ho fatto diverse prove ,ma in nessuna mi sono sentito soddisfatto. Diversamente la regolazione PWM mi ha dato grande soddisfazione (attualmente uso quella) ,ma necessita di un feddback esterno per il controlle dell'immissione.
3)A me è capitato due volte ....... ma non ho chiaro il motivo della rottura ...... (è roba cinese faccine/biggrin.gif ). Cmq da quando ho sostituito il 1200W cinese con il PowerOne ,non ho più avuto il danneggiamento del gp300W (ho due inverter che convivono nello stesso impianto)
4)Nella mia esperienza il GTI300 funzionava benone ,ma se vuoi limitare la sua immissione ti consiglio di lavorare in PWM prelevando alimentazione da un impianto a 24V

Ciao
ElettroshockNow

 

nicola1163
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:401

Stato:



Inviato il: 21/11/2013,21:29

Grazie mille, anzi di più :-)

 

piespe

Avatar
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:82

Stato:



Inviato il: 25/11/2013,14:43

Salve, scusate se mi intrometto, ma seguendo la vostra discussione mi è venuto in mente questo articolo che avevo visto sulla baia su questo indirizzo

Http://www.ebay.it/itm/CENTRALINA-RISCALDA...#ht_1444wt_1142

Ma secondo voi funziona?
é affidabile?
Ne vale i soldi che ne chiede?




Modificato da ElettroshockNow - 25/11/2013, 14:53
 

dinoch

Avatar
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:56

Stato:



Inviato il: 25/11/2013,16:28

Interessante come idea.. Invece di dirottare su riscaldamento si può utilizzare per ricaricare batterie di un impianto ad isola, attivare o disattivare inverter grid.
Bisorerebbe capire anche i relativi cablaggi.
Correggetemi se le idee sono errate.

 
 InizioPagina
 

Pagine: (30)  < ...  10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   [21]   22   23   24   25   26   27   28   29   30    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum